Parigini in prestito al Chievo: è ufficiale il trasferimento

74
2869
Parigini
CAMPO, 10.7.16, Torino, Sisport, allenamento del Torino FC, nella foto: Vittorio Parigini

Il giocatore saluta i granata dopo il ritiro: trasferimento temporeaneo senza diritto di riscatto nella squadra di Maran

Era stato detto a più riprese che era in uscita, e che prima di Ferragosto avrebbe trovato una destinazione, con il Chievo in pole. Alla fine, l’operazione è stata mandata a buon fine. Vittorio Parigini è ufficialmente un calciatore clivense, con le firme avvenute nella giornata odierna.

Alla corte di Maran il giocatore si trasferisce in prestito secco, senza diritto di riscatto. Per l’attaccante c’è la possibilità di mettersi in mostra in Serie A, dato che gli spazi nel Toro sarebbero stati troppo scarsi.

Condividi

74 Commenti

  1. Il Chievo attualmente ha come attaccanti il giovane Pellisier (37 anni), Inglese (fenomeno, eh?), Floro Flores (33 anni) e il grande Meggiorini (31 anni). Al netto dell’arrivo di Balotelli (che sarebbe comunque in prestito) credo che se Parigini non gioca almeno una ventina di partite per meriti propri significa che forse è sopravvalutato. Ha 20 anni compiuti ed è il momento di dimostrare le sue qualità: se ci riuscirà Maran non esiterà a farlo giocare. Il Chievo deve salvarsi e il mister non guarda certo il contratto di un giocatore.

  2. Ciao Spettro (non mi fa rispondere giù nonostante il tasto). Guarda, su Aramu nutro una piccola speranza. Mi è piaciuta la sua disponibilità e l’impegno messo in ritiro, l’umiltà di calarsi in ogni ruolo in cui Miha lo ha impiegato. Spero che ciò possa incidere e regalargli una chance in più di restare. La sua duttilità potrebbe forse regalargli qualche presenza in più rispetto agli altri. Non so, quello visto a Livorno non mi aveva dato l’impressione di essere abbastanza maturo per un Toro ambizioso, tolte le ultime 3 gare dove è stato decisivo. Speriamo dai, è sempre bello vedere i nostri giovani affermarsi qui.

  3. Cavolo mi dispiace molto. Io lo avrei tenuto almeno fino a gennaio. Mi rendo conto tuttavia che forse quest’anno doveva ancora andare così. Il Chievo farà il suo solito bel campionato salvandosi senza affanni. Forza Vittorio. Fatti valere. P.s. il prestito in serie A va bene anche se io lo vieterei, è uno dei tanti motivi per cui i gobbi dominano la scena, controllano troppi giocatori, io la penso così.

  4. Ciao a tutti.
    Sono nuovo del forum piacere di fare la Vs conoscenza.
    Prendo spunto dalla cessione di Parigini per chiedere una informazione.
    Allo stato attuale visto la riforma Tavecchio.. nella rosa attuale non mancano 3 giocatori over 21 cresciuti nel nostro vivaio? Ad oggi mi sembra ci sia il solo Gomis… O sbaglio? Grazie molte!!!
    E FVCG!!!

    • Ciao Walter e benvenuto. Si, mamcano ma non è un problema. Nel senso che non sono tassativi. Vero che perdiamo un posto in rosa per ogni club trained mancante (quindi ad oggi possiamo avere una rosa di 22 calciatori over 21) però essendo libero il numero di under 21 tesserabili si può compensare con loro. E infatti Boye, Lukic e Gustafson nonché Aramu e Barreca porterebbero, ove rimanessero tutti, il numero di tesserati a 27 unità.

      • Ciao Mimmo e grazie…… Spiace per Parigini ci poteva stare al posto di Martinez .che avrei dato in prestito… Speriamo che almeno giochi..Mentre non darei in prestito Aramu.. Può ritagliarsi un suo spazio con la sua duttilità e.. In Boye’ We trust

