Toro, impasse sugli esterni? Soriano torna di moda

120
4838

Solo Iago è vicino, ma non può bastare, e all’estero la ricerca è bloccata. Il Toro pensa al 4-3-1-2: Soriano nuovamente cercato, come Saponara. E il Verona offre Pazzini

Trattativa serrata con la Roma per Iago Falque. Per Adem Ljajic la porta resta sempre aperta. Ma il Toro, che ha perso Giaccherini e si sente privo di alternative concrete sugli esterni, deve guardare anche alla possibilità che, alla fine, il 4-3-3 possa diventare una pista poco percorribile. Viste le recenti complicazioni sul mercato, Petrachi è tornato a sondare il mercato estero, ma i risultati, per ora, non sono particolarmente soddisfacenti. Anche perché Mihajlovic, di scommesse, già ne ha: c’è per esempio Parigini, che è un talento ma che ha tutto da dimostrare; c’è Boyè, che propriamente esterno non è; e c’è Aramu, che spera in una conferma. Di qui, con poche (o nessuna) alternativa in mano, si deve guardare altrove. E Roberto Soriano può tornare, di colpo, a fare il caso del Toro.

Già, quel Soriano che aveva già un accordo di massima con i granata, raggiunto settimane fa, ma non con la Sampdoria. Quel Soriano che Ferrero vuole vendere, per non meno di 10 milioni. Quel Soriano che, difatto, costerebbe quanto Iago e Ljajic al Torino, o poco meno. Un cambio di modulo per necessità, più che per virtù, che a Mihajlovic andrebbe pure bene, ma solo se per giocatori già affermati. Come Soriano, appunto, o Saponara, che guardacaso ha lo stesso agente del giocatore blucerchiato. Anche il trequartista dell’Empoli piace parecchio, ma per ora continua a restare l’alternativa al giocatore che, tra le altre, ha sempre l’Inter alle sue spalle.

Un intreccio di mercato non da poco conto, ma attualmente subordinato alla trattativa, doppia, con la Roma. Doppia, perché, da un lato si tratta, separatamente, Iago Falque, ma contestualmente, come già si scriveva ieri, si continua a sperare per Ljajic (il Toro è disposto ad aspettare eccome).

Giampaolo Pazzini, 31 anni, proposto al Toro dal Verona
Giampaolo Pazzini, 31 anni, proposto al Toro dal Verona

Ma torniamo al 4-3-1-2. In tal caso, al Toro si renderebbe necessaria la presenza di un’altra prima punta, oltre a Belotti e Maxi Lopez. E subito i vari operatori di mercato si sono mossi, per proporre questa o quella alternativa. Spinge molto, ad esempio, il Verona per fare in modo che Pazzini possa trasferirsi in granata. “Ci stiamo lavorando” confermano gli scaligeri, ma per ora alla proposta veneta, il Toro resta sordo. D’altra parte, si tratterebbe di un rincalzo, non di certo di un titolare. Insomma, con il mercato che (non) si evolve, il Toro è costretto a valutare soluzioni che fino a ieri scarsamente considerava. Con la speranza di accontentare Mihajlovic e di non gettare alle ortiche l’entusiasmo della piazza che si era creato in queste settimane, ma che sta scemando visti i continui intoppi in fase di trattativa.

 

Condividi

120 Commenti

  1. Mah…io credo che 20 milioni sia una cifra congrua per peres…in fondo è valido dalla meta campo in su(anche se troppo individualista e con poca visione di gioco)e da rivedere in fase difensiva…poi si deve considerare il rango del club.giocasse nella roma per esempio costerebbe 5 milioni in piu.

  2. @glenngloud, esatto, pensa ai 60 offerti dallo stesso MC ai gobbi per Bonucci o ai 40 per Mangala (che fine ha fatto?) due anni fa.
    Mi sembra che facciamo sempre la figura dei morti di fame, ti fanno vedere due soldi e tu subito accetti.

  3. Un DS con le palle avrebbe venduto Peres a molto più di 20 milioni,considerando la qualità attuale e potenziale del giocatore,l’età e che gli acquirenti possibili sono squadre dal grande potere d’acquisto.la Roma,per capirci,l’anno scorso è riuscita a vendere romagnoli a circa 25 milioni ad una squadra nettamente più povera delle pretendenti a Peres.avevamo un tesoro in casa e lo stiamo buttando nel cessò.dai,adesso tirate l’acqua.

  4. Continuo a non capire questo attendismo su iago cmq….forse un giorno qualcuno me lo spiegherá…se hai l accordo da un mese cosa aspetti per chiudere??ah…forse il sig cairo vuole aspettare di cedere anche bruno peres.forse la sua proporzione è incasso 40 spendo 1.

