Ichazo, Bovo e Parigini: Toro, tre giocatori in bilico

24
2385
Parigini
CAMPO, 10.7.16, Torino, Sisport, allenamento del Torino FC, nella foto: Vittorio Parigini

Portiere, difensore e attaccante sono gli unici giocatori a non aver avuto spazio contro il Benfica. Per il classe ’96 sarà decisivo il ritiro in Austria

Non solo il mercato in entrata, in casa Toro. A tenere banco sono anche le questioni legate alle uscite. E se per Obi, Vives e Gazzi non si registrano particolari novità, non altrettanto si può dire per Ichazo, Bovo e Parigini, per lo meno per ciò che concerne le decisioni di Sinisa Mihajlovic, che sono sembrate piuttosto chiare.

Per portiere e difensore, in verità, la pista sembrava tracciata da tempo. Le dichiarazioni del tecnico, per esempio, altro non hanno fatto se non confermare che tra i pali il duello sarebbe stato tra Alfred Gomis e Daniele Padelli, con l’uruguaiano già con le valigie in mano in attesa di una destinazione (possibilmente in prestito) dove poter giocare con maggiore continuità. Dopo i sondaggi di Crotone e Cesena, però, il discorso è rimasto fermo: Ichazo è partito per il ritiro con i compagni e resta ancora in cerca di una sistemazione.

Discorso simile anche per il difensore, reputato un esubero tra i centrali, dove già si è perso Glik ma dove si è acquistato Ajeti. L’ex Genoa e Palermo, più di Moretti (Jansson e Silva non sono stati mai messi in discussione), ha avuto qualche sondaggio da parte di Pescara e Frosinone, ma soprattutto ha capito che, per lui, spazio davvero non ce ne sarà. Non è un caso che, oltre al mancato impiego in Portogallo, nelle altre amichevoli il numero 5 granata sia stato spesso impiegato in un ruolo diverso dal suo naturale: come regista.

E fuori ruolo è stato impiegato, dopo l’infortunio, anche Vittorio Parigini, per il quale la situazione è più de definire. Il fatto che abbia giocato da mezzala è indicativo: Mihajlovic ancora non lo reputa particolarmente pronto, ma sarà decisivo il ritiro austriaco per una decisione finale. Il giocatore, però, non è così propenso ad accettare un altro prestito, per lo meno in Serie B. In questo caso, la situazione verrà monitorata con maggiore calma intorno a ferragosto. Ichazo, Bovo e Parigini con un futuro tutto da conoscere. E potrebbe essere lontano da Torino.

Condividi

24 Commenti

  1. parigini,mi dicono,un po’montatino,neanche a me sembra un fenomeno,ma ha un buon mercato,ha considerazione.il suo procuratore e’ parretti,l’ex preparatore atletico do mondonico,uno che mi piace poco,molto spatusso.su sto ragazzo c’e’ qualcosa che non mi torna..un nonsoche’ che mi “puzza”

  2. Le cose stanno in poco posto. In attacco più di 6 giocatori non giocheranno. Lijaic, Falque, Belotti, Maxi, Martinez e Boye. Forse puoi tenere un settimo solo se non conta come numero in rosa 25 – e questo vale sia per Aramu sia per Parigini – e se ti da flessibilità di usarlo in più posizioni. Quindi tra Aramu e Parigini de ne sceglierà uno con tutta probabilità. A me Aramu è sempre piaciuto di più, ma questo poco conta. Invece conta che come giocatore è più flessibile visto che può fare ala o mezz’ala, visto che può garantirti angoli e punizioni, visto che ha un anno in più di Vittorio. Poi spero che Parigini lo si venda solo in prestito anche se per me non è quel crack che qualcuno pensa che sia

  3. Nei discorsi sulla riforma tavecchio fatti qualche giorno fa (chiedo scusa a Mimmo e agli altri se non ho replicato alle loro osservazioni), si diceva che già ora 2 giocatori sono di troppo. Uno probabilmente è Bovo, l’altro probabilmente un centrocampista tra Gazzi, Obi e Vives. Per questi due ‘esuberi’ bisogna trovare già ora una sistemazione, con relativa difficoltà di arrivare a grandi guadagni. Dopo di ché ogni altra possibile uscita in più, da Peres a Ichazo, da Maxsimovic a un secondo centrocampista, può/deve essere fatta con un sostituto non under 21.

    Essendo Parigini under 21 non mi farei grossi problemi invece. Se non convince (e in avanti siamo tantissimi), si trova una sistemazione in prestito, anche perché il prossimo anno diventerebbe uno dei 4 ex primavera nella lista, con posto quasi assicurato nella rosa (vista la scarsa concorrenza dei nostri ex giovani), come ora è per Gomis.

    • L’arrivo imminente di Lukic libererà uno tra Gazzi e Vives riducendo gli esuberi Tavecchiani a uno. Secondo me alla fine risoveremo cedendo Ichazo in prestito (o Padelli a titolo definitivo) inserendo in rosa un portiere primavera come terzo. A quel punto avremmo le mani libere per sostiuire eventuali partenti con chi più ci aggrada senza dover “per forza” pescare tra gli under 21.

      • Può essere, Mimmo, anche se di solito il terzo portiere si preferisce che sia uno con molta esperienza e poche pretese di giocare. Non sono così convinto che è lì che si risparmierà la slot. Bovo e Gazzi, ad oggi, mi pare siano fuori dal progetto (anche se io al rosso sradicapalloni non rinuncerei tanto facilmente), poi se arriva Valdifiori bisognerà liberarsi di Vives o Obi e, così via, di un altro giocatore in rosa per ogni nuovo acquisto. Insomma: al netto di mille critiche plausibili alla dirigenza, non è mica così facile operare sul mercato con tutti questi paletti.

  4. Pensò che Aramu resterà, Miha ha già notato delle doti del giovane su cui lavorarci, probabilmente lo riciclerà mezzala inoltre avrà notato già la sua disponibilità al sacrificio, i suoi piedi buoni e che per l’età che ha, appunto ha intraprendenza nel caricarsi le responsabilità (vedi punizioni e rigore contro il Benfica)

  5. Appunto, scusa @rimbaud, sotto ho risposto a Mimmo ripetendo più o meno quello che hai scritto tu, non ti avevo ancora letto!
    In ogni caso credo anche io che Aramu sia avanti nelle gerarchie rispetto a Parigini…

    • Si, qualche volta ha giocato mezz’ala a Trapani. Ma ha giocato quasi sempre da esterno offensivo/trequartista. Comunque, tutto può essere, magari giocherà mezz’ala anche qui. Non è questo il punto. Volevo solo sottolineare che mi pare una conclusione sbagliata il fatto che abbiano giocato fuori ruolo perchè Miha non li vede.

  6. Sta storia di Parigini e Aramu mezz’ali va chiarita però. Si continua a scrivere che sono stati impiegati li per chissà quale motivo (non solo in questo articolo). Ma con Benassi e Baselli infortunati e con i calciatori che hanno si e no un’ora di autonomia nelle gambe chi avrebbe dovuto giocare li? Gazzi e Vives si alternano in mezzo. Restavano solo Obi e Acquah disponibili mentre in attacco c’è abbondanza di esterni tra Ljajic, Iago, Martinez e Boyè. Ma di che stiamo parlando?

    • Giustissimo Mommo, però c’è da considerare anche che Aramu ha già giocato da mezzala quindi non mi stupirei se lo provasse li magari per tenerlo come jolly da sfruttare alla bisogna sia come attaccante che come centrocampista laterale…Per Parigini credo che sia stata solo questione di necessità come hai detto tu…