Peres, l’agente sbarca ancora in Italia: in agenda c’è il Toro

164
5328
peres

Le parti hanno in previsione un incontro a Milano tra oggi e domani: la valutazione del terzino non si abbassa

Bruno Peres è al centro di praticamente tutti i discorsi del mercato del Toro. È innegabile dire che una sua partenza, come anche detto due giorni fa da Sinisa Mihajlovic, per i granata significherebbe un ingente flusso di denaro per le casse granata. Denaro pronto per essere nuovamente investito. Ma è altrettanto innegabile che, in caso di permanenza, il tecnico potrebbe contare su un giocatore di assoluto livello per la fascia destra, in grado di dare un validissimo contributo soprattutto per la fase offensiva.

Per questo motivo, il Toro si trova nel limbo: da un lato, ascolta ogni possibile proposta per il brasiliano; dall’altro, vuole capire se effettivamente il classe ’90 ha voglia di restare o se preferisce tentare una nuova esperienza. E nel limbo, per inciso, resta pure Zappacosta, che gradirebbe restare al Toro ma di fronte a concrete possibilità di giocare titolare.

Ma tornando all’ex Santos, sarà la sua volontà particolarmente importante. Dopo il permesso extra di cui ha potuto usufruire, il giocatore ora si allena regolarmente con il gruppo, ma il suo agente, in tandem con l’italiano Moggi, lavora per un trasferimento che, eventualmente, possa garantirgli un salto avanti in carriera. E proprio in Italia è atteso per la giornata di oggi il procuratore brasiliano, che già nel tardo pomeriggio (o al più tardi nella giornata di domani), a Milano, incontrerà i vertici dirigenziali granata, per fare il punto della situazione.

Una situazione che attualmente resta in fase di stallo: Cairo non ha ancora ricevuto nemmeno lontanamente la proposta di almeno 20 milioni, necessari per poter intavolare una trattativa. Ma la sensazione è che Peres non verrà tolto dal mercato, se non negli ultimissimi giorni di agosto, quando sarà poi troppo difficile riuscire a rimpiazzare un potenziale titolare. Il discorso continua.

Condividi

164 Commenti

  1. @Rotor, mi aggrego. B.Fernandes ha un buon dribling e movimento. Ma anche lui non difende nulla. A noi manca un grande incontrista (Berhami,Roncon Obiang restare bassi) e un bel Jolly di centrocampo di peso. Quello che è un po’ Pogba al gobbodromo. Soriano,Henriksen nell’ordine. Altrimenti tentate con un gran talento (Grenier) in prestito. A proposito a Napoli hanno incassato circa 150ml e q pidocchio di ADL. E’ fermo x 1ml su Valdifiori! Patetico

  2. Secondo sìSky sport il Torino starebbe facendo un tentativo per Bruno Fernandes,starei molto attento con la bottega carissima di Pozzo che ci ha mollato sempre fregature e quasi sempre giocatori rotti,meglio Henriksen.

  3. Parlando dei nostri terzini:
    Peres inadeguato alla difesa a 4, Zappacosta da valutare in fase difensiva, Avelar infortunato non si sa nulla sul rientro, Barreca tutto da valutare in A, Molinaro con limiti evidenti. Non mi sembra che il mister sia troppo tranquillo con la difesa che ha a disposizione.
    Per non parlare dei centrali con Maksimovic distratto dal mercato, Janson tutto da verificare, Bovo alla frutta, Silva non dà garanzie , Ajeti da verificare e Moretti che tiene botta ma ha i suoi anni.
    Ribadisco, ora come ora mi sembra che solo davanti siamo a posto ,per il resto non sono tranquillo per niente.

  4. per noi un fuoriclasse, ma non vedo nessuna asta di squadroni interessati. forse perchè non è uterzino, nè un esterno. giocatore incompleto, bravo tecnicamente, bello da vedere, ma non molto utile. se venduto a 20 mil. sarà un mezzo miracolo.