    • Probabilmente hai ragione, e su questo non discuto, però non ho mai letto un tuo commento simile quando per 4 anni abbiamo giocato con centrali di centrocampo con il buon Peppe e il rosso dire che avevi capito che grazie a Cairo Petrachi e Ventura oltre loro 2 non c’era nulla. Prima la colpa era di Cairo Petrachi, ora ci aggiungi pure Mihajlovic. Bah, strano ragionamento. #SFT

  5. Condivido quasi tutto. Stiamo dando mostra di poca serietà e improvvisazione. Viene allo scoperto una società che con Ventura ha nascosto negli anni l’incapacità di altri, in primis Petrachi.
    L’unica cosa che non mi piace è vedere che qui ci sono alcuni che deridono i 5mila di domenica alla Sisport. Ma che cazzo di tifosi siete? State seduti nei vostri salottini a cliccare sul pc per scrivere ste idiozie.
    io ero lì, con migliaia di persone innamorate del Toro. Della maglia. Non di Cairo. E quando Mihailovic ha ordinato ai suoi di andare a firmare autografi tra i bambini (che erano centinaia) è stato bello. Da Toro. da gente innamorata del TORO. Gobbi fottetevi

    • Se Petrachi era un buon diesse aveva già avuto proposte da altri club, invece sic! È ancora qui e ce lo dovremo sorbire chissà per quanto altro tempo, gli anni scorsi non aveva i soldi, ma ora che qualcosa in più gli mettono a disposizione dimostra tutta la sua incompetenza, ma a Cairo va bene lui, è bravino a vendere (anche se opinione personale dalle cessioni fatte si poteva racimolare qualcodina in più)

      • Petrachi andava bene fino a che c’era Ventura. Lui garantiva per i cavalli di ritorno e il petrachino cercava qualche nome nuovo grazie a Zavagno. Uno su due era una sola. A fare il diesse così ci riesco anche io

  6. Ciao Ragazzi, sono nuovo del sito anche se vi leggo spesso…
    vedo che il clima si sta facendo bollente…e darvi torto non ci riesco, ma non riesco nemmeno ad essere pessimista.
    A mio parere due e tre acquisti “decenti” si faranno, diamo tempo. L’anno scorso eravamo tutti abbastanza felici per il mercato e … sappiamo come è andata a finire.
    La cosa bella e che tutti Voi, dal più ottimista al più “disfattista” avete una cosa in comune… l’amore per il Toro.
    Quindi … Forza Vecchio Cuore Granata “. “Mai più mercenari””

  7. A Carlo delle 9:53………Caro Carlo, non merito alcun complimento perchè non ho alcun merito. L’età è quella che è però mi consente di non correre mai dietro alle punte dei ragionamenti ma di cercare sempre di arrotondarle perchè non facciano male. Ne ho viste tante e ne vedrò ancora tante (spero….tocco ferro) e non mi aspetto cose roboanti perchè le delusioni fanno più male delle illusioni. cerco di analizzare le notizie senza farmi prendere dalla certezza che siano realtà. In fondo il buon vecchio Trapattoni nel suo milanese calcistico aveva ragione quando chiamava in campo gatti, sacchi ecc ecc….. Scriviamo i nostri desideri, le nostre speranze e le nostre illusioni ma giudichiamo solo i fatti, quando questi si sono compiuti. farlo prima ci espone a diventare soggetto ed oggetto di questa macelleria mediatica che ogni giorno deve alimentare un giro di notizie che in fondo servono solo per vendere giornali e produrre stipendi.

  8. Carlo, per fare il mercato che dici tu ci vogliono competenza ed organigramma a libro paga insomma una società organizzata ti pare questo il Toro? tutto è in mano a Cairo che dispone a suo piacimento ha un’organizzazione direi snella per usare un’eufemismo che come unico e basilare principio ha il fatto di non indebitarsi e se si può dare utili, fare il calcio oggi a certi livelli e non aver debiti con le banche è un’utopia tutte le squadre che ci stanno davanti o che vorrebbero lottare per l’E.L. lo sono tranne il Sassuolo che è un’entità solo finanziaria( sportivamente non esiste) dovresti organizzarti come un’azienda vedi Udine per campare di calcio ma non mi pare che urby sia interessato a questo, si tira a campare facendo attenzione al bilancio quali siano i motivi che spingano braccino a stare nel calcio li capiremo fra qualche anno forse.

