Primavera, Cucchietti è pronto a raccogliere l’eredità di Zaccagno

2
481

Il portiere della Primavera granata Cucchietti, nel giro dell’Under 18, si prepara a vivere la sua prima stagione da titolare

Nonostante gli interventi più complicati siano toccati a Coppola, inserito da Coppitelli nel secondo tempo del match di ieri contro l’Inter, la finale del Mamma Cairo ha mostrato un Cucchietti pronto e reattivo. Per lui, appunto, un solo tempo nell’incontro disputato a Quattordio con i neroazzurri, in cui ha saputo però destreggiarsi bene tra i pali e guidare una difesa che in alcune situazioni si è dimostrata in leggera difficoltà. Nei primi 45 minuti è riuscito a bloccare le pericolose incursioni di Gaydu in area, trovatosi più volte a tu per tu con Cucchietti apparso sicuro e affidabile.

Un palcoscenico, quello del Mamma Cairo, che ha potuto dare indicazioni importanti a Coppitelli, ma che indubbiamente nulla a che vedere con il campionato che sta per iniziare. Un campionato competitivo, che la nuova suddivisione dei gironi in base al ranking (fino allo scorso anno le squadre erano divise in base a criteri geografici) ha reso ancora più complesso. Un girone nel quale Cucchietti avrà una responsabilità enorme: prendere il posto di Zaccagno.

L’ex numero uno granata, fortemente voluto da Longo alla Pro Vercelli, ha lasciato un segno importante nella Primavera granata delle scorse stagioni. Uno scudetto, la Supercoppa Italiana contro la Lazio, la partecipazione alla Youth League, hanno sempre avuto Zaccagno come uno dei protagonisti più importanti nella squadra granata. Un’eredità pesante da raccogliere per Cucchietti che proprio all’ex granata ha fatto da vice in questi anni. Gli attestati di stima per il nuovo numero 1 non mancano: ha iniziato la stagione agli ordini di Mihajlovic in ritiro con la prima squadra a Bormio e da tempo è nel giro della Nazionale Under 18. Soddisfazioni che Cucchietti dovrà trasformare in carburante per riuscire a convincere e a imporsi anche con la maglia della Primavera.

Un compito difficile per l’estremo difensore granata sembra pronto: contro l’Inter, come si diceva, è apparso sicuro e convinto. Un atteggiamento importante, per lui ma soprattutto per l’intero gruppo. Ora non resta che aspettare l’inizio ufficiale del campionato, il vero banco di prova per Cucchietti e per l’intera Primavera.

 

Condividi