Filadelfia, il Tempio risorge: la fotogallery

68
3396
filadelfia
CAMPO, 12.9.16, Torino, stadio Filadelfia, nella foto: la nuova tribuna

 

Condividi

68 Commenti

  1. @qui sont, io come tutti avrò opinioni in quanto tali opinabili ma non sopporto, anche per motivi personali, chi antepone il pre-giudizio al giudizio. e si permette pure di fare il figo nascondendosi dietro una tastiera. Sei depositario di chissà che segreto sconvolgente? vai in procura e non rompere le palle con la supponenza del “sotuttoio”.

    • @kurtz, ci siamo scontrati spesso nelle rare occasioni in cui scrivo, e ci scontreremo di sicuro, ma ti riconosco di essere un sanguigno, passionale e soprattutto onesto già dai tempi dell’onore delle armi al Guru, raro esempio di uno che non sopportava Ventura che però ne ha riconosciuto (penso) il ruolo “storico”, inquadrato in questo quinquennio partito da ottavi in B.
      E’ vitale riavere il Fila, in qualunque modo avvenga, come si fa a non capire che è il contenuto a dover essere riempito di valori e non il contenitore?
      Non ritengo così scontato né elemosinato il finanziamento regionale (quello del Comune era dovuto come oneri di urbanizzazione per il bennet, ma anche lì, poteva finire nel dimenticatoio) e credo che avere la presenza e la propria centralità in città, nel luogo delle radici, sia un valore incommensurabile.
      Poi vabbè…i soliti post che sottintendono azioni criminose da denuncia penale che si fermano sempre un attimo prima di passare dal qualunquismo del popolino al coraggio delle proprie azioni, oppure le disquisizioni sul più british, meno tribunetta stile san maurizio…

  2. A me emoziona veder crescere una tribuna tra i palazzoni anonimi anni ’50/60. Mi apre il cuore vedere due bei prati verdi, curati, tra gru, cemento e strade d’asfalto. Vedo un luogo che al di là della forma architettonica più o meno coerente e riuscita potrà avere in sé quell’anima che sisport, vinovo, milanelli e novarelli vari non avranno mai…se solo gliela daremo noi tifosi per primi. In fondo si parla di un Fila “glorioso” ma per la leggenda che ha ospitato e la storia che ha fatto, non per lo stile o la “monumentalità” architettonica. Piccolo, brutto e cattivo mi verrebbe da dire, sempre ai margini della città storica, tra i campi fino alla guerra, tra rotaie, padiglioni merci e edilizia speculativa e banale poi. Cadente, pericolante e trasandato anche nei ruggenti anni ’70. I miei ricordi di bambino, gli stalli in legno consunti della tribuna, le impalcature si sostegno che l’hanno alla fine avvolta…tutto è memoria e mito. Che tristezza leggere qui che i sacerdoti del Toro si abbassino ad una polemica fuorviante anche su questo…

  3. A me piace parecchio. Ma anche se non mi fosse piaciuto la sola idea di ritornare a formare i giovani nel campo degli invincibili mi sarebbe bastato. Se avessimo fatto una struttura più bella più grande da un’altra parte non sarebbe stata la stessa cosa. Se ci penso che fino a poco tempo fa era in mano a quei mafiosi…

  4. FELICE PER IL FILA come simbolo anche se si poteva forse farlo più simile all’originale. UN GRANDE RINGRAZIAMENTO a tutti quelli che si sono dati un gran da fare. nn nascono un certo rammarico e stupore quanto legggo solo adesso si accorgono che ci vuole il collaudo ed altre partiche burocratiche ……….

    sino a una settimana fa parlavano del 17 ottobre ora si parla di marzo 2017…… io darò ilmio contributo economico solo quando sarà certo la apertura ……………

  5. La squadra vi fa schifo, il Fila pure, ma andate a comprare le piastrelle del cesso-gobbodromo-ladridimerda e restate a vedere i vostri beniamini. Non tirate fuori un centesimo di euro e siete sempre lì a ruttar cazzate. Fatevi un favore, cambiate squadra o datevi all’ippica…banda di storpi dentro e fuori.

  6. Ci sono tante cose che non mi piacciono di questa operazione , compreso il comportamento di noi tifosi nel raccogliere fondi . Trovo solo una cosa di positivo , di certo non la struttura , ma “IL CAMPO ” !! Finalmente il manto verde , dove Valentino e compagni costruirono la LEGGENDA , è pulito , libero da erbacce e sterpaglie . Per il resto , c’è poco da gioire.

