Bello, giovane, sfrontato: orgogliosi di questo Toro

306
8657
torino-roma
CAMPO, 25.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 6.a giornata di Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: igiocatori del Torino festeggiano a fine partita

La squadra assomiglia sempre di più a Sinisa Mihajlovic: è la mentalità a fare la differenza

Raccontavano che all’ora di pranzo si gioca peggio e che le squadre forti si affrontano facendole prima non giocare e poi, eventualmente, colpendole. Torino-Roma ha minato le certezze di tutti: si può vincere giocando bene, si può rischiare, si può dominare contro una “grande” e si può non essere beffati all’ultimo secondo. Il Toro è uscito dal torpore delle ultime settimane (e degli ultimi mesi) sfoderando una prova che per molto tempo resterà negli occhi e nel cuore di tifosi e addetti ai lavori. È come se ieri fosse scoccata la scintilla tra la squadra e i suoi tifosi: i meno convinti sono increduli mentre chi dal primo momento aveva sostenuto la candidatura di Mihajlovic ora se la ride.

Difficile dire se sia la volta buona, se il Toro sfilacciato di Milano, quello svogliato di Bergamo o quello mezzo addormentato di domenica scorsa contro l’Empoli potranno essere messi definitivamente in soffitta. Ma certamente di buono c’è tutto, nella vittoria di ieri contro la Roma. In primis la mentalità: mai visto di recente un Toro che attacca a viso aperto una squadra potenzialmente molto più forte, un Toro che lotta, che corre, che gioca. Perché ha giocato bene il Toro: le parate di Hart al pronti-via hanno condizionato il risultato tanto quanto i gol di Belotti e Falque. Lo spagnolo, a proposito, è finalmente arrivato a Torino: se in campionato affrontasse solo le sue ex squadre potrebbe ambire al titolo di capocannoniere. Quello a cui Belotti mira, senza nascondersi: un diavolo in area di rigore, tanto che i paragoni con i miti del passato già si sprecano. Come si sprecano i complimenti: per i giovani Boyé e Barreca. La freschezza dei loro vent’anni e la fiducia di Mihajlovic sono un mix pazzesco: giocano i giovani se bravi, diceva il tecnico il giorno della sua presentazione. E meno male che la musica è cambiata.

Non è la prima volta, nell’era Cairo, che il Toro batte una “grande”: era accaduto con la Juve, con il Napoli, con l’Inter, con la Fiorentina e con la Lazio. Ma il successo sulla Roma non assomiglia a nessuno dei precedenti: non perché valga più di tre punti ma perché dà la dimensione di quello che il Toro avrebbe potuto fare e non ha mai fatto.

Forse non era vero neanche che le sconfitte aiutano a crescere: vedendo i sorrisi e gli abbracci a fine partita, osservando i volti felici dei tifosi sugli spalti, si ha come l’impressione che forse, una vittoria così serva un pochino di più di certe assurde sconfitte.

Condividi

306 Commenti

  1. Ragazzi Joe Hart è un capo popolo, lo era ai citizens e lo diventerà qui e le prime avvisaglie si sono viste Domenica. Come ho già scritto ho rivisto il TORO che avevo conosciuto ed amato quando all’età di 7 anni ho iniziato ad amare i nostri colori era il 1975. Dopo il Mondo niente grinta e niente voglia di sentirsi GRANATA. Spero che Sinisa riesca a dare il senso di appartenenza alla squadra che in passato ci ha fatto compiere imprese storiche e che i tifosi tornino allo Stadio per riempirlo anche contro l’Udinese. Sporchi brutti e cattivi insomma. Il “Grande Torino” deve tornare ad essere un fortino come lo fù tanti anni or sono. Mi ricordo i derby o le partite importanti che avevamo il sangue agli occhi e gli altri si cagavano nel sottopassaggio all’entrata in campo, Gobbi in primis. FVCG