    • Sta di fatto che per ora nessuno squadrone ha raggiunto l’offerta ritenuta congrua per peres, cioè i 20 mln richiesti.
      Cifra che tra l’altro è stata versata senza battere ciglio per darmian, l’anno scorso.
      Quindi delle due l’una: o peres nella difesa a 4 non rende a sufficienza a fronte di un esborso di 20 mln, o i grandi squadroni sono diventati tutti miopi contemporaneamente.
      La mia idea è che peres sia un giocatore di fascia, anarchico, che va lasciato libero di sgroppare secondo l’estro del momento, cosa che porta a buchi difensivi non da poco che i grandi squadroni non si possono permettere.
      Giocatore affascinante per certi versi, ma incompleto.

  5. Ciao a tutti, sono nuovo nel forum anche se è da molto che lo seguo, spero che prima o poi il Toro riesca a diventare una società seria ma ho molti dubbi in merito.
    Già lo scorso anno mi sono chiesto il motivo dell’acquisto di Zappacosta per lasciarlo in panchina, veramente assurdo. Poi quest’anno si cambia modulo senza avere terzini adatti in quanto soprattutto Peres non regge la difesa a 4 e lo stesso Zappa è più propenso ad attaccare , infartti Mihailovich chiedeva De Silvestri , ma la società non dà segnali in tal senso.Se non hai giocatori adatti e non vuoi spendere allora non cambi modulo, vai avanti col 3-5-2 o al limite fai il 3-4-3 che ritengo più adatto alla rosa attuale fermo restando che manca un uomo d’ordine è personalità in mezzo al campo. Ecco come la vedrei in attesa del centrocampista buono:
    3-4-3 : Gomis, Maksimovich, Jansson,Moretti, Peres , Acquah, Benassi, Zappacosta( Barreca), Falque, Lijaic, Belotti

      • Giustamente ! Ma allora Cairo deve assecondare il Mister, fare il 4-3-3 significa dover cambiare molto in termini di interpreti a livello tattico, ora come ora la nostra difesa non dà garanzie in tal senso e a centrocampo siamo penosi , ma questa è una costante del Toro negli ultimi anni, per cui ne deduco che il solo reparto migliore rispetto allo scorso anno e l’attacco , invariato il centrocampo, peggiorata la difesa.Non mi sembrano buoni presupposti per crescere, anzi.

  6. Se resta si deprezza, Zappacosta è più forte come laterale a 4, senza alcun dubbio. Vendere a 16 milioni, prendere Letizia dal Carpi a 4 milioni e con i 12 sommati a quanto resta da spendere sistemare come si deve il centrocampo e tenere un bel risparmio da parte, come al solito…dai toro!

  7. Bruno nn ha mai dichiarato di voler partire ma il suo procuratore tutti i mesi va a Milano a supplica re Urbanetto di abbassare le pretese per il suo assistito, visto che nessuno è disposto A pagare 20 milioni per BRUNO.

  8. Non capisco sti discorsi che peres vuole andare via..mai dichiarato anzi felice di restare al toro tanto piu adesso che ci sono giocatori di livello, a differenza di maksi detto da mhia che e distratto dalle voci di mercato…

  9. Noto che molti giustamente fanno notare sarebbe meglio cedere in fretta Peres o Maksi per avere il tempo disponibile a trovare un sostituto. Il fatto è che gran parte delle operazioni più “legnose” si risolvono nell’ultima settimana e comunque finché non arriva un’offerta congrua non si muove nulla. Per stasera spero che sia partita almeno per 60 minuti perché ci saranno moltissimi cambi, utili per carità, ma che snaturano qualsiasi tipo di ragionamento calcistico visto che lo stravolgimento non rappresenta la realtà di una partita di calcio ma è un altro sport. Cambi ripeto utili in fase di preparazione ma che spesso possono dare indicazioni non inerenti alla realtà trattandosi di una situazione non ripetibile in una partita ufficiale, una specie di dimensione parallela.

