Bonifazi, la Spal chiede un altro prestito: il Torino deciderà durante il ritiro

52
5659
calciomercato torino spal bonifazi

Il difensore che ha rinnovato con il Torino è nelle mire di calciomercato della Spal, che vorrebbe confermarlo. Per Bonifazi deciderà Mihajlovic a luglio

Smaltita la sbornia dei festeggiamenti per la promozione in Serie A, la Spal deve subito cominciare a programmare la prossima stagione. L’esempio di Crotone e Pescara, ma non solo, lascia il segno, e la Spal non vuole passare per la meteora del prossimo campionato: per questo motivo ha subito rinnovato il contratto a mister Semplici, ma è sul calciomercato che ora si deve attivare, per fare in modo di portare, con un budget limitato, i giocatori adatti a disputare il campionato di Serie A. L’idea iniziale è però quella di confermare una buona parte dello zoccolo duro che ha centrato questa straordinaria impresa, e di qui nasce l’idea di andare a bussare nuovamente alla porta del Torino, per Kevin Bonifazi.

Il difensore classe ’96 è stata una delle più belle rivelazioni non soltanto della squadra, ma di tutto il campionato cadetto. E non a caso il club granata si è subito premurato di blindare il giocatore frutto del suo vivaio, andando a siglare un contratto con scadenza nel 2022. Perché l’idea del Toro è quella di fare in modo che Bonifazi torni alla base già quest’anno, per poter lavorare con Sinisa Mihajlovic e andare a rinforzare un reparto, quello difensivo, che verrà rivoluzionato dopo il campionato a dir poco altalenante di quest’anno. Puntare subito sul giovane giocatore sarebbe oltremodo azzardato, ma che da luglio questi possa far parte della prima fase del ritiro è nei programmi societari, affinché possa essere ben valutato dall’allenatore.

E la Spal? I ferraresi ci vogliono provare lo stesso: vorrebbero chiedere al Toro di prestare per un altro anno Bonifazi, al quale verrebbe garantita un impiego sicuramente più continuo (e da subito) in Serie A. Da un lato, potrebbe essere una buona occasione per crescere; ma anche lavorare con giocatori esperti, e con l’obiettivo di arrivare in Europa, ha sicuramente un suo lato formativo. Per questo, Bonifazi ha già fatto capire di essere disposto ad ascoltare entrambe le proposte, e accettare serenamente la decisione di Mihajlovic, che dovrà appunto dire la sua dopo le prime valutazioni del prossimo ritiro. Se il tecnico non riterrà il giocatore abbastanza maturo, allora la cessione in prestito potrà avvenire entro poco tempo, con la Spal in primissima posizione per accaparrarsi le sue prestazioni. Viceversa, resterà in granata, per giocarsi tutte le sue chances con la prima squadra. Bonifazi, di fatto, è già un piccolo gioiello del prossimo calciomercato: a Mihajlovic l’ardua sentenza.

Condividi

52 Commenti

  1. ai gentili utenti tifosi della nostra illustre granata società. ieri si parlava di bonifazi, se fosse pronto o no. premetto che non lo so. premetto che non so nemmeno su che basi io esprima giudizi generali su come allenare una squadra di calcio. nessuna base. televisore e, se capita, telecronista e commentatore. altrimenti effetto sonoro dello stadio. a volte nemmeno quello. quindi niente campo e niente conoscenza, solo ricordi pallonari felici da ragazzino con gli amici. che è tutto.

    dopo sta bellissima premessa egocentrica, vorrei dire che (mi pare) siano molto molto pochi gli allenatori che ci capiscono, se mettere i giovani subito o no, se metterli o no. la stessa spal, mi risulta, facesse fare panchina al nostro bonifazi e solo un infortunio gli abbia fatto strada. ma non conosco questa storia. ne conosco meglio un’altra. il tanto noto, oggi, gasperini, che ha lanciato almeno 4 o 5 giovani, all’inizio erano panchinari, poi, vistosi spalle al muro, vicino ad un esonero e con il senno “del perso per perso”, ha tolto i titolari, da paloschi agli altri, e ha messo ‘sti giovinotti, come si sarebbe detto una volta. quindi mi pare che, anche se io ci capisca poco, mi pare che pure questi grandi enormi giganteschi allenatori ci capiscano molto poco e che ci sia un’onda importante che li muove: il culo.

    chiedo scusa alle onde, che ho nostalgia del mare. un saluto al @vigile che scrive dalle spiagge di santa barbara. mi fanno impazzire ‘ste cose, soprattutto di prima mattina, sono una bellezza.