  2. La partita è stata bella e divertente e il risultato superbo, detto ciò non mi pare giusto nè corretto paragonare risultati di squadre e allenatori differenti (il vecchio dal nuovo Torine) sia nel bene che nel male…bravi nel loro entrambi gli allenatori. Indubbiamente più divertente e rischioso il gioco di Miha, più elaborato e strategico (e sovente noioso) quello di Ventura…ma con obbiettivi ed interpreti completamente differenti…Basta con sti continui paragoni, ormai rassegnatevi tutti il primo è andato e il secondo è arrivato, FINE! Siate felici per i risultati che otterremo godendoli e quanto migliori saranno meglio sarà, ma basta con paragoni e critiche all’uno e all’altro!..Non se ne può più!
    Forza Toro sempre…

  3. io quest’anno ci credo ….qualcosa si vince.
    domenica notte con mio figlio (noi viviamo in nuova zelanda) abbiamo goduto ..grande partita e che Boye’.
    Sara’ che mio figlio mi abbia portato fortuna…adesso lo tengo sveglio ogni domenica notte..
    grande Miha…veramente il gioco di ventura mi aveva portato alla noia piu’ terribile …con Miha ci si diverte almeno….come dice lui si puo’ anche perdere ma l’avversario la vittoria la deve meritare .

  4. Ogni tanto mi chiedo se prima di morire, spero il più tardi possibile, vedrò un articolo qui senza commenti di diatriba Ventura – Miha… 🙂 personalmente sono per la par condicio, mi stanno sui cosidetti entrambi 🙂 per le capacità vedremo. Il gioco di Miha è di sicuro più divertente, ma non ci voleva molto, per i risultati vedremo. Comunque alla fine Cairo è un grande. Prendendo Miha ha fatto sì che i tifosi si scannassero tra loro, tra Venturiani e Serbiani, dimenticandosi di lui… Oramai è diventato più bravo del Berlusca nel manipolare l’opinione pubblica…

      • No, Efrem, non dico questo. L’abilità è nello spostare l’attenzione quando serve, nel comparire e sparire al momento opportuno e nel far sì che, in questo caso, i tifosi abbiano altro su cui scannarsi che non sia lui…

        • chiedo scusa , ma io ho letto ” piu bravo nel manipolare l’opinione pubblica ” poiche’ credo di avere opinioni e di far parte del pubblico, mi coinvolgi tuo nalgrado . io pero credo che tu forse sei giovane , ma se ti occupassi di piu della tua vita che di quella di Cairo , vivresti meglio . anche perche’ ricorda ” si vive una volta sola e non sai fino a quando ” GODITI LA TUA e non vivere quella degli altri . ascolta un vecchio

          • Figurati se vivo la vita di Cairo, già ho la mia da portare avanti e mi basta ed avanza. La mia era solo una considerazione su di lui, condivisibile o meno. L’opinione pubblica non è detto che sia anche la tua, è un termine che indica un insieme di persone a cui ognuno può ritenere di appartenere o no. Sempre ascoltate le persone meno giovani di età anagrafica di me, tu penso che lo sia da quanto ho letto da tuoi post in passato e ti ritengo anche molto intelligente da non avere la certezza che io sia giovane. 😉 Che poi la gioventù spesso è più dentro che fuori…

    • Secondo me se lo chiudessero in una stanza con tutta gente che lo vuole morto, sarebbe capace di uscire dalla stanza sano e salvo con tutti gli altri che si scannano dentro e magari anche con il portafogli più pieno di prima!

      • Giusto RDS. il mondo è bello perché vario. A me dell’attuale triumvirato non mi è particolarmente simpatico nessuno per vari motivi, però se poi fanno bene meglio per noi. Il mio discorso era più relativo al fatto che ora si parli quasi solo del confronto ventura Miha con due partiti di tifosi esattamente contrapposti. Il che è dovuto forse proprio alla scelta della società di due personaggi mediaticamente forti e con approcci diversi

        • Una volta tanto devo dare atto a Cairo che forse ha scelto Miha perché ha capito che il popolo granata voleva un Toro che giocava da Toro e chiedeva lo spirito granata scomparso oramai da anni, ci provò con Novellino ma il suo gioco fu un fiasco clamoroso, speriamo ma sono sicuro che Miha può essere l’uomo giusto.