  10. Io di tattica ne capisco poco, ma mi sembra di capire che con il 4-3-3 il terzino debba spingere poco, e per questo accetterei volentieri una partenza di Peres (che tanto prima o poi se si conferma su questi livelli andrà via come i Darmian, i Glik e compagnia) a fronte di un buon bottino, come nelle intenzioni di Cairo. Peres fa la differenza in attacco, in difesa è un giocatore normale…

  11. Comunque più giorni passano e meno tempo avremo di reinvestire a dovere i soldi dell’eventuale cessioni di Peres o Maksi,
    Dunque se proprio vogliono e vogliamo cederli non andranno venduti nell’ultima settimana di mercato, visto con che lentezza vanno avanti le contrattazioni non vorrei ritrovarmi con un altro “Amauri”in mano

    • Hai perfettamente ragione. La partenza che mi spaventa di più, in quest’ottica, sarebbe quella di Maksimovic perché bisognerebbe trovare sul mercato un titolare su cui poggiare il reparto difensivo (ruolo che al momento ha Maksi). Come terzino destro, anche se con altre caratteristiche rispetto a Peres, abbiamo invece Zappacosta che bene o male è considerato uno dei giovani più promettenti nel ruolo. Se tutto va bene potrebbe essere l’anno della consacrazione, l’età è quella giusta… Vedremo. FVCG

      • Hai ragione, però il rischio di tenere Maksimovic senza voglia è che possa fare la fine di Glik dell’anno scorso…Soprattutto considerando che pare sia già “molto distratto dalle chiamate del calciomercato” oltre al fatto che si dice che già lo scorso anno avrebbe voluto prendere il volo…Tenerlo controvoglia per il secondo non so quanto possa essere proficuo…se poi sarà un professionista esemplare e giocherà ai suoi massimi livelli per tutta la stagione allora sarà un’altro discorso che mi auguro!

  12. Peres nel modulo previsto non lo vedo. Ha ancora mercato, nonostante la pessima stagione della squadra. Per 20 via subito. E via anche Maksi se non è convinto di rimanere. Con 40 mln li rimpiazziamo subito con 2 forti pronti. Personalmente ne ho basta di gente che scassa per andare a giocare altrove o poco motivata ad indossare la nostra maglia

  13. Mettiamo che stasera Peres gioca e ti fa una partita monstre, sia in difesa che in attacco, sempre tutti d’accordo di venderlo?
    Secondo me non è tanto se difende o no, il problema è che la società sa che quei soldi se vogliamo migliorarci veramente ci servono come il pane, certo che se vendiamo Peres e poi arrivano solo Valdifiori e un difensore e meglio tenerci Peres, che cosi a pelle mi sembra tanto più invogliato di Maksimovic ad andarsene

  14. 1° = rimpiazzare chi??? viszto che abbiamo già Zappazosta, perciò il rimpiazzo non c’è bisogno di cercarlo; 2°= quanculo vede Peres fare il terzino difensivo in una difesa a 4???? Questo, vista la valutazione, la sua volontà ed il cambio modulo non adatto a lui, è il momento giusto x venderlo, il prossimo anno varrebbe la metà, dopo avere fatto una stagione nediocre

  15. Lasciamo lavorare Miha. Ha le sue idee, ci mette la faccia e se sbaglierà pagherà. Oh come pagherà: qui al primo filotto senza vittorie torneremo a invocare Longo. E tutti a dire io l’avevo detto. Ci vediamo in curva ragassi..

  16. Cederei Peres e Baselli cercando il miglior profitto possibile ed investirei su 2 difensori ed un centrocampista. Per me la difesa non dà sicurezza con solo questi elementi. Poi se Maksimovich non è tanto sicuro della nostra causa via pure lui non vorrei vedere un altro Glik di scorsa stagione

    • Il rischio di tenere controvoglia un giocatore, per quanto bravo possa essere, è proprio quello che è capitato l’anno scorso con Glik…Non dico che non si sia impegnato, ma non ha fatto più del classico compitino rendendo la metà del suo standard…Rischiamo effettivamente di tenerci in casa Peres e/o Maksimovic controvoglia che giocheranno al di sotto delle loro capacità e conseguentemente si svaluteranno! Quindi alla fine avremmo due giocatori mediocri e l’anno successivo non riusciremmo a guadagnarci quanto avremmo potuto guadagnare quest’anno! Se restano devono essere convinti al 101% se no via e si investe in altri giocatori!