  7. Cheeccome,mico sia in casa,fuor di dubbio,che qualcuno qui sia viscido da far pieta’pure,che la situazione sia da cappio al collo,reale,cazzarola.. Vorrei sapere chi si è lamentato dello spazio concesso,mi piacerebbe saperlo!!!quello è il NS spazio, quella è la CASA.che poi nasca come il bambino storpio,pazienza,l’affetto quello vero,risana e irrobustisce.l’artefice dei NS guai ha un nome su tutti,antonio giraudo. Mi ricordo la frase..”magari facendo un passo indietro, se ne fan due in avanti”,come se sapesse già tutto.Cairo ai tempi di cimminelli parlo con un dirigente e offrì 6mld di lire,faceva già cartellonistica stadio.il calcio gli interessava eccome solo lo voleva gratis o quasi.ora si riparte,malandati ma l’anima riaffiora

  8. Ripeto. Il Filadelfia, così, è meglio che niente. Aggiungo. Anche Cairo è meglio che niente. Quando impareremo ad accontentarci, visto che non possiamo fare NULLA per cambiare le cose? Questo forum trasuda bile e sono convinto che la squadra ne paghi in qualche misura le conseguenze. Tifate, fratelli, tifate e non rompete!

    • Aggiungo al sacrosanto “tifate fratelli”.
      Riusciamo a smetterla ad ogni partita di insultare i Gobbi più di quanto tifiamo per il nostro Toro?, va bene al Derby insultare i PorciGobbi ma nelle altre partite vorrei sentir tifare solo per il Toro #SFT.

    • eh eh…ho un’immagine che forse rappresenta bene un certo modo di essere tifosi del Toro (che al di là della proliferazione nei modi, dovuta alla diffusione dei mezzi multimediali odierni, c’è sempre stato…ricordo perfettamente “tifosi” che negli anni 80 al comunale dava dell'”asu” a Dossena, Junior, Francini, ecc. al secondo errore di fila :-)): un vecchietto in barba bianca, plurinovantenne che dalla carrozzella agitando un bastone tipo “numero 1” del gruppo TNT, dice riferendosi ai giovani “…se avessi 10 anni di meno vi farei vedere io, me le tromberei tutte”…per la serie se potessi vi farei vedere come si fanno le cose

  9. Ognuno ha giustamente le sue idee e opinioni in merito al Fila. Certo, non e’ stato ricostruito come si poteva tentare, al momento da ancora l’idea di un mezzo cantiere, quale in effetti e’. Ma perlomeno si abbandona il campo di patate di periferia, si rientra nella ns casa. Non e’ e non poteva piu’ essere quella di 50 anni fa, ma cmq meglio, molto meglio del nulla e delle sole sterili polemiche. Le esternazioni di Salvadori, degnissime di attenzione e non solo di critiche (ho colto giusto, da qualcuno?) fanno pensare: dietro Cairo non c’e’ nessuno. E anche se su Cairo e sulla dirigenza mi sono espresso piu’ volte negativamente, meglio lui che altri faccendieri, la ns storia ne e’ piena. Mi turo il naso e sostengo sempre, sosterro’ sempre la ns maglia…guardiamo avanti. OT. I fondi raccolti dalla Fondazione (forse) aiuteranno il lotto II, poco o tanto non sono in grado di dirlo. Del lotto III non se ne sa nulla, anche se qualcuno nel Museo lascia trapelare timido ottismismo. Non mi espongo di piu’ perche’ ne so poco e cmq dietro sembra ci siano i segreti della tomba di Tutankamen…

  10. Noi tifosi di Torino siamo diventati ridicoli, siamo pochi e quasi ci vergogniamo di mettere le sciarpe al collo dei nostri figli.
    Il Torino FC è una società vergognosa, con un presidente affarista che usa il Toro per se stesso enon gli frega un cazxo di farci crescere , gli basta tenerci li e far vedere quanto è bravo a fare utili perché è più semplice fare plusvalenze che vincere qualcosa.
    Aggiungeteci che SanPaolo e via dicendo non muovono soldi se gli Agnelli non vogliono.
    Il risultato sono il Fila e lo Stadium.
    Mimashi io lo so che sono soldi buttati nel cesso ma in qualche modo il Fila deve rinascere e noi dobbiamo esserci perché tutto il resto è merda.

