Calciomercato Torino: Vlasic come vice Ljajic, i granata sul talentino croato

161
7552
nikola vlašić calciomercato torino

Gli agenti del giocatore chiedono all’Hajduk di poter trattare con il Torino, Vlasic è corteggiato da tanti club italiani: è la stellina croata del momento

C’è un nuovo nome in orbita Torino, per il calciomercato del reparto avanzato. Con il passaggio ormai definitivo al 4-2-3-1, Sinisa Mihajlovic non avrà soltanto bisogno di rinforzi sugli esterni, considerando anche che difficilmente Boyé ma soprattutto Iturbe resteranno in granata, ma anche sulla trequarti, dove si cerca un vice Ljajic, possibilmente giovane e da formare, in grado di poter crescere alle spalle di un giocatore più esperto e, si spera, in grado di garantire una certa contuinità di rendimento. Ljajic ha bisogno di fiducia, ma anche di responsabilità: di qui l’idea di affidargli un giocatore talentuoso più in potenza che in atto, come potrebbe essere Nikola Vlasic dell’Hajduk Spalato.

È un giovane, Vlasic, classe ’97 che già due anni fa, sulle pagine di Toro.it, veniva raccontato all’interno della rubrica l’InvestigaToro (clicca qui per il profilo completo). Allora, quando era ancora minorenne, Vlasic veniva visto soprattutto come un ottimo esterno e, alla bisogna, trequartista. Adesso, come è nell’ordine delle cose, il giocatore è cresciuto, si è evoluto, ed è più da trequartista che preferisce giostrare. Dotato di ottima qualità con entrambi i piedi, buon fisico, Vlasic ha disputato quest’anno 29 gare e segnato 3 reti nel suo campionato, e nonostante la giovane età ha già attirato l’attenzione di diversi club italiani, tra cui la Fiorentina e l’Inter. E il Torino, più di tutti, probabilmente.

Gli agenti del giocatore, infatti, hanno parlato con l’Hajduk, affinché potessero avere il via libera a trattare con il club granata, che sempre attraverso l’entourage del giocatore si è informato intorno alla cifra che dovrebbero corrispondere per l’acquisto del talentino croato: la richiesta è di 5 milioni, ma molti, in patria, ritengono che nel giro di qualche anno il suo valore possa triplicare. In Italia, probabilmente, Vlasic, che ha il contratto in scadenza nel 2018, potrebbe continuare nel suo processo di maturazione, sapendo però che dovrà fare davvero tanta gavetta, prima di poter essere davvero tanto determinante. Il Toro è disposto ad assumersi questo rischio, e inizia a sondare il terreno. Una trattativa ufficale, ancora, non è stata aperta, ma l’interesse è davvero concreto e nelle prossime settimane potrebbe diventare qualcosa di più.

Condividi

161 Commenti

  1. il premio direttore sportivo dell’anno dovrebbe andare a chi ha fatto la campagna acquisti vendite migliore. gli acquisti di petrachi sono quasi tutti fallimentari. ha preso belotti, preso due anni fa, forse su invito di ventura, si dice. e sicuramente, perché personalmente non ci credo, e non so chi ci creda qua, petrachi non prevedeva questo tipo di ascesa di belotti. nemmeno nel mercato di gennaio petrachi ci ha preso. a gennaio, petrachi non ci ha preso, ma ha operato con due lire (errore comunque per iturbe, che non ha reso).

  2. E basta con queste storie che Boyé non ha convinto. Non so quali siano le fonti del ” quasi” giornalista per scrivere certe affermazioni. Ripeto chiunque abbia giocato a pallone, sa perfettamente che Lucas é un signor calciatore.