    • Sono d’accordo con l’esempio che fai dell’Atalanta e sul poco coraggio, culo a parte, degli allenatori italiani. A 21-22 anni non c’è nulla da aspettare , i giovani si fanno giocare e si accettano gli inevitabili errori di inesperienza. Poi, mi ripeto, inutile ragionare come se fossimo una big che ha chissà quali difensori in rosa e manda il giovane a fare esperienza, molto più coerente con l’attuale realtà dei fatti ragionare rispetto ai giovani come fa l’Atalanta, il prossimo passo per crescere sarebbe di non vendere i giovani buoni al primo, massimo secondo buon campionato che fanno.

  2. Ho un dubbio: 🙄 ma l’allenatore veramente sa giudicare se uno è maturo o no? Secondo me x non bruciare le tappe Kevin deve rimanere alla Spal un altro anno. Se si conferma sperando di giocare almeno 2/3 del campionato bene altrimenti si valuterà il prossimo anno. Abbiamo già Barreca che deve dimostrare ancora tanto x essere un giocatore talentuoso o almeno da serie A.

  3. Bravo ragazzo ma impensabile farlo titolare in una difesa a 4 al primo anno di a…alla fine giocheranno lyanco e il grande moretti, un saluto dalla spiaggia di santa barbara dove ho la maglietta di cristiano contro le merde, ciao dal vigile sergio

  4. Se uno è bravo, e lui sembra esserlo, a 21 anni si deve giocare le sue possibilità al TORO, ma che c’è da aspettare. E poi per cosa? per vedere Carlao e Rossettini…. loro si che sono pronti. P.S. e Rossettini è stato sorprendente in positivo, nonostante tutto, mica è colpa sua se da riserva quale doveva essere si è ritrovato ad essere il difensore che ha giocato di più.

  5. Io non ho mai criticato Ventura.E stimo Miha.
    Entrambi hanno avuto a che fare con il taccagno.
    Ricordo che anche Ventura mise Bovo e Joansson a giocare a centrocampo,perché l’illusionista non le ha preso nessuno.Uno Si.Tata Gonzalez.
    Poi gli ha venduto Cerci per fargli fare l’Europa con Amauri.
    A Miha.Sta avvenendo la stessa cosa.Lo ha lasciato con una difesa assurda.Un centrocampo a tratti imbarazzante.(Ricordiamoci di gennaio.Via Vives Via Aramu Acquah in Africa e Obi rotto)
    Di cosa stiamo parlando?Di un presidente che non gli frega nulla del Toro.
    Quindi non si tratta di difendere Sinisa o Giampiero.Qui molti spostano VOLUTAMENTE il problema,per difendere lo Squallido presiniente.
    Questa è la mia opinione.

  6. “Ciao Davidone. A me pare, che tu, come tanti venturiani (v minuscola) su questo sito, pecchi di onestà intellettuale”. @rolandobianchi, a mio avviso la cosa più giusta della tua frase è l’incipit, ovvero “a me pare”.
    Guarda, se c’è una cosa che distingue i venturiani dai non venturiani (queste fazioni esistono ed è giusto che esistano) è proprio l’onestà intellettuale. Da un venturiano difficilmente sentirai denigrare i risultati ottenuti da Mihajlovic, viceversa c’è gente che ti dice che alla fine quanto abbiamo fatto nel periodo Ventura è stata roba normale o comunque non esaltante. Questo può essere un gusto personale, il mio è doverso e mi sono divertito molto di più nelle stagioni con Ventura (in cui mi giocavo qualcosa, a parte l’ultima) che in questa dove a gennaio eravamo fuori da tutto. Anzi, non lo eravamo ma ci siamo comportati come se lo fossimo, visto che con un ritorno “alla Ventura” (13-14 e 14-15) saremmo andati in Europa. L’onestà intellettuale è questa. Non denigrare Bilbao o un derby vinto (e il derby te lo passo che contava poco, ma fu comunque vinto)

  7. Visto in tante occasioni, poacevolissima sorpresa. Mi ha sempre dato la sensazione di essere un lusso per la B. Non so quanto abbia inciso il giocare in una squadra che si muove benissimo ma la personalità con cui ha sempre giocato è notevole. Ma giocava terzo di dx. Come se la caverà in una difesa a 4? Per me è solo questala vera incognita. Perché seguo sempre molto i nostri giovani e mai nessuno mi aveva impressionato così tanto fino ad oggi negli ultimi anni. Non mi stupirei se venisse confermato qui.

  8. L’ostracismo e i dubbi di numerosi tifosi su questo sito a riguardo di Bonifazi,mi ricordano quelli su Belotti nelle prime partite col Toro ,dove ero con pochi altri a difenderlo e molti sono gli stessi che adesso lo osannano.

  9. http://www.ilbianconero.com/a/dalla-francia-clamoroso-la-premier-league-tenta-higuain-juve-su–14944
    http://www.90min.com/it/posts/5020325-clamoroso-le-big-inglesi-tentano-higuain-la-juventus-si-cautela-e-va-su-belotti

  10. Bonifazi All’inizio non partiva titolare, poi col tempo ha conquistato il posto, e non è più uscito, a parte qualche infortunio, ed è stato uno dei migliori giocatori della B….credo sia giusto valutarlo in estate e poi decidere sul suo futuro, però se il ragazzo è bravo come penso, avrà la possibilità di giocarsi le sue carte, visto il livelli della nostra difesa, a meno che dal mercato, non arrivino due difensori veri.

