Soli: “Gustafson? Acquisto di prospettiva, da rivedere la collocazione”

55
3187
gustafson
Samuel Gustafson in Sisport (foto Edoardo Massucco)

Eslcusiva / Il Responsabile Area Scouting del Piacenza, esperto di calcio svedese: “Ha spiccate doti offensive, buona tecnica. Ma serve disciplina tattica”

Alessandro Soli, il Toro ha acquistato Samuel Gustafson. È un buon acquisto per il club?

Direi interessante. È un giocatore che nel campionato svedese ha dimostrato di essere importante, ma avrà bisogno di tempo per dimostrare le sue qualità in Italia. Le carenze sono soprattutto a livello tattico, nel supporto della fase difensiva, in questo momento entrambe in fase piuttosto embrionale. Deve dimostrare tanto: non ho dubbi sulle sue qualità, quanto sulla sua collocazione tattica. In Svezia gioca in totale libertà svariando sul fronte offensivo, senza precise istruzioni.

Non a caso c’è chi lo presenta più come un regista, chi come una mezzala chi come un trequartista.

Samuel è un centrocampista dalle spiccate attitudini offensive. È destro, alto, longitipo ma dal fisico esile. Ha sicuramente un’ottima tecnica sia nel calciare le palle da fermo, sia nel trovare rapide verticalizzazioni verso le punte. In Allsvenskan (la Serie A svedese, ndr) l’ho sempre visto giocare o trequartista o come centrocampista in una linea mediana a tre, ma con compiti esclusivamente offensivi. Ha un buon calcio dalla distanza, ma può essere più incisivo nel gioco aereo. Un’altra pecca è il dinamismo.

Ha avuto modo di vederlo dal vivo?

Sì, quando facevo il consulente di mercato per il Mjallby (sempre Allsvenskan, ndr). Ho incrociato sia Samuel, sia il gemello Simon, attualmente al Feyenoord. Diciamo che quest’ultimo mi sembra più completo, e in A ha un grande estimatore in Zamparini, che lo aveva cercato col suo Palermo, come anche la Fiorentina. Entrambi giocano nella medesima posizione, ma Simon mi sembra abbia maggior dinamismo e colpi.

Pensa che sia già pronto per la A?

Lo considero di più un acquisto di prospettiva. Certo, questa è una grande occasione per lui, e dimostra il fatto che il Toro continui a monitorare con grande attenzione il campionato svedese. Se dovessi consigliare qualche altro giocatore ai granata direi Alexander Milosevic, ora alle Olimpiadi con la Nazionale. È pronto, non deve adattarsi ai campionati di livello visto che l’anno scorso era in Bundesliga (all’Hannover 96, ndr). Oppure Jiloan Hamad dell’Hoffenheim, una seconda punta davvero ottima. Un innesto importante per una squadra che dimostra di avere gli occhi aperti anche oltre confine.

Condividi

55 Commenti

  1. Non l ho mai visto.non posso giudicarlo.ma vista la cifra irrisoria il fisico la muscolatura e la disamina che fa soli…bhe.basta leggerla e dice tutto….bravo tecnicamente.stop. fisicamente limitato lento e da educare tatticamente.parte indietro

  2. Giocatore che fa parte del “mercato parallelo” del Toro: quello che serve ad autofinanziarsi in futuro.
    Piccolo investimento, possibile buon giocatore futuro e possibile fonte di $$$.

    Nulla di nuovo e nulla di scandaloso.

    • Ma no @carbonaro documenti, meglio essere pessimisti e dare la squadra già come retrocessa o quasi, società allo sbando senza la minima idea di quel che fa, presidente che si intasca i denari per i suoi interessi, etc etc. Peccato che qualora queste malaugurata ipotesi non dovesse avverarsi i soliti comunque troveranno qualcosa da ridire. Essere compiacenti e farsi andare bene tutto lo trovo sbagliato, ma certi utenti proprio non sanno più cosa tirar fuori. #SFT

    • non mi permetterei mai di dare consigli ad uno che ha fatto arrivare negli anni
      masiello caceres amauri barreto larrondo vesovic gonzalez prcic nocerino s.mino perez meggiorini padelli e come dimenticare la coppia d’oro ventola bjelanovic, passando per colombo calderoni diana di michele e finendo con bernacci e pellicori.

  3. Insomma, a sentire Soli parrebbe che l’acquisto poggi su buone basi visto che lo definisce tecnicamente dotato, in grado di fare buone giocate per i compagni, buon tiro. Quel che manca è la disciplina tattica. Una cosa sulla quale si può lavorare e che non va annoverata tra i difetti tout court in un ventenne che viene da un campionato minore europeo. Se nessuno gliel’ha mai spiegata o richiesta non è colpa sua. Se son rose fioriranno, a dispetto di quel che scrivono Toro.it e Tornews. Una cosa è certa: acquisto scommessa da valutare con calma e non nell’immediato. Non è lui il centrocampista che serve oggi a Miha ma , dopo Boye e Lukic altro investimento di prospettiva come furono a loro tempo Darmian e Glik, Immobile e Maksi, Peres e Jansson, Martinez e Silva, Prcic e Perez e Mino. Non sempre investimenti felici, a volte palesemente cannati ma, nel complesso, strategia rivelatasi vincente, per il campo e per i conti. Avanti così, di pari passo con gli acquisti veramente utili nell’immediato che non ho dubbi arriveranno per come richiesto da Miha

  4. Secondo me questi giocatori si possono anche acquistare ma quando hai la squadra titolare gia a posto allora puoi permetterti di fare una scommessa ma nelle condizioni in cui siamo noi non mi sembrava il caso. Sinceramente di tutti quelli che sono arrivati l unico degno di chiamarsi titolare di livello e Liajc e stop . Il resto tutti giocatoti di mrdiabassa classifica!