  17. Io sono stufo di questi piagnucoloni. Peres vuole andare via? Ma cediamolo…Maksimovic ha mal di pancia? Ma cediamolo. Ma chi si credono di essere, Garricha e Maldini? L’anno scorso siamo arrivati 10imi e c’erano anche loro in campo eh…fossero dei fenomeni, sicuramente non giocherebbero da noi! Io di tenere gente scontenta mi sono rotto le palle. Nessuno è insostituibile. Intaschi 40 milioni e ne prendi 10 di difensori! Ste femminucce…

    • L’Italia aveva 11 caproni in campo, ma se non fosse uscita contro la Germania ai rigori, sarebbe potuta arrivare in finale! A dimostrazione del fatto che grinta e agonismo a volte sostiuiscono le carenze tecniche. E noi dovremmo essere sempre cosi. Ineve io ho paura che con Mr come sono bello davanti allo specchio Ventura, tanti ma tanti giocatori della ns. rosa si siano montati la testa. Miha prendili tutti a calci!

    • Peres non ha mai detto che vuole andare via. Ha sempre affermato il contrario. È la società che vuole venderlo per avere i soldi per fare mercato in altri ruoli. È quello che più o meno ha detto anche Miha

  18. Peres non è adatto al modulo?? che cazzata!
    A parte il fatto che in difesa, terzino dx, se la cava, ma se così non fosse avanziamolo a centrocampista esterno, o ala. Peres l’anno scorso era l’unico capace di dribblare, faceva buoni cross e assist, e anche qualche bel gol. Morale della favola: se Peres vuole andarsene e riceve un’offerta da squadre tipo City, okay vada pure (mi dispiace ma amen) però non mi si dica che non è adatto al modulo e quindi va venduto!!

    • Nel 4-3-3 i due centrocampisti esterni devono anche fare legna, tanta legna, mica giocare di fioretto.
      Si trovano spesso in inferiorità numerica e devono proteggere il centrocampista centrale arretrato, colui che dovrebbe avere i piedi buoni, visione di gioco e il lancio lungo e preciso; devono mordere, recuperare palloni su palloni e sapersi inserire.
      Sinceramente non me lo vedo peres a fare il gladiatore a centrocampo. Non per nulla stiamo cercando gente fisicamente spessa che sappia unire quantità e qualità.

  19. io comunque non condivido questo attendismo in un uscita, giocatori palesemente fuori dal progetto tecnico come gazzi e bovo sarebbe bene piazzarli quanto prima.
    Anche la vicenza Peres /Zappacosta sarebbe da sbrogliare quanto prima, probabilmente uno andrà ceduto, prima avviene meglio è così capiamo anche su chi puntare

  20. E molto semplice giochera’ stasera sperando che vedendolo qualche pollo abbocchi e sganci 20 milioni in modo che il nostro mercato riparta.Tra l’altro sono convinto che con una offerta congrua se ne andra’ anche Zappacosta,arriveranno De silvestri e un altro terzino destro e i centrocampisti con l’incasso.

  21. 4-2-3-1: Gomis; Zappacosta Maksimovic Moretti Avelar/Barreca; KUCKA Acquah; Peres Ljiajic Iago Falque; Belotti.
    Problema Peres risolto. O no? E basta 1 solo acquisto in mediana. In mediana ho messo Kucka perché tra i nomi accostati al Toro è forse quello più di contenimento. Ma magari Miha potrebbe volere ugualmente un regista. Il dubbio è cosa farne degli interni in rosa… Altrimenti Peres penso potrebbe andare bene anche come esterno di centrocampo in un canonico 4-4-2. IMHO. FVCG!!!