  5. Mi par di capire che se prima il cattivone era Ventura ora lo sta diventando Miha che sega Peres e boccia i giovani. Non può essere, più semplicemente, che di fatto non siano ancora all’altezza? E che gli occhi innamorati del tifoso li vedano invece già in grado di competere per un posto al Toro? Pariigini, ad esempio, viene da un lungo e grave infortunio e ha saltato mezza stagione. Lo step lo farà perché giochera in A dopo 3 stagioni di B. Aramu viene da una stagione tribolata tra infortuni, scelte tecniche e difficoltà di squadra. Barreca da un prestito infelice dove ha visto più panca che campo. Tutti e tre non hanno giocato con continuità lo scorso anno e questo incide sulla crescita di un giovane. Guarda caso resterà di certo solo Gomis, quello che ha giocato con continuità. E poi voglio ancora conoscere il folle che intravedendo un bel potenziale in un ragazzo e ritenendolo pronto lo manda via. Miha ha preferito a ragion veduta Martinez e Boye a Parigini e, forse, Aramu. E non so se senza i ko di Avelar e Molinaro, Barreca avrebbe finito il ritiro al Toro, visto che è sembrato impacciato e timido quando abbiamo incontrato avversari di livello. È impazzito o cosa Miha? È incompetente? Anche lui dopo Ventura? Non direi. È che mentre noi sogniamo e pontifichiamo lui è chiamato a scelte che si ripercuoteranno su un’intera stagione durante la quale sarà giudicato e per le quali pagherà personalmente se non dovessero risultare almeno decenti. E allora se ne fotte se uno viene dal vivaio e bada al sodo.

    • Beh però a me non piace. Nel senso: prima dell’arrivo di ventura la società, dal punto di vista della gestione sportiva, semplicemente non esisteva. Ora però cairo, comi e petrachi dovrebbero dimostrare di saper camminare con le loro gambe. Devono si fare in modo di esaudire le richieste dello staff tecnico ma devono pure imporre risultati sportivi (ed economici) che vadano oltre il semplice piazzamento in classifica. Valorizzare i nostri giovani DEVE essere un obbligo per lo staff tecnico del Toro, almeno secondo me. Abbiamo “aspettato” (invano secondo me) quel pippone di padelli in un ruolo chiave per 3 anni e non possiamo perdere qualche punto per far fare esperienza ad almeno 3 dei nostri giovani dandogli 15 partite in serie A con la nostra prima squadra? É una strategia che non mi convince affatto.

      • Vedremo solo il tempo dirà, comunque io non vedo ricerca del torbido, vedo solo tanto affetto per questo ragazzo. La paura è che faccia un po’ la fine di barreca che ha giocato poco perchè murru veniva preferito essendo di proprietà.

      • May, giusto valorizzare i giovani. La domanda è: come? Cosa è meglio per loro? E per il Toro? Quale è il compromesso migliore? Perché se a Miha si chiede l’Europa lo si deve mettere in condizione di potersela giocare. E se lui ti dice che con Parigini e Aramu non la raggiungerà devi starlo a sentire. Magari sbaglia, magari non ci ha capito nulla, ma come società lo devi assecondare se da lui pretendi un certo risultato. Diverso se, come a Bergamo, ti si chiede di allevare giovani del vivaio e lanciarli, vada come vada in campionato. Miha ha parlato di obiettivo Europa, invece. E ha deciso che Martinez e Boye sono più idonei di Aramu e Parigini per raggiungerlo. Se avrà avuto torto o ragione lo dirà il campo.

        • Il metodo che userei io: A mihajlovic ed i suoi è stata chiesta l’europa? (anche se mi pare di aver capito non immediatamente giusto?) Per fare questo la societá prende (o mantiene con adeguamento) ogni anno, facendo un bello sforzo economico, 2-3 profili , o addirittura giocatori, che l’allenatore segnala direttamente. Oltre all’europa però (che non può essere garantita beninteso), lo staff tecnico deve garantire 5000 minuti complessivi ad un minimo di 2 ed un massimo di 4 ragazzi provenienti dal vivaio. 5000 di 37600 minuti totali da giocare tra tutti i giocatori in campionato. Mi pare che sia equo tra il non stravolgere il progetto tecnico dello staff ed il non dimenticare il nostro vivaio. Pensa che io sta roba la metterei proprio sul contratto dell’allenatore…

      • L’unico problema è che Murru era più in condizioni di giocare, era più forte. L’allenatore del Cagliari se ne fotte se Murru è di proprietà: se avesse avuto Murru e Darmian in prestito ti garantisco che avrebbe giocato quest’ultimo.

    • Ciao Mimmo. In effetti razionalmente come non darti ragione. Detto questo Aramu che è il mio preferito assoluto, voglio che rimanga. Così come Barreca che seppur lievemente mi pare in crescita. Alfred non si deve discutere. Forza Alfred!