  5. Nulla in contrario agli acquisti di prospettiva, ma a pochi giorni dall’inizio della stagione spero che si acceleri per le operazioni più di “sostanza”. ‘Sto cantiere ancora così aperto mi mette ansia.

  6. Sono operazioni in prospettiva. Giovani seguiti da tempo (Lukic trattato già a dicembre). Probabilmente si è deciso di chiudere per anticipare la concorrenza. E non centrano nulla con quando richiesto dal mister l’altro giorno. Ben vengano queste operazioni

  7. Ho visto proprio ora quel che passa YouTube su Gustafson e per caso ho notato nel primo video il numero 11 un moretto che dopo esser partito dalla sua metàcampo salta mezza difesa avversaria e fa l’assist a Gustafson.
    Vai Petrachi spengi i fari e vai a prenderlo!

  8. Ciao a tutti. Qui molti la sanno lunga e il primo “esperto” diventa UN DIO venuto darci il verbo mentre magari è un’ incompetente. Per la cronaca uno alto 1,85 per 80 kg vi sembra esile? Si chiama Soli o Sola?

    • Io sono 1,88 x 84 ma avendo l’ossatura “sviluppata” muscolarmente sono abbastanza esile, non ti far fregare dal peso, ne dall’altezza, poi magari avendo ancora 21 anni potrà mettere su la massa muscolare.

  9. Siamo andati a cercare il responsabile scouting del “nientepopodimenoche” Piacenza per avere uno straccio di informazione su sto fenomeno. Siamo all’inizio della stagione ufficiale e la squadra è ancora tutta un cantiere, con giocatori importanti che non si sa se resteranno, con altri importanti che non arrivano, con un numero consistente di giocatori che non si capisce che ruolo avranno. Tanta, troppa confusione. Non la vedo bene x niente

  10. Non bisogna essere dei geni per capire che è l’ennesima trovata di Petrachi e del suo giro. Ad oggi non serve a niente, domani chissà. Non è ancora chiaro se il Duo vuole fare incazzare Mihajlovic o sono semplicemente incartati.

  11. Non si tratta di voler sentire che è buono per forza. Nessuno credo possa dire che è un fenomeno. Però l’etichetta bidone dopo 24 ore mi sa di prevenuto.
    Di certo non è quello che ci si aspettava e forse nemmeno quello che ha chiesto mihailovic, però magari nemmeno un bidone

    • Bèh, incomprensibile per te, o per me, o comunque per chi non è al corrente delle strategie societarie. Il fatto che abbia fatto incazzare Miha è tutto da vedere; dipende se il mercato del centrocampo si ferma qua oppure se è un acquisto di prospettiva futura (momentaneamente) marginale, preso solo per poterlo vedere, valutare ed eventualmente far crescere…
      Vedremo nei prossimi giorni…

    • Ogniuno legge e interpreta a modo suo, per carità, ma non mi pare abbia detto così!
      E’ esile e ha un buon piede anche se è migliore nel gioco aereo (non vuol dire che sia una pippa) gioca libero di svariare nel reparto offensivo senza indicazioni precise (date dall’allenatore, quindi non vuol dire che è indisciplinato ma che sa giocare ovunque dal centrocampo in su)… E se ne potrebbero aggiungere altre… Poi ogniuno può interpretare come meglio crede, io penso che prima di giudicare ALMENO sarebbe il caso di vederlo giocare qualche volta?!!

  12. Quello che mi fa riflettere è l’approccio giornalistico ai fatti e alle notizie, in generale. Il fatto gustafsson lo trovo emblematico: toro.it ci propone questo esperto che in pratica lo stronca, toronews propone un giornalista svedese che lo dipinge come il miglior giovane talento calcistico della svezia. La verità la scopriremo da soli. Io mi chiedo il perché di questa linea editoriale sempre piuttosto negativa e contro…..

  13. Se era forte, completo ed affermato non costava 1 mln. Prima di dire bidone vediamolo giocare. Ha 20 anni. Se era della nostra primavera un sacco di gente avrebbe detto che era un fenomeno perché aveva magari segnato 5 gol in 20 partite nel campionato primavera.
    Questo gioca in serie A svedese che non sarà la premier League ma probabilmente è meglio del campionato primavera, lega pro.
    Udinese ha fatto per anni così. Ne compravano 20 e 5 erano buoni e ogni tanto ci scappava il fenomeno che rivendevano a peso d’oro.
    Semmai la critica deve essere sulla strategia. Siamo certi che abbiamo una solida base per fare un buon campionato e possiamo permetterci di fare scommesse? Ma criticare un giocatore dopo un giorno perché il famosissimo responsabile scouting del Piacenza (!) dice che non è pronto mi pare eccessivo.