    • Credo che non le si faccia perché se poi durante l’anno il giocatore dovesse deludere? non rendesse a dovere e lo si volesse dar via non lo si potrebbe fare perché diventerebbe difficile da trovare un compratore. Già ora non trovi da vendere a 20ml un Peres che comunque è stato il migliore l’anno scorso, figurati se trovi da appiopparlo a qualcuno per 25ml in caso di annata pessima….

  22. Anche io penso che Peres nel 4-3-3 sia sprecato, per la scarsa capacità difensiva. Oltretutto se già l’anno scorso il Toro ha avuto problemi difensivi, tenere il più scarso mi sembrerebbe strano, considerando gli svariati gol presi sui calci da fermo ed il fatto che Bruno di testa non ne prende mai una.Al massimo lo proverei a centrocampo, ma resta da vedere, se riuscirebbe a creare le stesse occasioni di quado gioca più arretrato.

  23. Riflettendo, Peres non è scemo, certo se gli si prospetta di guadagnare 2-3 milioni e di andare in CL non rifiuta, Miha però sotto questo tasto ha parlato di un Maksimovic influenzato dalle sirene di mercato, su Peres distratto non ha fatto parola, penso che Peres sotto questo punto di vista non farebbe drammi se restasse e dono sicuro che si dannerebbe l’anima per far cambiar idea a Miha, riciclarsi e migliorare nel suo vecchi ruolo.

    • Per carità,
      è tutto nelle mani di miha, in base anche alle eventuali offerte “congrue” che verranno fatte per peres o maksi.
      Per me è indifferente chi parte dei due. L’importante è che quei soldi servano per un salto di qualità del centrocampo.

  24. Sulla poca propensione a difendere e i gol subiti lo scorso anno per colpa di Peres, ma chi è che lo scorso anno non ha avuto colpe, certo qualche colpa la ha avuto ma fra i centrocampisti esterni o fluidificanti chi non ha avuto colpe lo scorso anno:
    Zappacosta con il Carpi fece diventare lo sconosciuto Gabriel Silva il figlio di Jairzinho, Molinaro con Lazio e Genoa causò due rigori sul 2 a 0 per noi da cui scaturirono altrettante rimonte, certo quello è un ruolo cui spesso canti e porti la croce è logico che non hai la lucidita’ per 90 minuti.

  25. Per me parte. La squadra e’ stata costruita in maniera tale da rendere difficile una sua collocazione. E ripeto 18 milioni io li avrei accettati. Oggi si legge di Maxsimovic…cedere lui sarebbe piu’ problematico…ma pare abbia la testa altrove…

    • Zappacosta o peres – jansson – silva -barreca o avelar.
      Magari quest’anno paghi un po’ dazio ma se li fai giocare con continuità l’anni prossimo hai una delle migliori difese del campionato. Ovviamente bisogna capire come lo staff intende impostare tutta la fase, però potenzialmente sono tutti crac! avelar anche in senso stretto se vogliamo 🙂

  26. Peres e’ il miglior giocatore che abbiamo in squadra. tecnicamente.
    Lo scorso anno era l’unico che poteva far svoltare la partita. L’unico capace di driblare.
    Solo un po’ grezzo tatticamente.
    Non lo venderei mai.

  27. Il problema è che spostarlo più avanti è rischioso, la forza devastante di Brunone è la capacità di saltare la prima opposizione avversaria e sfruttare i 20 metri per acquistare velocità e bruciare in allungo le difese, messo avanti avrebbe molto meno campo x esplodere la sua progressione risultando meno devastante

  28. inoltre, @carbonaro: con il dispendio fisico e con i “compiti” offensivi che ha peres in una partita, io mi rifiuto di metterlo “a pari condizioni” di un altro difensore, mi rifiuto. detto questo, se è distratto e non chiude bene, allora mettiamolo più avanti, laddove queste “dimenticanze” siano meno gravi, che ci siano giocatori più attenti che possono sventare i pericoli. è come un boccone che non va ne’ su, ne’ giù. beviamo un po’, che ci fa bene.