  9. Chissà perché Pazzini lo offrono proprio a noi. L’incompetenza della nostra società è manifesta, siamo degli zimbelli. Saponara non arriverà mai, se non al 20 di Agosto in assenza di offerte migliori, idem per Soriano. Peres invece lo vendiamo subito, così le altre società sanno che disponiamo di un bel gruzzolo e ci prenderanno per il collo. Benissimo. Mal che vada giocheremo ancora con Vives davanti la difesa e Padelli in porta, tanto alla mediocrità ci siamo affezionati. L’Europa ci aspetta 🙂

  10. Capisco che i tempi sono cambiati e il/i giocatori simbolo non esistono più….ma dev’ esserci una linea guida della società che impone delle cose. Bilbao ogni anno va in Europa…..e vende,ogni tanto, quelli bravi. Ma chi gioca nel Bilbao si sente “basco” ed è fiero di esserlo. La dirigenza del Bilbao fece un sondaggio (nel 2010) fra i tifosi per sapere se avessero voluto in squadra giocatori stranieri e la risposta fu che il 94% non voleva stranieri. Ha, inoltre, una delle “cantere” migliori d’ Europa e un bilancio da paura. Non è fantascienza o utopia…è realtà attuale

  11. @quasifattaper, sì, noi dobbiamo rischiare. siamo nella situazione di rischiare. quando si è più deboli, si deve lanciare qualcosa oltre. male che vada finiamo 13simi, forse. ma dobbiamo rischiare di prendere giocatori ungheresi, dell’est, oppure di qualche altro posto non “in”. i prezzi sono accessibili, e viene tutto in tasca e posso essere dei veri talenti. dobbiamo rischiare, ne abbiamo sei davanti e 14 dietro. sono un matematico di prima risma.

  12. compriamo subito 2 o 3 giocatori nuovi di qualita abbiamo perso troppe occasioni e troppi nomi oramai andati male noi tifosi ci siamo sempre ora tocca alla dirigenza fare qualcosa di più vogliamo europa e subito siamo davvero incazzati come il nostro allenatore gia deluso per non aver comprato alcuni giocatori che ha schiesto quindi oggi subito acquisti cairo svegliaaa

  13. Chi viene da noi, Suarez o Ebagua, deve respirare Toro…..essere intrigato dai nostri colori. Ricordo Simone Loria, scarso finchè vuoi, ma uno che si faceva incaprettare per la nostra maglia. Quando squalificato (sovente), andava in mezzo ai tifosi. respirava aria granata. Le figlie del Mondo andavano in curva……e il Mondo è stato quello che è stato. Recoba, invece, quando gli hanno chiesto di Superga ha fatto un’ espressione come dire “e cos’è Superga”? Venuto a Torino per mettersi a posto i denti…queste sono sonore prese per il culo, imperdonabili

  14. Ripeto, noi si deve cercare i nuovi Darmian e Peres ( con il riskio Mino bis)….Quelli giá mediamente affermati è logiko ke preferiscano il Milan, il Napoli o la premier…ma x sondare i mercati nazionali ed esteri c vuole organizzazione…nn basta l’uomo solo al comando

  15. sì @pelogrigio, però quando giochi, mica pensi ai soldi: il contrario! altrimenti mica giochi bene! “il tetto è basso”, vuole dire che si scalda subito. io vorrei dire una cosa impopolare: il difetto di cairo, su questa cosa, è più il non chiarire una filosofia (non cl chiarisce perché non ce l’ha). dovrebbe dire: io, presidente del toro, vorrei tenere un tetto ingaggi più basso del normale, perché sono presidente del toro, non una squadra normale, non anonima. lui questo non lo sa, non ho il suo cellulare e non glielo posso dire. oppure hanno ragione quelli che vogliono il tetto alto, ci può stare. anche come resa, come un arrendersi alla prima opzione (e cioè, siamo il toro). arrendersi alla realtà dei fatti.

  16. Quando Cairo, anni fa, scese in campo personalmente, dopo aver licenziato sei o sette direttori generali, i risultati furono imbarazzanti….Oguro su tutti.
    Ritengo che lui debba fare il presidente e basta. Ci va un direttore generale carismatico e competente che conosca il labirinto del calcio mercato…che dura tutto l’ anno. Cairo deve fare il presidente…Il Sassuolo, ad esempio, è di Squinzi (MAPEI)….ma trovatemelo nell’ organigramma della società….non compare

  17. Mi pare tutto nella norma. La vicenda Giakkerini mostra la differenza fra una societá ke può e una ke vorrebbe…come x Ghoulam c impigliamo x qke centinaia d migliaia d euro e gli altri ne approfittano. Noi dobbiam seguire strategie diverse…i Soriano a14 m (nn li vale) lasciamoli a ki ha obiettivi (e fatturati) congrui…