  3. per quanto riguarda il premio a petrachi. petrachi non aveva personalità nell’epoca dove giocatori avevano personalità quasi “di base”, come si direbbe oggi. petrachi fa operazioni senza personalità. il premio sportitalia, un gruppo di mestieranti, da quel poco che ho visto, è totalmente fuori luogo. già dare dei meriti, in ambiente dove il culo prevale, è arduo. ma dare dei meriti a uno il cui culo si basa esclusivamente sull’ascesa del giovane belotti, è ridicolo. petrachi ha sbagliato lo sbagliabile. cairo non è mai mai stato tifoso di calcio, e non lo diventa oggi. è un mangiatore di panini allo stadio e di soldi nostri, con il poster del suo guru silvio. siamo a livelli sportitaliani, se non peggio.

    un direttore sportivo si vede, e si fa fatica, dalla sua quantità, non dal picco. perché il picco è solo culo. è culo nella quantità, figurati nel picco. siamo un banda assurda, i soliti noti, come si chiamava quel film? dove ci sono dei ladri occasionali e molto approssimativi? be, lì almeno c’era toto e gassman e vari. qui invece non fa ridere per niente.

          • io ho un pensiero e tu sei solo un avvocato, questa è la drammatica, per te, deferenza tra me e te.

          • tu è come se ti fossi già levato anni fa, qua dentro non ti crede nessuno, sei solo patetico, tu e tutti quelli che sono come te. scrivete il nulla e nessuno vi caga più. nel tuo caso è roba di anni. ma ognuno fa ciò che vuole della sua vita…

          • ma tu pensi ancora dopo anni e anni che sei qua, che ci sia ancora qualcuno che dia peso a quello che dici? anche solo un grammo?

            a me cagano poco, ma almeno mi leggono. almeno io sono una persona, che può dire cose giusto o sbagliate, ma sono una persona, non sono un caso umano come te. cosa ci vieni a fare qua? ti basterebbe una domanda come questa e si apre un baratro!

          • almeno io sto qua per comunicare, tu stai qua per difendere una società, un proprietario che nemmeno ti conosce e non ti paga! sei del ’72, cristo santo!

          • Come già detto altre volte io scrivo per chi legge, non per chi scrive. Sul fatto di non essere cagato ne son quasi orgoglioso, visto gli elementi che ormai invadono questo sito. Per il resto…..l’importante è che tu ne sia convinto. PS: guarda che è più importante la qualità della quantità di quello che si scrive

          • ma torello non capisci che non conta ne’ la “qualità”, ne la “quantità”, ma si sta qua che comunicare e per condividere, non è una gara a chi è più bravo o più intelligente o intenditore o colto: se non capisci queste cose, cosa vuoi che ti parlo a fare? è un dialogo tra sordi. sei grande e grosso! fossi un ragazzino potrei anche capire.

          • e anche se tu avessi una missione speciale extra forum, una cosa quasi da agente segreto, per la liberazione di cairo e della verità, “che scrive per chi legge e non per chi scrive”, che già fa ridere,
            non ti crede nessuno qua dentro.

            te lo sei mai chiesto?

          • fatti sta domanda.
            a me spesso mi compatiscono, ma hanno anche capito ormai che sono un persona libera (basterebbe dire: una persona). tu chiediti chi ti crede qua dentro, tra chi scrive o non scrive!

      • se questi miseri giornalisti di serie d sono liberi di pensare, e lo dubito, tu non lo sei di sicuro, per cui non sei qualificato se non a ricever parcelle e a lavorare qua dentro. peccato che non ci lavorate, qua dentro, e non ricevete soldi, per cui siete ancora più patetici.

  4. d’altra parte, crearci i miti è uno degli errori più grandi della nostra società. sarà per questo che io godo come un riccio in selva a vederli cadere, poi.

  5. ai gentili utenti tifosi della nostra illustre granata società. ieri si parlava di bonifazi, se fosse pronto o no. premetto che non lo so. premetto che non so nemmeno su che basi io esprima giudizi generali su come allenare una squadra di calcio. nessuna base. televisore e, se capita, telecronista e commentatore. altrimenti effetto sonoro dello stadio. a volte nemmeno quello. quindi niente campo e niente conoscenza, solo ricordi pallonari felici da ragazzino con gli amici. che è tutto.

