Calciomercato Torino: Tonelli o Zapata, la giostra in difesa continua

78
3440
calciomercato torino zapata
CAMPO, 7.5.17, Milano, stadio Giuseppe Meazza, 35.a giornata di Serie A, MILAN-ROMA, nella foto: Cristian Zapata

Terminato il fine settimana, il Torino torna a occuparsi del calciomercato: occhio alla difesa, ma i primi obiettivi non sono immediatamente raggiungibili

Manovre in difesa in casa Torino. Anzi, manovre nella palude del calciomercato. È difficilmente definibile altrimenti la situazione in cui versa, attualmente, il club di Urbano Cairo. Il presidente è al lavoro per cercare le pedine richieste da Sinisa Mihajlovic, ma in questo momento sta faticando a trovare le soluzioni ideali. Così, dalla porta fino all’attacco, la situazione è rimasta piuttosto bloccata. E sembra destinata a rimanere tale ancora per qualche tempo. Si spera, il più breve possibile. Ma il Torino continua a essere al lavoro, nella speranza di riuscire a muovere presto qualche passo importante. L’attenzione è quindi anche rivolta alla difesa, con due nomi su tutti in questo momento: Tonelli da un lato, Cristian Zapata dall’altro.

In ordine gerarchico. E, per entrambi, il discorso è relativamente articolato. Il Torino, infatti, preferirebbe puntare più sull’italiano che sul colombiano, per una questione di margini di miglioramento e prospettiva di aumento del valore futura: Tonelli, per quanto non più giovanissimo, può ancora, secondo il Toro, crescere molto. E farlo in granata permetterebbe non solo di ottenere degli adeguati risultati sportivi, ma anche di tentare una buona plusvalenza sul bilancio, al di là di un’ipotetica cessione in futuro (l’aumento del valore permetterebbe al Toro, in generale, di migliorare il valore della rosa, e quindi di essere ancora più sano dal punto di vista finanziario). Diverso è invece il discorso legato a Zapata, che con Mihajlovic ha già lavorato e col quale ha un buon rapporto: il pro, per il colombiano, sarebbe quello non solo di essere fisicamente integro, più dell’omologo quest’anno sempre fermo per infortunio, ma anche di essere già preparato alle richieste del tecnico. La società è al lavoro. Per uno dei due giocatori. I quali, però, non andrebbero a chiudere completamente ogni operazione in difesa. Il Toro sta infatti valutando se acquistare anche un altro elemento, magari dopo una più attenta valutazione su Lyanco. Ma questa è un’altra storia. Futura: Tonelli e Zapata, dal punto di vista del mercato, sono invece il presente.

Condividi

78 Commenti

  1. Dunque facciamo qualche considerazione sulla posizione dei centrali… Bonifazi giocava a 3 in difesa ma credo sia dx. Lyanco e’ ambidestro, Rossettini dx, Moretti sx. Quelli in ballottaggio? Non li conosco.

  2. Io “pescherei” in Lega Pro: con 100.000 euro bracciamozze e petracchio ne comprano almeno 22 e, male che vada, dopo un anno riescono a fare almeno il quadruplo di plusvalenza….a 4 milioni di euro a “capo”…!!!

  3. Tutti a dire che abbiamo tirato il pacco ad ADL con Maksimovic e ci può anche stare, ma non dimentichiamoci che abbiamo venduto un buon difensore e poi la nostra difesa ha fatto acqua da tutte le parti..non è che ci abbiamo guadagnato poi così tanto eh

  4. perfetto: in difesa c’è la scelta fra un giocatore rotto, da rimettere in piedi per poi rivende bene
    oppure un giocatore da rilanciare, per poi rivendere bene appena ingrana.

    il Toro del piccolo uomo è, secondo i casi, la primavera ovvero la clinica di riabilitazione delle squadre serie…
    c’è proprio di che stare allegri!

  5. Si parla solo di difensori di piede destro.se tanto mi da tanto compreranno solo un centrale.fra tonelli e zapata penso che il primo sia meglio.tonelli lyanco titolari rossettini moretti riserve con bonifazi da testare.

  6. Parlo un attimo di benassi.. Darmian, qdo arrivò non sapeva fare una diagonale che una Gluck qdo arrivò faceva sembrare velluto i ferri da stiro,immobile arrivò dopo il disastro di Genova. Tutta questa gente,con abnegazione e voglia,si è migliorata moltissimo, e qualcuno,vedi i due all’estero, han conquistato cose tangibili. Il falso capitano,in ben 111 partite,non è migliorato quasi in nulla,nei difetti è rimasto uguale.per me i pregi son due:una bella castagna e predisposizione all’inserimento in verticalizzazione.. Difetti:lento,in difficoltà a leggere la partita,in difficoltà qdo gli prendono contromisure,in difficoltà nei contrasti e sempre in ritardo nei recuperi,tendenza al fallo idiota,poca personalità, scarsezza bel colpo di testa..ditemi che mi sbaglio, e dove…