  5. Grande Partita!

    Il solo fatto di aver battuto la Roma dopo 26anni la rende un impresa! Averlo fatto con 2 goal di scarto e dominando a tratti la rende ancora più importante.

    Ma c’è una cosa che non vedevamo da anni.
    Andare ancora in attacco dopo essere passati in vantaggio con una GRANDE!

    Il calcio mercato di agosto e’ ampiamente criticabile..Ho criticato e criticherò ancora, ma lo spirito e’ quello giusto.
    Per me il vero obbiettivo del Mister quest’anno deve essere questo. Tremendismo e’ basta..

    Ieri partita perfetta!

    Abbiamo capito cosa vuol dire avere un portiere Top Player e un po’ di fortuna insieme a della cazzimma.

    Speriamo non ci si accontenti come e’ avvenuto al gruppo di GPV a Carpi.

    Non montiamoci la testa, non si e’ ottenuto niente, la difesa continua ad avere una età anagrafica impietosa ma ieri mi sono piaciuti Tutti.
    Se poi devo sceglierne uno , dico che un Boye così toglierà il posto a Liajic.
    Da lustrarsi gli occhi ogni volta che parte palla al piede…
    Peccato che non sappia ancora che fare arrivato in area.

    Ma non pressiamolo troppo , non bruciamolo, potrebbe essere un Lamela ma potrebbe anche sgonfiarsi.Lasciamolo migliorare con calma a noi basta anche questa versione…per il momento!

    Flop : Con partite così il delitto maggiore e’ vedere spalti vuoti…

  6. Ora verrò accusato di nominare sempre l’innominabile, ma è un dato di fatto che il vate guru ci ha messo 150 partite prima di vincere a Milano al 93°, dopo essere stati presi a pallonate per 92 minuti…. Miha dopo 6 partite ha steso la roma! Di sicuro sono scarsi, inguardabili, retrocederanno…. per qualcuno sarà così….

  7. Gran bel toro ieri x grinta e cattiveria nel cercare la vittoria ma stiamo con i piedi x terra.ora servono continuità di risultati e di prestazioni sperando di non avere più infortuni o quasi………..io di paragoni con il passato non ne faccio,non ha senso e non mi interessa.

    • Vero @poppi…. però, sinceramente, sono più ottimista, ora… magari si perde, ma almeno si prova a giocarsela sempre! Mi piace! Così, anche arrivassimo 12mi, mi starebbe bene, perchè almeno ci avremmo provato! Basta giropalla insulso e improduttivo!

  8. ieri per fortuna complice l’orario sono riuscito a vedere la partita 🙂 altrimenti non me lo sarei mai perdonato, l’ultima vittoria contro la roma in caso l’ho vista allo stadio (a quei tempi avevo l’abbonamento in maratona) ma non mi ricordo più nulla, al punto che non so se era al comunale o al delle alpi. sono rimasto semplicemente esterrefatto dalla grinta e dalla carica che sinisa è riuscito a trasmettere. partite cosi era abituale vederle negli anni 80, poi il nulla. mi sono piaciuti tutti, ma se devo fare un nome ritengo che boyè nel giro di 3/4 anni ci stupirà. comunque belotti per la regolarità con cui segna, per la ferocia che ha ad andare su ogni palla mi stupisce oggi. sono felice che sia arrivato uno come sinisa anche se stimo ventura come allenatore, ma con lui partite cosi non le avremmo mai viste. anche a bilbao pur giocando alla grande non avevamo quella voglia feroce che abbiamo messo in campo domenica. adesso sotto con la viola!!!!