    dopo sta bellissima premessa egocentrica, vorrei dire che (mi pare) siano molto molto pochi gli allenatori che ci capiscono, se mettere i giovani subito o no, se metterli o no. la stessa spal, mi risulta, facesse fare panchina al nostro bonifazi e solo un infortunio gli ha abbia fatto strada. ma non conosco questa storia. ne conosco meglio un’altra. il tanto noto, oggi, gasperini, che ha lanciato almeno 4 o 5 giovani, all’inizio erano panchinari, poi, vistosi spalle al muro, vicino ad un esonero e con il senno “del perso per perso”, ha tolto i titolari, da paloschi agli altri, e ha messo ‘sti giovinotti, come si sarebbe detto una volta. quindi mi pare che, anche se io ci capisca poco, mi pare che pure questi grandi enormi giganteschi allenatori ci capiscano molto poco e che ci sia un’onda importante che li muove: il culo.

    chiedo scusa alle onde, che ho nostalgia del mare. un saluto al @vigile che scrive dalle spiagge di santa barbara. mi fanno impazzire ‘ste cose, soprattutto di prima mattina: sono una bellezza.

  6. Preferirei che il mercato non lo facessero Miha e Petrachi, ma abbiamo Cairo che non ha mai svoltato veramente in 12 anni di presidenza.
    Boyè sarebbe da prestare, perchè a mio avviso gli mancano ancora i ritmi della A.

  7. Ma spiegami caro Della Casa perché Lucas non dovrebbe rimanere? É il giovane piu promettente che abbiamo e già quest’anno ha dimostrato di essere un potenziale titolare…dubito che sto croato sia meglio

  8. http://www.ilbianconero.com/a/dalla-francia-clamoroso-la-premier-league-tenta-higuain-juve-su–14944
    http://www.90min.com/it/posts/5020325-clamoroso-le-big-inglesi-tentano-higuain-la-juventus-si-cautela-e-va-su-belotti

  9. In avanti da tenere Belotti (quasi impossibile), Falque, Ljaic e da prendere uno a sinistra: El Sharawi andrebbe benissimo. La formazione è sbilanciata, ma se intanto il mister gioca così (io giocherei con il 5-4-1!). Boye provare a darlo in prestito, anche se temo che non verrà fuori, dev’essere cerebroleso stile Stevanovic: non fa mai la cosa giusta, si allunga sempre la palla, tenta sempre un dribbling in più, quando deve tirare non tira e viceversa. E pensare che ad inizio anno mi aveva fatto buona impressione, perchè fisico e una discreta tecnica li ha.

  10. @mansell kucka e Skorupsky dovrebbero esserlo.. Ti direi che per i serbi dovrebbero valere le regole da comunitario (ma ufficialmente non dovrebbe essere nella ue) per il discorso slot Lyanco prenderà il posto di Martinez.. Btw su transfmarkt, se vuoi guardare, ci sono le varie nazionalità.. In caso di doppio passaporto ci sono due bandierine vicino al giocatore

  11. Io spero ritorno Mattia a fare il vice Ljajic (a quanto pare unica posizione in cui lo vede miha, Longo lo faceva giocare a destra nel tridente) sicuramente questi 6 mesi da punta/seconda punta gli saranno serviti per poter coprire più ruoli in futuro.. Sperem

  12. Qualcuno sa dirmi chi è comunitario e chi no, dei vari Ljajic, Lukic, Milinkovic-Savic, Lyanco, Maxi Lopez, Acquah, Obi, Kucka, Vlasic, Iturbe, Skorupski…? Mi sembra che Carlao sia extra e che Boyé e Avelar abbiano qualche nonno europeo, ma degli altri ho perso il filo

    • @mansell Le limitazioni ci sono solo per i giocatori extra-comunitari che vengono comprati fuori dall’Italia, ma non contano per i giocatori che erano già qui (Maxi, Acquah, Obi, Iturbe, Ljiaic, quindi anche Kucka e Skorupski). I giocatori che occupano i nostri due slot extra-comunitari sono Lukic e Carlao. Vlasic è croato e quindi comunitario. Se non sbaglio, il prossimo anno potremo tesserare al massimo due giocatori extra-comunitari provenienti dall’estero, purché uno abbia un certo numero di presenze nella nazionale del suo paese (Milinkovic-Savic é nel giro dell’under 21 serba) e che il secondo (Lyanco) arrivi al posto di un altro giocatore extra-comunitario venduto fuori dall’Unione Europea (Martinez).