  18. Il mercato è fermo perché Cairo se ne frega: ha altre cose a cui pensare.
    Mihajlovic è appena arrivato e non ha voce in capitolo.
    Petrachi è un incompetente e per giunta senza portafogli: finché Cairo non scenderà in campo personalmente non combineremo nulla, al massimo Iago Falque che non ha praticamente mercato ed è li che aspetta noi.
    Che desolazione

  19. Il Torino Fc è di Cairo e lui, giustamente, fa come crede. Ha messo un tetto ingaggi? benissimo, sia coerente con le sue scelte….ma non vada a cercare Soriano, Gabbiadini (ammesso che li abbia cercati). Se ha messo dei paletti e vuole e deve stare in serie A le strade da seguire sono diverse. Ljiaic tentenna? benissimo, se cairo pensava di spendere una cifra la investe in osservatori preparatori e competenti….magari come il serbo o giaccherini ce ne sono a decine in giro…..così si creano plusvalenze economiche e tecniche. Ma questo tipo di investimento è a lungo termine…..pensate lo avesse fatto anni fa invece di buttar via denaro per Amoruso, Barone, Pancaro, Recoba, Coco, Fiore, Amauri, Ventola, Gabbioneta e chissà quanti ne dimentico

  20. E’ un mercato difficile per tutti ma per noi difficilissimo, perchè secondo me il problema che poi alla fine blocca tutto è il tetto ingaggi che Cairo ha imposto, quindi è logico che certe tipologie di giocatori alla fine li puoi anche trattare ma se entri in competizione con altri oltre certe cifre non vai e perdi l’asta, bisognerebbe puntare su altri profili guardare al mondo e cercare li giocatori alla nostra portata ma per far ciò dovresti avere una struttura agile e competente che faccia scouting ed arrivi a prendere chi ti interessa a cifre giuste, poi naturalmente il tutto va condiviso e pianificato con la guida tecnica che deve essere convinta e consapevole di dover lavorare con giocatori non affermati .ho come l’impressione che si corra dietro ai nomi senza averne poi la capacità di contrattualizzarli tanto per far sognare i tifosi e scrivere i media ma purtroppo la realtà è questa il problema non è solo l’acquisto del giocatore ma l’ingaggio da corrispondere che spesso risulta essere fuori portata per i parametri di Urby.

    • Hai ragione anche tu, forse si è sbagliato ad andare a trattare giocatori che hanno contratti sontuosi che difficilmente accettano di prender meno, la nostra dimensione parere personale è trattare velocemente giocatori ottimi con ingaggi bassi, tipo Soriano, Saponara offrendoli ingaggi ben superiori a aurl che prendono, ma bisogna farlo in fretta e possibilmente a fari spenti.

  21. Io ne ho 6o, di anni…..ero a Marassi quando Barbaresco fece lo scempio. Era un altro calcio, più alla portata del tifoso. Ora è il calcio delle tv, delle veline, delle mogli procuratrici con la quinta elementare…
    La “colpa”, che può anche essere un pregio, del tifoso del Toro (non Torino) è solo quella di non accettarlo.
    Vogliamo gladiatori con la pelle granata e non esistono più. Onore a Di Natale, Vannucchi
    Sono troppo nostalgico, scusate

  22. onestamente non vi capisco, che Cairo sia braccino è indubbio, che possa stare antipatico (a me per primo) è comprensibile, creare allarmismi mi sembra esagerato; i nomi che circolano (veri o meno che siano) mi sembrano già un passo avanti rispetto al passato fatto di ex bari e/o ex gobbi, ovviamente alzando il tiro aumentano anche le difficoltà nelle trattative; credo che si debba dare un po’ di tempo a Miha di valutare chi ha ed era prevedibile una prima fase a rilento. Che poi, si sono mossi anche bene e le trattative imbastite erano per dei buoni profili, e non mi sembra che quelli che circolano come “alternative” siano inferiori, anzi. Se poi quei due sono dei pirla tanto meglio che non arrivino, ma è giusto avere pochi obiettivi principali piuttosto che tanti a muzzo. Diamo tempo, a inizio mercato nessuno voleva i “giaccherini” o i “ljalic” ora sembra che senza siamo da b, facciamo i tifosi e rinnoviamo l’abbonamento, il nuovo ciclo va valutato nel biennio e non dopo 4 giorni di Sisport….
    Chiudo con Peres: non ne capisco molto ma tutti ‘sti giorni mi sembrano più una volontà del giocatore di andarsene piuttosto che della società di venderlo….. ma anche qui, spariamo sempre a zero

    • La rosa dei nomi che circolano si è elevata? Vero. Riflessione.vai da un concessionario e inizi a trattare col venditore.prima una panda,la distanza tra domanda e offerta è breve,concludete ed arrivate a una quadra.poi tratti una Mercedes, e ti rendi conto che in fin dei conti è una trattativa assurda,perché il costo è alto,il mantenimento pure ed il venditore è scettico.domanda: cosa ha piu senso? Prendere la panda, o uscire dal concessionario a piedi dicendo a tutti che hai trattato una Mercedes?