  29. Io più ci ragiono, su Peres, e più fatico a trovare plausibile la sua conferma. E ciò nonostante sia arciconvinto che si tratti del giocatore più entusiasmante passato da queste parti negli ultimi 20 anni almeno. Però ci sono alcuni fatti oggettivi da considerare. Innanzitutto la sua collocazione tattica nel modulo che Miha ha deciso di adottare (pare ormai chiarissimo che si tratti del 433 con variante 4312), perchè è vero che in Brasile ci ha già giocato a 4, ma è altrettanto vero che è arrivato in Italia da perfetto sconosciuto (a 24 anni) e che solo nel 352 è esploso imponendosi come uno dei migliori interpreti al mondo in quel modulo, sull’esterno. Poi vanno considerate le parole di Miha, chiarissime “gioca meglio nel 352 mentre nella difesa a 4 deve imparare a difendere”. Cioè deve imparare a fare qualcosa che non ha nelle corde limitando invece le giocate che lo rendono unico. Mi chiedo se convenga e a chi convenga. Secondo me non conviene a nessuno. E qui parte un’altra considerazione, quella che a noi tifosi piace poco ma che è una delle regole principali del calcio moderno: ogni giocatore, da professionista qual’è, sceglie per se il meglio, per ambizione, visibilità, guadagni. Se a Peres arriveranno offerte da club di primissima fascia, che giocano un calcio a lui congeniale e che gli riempiranno il portafogli, se ne andrà. E ogni società di calcio, se può, lucra quando gli si presenta l’occasione di mettere a segno plusvalenze importanti. Sta accadendo con Pogba e Candreva, è accaduto con Cristiano Ronaldo, Di Maria, Ibra e continuerà ad accadere. Infine, la questione legata alla convivenza con Zappacosta, un giovane sul quale la società ha puntato molto e che ha già perso una stagione all’ombra ingombrante di Peres. E cederlo oggi non conviene al Toro. Il rischio è quello di svalutare due calciatori: Zappa per lo scarso e spesso deludente impiego dello scorso anno, Peres per il fatto di doversi “arrangiare” in una difesa a 4. Chiedo scusa per lunghezza del post, tolgo il disturbo e non rompo più.

    • Penso che Peres se sarà venduto lo sarà più che altro per il denaro che potenzialmente può portare una sua cessione,
      Mihajlović è stato abbastanza chiaro sarò felice se resterà, lo sarò se verrà ceduto perché porterà soldi da reinvestire, sul fatto della scarsa capacita’ nel difendere di Peres, altre testate hanno riportato che il serbo ha fatto oltre il nome dello stesso anche quello di Zappacosta, lasciando intendere che volendo può anche riuscire ad inserirlo nella difesa a 4.

      • Come può inserire ajeti o all’occorrenza maksimovic, che non sarebbe una novità.
        Se però vuoi costruire una squadra forte devi avere in ogni reparto gli uomini adatti al modulo scelto. E peres nella difesa a 4 è sprecato, perché gli togli la libertà di galoppare sulla fascia e lo obblighi a fare una cosa per la quale è poco portato: difendere in modo arcigno.

  30. @Carlo, hai detto cose sagge. Temo che stiamo parlando di persone che difficilmente abbandonano la loro idea facilmente. Ieri mi sono visto alcuni Video su Y.T. Che girano su BP33. Il calcio è in primis uno spettacolo e lui palla al piede lo e’.! Ci sono giornate che vale da solo il biglietto. Messo esterno alto insieme ha Iago e Liajic sarebbe spettacoli tutto da vedere. Inoltre non e’ scontato che nella difesa a 4 faccia male. (la Roma li vuole per quel ruolo e spostare Florenzi). Piuttosto vendiamo Zappa per DeSilvestri e mi tengo il Fenomeno BP33. Inoltre e uno che porta sempre il buon umore nel gruppo a detta di molti! Darlo via per giunta in sconto non ha senso..Mihajlovic ripensaci…!!!!