  13. Purtroppo il perchè di tutti questi “vic” è stato ben spiegato ieri: non abbiamo una rete di osservatori! E quindi ci si affida a quelle che possono essere le conoscenze dell’allenatore o del suo staff.

  14. Una considerazione generale sulle nostre possibilità di acquisto. La valorizzazione della rosa è un vantaggio perché il valore delle uscite andrà a compensare i sempre maggiori costi di giocatori del valore (si spera) crescente. Dai Masiello, Vives, Gazzi, Larrondo saimo ai Belotti, Zappacosta, Baselli, Benassi, Falque.

  15. Vedo che siamo un po’ tutti d’accordo che a dare via Boyé bisogna essere la scemi….. E questo mi preoccupa…….. Cairo è peggio di Gordon Ramsay (Hell’s Kitchen) 😎

  16. Parlando di moduli Sinisa ha detto che sta ancora riflettendo su quale adottare ma che presumibilmente si utilizzerà come modulo base il 4231 con però la possibilità di utilizzare anche il 433 o il 4312 a secondo delle situazioni e contingenze varie.

    Secondo me il 4231 aiuta molto di più Liajic e Baselli ad esprimere le loro potenzialità ma pare che non aiuti particolarmente Belotti, anche se ci sarebbe da considerare la possibilità che il suo calo di rendimento possa essere imputabile ad una sua ovvia flessione fisica dopo un anno da protagonista più che all’effettivo cambio di modulo…

  17. Per il prossimo anno va CONFERMATO assolutamente Baselli che pare abbia svoltato. Consiglierei agli addetti ai lavori un centrocampista d’esperienza più che una promessa. Bisogna essere un po’ concreti se si vuole puntare con decisione all’E.L. Se restasse Belotti valuterei che modulo adottare. Con quest’ultimo, mi sembra un po’ abbandonato a se stesso.

  18. Temo che il 4-2-3-1 oltre a farci sacrificare giocatori utili (e italiani!) vedi Benassi, che a tanti non piace ma nel quale credo in chiave futura, sia un modulo che disinnesca Belotti.
    Se quindi Lijaic torna ad essere un bell’addormentato nel bosco fino ad aprile, e se Belotti si sbatte a reti zero… Lo vedo male… mi sbaglio?

  19. L’Atalanta il prossimo anno sara in EL e sono curioso di vedere che campionato farà perchè mi aspetto cessioni e stravolgimenti in rosa…..anche Percassi vuole far cassa vista la boutique che si ritrova. I piccioli fan gola a tutti nel calcio italiano

  20. Boyè non è di facile collocazione in campo ma potrebbe partire solo in prestito perchè crediamo nell’acquisto. Non so se basterà il prossimo anno per venir fuori, sicuramente ha un fottuto bisogno di giocare per crescere e la valutazione/scelte stanno proprio in tal senso

  21. L’importante è che in squadra ci siano pochi italiani. Siamo sportivamente diventati penosi: vedi ciclismo (nessuna vittoria in 12 tappe del Giro), vedi tennis (tutti fuori agli internazionali d’Italia), vedi atletica leggera, ecc. Ci salviamo un po’ nel nuoto …