  11. io Cairo a volte me lo mangerei vivo, non capisce na mazza di calcio giocato, però io sono un nostalgico, e se vedo che fine hanno fatto il milan e l’inter e tante altre squadre in mano ai cinesi e suca petrolio…..bè urbano sei italiano come me e come il mio Toro……grazie di averlo preso e di continuare la tradizione, poveri ma genuini. Mi tengo e sono felice anche questo pseudo Filadelfia. perchè è nostro, è italiano!

  12. dimenticavo: quando siamo falliti il Toro è stato salvato dallo sprofondo nel calcio dilettantistico da uno studio legale, avv. Marengo. Ecco cosa la gran città di Torino espresse nella torbida estate 2005 per permettere al Toro di usufruire del Lodo Petrucci. Uno studio legale, con un aiuto della SMAT tramite l’allora sindaco. NESSUNO SI MOSSE. cairo arrivò qualche settimana dopo (tra il giubilo generale, me compreso) per essere ben certo di non rimetterci neppure un centesimo. Questa è storia. Ognuno tragga le sue conclusioni.

    • Kurtz, inattaccabile…il nostro paese è pieno di persone che sanno criticare e segnalare gli errori altrui. Poi stringi stringi nessuno si espone più di tanto. Son d’accordo con te, nemmeno a me Cairo fa impazzire, ma dato che non mi pare abbia dovuto sgomitare con i vari Ferrero, Lavazza, ecc, per prendere il Toro e che l’alternativa era sparire come sarebbe piaciuto ai gobbacci, forse tutti questi megacriticoni dovrebbero accendere il neurone prima di proferir parola sempre e comunque !

    • Io conosco una versione dei fatti che racconta di Cairo scovato e sollecitato da Chiamparino, all’ultimo minuto e non prima.
      Poi si sa che le versioni sono molte.
      Esiste un’intervista a Maremgo che lessi l’anno scorso e che trasuda amarezza e pathos nel ricordo di quei giorni. Traccia un ritratto di Torino e dei piemontesi desolante ( ne esce bene solo Boniperti, pensa un po’), e mi sembra assolutamente sincera.
      Convinciamoci tutti che a Torino comandano i mafiosi gobbi schifosi e per noi ci sono le bricioline.
      JUVE MERDA, LADRI !!!!!

  13. ok mimashi non sarà il Filadelfia degli Invincibili ma cosa proponi visto che ti atteggi sempre a “so tutto io” per estirpare la dittatura di quelli dell’altra sponda che ormai soffoca completamente questa città a tutti i livelli?? certamente saprai lo scempio di diritto (e indirettamente di soldi di contribuenti) che è stato permesso di fare alla real casa agnell-elkanesca prima a vinovo poi nelle aree ex continassa dalle sempre compiacenti istituzioni. A Torino non muove foglia senza che quelli là non vogliano, e la cosa tragicomica è che il lecca lecca istituzionale verso sti soggetti è anche aumentato da quando hanno spostato il baricentro dei loro interessi all’estero per motivi fiscali. Non c’è un solo imprenditore sabaudo subalpino turineis cui freghi una beata cippa del Toro, infatti quando siamo falliti l’unico che ci ha cagato è stato il milanese di adozione Cairo, del quale peraltro notoriamente non sono un fan. A livello tattico il Filadelfia riedificato, anche se ok non è il vecchio Filadelfia, è pur sempre un segno di vitalità. Per dirla chiara in queste condizioni è già tanto che il TORO esista ancora. e lo dice un feroce contestatore del sistema plusvalenza ecc.ecc. Però se non arriva il mitico sceicco, questo passa e passerà il convento subalpino.

    • Io non mi atteggio a niente :
      Esprimo delle opinioni,
      Opinioni personali ed opinabili, che possono piacere o non piacere, essere condivise o non condivise.
      Scrivo quello che penso, da sempre ben sapendo che a molti potrà non piacere, d’altra parte questa non è una gara di popolarità e a me di avere l’approvazione di perfetti sconosciuti che a parte una fede sportiva non hanno granché in comune con me, non mi frega granché.
      Vivo, mangio e dormo bene lo stesso.