  9. salute a tutti . sono ancora incredulo di cio che ho visto domenica . ma ……e’ tutto vero !!! secondo me non possiamo neppure gettare tanta cacca su Ventura , vorrei farvi anche notare la differenza di organico di oggi e quello di 5 anni orsono . ecco perche’ oggi , anche con tanti patimenti ed incazzature passate , dico ancora un grande grazie a Ventura che , oltre al suo gioco ” al risparmio ” ci ha permesso di rimanere in A e fare grosse plusvalenze ( anche se molti le odiano ) fino ad avere oggi una —chiedo scusa —SIGNORA SQUADRA

  10. Certo è….per alcuni cairo è un braccino,petrachi un cretino e ventura un allenatore incapace…ma dopo 20 anni di nulla come ci siamo arrivati ad avere una squadra dignitosa???fortuna?o tutto merito dei tifosi??😄😄 qualcuno me lo dovrebbe spiegare…

    • Qualche titubanza è lecito averla? Ti risulta che la partita di ieri sia stata minimamente comparabile a qulcuna delle altre sotto l’egida Miha (bologna compresa)? Ieri contro una grande, di colpo sembra che ogni perplessità sia sparita. Sarà così? Sarà l’ennesima atroce illusione?. Spero di no. Se il Toro continuerà ad essere quello di ieri le titubanze non avranno motivo di essere. Forza TORO.

        • Stai parlando con uno che se fosse presidente, cambierebbe l’allenatore solo a fine stagione anche se abbastanza presto non si rivelasse di suo gradimento Lo reputo un elemento assoluto di serietà, oltre che di saldezza di nervi. Nessuno quindi in discussione, e questo vale pure per i giocatori ( personalmente aspetto la crescita di Martinez). Detto questo , mi lascerete la possibilità di esprimere il parere, in modo più garbato possibile sulla bontà o meno del gioco espresso. Cordialmente

          • Con il Bologna si gioco alla grande e ti ricordo che il Bologna ha 2 punti più di noi e dei 10 gol subiti la metà glieli abbiamo fatti noi, purtroppo l’infortunio di Belotti che ora come ora è imprescindibile per noi ci ha danneggiati oltremisura.
            Io sono fiducioso, certo non dico che saranno da ora in poi tutte rose e fiori ma sono fiducioso, secondo me ci toglieremo delle soddisfazioni.

          • @sudgranata..gia il nick mi piace sperando nn sia un miltinck, ma questo lp vedrò se continuerai a scivere, anche io ho dubbi su miha, ma lui è già meglio del borioso pavone.

  11. Comunque resta il fatto che si doveva fare qualcosa in più in estate…per dire, ora abbiamo il solo Barreca a sinistra, e fortuna che si sta dimostrando all’altezza…un difensore in più, di un certo livello avrebbe sicuramente fatto comodo, a centrocampo pure, anche perché Aquah, a gennaio saluta e va giocare la coppa, egli altri, non è che siano poi dei fulmini, magari invece di prendere due ragazzini, si poteva prendere uno un Po più rodato….a me per esempio piaceva quel Lynetti, che poi è finito ai ciclisti, con ottimi risultati sembra..

  12. Meriti..demeriti..di Petrachi. Chi se ne frega, lui è un galoppino. Ieri dopo anni ho rivisto il Toro fare il Toro con una cosiddetta grande. Pensa se gli faceva una squadra seria a Miha…Braccino e mister nazionale sai dove dovete andare si?

  13. Boye è arrivato tramite un saggio intermediario, che Dio lo benedica,che gli ha sconsigliato la Roma,come in TNT sappiamo.il DS è un impiegato con ufficio in sisport, nelle decisioni importanti non entra mai.quest’anno le cose si son mosse dopo acquisizione RCS. Poi,certo anche con la lingua madre scricchiola, quelle estere non pervenute. Però Pantaleo corvino lo strabatte,parla in maniera angosciante.un dialogo tra i due,necessita del traduttore simultaneo obbligatorio!!!