  22. Penso che sul mercato le idee siano abbastanza chiare, anche se vorrei un alternativa al 4-2-3-1. Quello che ha scritto @kiekt sotto più o meno è quello che sarà il nostro mercato, tranne qualche appunto. Dubito che Aramu ritorni a casa, per me ancora non pronto, inoltre se ha un giovane di proprietà che sta già giocando in cadetteria per crescere non vedo perchè riportarlo a casa se non pronto, per fargli fare panchina? Il ruolo di portiere è dove serve maggiore maturità, quindi no Gomis, ottimo sarebbe l’acquisto di Skorupski dove spenderei sicuramente i 7 milioni di cartellino. Serve un trequartista vice Ljajic anche perchè non mi fido a puntare tutto su questo giocatore comunque discontinuo, serve un alternativa. L’unica incognita vera è Belotti, che dipenderà da sue volontà e offerte che arriveranno. Nel caso cercheremo di venderlo all’estero per ovvi motivi, in Italia nessuno penso sia disposto a pagare certe cifre ma solo aggiungendo contropartite ed il Milan ne ha che ci interessano, unica possibile pretendente in Italia per questi motivi. Alcuni @spala, come al solito, scrivono che lo cederemo il 31/08. Belotti se parte lo fa entro il ritiro estivo o giù di li, perchè Belotti non è Cerci. Per lui servirebbe ancora un anno da noi, ma dipenderà tutto da sue volontà, offerta e opportunità. Un altro anno così potrebbe non farlo e tutti lo sanno, compreso il giocatore. Se un top team, soprattutto estero, dovesse dover sostituire un titolare, solo Belotti potrebbe rifiutare il treno che gli passa davanti. Ricordando sempre che dobbiamo rispettare la legge Tavecchio, per uno che arriva in rosa uno deve partire. Abbiamo già speso a gennaio quasi 20 milioni per i vari Lyanco, Savic e riscatto anticipato di Falque e potremo far cassa con qualche cessione vedi Benassi, Valdifiori, Obi, ne resteranno 20 da investire salvo cessione di Belotti. Non mi fido molto sulle scelte/pupilli di Sinisa, spero non si impunti su certi nomi

  23. Titolari. Skorupski; Zappacosta, Lyanco, Abdennour, Barreca; Kucka, Baselli; Iago Falque, Ljajic, El Shaarawy; Belotti

    Riserve. Gomis; Calabria, Bonifazi, Moretti, Molinaro; Acquah, Lukic; Aramu, Vladic, Boyè; Falcinelli

    Ad integrare la rosa un terzo portiere, Rossettini, un centrocampista giovane, Parigini, una terza punta giovane.

    Via quindi: Hart, Padelli, Cucchietti (prestito), Ajeti, Carlao, Castan, De Silvestri, Valdifiori, Benassi, Iturbe, Maxi Lopez, Milinkovic Savic (prestito)

  24. Aramu da buon mancino, può fare tranquillamente la riserva di Falque, se rimane il 4 2 3 1, bisogna trovare un esterno alto a sx con i cazzi, un sostituto di Belotti per farlo rifiatare, non sta più segnando anche perchè ha corso per tutto il campionato ed ha perso un po’ di lucidità (ci stà), se questo Vladic fosse arruolabile e che copre 2 ruoli, come vice Ljaijc (ma come cazzo si scrive sto cognome) oppure in alto a sx con in panca il buon Boyè ed alla lunga si alternano a seconda delle dinamiche di ogni match, un mastino a centrocampo che faccia legna insieme ad Acquah, che gioca una partita sì e una no per squalifica, dare il buon Gustaffson in prestito e vendere Obi, per evidente inaffidabilità fisica, sacrificare uno tra Lukic, Benassi, Valdifiori, meglio quest’ultimo, perchè eventualmente Lukic può fare anche il regista. capitolo difesa: via Castan, Carlao, Ajeti, Avelar, De silvestri, tieni il buon Emiliano, Lyanco, Bonifazi e ROssettini + un centrale con le palle che gli fumano, un terzino dx che dia il cambio a Zappa, a sx siamo abbastanza apposto. Portiere: risolvi il problema prendendo Skorupski, facendo fare il secondo al lungagnone serbo, Padelli ciao e Hart ciao per ovvie diverse ragioni.
    quindi ricapitombolando: un vice Belotti, un Vlasic che apparentemente copre 2 ruoli, un centrocampista robusto, un terzino dx degno e il portiere; spendendo ovviamente i dovuti soldi! tutto questo per non stravolgere troppo la rosa, anche perchè se volessimo allargare il discorso, metterei in conto un certo Benassi, che magari ci fai ancora qualche soldino visto la giovane età! questa è la mia modesta opinione!

  25. In attacco, toccando ferro per il Gallo sarebbero da tenere: Iago, Ljajic, Boyè, Belotti.
    Facendo rientrare uno tra Aramu e Parigini servono altri 3 giocatori, un pseudo titolare per la fascia sx da contendere a Boyè, il panchinaro di Ljajic e il panchinaro del Gallo.