      • Mimashi, ma non te ne accorgi di quanto te la tiri? Non ho granché in comune con te? Ti correggo, non ho NULLA in comune con te, per mia fortuna. Parli di sconosciuti, ma in un sito come questo chi ti aspetti di trovare? Ripeto ti atteggi a sapientone della Torino bene, fai denunce da codice penale circa la società, e magari non hai manco messo un centesimo nel Fila e vai in tribuna col biglietto omaggio…

        • Non ho bisogno dei biglietti omaggio, parlo di ciò che conosco altrimenti sto zitto.
          Sicuramente non sbraito alla luna come fanno tanti (tu compreso) salvo avere poi atteggiamenti che definire bipolari è riduttivo.
          Io so più o meno sempre formarmi un parere e di conseguenza da che parte stare, poi se sia quella sbagliata o meno lo dirà solo il tempo.
          Penso ciò che voglio, dico ciò che voglio e continuerò a farlo finché potrò, quando vorrò scrivere o pensare banalità ti farò un fischio e mi darai suggerimenti, nel caso

          • banalità? ha parlato Einstein. Lo ripeto signor mimashi: sei di una supponenza insopportabile. Ti ergi a sacerdote del nulla, spari saccenti critiche senza mai proporre nulla di concreto, ogni tuo commento gronda di un sottinteso: “Lei non sa chi sono io”. Credo di averti inquadrato, scommetterei una bella sommetta che sei il tipico esempio di quella borghesia torinese radical chic che ha sempre la risposta preconfenzionata su tutto e crede che il mondo finisca in corso Re umberto. Atteggiamenti bipolari? semplicemente io non ragiono esclusivamente in base ai pregiudizi come te, anche perchè in passato qualcuno giustamente disse “solo gli imbecilli non cambiano mai idea”. saluti, medico della mutua.

  14. mimashi,ok,va bene,ma ribadisco,pitost che niente,mei pitost.lo so,si son susseguite cose riprovevoli,dal giorno dopo la sua distruzione,addirittura,e sai bene,qto non sia accontentista,anzi.prima di beccaria e del nano,pensa qta gente ci ha marciato sopra,qta,illudendo,raggirando,circuendo,riempiendoci di bla bla inverecondi.il prode novelli,addirittura,infango’ il nome di piero bonetto,accusandolo ingiustamente..era deceduto da poco,pazzesco!!!nasce un bimbo storpio,lo so,ma nasce…certo la bugia cairota sulla cifra rieccheggia alla grande,ma e’ l’ultima di una lunga serie.il bimbo storpio va accudito,dai

    • Sarà un’enorme occasione persa della quale ci pentiremo per anni.
      Qualcuno si è appropriato indebitamente di ciò che era il Fila ed oggi ne ha fatto una cosa sua.
      Fra tutti i progetti presentati è stato scelto il più distante dal vecchio stile, il più pieno di falle…e nemmeno quello che aveva vinto il concorso di idee (che non è servito a niente) o addirittura il secondo classificato.
      È stato fatto tutto all’italiana, per favorire amici e amici degli amici.
      Lasciamo perdere gli Agnelli: guardiamo in casa nostra, che di personaggi deprecabili ne abbiamo a fitte schiere

  15. Non è il fila.
    Nel tempio oramai i mercanti fanno tutto ciò che vogliono…da una vita.
    Poi certo, è un ottimo campo di allenamento in centro, ideale per una tifoseria a basse esigenze ed alto grado di accontentismo.
    I tralicci stile gasometro poi (costati 700 mila euro più o meno, praticamente quasi tutto ciò che ha dato il “generosissimo” Cairo) completano l’opera.
    Meglio dell’immondizia che c’era prima? Certamente….ma chiamarlo Filadelfia con la F maiuscola suona blasfemo.

    • Infatti i nuovi stadi British: Wembley, Emirates, Olympic, Millennium a Cardiff….sono tutti fatti con i mattoni rossi. Pensiamo a riempirlo il Fila quando sara’ pronto (cosa che in Inghilterra avviene regolarmente) invece di criticare tanto.

    • E Tu, cosa hai fatto per far si che questo ” ecomostro2 non venisse edificato..che la sacra storia del Fila venisse perseverata con una ricostruzione fedele di quello che era prima..mattone per mattone??
      eh.. che cosa hai fatto???

      posso immaginare….UN BENEMERITO C….O!!!

    • non mi aspettavo altro tipo di risposta da gente miope che si fa andar bene qualsiasi cosa, da patenti di tifo a chiunque, difende cairo ma lascia che sia offesa la storia. sarà fedele all’ orginale (cit.) senza entrare in merito alla fondazione che ci sarebbe da aprire un enciclopedia.
      saluti Tifoso.