    • Madde non é che sbagli in assoluto, voglio dire non é certo un giocatore perfetto, però secondo me non tieni conto di alcuni fattori che sono determinanti, gli esempi che citi ad esempio quando sono arrivati al Toro avevano almeno un paio d’anni di più di benassi, non poco in una carriera di 3-4. Peraltro avevano fatto le giovanili nel Milan e nel real, non nel modena.
      Nello specifico poi, concordo sul fatto che a volte perda la posizione e copra non bene, ma nei contrasti, ti stupirà forse sta cosa, ha più o meno le stesse percentuali di acquah, e di testa non é il peggiore che abbiamo.
      In quanto alla personalità, oltre che nel Toro, è capitano anche in U21 e non ho mai sentito nessuno dei suoi compagni lamentarsi di questo fatto o rivendicare qualcosa (Belotti incluso, per dire), quindi o tu sai per certo che é un paraculato della madonna (e allora alzo le mani) oppure forse la personalità in realtà c’è e magari siamo noi che ci facciamo ingannare dalla “faccia da bambacione” (che in effetti é innegabile abbia 😅)

    • 111 partite in serie A a 22 anni non le fanno tutti…senza dimenticare che sono fatte nel toro.non nel pescara o chievo.una quindicina di gol…boo…io dico che se fosse stato al sassuolo al genoa o alla doria eravate in molti a sognarlo un centrocampista cosi.

    • Hai ragione da vendere. E’ al quarto campionato di A, tralasciando le presenze messe insieme nell’Inter in tre competizioni. Un’operazione giusta il suo acquisto, oggi ti consente persino un’ottima plusvalenza, quindi e’ il momento di cederlo, vedremo se e quanto crescera’ altrove. Intanto con quei soldi ne prendi uno bravo subito. Esisteranno dei Nainggolan in giro per l’Europa, o solo il Cagliari capi’ il potenziale del giocatore prelevandolo dal Piacenza? Ma noi abbiamo Petrachi, gia’.

      • Nei miei incubi ogni tanto ritorna Rinone Foschi, che voleva prendere Nainggolan dal Piacenza, ma gli preferì Gorbsov, mannaggia a lui. Riguardo a Benassi, il rischio di venderlo adesso è di mangiarci le mani tra un paio d’anni. Perché è cresciuto anche lui, non è il ragazzino pasticcione del primo anno e quando è in forma fa la differenza: anche quest’anno ha fatto gol e assist nel suo periodo di forma. Il suo problema è il rendimento incostante, ma la maggior parte dei giocatori trova continuità attorno ai 24-25 anni. Venderlo adesso rischia di essere uno spreco enorme. Dargli la fascia da capitano è stato un errore, ma almeno questo non è colpa sua.

  7. Secondo me stiamo aspettando che Roma e Napoli ci saldino il debito che hanno…
    Adesso ADL sta facendo lo sborone ma quando dovrà scucire i 20 milioni mi sa che il sorriso lo perderà un po’…
    Comunque io eviterei di avere altri rapporti con quel pirla di ADL…fa sempre di tutto per fotterci e per metterci il bastone tra le ruote, prima con Goulam, poi con El Kadduri quindi con Valdifiori e Maksimovich…(pacco clamoroso che mi fa godere non poco)…e noi ancora a stargli dietro ?
    Ma basta, cerchiamo altri profili in difesa che non siano del Napoli!…

  8. Dal vangelo secondo Cairo, versetti su Tonelli

    “E farlo in granata permetterebbe non solo di ottenere degli adeguati risultati sportivi, ma anche di tentare una buona plusvalenza sul bilancio, al di là di un’ipotetica cessione in futuro”

    Ormai è talmente scontato che il Toro sia per Cairo una vacca da mungere, che ci pensa già la Gloriosa Redazione a dargli o suggerimenti su come fare la plusvalenza.
    Prima ancora dell’acquisto si parla di come venderli e farci la cresta (non quella del Gallo, purtroppo)

    Siamo veramente nella merda, con organi di informazione del genere.

  9. Non capisco la smania di vendere Benassi. È un 95, capitano under 21, in 2/3 sarà uno dei più forti centrocampisti del mondo. Tutti vogliono i giovani, poi quando giocano volete mandargli via. Ci vuole tempo. Baselli ha iniziato a 24 anni a giocare decentemente, Benassi ne ha 22.

  10. Vista la debacle della scorsa fase difensiva, suggerirei alla redazione di cambiare il titolo: “Con Tonelli o Zapata, le giostre in difesa continueranno”. Scherzi a parte, l’idea che mi sto faceno in questi giorni è di un attendismo calcolato. Visto che Roma e Napoli devono saldare a breve i conti con noi, aspettiamo che siano con l’acqua alla gola e che scendano a più miti consigli (Perotti? Zapata?). Certo se ci ritrovassimo Vermaelen e Maggio sulle croste, potremmo ritirarci in un eremo.