  26. se non altro, il tifoso del toro, alimenta il commercio di you tube, e i suoi sponsor. i nostri talenti da comprare non li conosce nessuno, solo il famoso e capientissimo you tube CI PORTA IN CASA I NOSTRI GIOIELLI!

    (si fa un po’ di scemenzerìa…)

  27. Terrei certamente Boye ed il Gallo, farei rientrare Aramu. Parigini (ahilui!) non pervenuto. La bontà del 4 – 2- 3 – 1 sta tutta nella “diga di centrocampo”. Se è vero come sembra, che per la prossima stagione abbiamo acquistato Baselli (un Baselli nuovo, intendo). Ci vorrebbero due/tre elementi di sostanza per non avere penuria. Dietro Skouopsky, poi Zappa, Lyanco, altro centrale fortissimo e veloce, Barreca.

    • Ciao Poeta,concordo con quanto scrivi e colgo l’occasione per salutarti,ma ti ricordo Bonifazi,ho visto tutte le partite di Bonifazi nella Spal e’ ti garantisco che’ e’piu’ forte di Maxsimovic nella fase difensiva e lo e’ altrettanto in fase di impostazione.

    • Ciao Rotor. hai ragione. Considera però che la “formazione tipo” per come la si vedeva (ho qualche primavera) non esiste più. E se oltre a Lyanco, Bonifazi, Il buon Moretti ed un Rossettini che come rincalzo terrei volentieri, non mi dispiacerebbe avere un vero e proprio crack. Se Bonifazi facesse un inserimento (a livello di quantità) come Boye, sarei già contento. Potrebbe poi essere una rivelazione per la stagione successiva. Buttargli la difesa sulle spalle, dopo un’annata come questa poi, mi sembra un carico eccessivo. Piuttosto ci vogliono due/tre mastini nerboruti… Un abbraccio…

  28. Per me Boyè DEVE rimanere e fare coppia fissa in avanti col Gallo.
    Attacco a 2 punte vere, poi dietro facciano come meglio credono. Il 4231 NON mi piace, sicuramente molto divertente …….. soprattutto per gli avversari.

    • Boyè o esplode il prossimo anno oppure sarà stato un flop. Quest’anno ha lasciato intuire di avere buone potenzialità ma inespresse. Sarà l’anno di ambientamento ma NON ha avuto il benchè minimo miglioramento dal giorno del suo arrivo. Movimenti senza palla sbagliati, non vede la porta, gioca poco per la squadra. Po’ come fece il Gallo prima dell’esplosione targaya Ventura.
      Anche a me il 4-2-3-1 NON piace. A meno che tu NON abbia centrocampo due Obiang/Acquah.
      Meglio un 4-3-1-2.

      • e comunque tornando seri, non mi sembra che ne facciamo molti di scatti in avanti per ricevere palla (il gallo sì, però). ma devo ammettere che non sono proprio così attento e avanti nel vedere ‘ste cose di base.

      • Sembra che lo si stia facendo adesso. La scorsa settimana un amica che ha assistito agli allenamenti mi ha detto che dopo la normale sessione Minchiajlovic (sia ben chiaro che mi sta cmq sempre “simpatico” come il fumo negli occhi) abbia preso Boyé a parte e lo abbia catechizzato un po’ su questo particolare…

          • in effetti è strana questa preferenza per un paraguaiano che non ha il cognome che termina in “ic”

            a meno che non sia figlio di emigrati slavi che in origine si chiamavano iturbovic

          • Hai notato @carbonaro che anche lyanco il cui nome e’: Lyanco Evangelista Silveira Neves Vojnović
            ….e’ anche lui un VIC ! eheheh
            tra due anni il Torino sara’ la squadra dove pescheranno le nazionali Serba e Croata e tutti i nomi finiranno per sic s vic come le loro nazionali