  14. Sinisa non ha peli sulla lingua,pane al pane,vino al vino,bastonate a chi se le merita,anche ai suoi cocchi( vedi De Silvestri) che bello vedere finalmente un allenatore che sprizza grinta da tutti i pori e trasmette questa prerogativa a tutta la squadra,se fa tirare fuori le palle anche a Baselli vincerà il Pulitzer del calcio..

  15. A proposito di GP, io penso che lavori sempre per il bene del Torino FC e penso che questo sia un bene. Il rischio che sotto le mentite spoglie di un DS si celi in realtà un procuratore, esiste. E non è un bene per la società in cui opera. Con GP mi sento tranquillo, sotto questo punto di vista. Forse questo è uno dei motivi per cui non ha sirene e per cui UC se lo tiene stretto. Perché anche UC, secondo me, opera comunque per il bene del Torino FC. Poi ognuno mira anche al proprio tornaconto personale e non credo che sia sbagliato. L’importante è che il tornaconto personale passi per il successo della società e in subordine a questo. Può darsi che io sia fuori strada (a fari spenti, ahahah), ma la vedo così e per questo motivo sono contento ci sia lui piuttosto che qualche avventuriero

    • Ci mancherebbe che lavorassero per il male del Toro ( sarebbero davvero Tafazziani ) , il problema , secondo me è che molti di noi vorrebbero vedere una squadra che ogni tanto lottasse ( non tutte le stagioni……… sia mai ) per qualcosina di importante , una piccola soddisfazione ogni tanto . E’ chiedere troppo ? Vorremmo vedere prendere a calci in c..o qualche giocatore/procuratore che passa a chiedere se può andare ” nel calcio che conta ” e chiedere troppo ? UC nn è sicuramente il peggiore dei Pres. ( abbiamo sopportato di peggio ) , ma sempre secondo me , nn sarà quello che ci darà quello che molti di noi si aspettano ( ma spero sempre di sbagliarmi )

    • Probabilmente sono io che che appartengo ad una specie in via di estinzione. Per me fare il Presidente, soprattutto del Toro, e’ una missione. Non pretendo che ci rimetta, ritengo che il ritorno di immagine sia piu’ che appagante unito ad un onesto compenso. Certo, devi amare il Toro, esserne al servizio e non usarlo. Le plusvalenze non si possono demonizzare in questo calcio, quelle selvagge si’. Avrebbe l’occassione di diventare il miglior Presidente degli ultimi 35 anni ma non la sfrutta, non la vuole sfruttare perche’ non gli conviene, il ritorno economico lo avrebbe comunque, nel momento in cui passera’ la mano. Cosi’ facendo, tarpa le ali al mio Toro, e non lo accetto. Quindi, nel mio piccolo, lo critico.

      • Max63 Apprezzo il tono del tuo post pero non lo condivido del tutto.
        E ti faccio questa domanda ad eccezione del centrale dx tu per chi avresti speso dei soldi?
        Se avessimo comprato un terzino sx barreca non avrebbe mai visto il campo. Se avessimo comprato delle mezza Ali ne baselli o benassi avrebbero visto il campo. E pare che cmq si voglia puntare su di loro. Un centrale di centrocampo? Pare che valdifiori (che a me non fa impazxire ) lo volesse sinisa.

        • Nella costruzione di una squadra non ci si puo’ fare troppi crucci. Quelli buoni vengono fuori, Barreca non avrebbe fatto eccezione. Se punto all’Europa League costruisco una squadra per l’immediato e alternative interessanti che mi possano garantire il domani. Barreca lo garantisce, Gustafson no. Come centrale di centrocampo avrei preso Jack, uno di personalita’ in grado di prendere per mano la squadra. Con Joe e Jack avremmo avuto una squadra di supereroi. A dx avrei confermato Benassi e Acquah, nella speranza che uno dei due venisse fuori. A sx avrei preso quello buono. E pazienza per Baselli, ai tempi mica aspettammo Vernacchia.

