I top e i flop del mercato estivo: Cagliari e Pescara tra i migliori

10
4124

Ecco il nostro giudizio sulla sessione di calciomercato terminata solo la notte scorsa: chi sale e chi scende tra i club di Serie A

Il lungo periodo di mercato estivo si è concluso e, come sempre, ha portato molte novità per la maggior parte delle squadre del nostro campionato. La sosta per le Nazionali è arrivata nel momento opportuno e consentirà agli allenatori di lavorare, anche se per pochi giorni, con gli ultimi arrivati, sempre che non siano impegnati con le proprie selezioni.

Le prossime gare di campionato ci diranno, insindacabilmente, quali saranno le squadre che si sono effettivamente rinforzate e quali, invece, si sono indebolite, qui proviamo ad anticipare un nostro giudizio, in attesa del verdetto del campo.

Top

Juventus: La squadra di Allegri si è rinforzata in ogni reparto con giocatori all’altezza e che possono permettere al tecnico di gestire al meglio il doppio impegno campionato e Champions League. Considerate l’infortunio di Marchisio e la fragilità muscolare di Khedira forse manca un’alternativa di primo livello a centrocampo, che poteva essere rappresentato da Witsel. Ad ogni modo, i bianconeri rimangono la squadra che ha fatto il miglior mercato.

Cagliari: La società sarda punta decisamente ad una salvezza tranquilla, considerato il mercato di livello che ha condotto. Il presidente Giulini, infatti, ha consegnato a mister Rastelli un ottimo gruppo, composto da giocatori, come Borriello, IslaIonita e Padoin, che hanno molta esperienza nella massima serie, calciatori di livello europeo come Bruno Alves, senza dimenticare Storari, Di GennaroSau, su cui si può fare sempre affidamento.

Napoli: La cessione di Higuain, e per di più ai campioni d’Italia in carica, è stato un duro colpo per i partenopei, che potevano rischiare di non essere più tra i top, però hanno operato oculatamente sul mercato e, con ben 7 colpi, hanno cercato di consegnare a Sarri una squadra solida in ogni reparto.

Pescara: Anche il mercato della squadra allenata da Oddo è stato positivo e ha portato una buona dose di esperienza, grazie agli acquisti di Pepe, Bizzarri e Aquilani, mischiata però con un po’ di imprevedibilità data da giovani come Caprari e Manaj, prelevati in prestito dall’Inter. 

Flop

Milan: Acquisti sicuramente non di primo livello, almeno sulla carta. Le prime giornate hanno dimostrato che Montella è riuscito a dare, in poco tempo, la sua impronta alla squadra, ma manca qualcosa soprattutto tra centrocampo e difesa e, l’arrivo sul gong finale di Mati Fernandez, non può essere sufficiente.

Lazio: Il duo Lotito-Tare non ha fatto un lavoro eccelso sul fronte mercato, nonostante gli arrivi di Immobile, Bastos, Lukaku e Luis Alberto. Manca ancora molto alla squadra allenata da inzaghi per poter puntare in alto e la vicenda di Keita, praticamente irrisolta, sicuramente non aiuta.

Roma: Buoni gli interventi in difesa operati dai giallorossi, ma non bastano. Per rinforzare una squadra che punta allo scudetto bisognava operare in ogni reparto. Ci si aspettava un acquisto a centrocampo che, però, non è arrivato e l’assenza di Pjanic si farà sentire. Paredes è un ottimo elemento e il recupero di Strootman può rivelarsi fondamentale. 

Palermo: Pessimo sessione di calciomercato condotta dai rosanero che si affidano ad una squadra molto giovane. Manca solidità a centrocampo, non possono bastare gli arrivi di Gazzi e di Bruno Henrique, e  ed esperienza tra i pali, in più i tifosi speravano nell’arrivo di una punta che assicurasse un certo numero di gol lì davanti, ma tutto è sfumato. Positivo, tuttavia, l’approdo in Sicilia di Diamanti.

Condividi

10 Commenti

  1. non capisco perchè sia un flop il mercato della lazio??? boh
    inoltre io avrei messo l’Inter nei top, Gabigol c’era mezza europa che lo voleva, idem per J Mario che è stato probabilmente il miglior giocatore all’europeo appena giocato (e vinto)

  2. Il campionato italiano sta diventando peggio del francese purtroppo. Tutte le prime posizioni da anni sono scontate. E così non se lo fila più nessuno… In premier negli ultimi 4 anni hanno vinto 4 squadre diverse, e per poco non sono state 5 su 5…

  3. Secondo me rischia anche l’Atalanta…. per quanto riguarda il Palermo, è una retrocessione studiata da Zamparini, l’anno scorso gli è andata male… Ecco, qui dovrebbe essere punito per slealtà sportiva, voler perdere di proposito significa falsare il campionato, ma la giustizia sportiva (e anche giuridica) qui non ci vede….

  4. Pescara e Cagliari sembra abbiano fatto di più perchè sono neopromosse. Ma vedo tanti nomi , vedremo quanto saranno utili in campo.
    La lazio francametne non riesco a vederla come un flop ha comprato pochi giocatori, ma si è rinforzata realmente e con l’acquisto di immobile a 8 milioni hanno fatto un affare.

  5. Sono molto contento per su Casteddu. Noto però che l’articolista non cita tra gli acquisti di qualità di Giulini il nostro Taxi. Dimenticanza? 🙂
    Mi sa che la sorpresa sarà il Pescara di Oddo. Il prossimo anno, se questo va bene, potrebbe finire in una delle “grandi”.

  6. Van giù Crotone, Palermo e una tra Bologna-Udinese-Pescara.
    Gobbi purtroppo inarrivabili. Dietro Roma e Napoli.
    Tutte le rimanenti galleggieranno un po’ su (Inter, Fiorentina, Sassuolo, Milan, Lazio, noi) e un po giù (le rimanenti)