      • Ciao @Hic sunt leones, probabilmente avrai ragione, dipenderà anche dal “cognome”però non si può dire che Lukic non sia valido (ricordiamoci che ha 20 anni alla sua prima esperienza in serie A e ha fatto meglio di Valdifiori che non sarà un fenomeno ma nemmeno una mezza tacca), Milincovic-Savic e Vlasic ancora non li abbiamo visti giocare una volta, entrambi nuovamente ventenni (ammesso poi che quest’ultimo venga preso).
        Su Aramu sono d’accordo, a me non dispiace affatto, ma non è detto che non lo facciano rientrare in casa anche se un ragazzo di quella età dovrebbe giocare per fare esperienza e non restare in panca…
        In ogni caso sicuramente in società ci capiranno più di me e della maggior parte di noi nonostante ciò che si possa pensare.. 😉

        • ma certo che e’ cosi’. Si scherza solo un po. Mi riferisco al fatto che alle volte si cerca prima gente vic che cercare altri. Nulla vieta che i vic siano bravi e bravissimi. Io non ce l’ho con questo ma solo che si vede che alll’allenatore piace cosic. scusa Cosi’.

        • Ti copio un mio commento su altro articolo per far capire come la penso, per evitare incomprensioni con te.
          Riguardo alla primavera
          Io mi sarei accontentato di far rimanere come riserve alcuni di quelli che hai citato. Come e’ successo per Barreca. Uno puo’ disquisire sul fatto che giocare in B ti fa le ossa, l’altro puo’ dire che stando con i titolari di serie A qui a Torino(come diceva sempre Pulici riferendosi alle sue esperienze al Filadelfia da giovane) magari sei piu’ spronato e hai dei riferimenti da imitare, i tuoi idoli di serie A. Magari quando ci sara’ casa Toro (il Fila) si sentira’ nuovamente questa cosa.
          Posso sbagliarmi e mi sembra che tu ne sappia piu’ di me. Penso che io e Carlo piu’ che altro siamo nostalgici e stanchi di anni in vui il vivaio non e’ piu’ un riferimento per a prima squadra com’e’ nella storia del Torino. Al Torino ma anche in serie A in generale per quello che ho letto, si da sempre per scontato che i primavera non sono all’altezza della prima squadra e debbano passare da anni di B. Sono scuole differenti. Si puo’ sapere chi ha ragione solo mettendo in pratica anche la cosa che dicevamo noi. Il nostro presidente ha fatto una bella cosa, finalmente ha immesso su un bel vivaio ma manca ancora la mentalita’ (si dice sempre in Italia) che il vivaio in fondo serve alla prima squadra non un’altra filieri di giocatori da esportare.

          • Effettivamente a vederla dal tuo punto di vista tutti i torti non ce li hai…
            Probabilmente nessuno ha ragione e tutti hanno ragione, nel senso che credo sia una cosa molto soggettiva. Magari c’è il ragazzo della primavera che, come Pulici, può crescere di più stando a contatto con i suoi “idoli” o comunque i suoi mentor e guardando e copiando atteggiamenti e movimenti sono spronati a crescere, e magari invece c’è il giocatore che invece ha bisogno di giocare tanto e farsi la sua esperienza. Dovrebbero essere i così detti “esperti” a valutare le differenti situazioni e optare per quella migliore per il ragazzo in questione…A noi tocca solo vedere passivamente e sperare che facciano le scelte giuste! 😉

          • proprio li il punto, quando dici: A noi tocca solo vedere passivamente e sperare che facciano le scelte giuste!
            Li’ sta la funzione del tifoso, alcune persone per carattere si adattano ed identificano nei colori della societa’ suffragando qualchessia decisione tecnica, altri con carattere piu’ marcato non accettano di semplicemente tifare qualcosa che qualcun’altro decide. Poi in mezzo ci sono tutte le sfu,ature. Personalmente mi ritengo disadattato come tifoso, alle volte non iesco sempre a spiegare e susare certe cose fatte in societa’. Non riesco a capire come devo tifare una cosa che non condivido. Spero sempre in un progetto anche alla lunga, ma un progetto. Invece ho tanto paura che qui non vcambieremo mai e questo per anni, andremo sicuramente piu’ su in classifica ma nient’altro. Secondo me dipende dal presidente, credo che lui tenga al Torino ma credo anche che non sia la persona giusta perche ha altre cose nella testa e il Torino e’ solo una delle cose. Poi in Italia ci sono potentati da non toccare e non pestare le unghie, quindi se vuol fare altri affare non deve necessariamente pestare le unghie in giro.