  6. boh. squadra che parte con le nostre stesse ambizioni, cioè il nono/dodicesimo posto, non si capisce la ratio di questa operazione, anche se l’ipotesi più probabile è uno scazzo col mister durante i primi giorni.

  7. Mi dite un solo motivo x cui il chievo divrebbe far giocare un giocatore che a fine anno saluta e se ne va..era meglio un prestito con riscatto e controriscatto,oppure un premio di valorizzazione..altrimenti x me sara’ un anno buttato via.

  8. È mai possibile che dovete cercare sempre il torbido in ogni situazione? È un prestito secco, punto. Non occuperà posti in lista, oltretutto. giocherà poco? Non lo so. Ma io non ho mai visto allenatori che lasciano fuori quelli forti perché sono in prestito. Giocherà per quello che meriterà di giocare. Forza vittorio, fvcg, cazzo!!!!

  9. Giusto mandarlo in prestito sperando che giochi anche se ho i miei dubbi non per le qualità di Parigini ma perché il Chievo non ha nessun interesse a farlo giocare a meno che non si trovi in cattive acque. PS pensate i commenti se fosse stato allontanato da ventura… Forza Toro e forza sinisa
    FVCG

  10. Il prestito era giusto, Mihajlovic non lo teneva in grande considerazione e complice l’abbondanza non avrebbe mai giocato.
    Mi chiedo però se non fosse stato meglio prestarlo in alta serie B dove ha già dimostrato di poter fare la differenza. Ho paura che al Chievo non trovi spazio, perlomeno mi auguro che procuratore e Petrachi abbiano ricevuto garanzie in tal senso. Anche se davvero non riesco a trovare cosa ne può guadagnare il Chievo a lanciare un nostro giovane almeno di scambio di qualche scambio di favori che per ora non sappiamo.

  11. Di per se sarei contento, se non fosse che, come già avete fatto notare, non vedo l’interesse del Chievo di valorizzare il giocatore e quindi o giocherà con il contagocce o c’è altro che non sappiamo. Comunque sia spero che possa dimostrare il suo valore e che possa tornare da noi più forte che mai!

  12. Il Chievo è una buonissima squadra che sotto la sapiente mano di Maran è cresciuta molto, tanto che nell’ultimo campionato ci è finita davanti, non sarà facile trovare spazio. Avrei preferito per lui una neopromossa. Speriamo si faccia notare per le giocate, e non per le bizze, ché di gente montata al Toro non ne voglio.

  13. Giusto così. Non so se sia giusto nel merito ma se Miha non lo vede pronto lasciarlo andare è la cosa migliore da fare. E poi sarà comunque serie A, finalmente. E credo che Vittorio stesso abbia chiesto garanzie minime di impiego. Altrimenti, panca per panca, sarebbe rimasto qui. Daje Vittorio, in serie B eri diventato un lusso, vediamo come te la cavi in A, daje!

  14. Se non c’e’ sotto un premio di valorizzazione e se e’ vero che non c’e’ diritto di riscatto ,che interesse avrebbe a farlo giocare il Chievo? Siccome Campedelli non e’ uno stupido ,c’e’ qualcosa sotto.Inoltre secondo la Gazzetta dello sport che riprende la stampa britannica, Koulibaly sta per andare in Inghilterra e il Napoli e’ pronto ad alzare l’offerta per Maximovic, per accontentare Cairo.

      • ciao trapano,la cazzata ,secondo me è che si stanno buttando nel cesso anni di serio lavoro del settore giovanile,parigini è tre anni che viene dato in prestito in b,prima o poi dovrai fregartene dei ventura o dei miha e puntare sui tuoi giovani,mi sembra che in estate la società puntasse molto sul ritorno dei nostri giovani e dopo il ritiro il serbo li ha bocciati tutti,se vittorio può essere valorizzato dal chievo poteva farlo anche qui,non mi sembra che siamo così superiori,poi possiamo anche sperare che un nostro giovane dato in prestito ci ritorni da top player come possiamo credere che gli elefanti volino

        • In linea di principio hai ragione. Però un mister deve fare delle scelte, è pagato per quello. Evidentemente ha ritenuto più pronti Boye e Martienz. Per fargli fare la riserva della riserva o lo metti sul mercato (bocciatura) o lo presti (rimandatura).