  23. Credo sia un mercato difficile un po’ per tutti,vedo solo il Napoli che si muove un po’.Loro hanno soldi e appeal vista la CL.Parere personale su Giaccherini non mi strappo i capelli,a quell’eta’ se vieni e pigli quei soldi devi fare la differenza e su questo qualche dubbio l’avevo.Dobbiamo rifondare una squadra e non e’ facile in nessun caso,men che meno in un mercato cosi’ complicato.

  24. Entusiasmo della piazza che sta scemando ? Ma caro il mio Valentino Della Casa l’entusiasmo si è spento già da un po’ nel vedere i risultati del lavoro “a fari spenti”. Forse sarebbe meglio che i fari li accendessero bene bene per illuminare meglio le risate che si staranno facendo a Napoli oggi. Si parla di Saponara ma non si dice che ammesso che venga (visti i precedenti non si sa mai…) da noi costerebbe “solo” 13 milioni (contro i due di Giaccherini), ci farebbe cambiare modulo (e Miha non sarebbe certo contento) e non si sa se avremmo lo stesso risultato in termini di gioco. L’altra alternativa è Soriano, ma anche questa costa circa 10 milioni e pensate voi che quella faina di Ferrero sapendo che siamo con l’acqua alla gola ci faccia uno sconto anche solo di un caffè ? illusi ! e se penso che il Verona ci offre Pazzini….mi viene da spaccare tutto quello ho sotto mano (almeno poi mi ripagasse tutto Cairo..). Mi verrebbe da dire “stiamo facendo” e invece debbo dire “abbiamo già fatto” una figura miserevole. Un mese dietro a Giccherini e il Napoli in due ore ce lo porta via. Ljajic ci prende in giro da due mesi. Falque rischia di rimanere dov’è per una diatriba sul “diritto” o sul “dovere” di riscatto (a 7 milioni + 1 di prestito). Se lo prenderà qualcun altro anche questo e noi prenderemo Pazzini per due tavolette di cioccolato e un chilo di caramelle al miele, per la gola, perchè urleremo così forte e così tanto che ci verrà la tonsillite…. Mamma mia che mercato quest’anno……Meno male che fra poco me ne andrò al parco dei Giardini Margherita col mio nipotino che a 3 anni e mezzo tifa Toro ma ancora non sa queste cose…..e forse è per questo che continua a tifare Toro….

  25. Infatti, Rimbaud, un caos organizzativo e tecnico. Soltanto per tamponare sul momento ma senza proiezioni future. Anche i giovani della primavera di Longo…..monetizzare il più possibile invece che mandare in giro, anche a spese nostre, per valutare il loro valore in campionati difficili. L’ anno di Giacomini ci siamo salvati con 7/11 della primavera…..stadio sempre pieno.

  26. la storia di cairo braccino non sta in piedi. Lui dice avete 22 mln e tu petrachi sentiti con miha. Poi se vuoi giocatori forti metti in preventivo che se arriva una squadra che offre di più o fa la champions lo perdi. Io ribadisco che Il Toro deve partire da gente come Belotti, Joanson, Boye. 4 cosi all’anno e se uno esplode sei a cavallo. 10 giocatori della primavera in B e 1 esplode. Non arrivi 5 cosi , ma prima o poi ci arriverai. Altrimenti vai da Soriano offri 10 mln , se però Inter offre 11 sei fottuto….

    • Dato che al 99% abbiamo o fra qualche ora avremo circa 50 milioni in cassa, Vai da Soriano e offri 12 non 10 ma vacci da Soriano, l’Inter ancora non ci è andata che aspettiamo, che arrivi il Napoli di turno.
      Se ragioniamo cosi come dici tu allora non stiamo a perdere tempo con i Big (mezzi big) si fa come l’ Udinese, si crea una mega rete di scout e si comprano le promesse all’estero.

