Primavera, Toro all’esame Pro Vercelli per consolidare il primo posto

0
363
Coppitelli
CAMPO, 29.07.16, Acqui, amichevole precampionato, Coppitelli TORINO PRIMAVERA - RAPPRESENTATIVA ACQUI.

Coppitelli prepara la sfida di domani della sua Primavera, aspettando notizie dalla prima squadra: il derby piemontese può portare a nove punti in tre gare

Dopo una settimana, è pronta a riprendere il suo cammino in campionato la Primavera di Federico Coppitelli. Due successi nelle prime due gare, ma soprattutto due belle prestazioni, sono un ottimo biglietto da visita per il tecnico granata, il cui obiettivo è ora quello di far crescere il più possibile la squadra, consolidando la posizione in classifica. Certo, a inizio stagione la classifica lascia il tempo che trova, ma vedere un Torino in testa, ex aequo con il solo Sassuolo, conferma che la squadra in Estate ha lavorato bene, e vuole continuare a raccogliere i frutti del suo lavoro.

Archiviata, facilmente, la pratica Avellino (ben 10 gol subiti in due sole gare), battuto il più impegnativo Chievo in trasferta, Auriletto e compagni si preparano ora ad affrontare la Pro Vercelli. Il derby piemontese verrà disputato domani, ore 15.00, a Ivrea, a causa dell’inagibilità del “don Mosso”. Una partita che il Toro sa di non dover fallire, per guadagnare quella fiducia che un gruppo, praticamente nuovo (sono pochi i giocatori effettivamente rimasti rispetto alla precedente gestione), necessariamente deve trovare con queste prime gare.

E per quanto non particolarmente proibitivo, lo scontro con la Pro – tre punti, ha vinto la scorsa gara con il Cittadella – è poco da sottovalutare. Anche perché, ancora, Coppitelli aspetta di capire quali giocatori della Primavera saranno chiamati da Mihajlovic in prima squadra: mentre Cucchietti si allena già con Hart e Padelli, c’è Rossetti che a centrocampo potrebbe sopperire alla doppia assenza, per squalifica, di Acquah e Vives. E poi resta il ballottaggio tra De Luca e Tobaldo, che settimana scorsa hanno giocato insieme, ma con il primo che è stato poi chiamato comunque in prima squadra, per la sfida contro l’Empoli. Di certo, resta l’impianto di gioco: il 4-3-3 che per ora sta dando buoni riscontri al tecnico.

Il resto lo dovrà dire il campo, e se il Sassuolo sfiderà il già citato Avellino, per non restare indietro il Toro avrà uno stimolo in più a battere i suoi prossimi avversari. Per continuare a dimostrare che la Primavera può davvero essere super, anche quest’anno.

Condividi