          • uno di quelli che citi tra quelli che dovrebbero stare al filadelfia e non in un’altra squadra secondo me e’ Boye. Boye’ e’ talentuoso di per se’ ma manca solo di alcune cose findamentali, ha bisogno di quacuno che insegni a Torino, non andare in B dove continuera a fare i suoi errori, a meno che incontri un tutor buono.

          • Boyè DEVE restare assolutamente anche secondo me! Ha fatto vedere grandi cose anche se deve migliorare in altre ma assolutamente deve restare e giocare magari alternandosi con El Sharawi o chi arriverà… (basta che non resti Iturbe!)

          • hic, alle 10 e 43 hai toccato punti molto importanti e MOLTO centrali. il tifoso oggi, il tifoso oggi della nostra età. esigenze e mentalità. argomenti che toccano, se capiti, da molto vicino anche la nostra presenza, nostra di tutti, in questo forum, fatto di roba di grande bruttezza, come aggressività e varie ed eventuali contrapposizioni e intolleranze. colpito al centro.

            fiera degli equivoci e dei misteri, per me, sempre, questo forum (e probabilmente tutti i forum come questo), con assenza, forse pure giusta, del padrone censore @redazione, e lasciato all’infantilità più orrenda. e basta, anche, di usare il termine “infantile”, che uso sempre io: non sono infantili, sono altra cosa.

          • ti capisco, qui i livelli anche solo intellettuali delle persone non si vedono, tutti siamo un nick, ci vuole tempo per sgrossare, ma e’facile secondo me stare alla larga da certe persone. Capisco che sei stao ferito da gente infame, ma non dovremmo permettere a gente infame di rovinare il rispetto che abbiamo di noi stessi e degli altri. Ho personalmente segnalato alla direzione i nick di gente esagerata che vengono ora bannati sistematicamente, non me ne vergogno. Ne va del livello del forum, visto che qui tutto e’ gratuito allora c’e’ della gente che arriva a casa dal lavoro ed inizia a sputare insulto e mera a chicchessia, solo per scaricarsi. Ma il forum ci va di mezzo e il sito. Prima e dopo il derby c’era solo feccia che insultana, bombolettari vari, ora sono calmi ma verranno fuori all’uopo quando vorranno.
            Qui e’ sera, sono stankovic, ti saluto e vado a fare altro.
            Buona serata

          • ciao @hic, riprenderemo un altro giorno. questo è un argomento sempre presente, almeno quanto i -vic. un tempo la redazione non bannava mai nessuno, mai nessuno!

    • direi che questa è opinione strettamente personale di valentino della casa

      credo invece che la totalità delle persone che ne capiscono di calcio abbia apprezzato le doti, indubbiamente da sgrezzare e affinare, di boyé

        • Ciao, immagini bene! 🙂 Dimenticato la password?!
          Tornando a Boyé e proprio mentre si discuteva sull’argentino in Carboneria sono andato a riguardarmi il tabellino di TORO-Napoli:
          -0-1 con Boyé in campo
          -0-4, senza.
          Le più belle vittorie in campionato (Roma e Fiorentina) sono arrivate con lui in campo e Ljajic fuori. Non può essere solo una coincidenza!
          Un abbraccio!

          • non dimenticanza, ma saturazione

            poi passa

            sui risultati con boyé in campo e no, con me sfondi una porta aperta

            se non altro il tempo è galantuomo e molti di quelli che oggi sono critici, tra un anno e mezzo insulteranno cairo perché gli avrà messo una clausola rescissoria da 90 mln 😀

  29. Se fosse così talentuoso ok prenderlo, ma che Boyè non resti mi sembra altamente improbabile, a 20 anni e alla sua prima esperienza in Italia, ha fatto già molto bene!
    Iturbe invece ciao ciao…

  30. Aramu può andare benissimo come vice di qualcuno. Inoltre nell’articolo si afferma che boye non resterà….assolutamente impossibile. Sarà l’unico dei giovani che rimarrà..