  27. A me più che i mancati acquisti mi preoccupano le poche idee e la disorganizzazione totale. In questi anni pur nell’alternanza di risultati ci eravamo abituati a pochi innesti mirati(e veloci), un modulo di base chiaro, 2 giocatori per ruolo.
    Quest’anno iniziamo così. 3 portieri di cui non uno affidabile per la titolarità. 6 centrali di difesa per 2 posti. 4 terzini sinistri di cui per motivi diversi non sappiamo se uno affidabile. 2 terzini destri titolari. A centrocampo acquah in coppa d’africa, gazzi inadatto al centrocampo a 3, vives oramai attempato, obi sempre rotto di fatto si può contare su benassi e baselli. Acquisti nel reparto più deludente? Zero. Come le trattative.
    In attacco ci sta di inseguire giocatori voluti da miha e non dirò nulla, ma Belotti sembra essere l’unico titolare ad oggi. Con Mai come possibile avvicendamento.Ma abbiamo anche Martinez,Boye, Parigini e Aramu e non si capisce cosa vogliamo farne.
    In più viene anche meno l’identità di squadra e il gioco che se pur noioso aveva dato nel tempo Ventura e che mascherava più di una magagna nella rosa.
    Affollamento nello spogliatoio, doppioni in ogni ruolo, ruolo scoperti, inseguire nomi, io vedo tutti gli ingredienti che qualche anno fa ci hanno portato in B.

    • Condivido molto di ciò che hai scritto e credo che la tua analisi sia spietatamente veritiera. Non concordo però sul sospetto che si possa andare in B. Il mercato, a parte pochi lampi è fermo alle chiacchiere, per tutti. C’è ancora il tempo per fare delle buonemosse e, cosa insolita per noi, ci sono anche i soldi per farle. Si tratta di vedere se sono scelte giuste per la nostra dimensione e se i soldi si vogliono spendere quando e dove serve o se si vogliono solo stiracchiare con forti probabilità di perdere la trattativa (come è già palesemente successo finora). Tralascio la figura miserevole che facciamo sulla piazza.

  28. Concordo con Carlo….non so quanti anni tu possa avere ma mi da l’ idea che ti riferisci ai tempi di Giagnoni, Radice, Mondonico…….anni di garra tremenda, innovazioni tattiche, gladiatori in campo.
    Ora andare in curva è trendy……non distinguono un fuorigioco da una sovrapposizione sulle fasce ma si fanno i selfi…questo è il mondo di Cairo e dei suoi proseliti

  29. Cairo è un uomo d’ affari. Ha preso il Toro e lo ha riportato ad essere il Torino ma avrebbe potuto acquistare la sampdoria o il Cesena o il Novara. In quel periodo gli intrighi di palazzo portavano a lui e così è andata. Dal suo Torino lui cerca visibiità, protezioni finanziarie e denaro contante. Che cresca o no a lui frega una cippa. Anche la scelta dei mister è sempre stata una scelta fatta a portare in panca gente poco ambiziosa, chi per l’ età e chi per il talento. Trovo strano Sinisa……Non è un aziendalista come gasperini al quale hanno venduto anche le reti delle porte e mai una lamentela. Può essere che Sinisa non duri molto

    • …..”Può essere che Sinisa non duri molto”….condivido la tua paura (se di paura si tratta). Io aggiungo che se perdiamo ancora un paio di trattative così pirlamente come quelle finora iniziate …. credo che Miha se ne andrà molto prima di averci fatto vedere sul campo che cosa sa fare in una piazza come la nostra. E a a parte tutti i risvolti giuridici e polemici forse ci vorrebbe proprio una mossa educativa del genere per svegliare Cairo e fargli capire che questo mondo va sì gestito imprenditorialmente ma che le regole sono un po’ differenti da quelle di una azienda industriale che produce beni durevoli. Sarebbe un patatrac ma forse necessario per imparare a non comettere più certi errori che invece stiamo facendo a mani basse. però nel campo dello spettacolo un risultatolo abbiamo raggiunto: abbiamo fatto ridere tutto il mercato.

  30. non si spiega che oggi basta una parrucca viola riccia con una banana in cima e vieni inquadrato. poi posti tutto su fb. non so cosa ci sia di più triste in quello scambio di favori e di foto e di reciproche tristezze e solitudini cammuffate che è fb. tutti col telefonino. la partita non esiste. non esiste più niente. e tutte quelle “fighette” allo stadio? sono tifose come sono tifoso io del vaticano. non ci capisco nulla.

  31. tutto è andato come previsto in mio post di 4 giorni fa. ora non tarperemo le ali a b. peres ………

    CHISSA SE FINALMENTE QUALCUNO CAPIRà CHE IL MALE DEL TORO è CAIRO !!!! hanno anche la faccia tosta di chiedere gli abbonamenti incredibile .
    la cosa più diffcile sarà nn prendere a calci in culo cairo e petrachi il giorno della apertura del FILA . SI questo nn sarà facile dovremo trattenerci e prendere dei calmanti alla loro vista …………..