    • nessuno parte mai titolare, si parte sempre dal presupposto che sti allenatori capiscono tutto, e invece, il più delle volte è culo. poi dipende dalla faccia che hanno sti allenatori: alcuni si prendono tutto il merito, altri solo una parte. quali sono gli allenatori che ci prendono? gasperni è stato costretto pure lui, se l’era vista brutta.

  11. Anche io lo farei giocare.Titolare subito.Se son fiori fioriranno.Perché non responsabilizzarlo subito? Se si brucia vuol dire che non è un campione.Il brasiliano,visto che non conosce il clima,l’ambiente granata e il campionato lo terrei in panca.
    Bonifazzi peggio di ajeti e carlao non può fare.

  12. ma come ? si giudica demenziale provare due giovani di buone speranze, di cui uno dal vivaio, dopo aver visto lo scempio Carlao e/o Ajeti ? in campo con coraggio come ha fatto l’atalanta con i suoi ragazzi !!

  13. Bonifazi e Ljanco titolari da subito ? demenziale ,per l’esperienza che hanno della nostra A !!! Bonifazi lasciamolo in prestito alla Spal in A , poi si vedra’ ! Ljanco spero non sia un altro ‘Donnarumma’ , ma con l’aria che tira …..

  14. Un anno in prestito in serie A con l’impegno di farlo partire titolare è la soluzione migliore. Tanti si dimenticano che serie A e serie B sono due pianeti diversi ed un anno come esperienza giocando è la cosa migliore anche perchè con i giovani non bisogna avere fretta. Basti pensare quanti hanno definito Baselli un pessimo giocatore senza fisico che andava ceduto il prima possibile e quando io scrivevo che doveva assolutamente restare perchè era un buon giocatore e che sarebbe andato in nazionale mi veniva detto che ero solo un “Venturiano”. Ne sono fiero.

  15. Non esiste che venga dato un anno in prestito alla Spal l’unico che e’ venuto fuori dei nostri giovani in questo campionato di B,pensate all’ Atalanta che non in un attimo ha dato una maglia da titolare a Gagliardini,venduto a caro prezzo all’Inter a gennaio,a Caldara e Conti con le cessioni dei quali si fara’ lo stadio di propieta’.Continuamo con gli Ajeti,i Rossettini,i Castan innafidabile fisicamente,i Carlao e i Remacle scomparso dai radar ,o Milinkovic-Savic che il nostro competente presidente aveva definito il Donnarumma serbo perche e’ alto2,02 m.,salvo poi la farsa dell’allenatore, serbo pure lui ,che dichiara che e’ matto e la scoperta che e’ pigro,non ama tuffarsi e para prevalentemente coi piedi.In realta’ ci si muove sul mercato come dilettanti allo sbaraglio e i pochi soldi impiegati vengono spesi a capocchia!

  16. Se lo lascia in panchina per far giocare rossettini che si perdi i giocatori dal fallo laterale è meglio lasciarlo alla spall. Guardate Barreca arrivato di nuovo il vecchio zero cross contro Napoli lento e sempre saltato in più gobbo, il nostro primaveranon ha più visto il campo

  17. 20 presenze e 3 gol, più di parigini e aramu messi insieme

    bonifazi dovrebbe fare ancora una anno di gavetta altrove, mentre c’è chi vorrebbe sia parigini sia aramu in prima squadra?

    qualcosa non mi torna…

        • Sono di Ferrara e tifoso di Spal e Torino; a parte che non avrei mai immaginato di vedere la squadra della mia città giocare contro l’amato Torino, devo dire che in realtà Bonifazi è diventato titolare della difesa dalla metà del girone di andata e non ha più abbandonato la formazione titolare se non per infortunio. Per dirla tutta, una volta rientrato un mese fa, non ha dimostrato più tutta quella brillantezza che aveva in precedenza. Non so se sia pronto per diventare titolare della squadra granata. In ogni caso lo terrei a Ferrara molto volentieri.

        • A me non sembra malvagio come score (al di la del fatto che è quasi sempre stato tra i migliori). Prima stagione in B con 20 presenze nella squadra campione. Tolte le assenze per infortunio (capita a tutti) non è che ne abbia saltate tante. Ripeto, all’esordio in B e in un contesto forte. Non a caso è arrivata la convocazione in nazionale, il rinnovo col Toro e i complimenti degli addetti ai lavori, Sacchi in primis. E se la Spal lo vorrebbe ancora nonostante il salto di categoria…. insomma segnali importanti ne vedo molti al di la del mio giudizio personale su quel che ho visto, che potrebbe anche essere sbagliato.