    • Sai che buonumore l’anno scorso con tutti i gol che abbiamo preso per causa sua.
      A difendere è inetto, mentre è devastante in progressione sulla fascia, salvo poi mancare nell’ultimo passaggio o nel cross o, in definitiva, nella scelta di che cosa fare.
      A differenza di alcuni che si lustrano gli occhi con le giocate estemporanee e anarchiche di un singolo giocatore, io apprezzo di più la coralità dell’azione, nella quale ognuno mette le proprie qualità al servizio dei compagni per creare azioni ficcanti che portino al gol.
      Meno cavalli pazzi e più giocatori di qualità in grado di dialogare col resto della squadra, così la vedo io.
      Parta pure peres e coi suoi soldi vengano presi due centrocampisti di qualità superiore e un giovane terzino dx da affiancare a zappa.

  31. 442, 433 (per dirne solo due):
    ormai sembrano due sport diversi, non so, non capisco più dove finisce la standardizzazione e l’omologazione mentale dell’allenatore e dove cominci, invece, una vera necessità legata al calcio di oggi. due moduli, un confine netto: due filosofie, quasi. io sono di altri tempi, e faccio parecchio fatica a capire.

  32. quando parli di peres, la prima cosa che ti viene in mente, che ne parlano tutti, è la diagonale.
    la diagonale: come evitare di tornare in difesa andando direttamente incontro alla curva. una vera invenzione. in tanti, prima della diagonale, continuavano verso la curva, a salutare la gente, come proprio dopo un gol. santa diagonale del vento, che ci illumini tutte le cose.

    la diagonale: come evitare di andare a salutare la gente in curva, dritti per dritto, salutare la folla, felici per esser finalmente tornati in difesa, dopo un contropiede travolgente.

    • Carlo, non ci pensare alla diagonale che ti toglie l’appetito 😀
      Il terzino non è che deve rientrare in difesa in diagonale: la diagonale il terzino dx, nel caso di peres, la fa solo quando il centrale di difesa di dx, in questo caso maksimovic, è salito troppo cercando un anticipo ed è stato scavalcato dal gioco, o comunque quando i due centrali sono fuori posizione. Serve in sostanza a difendere l’area dagli inserimenti avversari.
      Compito del terzino è difendere la parte di competenza sulla fascia e in area, talora facendo la “terribile” diagonale.
      https://it.wikipedia.org/wiki/Diagonale_(calcio)

        • non devi spiegare nulla, che la diagonale la conosco più di te, che ho giocato a pallone e la spiegano bene. quindi non fare tanto il maestro del nulla. piuttosto, cerca di capire una sola volta quello che scrivo, spesso gli altri ci riescono.

          • A me sembra che sia tu a imbastire polemiche dando dei professoroni a chi cerca di imbastire un discorso un minimo più tecnico, ma non è nel mio interesse fare polemica sul nulla; può darsi che ti abbia male interpretato, ma non è che la chiarezza espositiva sia il tuo punto forte eh.. 🙂

  33. con calma si valutano i giovani. con “calma” significa: dopo l’austria. il che è cosa assurda, a mio parere. per gli altri giocatori hai tempo fino a maggio, per i giovani nostri hai tempo 15 giorni in mezzo alla preparazione. poi si prende atto che il 433, pare, vinca contro tutto, contro i giocatori che hai, peres, contro ogni altra logica. bene. i giocatori si devono adattare a cotanto modulo. una squadra come la nostra, se ha peres, non dico che dovrebbe adattare il modulo a lui, ma almeno non giocarci contro. questo sono le prime impressioni. sono un po’ stanco di allenatori che hanno un solo modulo e tutto si deve adattare a quello, perché è quello che gli è riuscito meglio in passato. che limitatezza. poi non sono allenatore, e non so se peres può giocare anche in altri ruoli, non ho la controprova finché nessuno lo leva dalla difesa (intesa in senso stretto).