  32. Gli acqusti da fare sono tre ripeto da mesi : Un portiere Sirigu, un centrocampista Soriano un attaccante esterno Gabbiadini Questi insieme ai giovani rientrati e con la cessione di Peres avremmo la squadra fatta con un mix di giovani e gioc.con esperienza .

  33. Le squadre ben strutturate, che siano di vertice o no, ogni anno avvicendano uno al massimo due giocatori….ma la struttura non cambia. Il progetto va avanti….Non si può pensare di cambiare modulo a luglio in base a chi si riesce a comprare (pochi). Giaccherini e il serbo, comunque, sono incognite…il primo è da giudicare senza Conte e il secondo senza psicologo. I giovani del vivaio vanno inseriti con cautela e al momento giusto.

  34. Aveva ragione bischero tolto ljajic non prendiamo iago perche si vuol fare 3412. Purtroppo queste per saponata e soriano sono trattative di nuovo lunghe. Se le vuoi chiudere in fretta devi subito offrire 10 milioni cash da lì non scappi, altrimenti facile che qlc si inserisca

  35. credo che i giocatori non si divertano più a giocare e siano solamente più competitivi. altrimenti non si spiega che le squadre grandi siano piene zeppe di rincalzi come giaccherini, che preferiscono fare panchine e avere quel 5 per cento di probabilità di spuntarla. non si divertono più. noi, al campetto, volevamo giocare. va bene che sono ormai vecchio, ma me lo ricordo ancora. mi sa che assomigliano a quei coviglioni degli spettatori (tipo europeo di calcio) perennemente incollati, con l’occhio, al maxi schermo (si vede che lo guardano continuamente per vedere se vengono inquadrati, altrimenti non si spiega perché reagisco sempre tutti all’istante: mica li avvisano!). non gli interessa più la partita, gli interessa esserci e nel modo più “vincente” (non so che termine usare) di tutti.

  36. Il problema non è aver perso Giaccherini o il serbo o che cazzo ne so. La criticità sono le modalità di mercato….sempre in affanno….sempre gli ultimi giorni…Sarebbe stato logico continuare sulle basi costruite l’ anno precedente. Partire da Zappa, Baselli, Belotti, Benassi Jansonn e via dicendo facendo integrazioni mirate nei posti lacunosi e senza cercare nomi altisonanti ma sondando giocatori motivati e accessibili.
    Una squadra di calcio è un’ azienda e non una pro loco, senza offesa alle pro loco che in inverno organizzano le feste estive

  37. Dopo il commento di gt esaustivo e drammaticamente lapidario chiudo di nuovo con il sito per oggi. Che bello leggere domani i mimmigiggi finalmente scriventi contro una società ridicola e infingarda. @tarzan hai ragione….per questo é ancora più ridicolo

  38. Cairo ha impegni in altri ambiti. Dovrebbe esserci un personaggio importante che segue in toto la squadra…acquisti cessioni. Sopratutto i rapporti con i procuratori, belve affamate di denaro. Il Toro dev’ essere un traguardo per un certo segmento di giocatori e non un ripiego di fine estate.

  39. Società con mezzi economici (mezzucci) ma con competenze operative e di mercato molto approssimative. Proprio perché non puo’ competere con i bilanci faraonici (o supposti tali) di altre concorrenti dovrebbe eccellere nelle strategie di mercato, nello scouting, nella conoscenza dei mercati esteri e non solo dei procutari che hanno a libro paga qualche giocatore di passaporto straniero. Invece abbiamo la coppia Cairo/Petrachi. Uno che se ne frega e l’altro chiaramente non all’altezza. Gran sballo.

  40. A quel che so le trattative si fanno in primavera…in estate si aggiustano i dettagli…programmando un progetto ed un suo percorso. Il venaria aveva già tutto programmato a fine campionato e le trattative le fanno personaggi preposti….non il presidente fra un impegno e l’ altro. A noi, sopratutto, manca un’ organizzazione societaria con le palle quadrate.

  41. Poverino Cairo non ha colpe. Neanche petracchino….la colpa è di miha che non attrae i giocatori. In una società seria se vuoi fare un modulo hai 10 giocatori a cui guardare. Noi andiamo su pazzini….che grandi

  42. Credo che, in collaborazione con alcune testate giornalistiche, si stia giocando al labirinto degli specchi….un giorno giaccherini (andato), lijaic (mah), Saponara, Soriano, Gabbiadini, Muriel, ecc ecc
    Ratatouille di nomi, esterni, interni, laterali….In stile “Dallas” o “Dinasty”. Prego e spero di non arrivare a fine agosto con Cassano, Mexes e Pazzini

  43. A mio parere Cairo non ho colpe in questo inizio di calcio mercato, i due della Roma erano presi avendo già raggiunto l’accordo con la Roma, Giaccherini era già preso avendo raggiunto l’accordo con il Sunderland. Le bizze le hanno fatte i giocatori. Ljajic aspetta la chiamata del Milan, Giaccherini preferisce fare panchina al Napoli. Che colpa hanno Cairo e Petrachi?