    • Dipende tutto da conoscenze e portafoglio..volendo c’è tutto..portafoglio è pieno dalle cessioni dello scorso anno, conoscenze magari meno (parlo soprattutto del mercato estero).
      Difensori italiani (o che giochino in italia) capaci di far la differenza per il nostro livello, in vendita a prezzo sensato, con giusta esperienza ma non Old o Spam…poca roba

  11. “,,,margini di miglioramento e prospettiva di aumento del valore futura..”, suvvia non scherziamo, il valore di un difensore classe ’90 come fa ad aumentare???
    Oggi giorno il valore/prezzo di un calciatore è dato dal 70% dall’età…dopo i 25-26 a meno di esplosioni (ma si può pensare per un attaccante, non per un difensore) il valore decresce

    • Al centro tenere Lyanco e Moretti, far rientrare a casa Bonifazi. Con 12/13 mln si portano al Toro Chiriches e Ferrari.
      Con i soldi di Peres prendiamo Kucka e Castro.
      Con i soldi avanzati da Maksimovic portiamo Falcinelli (riserva di Belotti).
      Benassi lo si vende a 13/15 mln e se azzecca l’Europeo qualche inglese 16/18 li sgancia… con metà dell’incasso si lavora per gli aggiustamenti.
      Portiere? Sirigu ha un contratto abnorme… sarà….

  12. Abbiamo crediti con roma e Napoli vediamo se riusciamo ad avere is oldi o giocatori decenti : Tonelli, Jorginho, zapata, skorupsky, perotti, ecc

    Anche se penso che per Cairo il Toro sia una società che si autofinanzia e che non da problemi, si piazza tra 7 e 10 posto e ogni tanto vince un big match e poi a giro prendi a 3 e vendi a 30 . Se volesse entrare nei top 6 dovrebbe andare a debito alzare monte ingaggi di 10 mln e metterne altri 10 nel settore giovanile,,,impossibile

  13. Non sarei contentissimo per nessuno dei 2 a dire il vero. Non rappresenterebbero ne un investimento su un giovane ne un netto miglioramento rispetto a quanto abbiamo (forse zapata, ma è un ’86).
    Poi se ne dovesse arrivare uno allora speriamo renda.

  14. A chi a gennaio all’arrivo del solo Carlao diceva che i soldi in cassa sarebbero serviti per questa estate per rinforzare decisamente la squadra, ricordo che ci siamo ora vediamo chi arriva, questo mercato e’ senza appello, i soldi ci sono e non ci sono più scuse.

    • Ma anche sta storia dello stadio vuoto….la Lazio che è arrivata quinta con ben 17 punti avanti a noi, ha avuto una media di appena 1000 spettatori più di noi a partita, qualcuno affermerà che loro hanno un presidente ammanicato in Lega, non dipingiamo il presiniente come un anima bianca vedo che nelle stanze del potere quando gli importa ci si infila senza problemi…..non ti prendi RCS se non sei ammanicato, la differenza e che ha uno qualcosa frega della sua squadra all’altro gli interessa quanti a me il golf.

  15. Sono due settimane dove vedremo veramente i risultati di ds e pres. Sirigu se non si sblocca questa settimana possiamo definirlo congelato … Per il resto serve un centrale un esterno dx un centrocampista e una prima punta a prescindere se Belotti rimane o no

  16. Ragazzi ma credevate davvero a Skorupski o compagnia? Carrasso è il profilo giusto. Costa nulla perché svincolato, prende poco ed è ultra trentenne (ma parecchio ultra). Tonelli non si sa se si è ripreso del tutto e Zapata sono due ai margini delle rispettive squadre. Scarti delle grandi.
    Questi sono i profili che cerchiamo, il superdinamico ds altro non sa e non può fare
    Non scordatevi mai, ma MAI, chi è il proprietario del Toro, per favore

  17. D’accordissimo con Fabio 75, sulla carta i pezzi importanti mancanti sono quattro, un portiere, un centrale,
    un centrocampista ed un attaccante, abbiamo come minimo 32 milioni, più eventuali spiccioli derivanti dagli esuberi tralasciando volutamente gli introiti TV, sponsor eccetera, saranno una 40, ma si vuol spendere almeno di media 8 milioni a giocatore?
    No sembra e ripeto sembra si va a cercare giocatori trentacinquenni svincolati.

  18. Forse più che di giostra si potrebbe parlare di circo.
    Si parlava di Skorupski, bene! Si è poi passati a Sirigu, ok! Bel profilo! Oggi c’è chi parla di Carrasso…. chi cxxxo è Carrasso? Un cugino di Petrachi? Questo è prendere per culo!
    Ora la storia “Tonelli o Zapata”… e che cavolo abbiamo i 32/35 mln di Maksimovic e Peres e non siamo in grado di spendere 7/8 mln per un difensore di livello? Ma dai!!
    Sempre più convinto che per Cairo il Toro deve galleggiare dal 7^/10^ posto e produrre plusvalenze… senza impicci di qualificazioni europee!! Costa muovere 30 persone per il Continente!!
    Carrasso!! Quanto mi frullano!!