    • ma certo: la colpa è dei tifosi! hanno spaventato i nuovi venuti e li hanno fatti desistere dal prendere in considerazione il faraonico compenso promesso dal munifico giornalaio.. ormai hanno capito tutti che non c’è un progetto al Toro: chi può fugge e chi non c’è, evita…

    • E interpellare prima i calciatori di cosa vogliono e cosa ne pensano, no?
      Ma stiamo tutti a dire che sono i calciatori e i procuratori che comandano e noi siamo l’unica società che si rivolge prima ai club?

  44. Io è da mó che avrei virato su Soriano, dopo i primi tentennamenti di Ljajic. Ma giustamente la società ha provato ad accontentare Mihajlovic quindi è stato giusto insistere, un po’ perché così a parer mio è stato troppo. Comunque sono solo un tifoso per cui conto nulla. Detto questo ci sono ancora dei giocatori interessanti per fare una bella squadra. Forza! #SFT

  45. Ma non dovevano esserci problemi? Adesso anche i più ottimisti scendono dal carro? Siamo riusciti a scartare il 433 perché non ci sono più giocatori sul mercato. Ora passiamo al 4321….modulo in cui parigini, benassi, peres sono inutili. Non è che ritorniamo a Bovo centrocampista in un 532?

  46. mi sembra sempre piu assurda questa situazione! possibile che in tutto il mondo o anche solo in tutta europa non ci siano profili migliori o anche uguali a ljaic o giaccherini?!! ma siamo matti? persi loro due non ci sono piu alternative?! e poi come attaccanti non abbiamo solo maxi e belotti,ci sarebbe anche martinez. quindi se lo considerano un attaccante esterno uno già ci sarebbe e con falque ci sarebbe il secondo,se lo considerano come prima punta non serve prenderne una terza…ma comunque in ogni caso non quell’altro coglione di pazzini per favore!!! anche no!..

  47. Va bene, ora basta scherzare,
    Ad aprile sapevamo che si restava in A, a fine maggio o giù di lì la società sapeva il nome del prossimo allenatore, ma la parola programmazione è conosciuta in questa società?

  48. Dopo lo scontato finale della telenovela Ljajic-Giak,
    il 13 luglio è iniziata la seconda serie, dal titolo Saponara-Soriano prodotta dalla Torino FC e scritta dal duo Cairo-Petrachi, intanto invitiamo i signori telespettaotori a continuare a seguire anche una telenovela minore che è quasi giunta al termine: “Iago Falque e il mistero dell’obbligo di riscatto”.

  49. Miha se ne va fra breve se non si fa una campagna seria. Pazzini….voglio vedere se qualcuno avrà il coraggio di dire che è un grande giocatore. Dopo amauri pazzini. Che pena di società. Petrachi è da licenziare. Sul nano? Bhe….su di lui tutto il male possibile

  50. l’importante è sapere chi siamo e dove ce ne andiamo. è sapere se andiamo allo stadio e così via, fino all’ultimo streaming pirata. se non sappiamo cosa dobbiamo fare, stiamo a casa. cosa ce ne frega di falque? adesso sì che mi sono sfogato.

  51. Mi sembra assurdo che in mancanza di Giac e Gas si debba addirittura cambiare modulo ….
    Comunque, siccome ritengo occorra intervenire sul centrocampo e mi pare stiamo latitando, magari venissero Soriano e Saponara.

  52. bene ragazzi, fa niente. mi ci vorrà un mese di elaborazione del fatto che viene ceduto peres, se viene ceduto. sto già male. faccio finta che si venduto, mi viene più facile. detto questo, che ho bisogno di dirlo, sono contento che non viene la giacca piccola e lenta e usata di giaccherini, l’uomo nuovo degli europei. poi io mi fermerei qui. non prenderei falque. terrei i nostri. occasione più unica che rara. c’è un problema: se va via peres, abbiamo una quantità di milioni che non sappiamo cosa fare. cosa potremo farcene? investirli nel settore giovanile. inventiamoci qualcosa. assoldiamo osservatori. facciamo un toro channel (e vendiamolo a sky). @zappology potrebbe fare il presentatore da roma. con la riga in mezzo. scusa, @zappa, non so come sei pettinato. scusate, sono un po’ scioccato e la base della parola è “scioc”, quindi voglio essere sciocco. saremo la squadra rivelazione perché non avremmo niente da perdere. e il prossimo anno compreremo quel che ci manca.