      • Condivido Max63. Aggiungo, però, che di presidenti tifosi ne esistono proprio pochi, o forse addirittura nessuno. Questo non toglie che vedere lì, in quella posizione, un uomo che non sia solo il presidente del Torino FC, ma anche un tifoso, il primo tifoso magari, rimane un sogno a cui non voglio smettere di credere. Non amo Cairo, non tifo per lui, non credo che a lui interessi il Toro come interessa a me. Lo guardo con sospetto e nel frattempo tento di non rovinarmi il gusto del tifare, gioire, godere con il mio Toro.

    • Non ho mai criticato (in generale non solo in questo forum) eccessivamente Cairo per varie ragioni. Ma il prox anno sarà diverso: si parte da più 30mil. aggiungiamoci la plusvalenza dell’anno e siamo pronti a prenderci giocatori di livello e pagargli il giusto stipendio per 3 anni. A quel punto anche io farei fatica a giustificare … soprattutto se quest’anno, come sono convinto, ci ritaglieremo il nostro giusto spazio. FVCG e anche di più.

  16. Non tutte le ciambelle verranno fuori con il buco, non sempre funzionerà, ma meglio una partita così che tre pareggini conquistati facendo il compitino tattico per cercare di non prenderle…. per poi magari perdere lo stesso per una puntuale cavolata. Quello era l’antiToro. Non vuoi perdere? Cerca di vincere. Stai perdendo? Cerca di vincere. Stai vincendo? Cerca di stravincere perché fa bene alla tua gente.

  17. Leggo l’articolo e non riesco a capire questo continuo lancio di siluri nei confronti di Ventura. Già lo scorso dicembre la maggior parte di noi (compreso il sottoscritto) riteneva che il suo ciclo fosse terminato e che fosse ora di cambiare. Siamo stati accontentati, mi pare.
    Continuare a fare paragoni con il recente passato mi sembra quantomeno fuori luogo, sicuramente prematuro. A me non piace fare prigionieri.

  18. Una settimana fa qualcuno voleva cacciare Sinisa. Da tre mesi leggo insulti e improperi verso urbano e il ds. Lunedì scorso a fare i conti per rimanere in A, oggi prenotiamo i voli per l’ EL e qualcuno la CL. Credo che il bello del tifoso sia proprio queste umoralità, di cui io sono il primo esternatore. Ma sono momenti di passione, e la passione esplode se ami questa squadra e questa maglia. Sicuro che Sinisa sia di un’ ignoranza abissale tatticamente (come asseriva qualcuno giorni fa) ma ha trasmesso ai giocatori la mentalità che ci infiamma e ci esalta. Sono anche sicuro che se con la Viola non vinciamo lunedì prossimo saremo di nuovo da B, Sinisa un demente e Valdifiori un ciabattaro. Credo, però, che tutto ciò faccia parte della passione e dell’ amore verso la maglia, chiunque la indossi. TORINO SIAMO NOI

  19. Veramente sono 7 anni che petrachi è a torino.arrivo a gennaio prima affiancando e poi subentrando a foschi….per ora il lavoro che ha fatto non è disastroso ma nemmeno buono.come dice il buon max non se lo filano in tanti..m

  20. Mi chiedo come sia possibile che un DS cosi’ abile come Petrachi, un “ottimizzatore di risorse” di provata capacita’e, non ultimo, grande scopritore di talenti, dopo tanti anni operi ancora su questa piazza. Il mago della plusvalenza non sa vendersi? Ha sposato la causa granata perche’ gli sono entrati dentro questi colori? Gli fanno schifo i soldi ? O semplicemente non se lo fila nessuno?

    • Un buon DS cosa dovrebbe fare ? Andare contro la proprietà ? Battere i pugni sulla scrivania ? La verità e che a molti di noi da parecchio fastidio che tra UC e Petrachi ci sia feeling . Sia chiaro nn voglio spezzare una FCA a favore di Petrachi , ma questo è . Il DS da sempre è il braccio armato dei Presidenti , dipende dai Presidenti se vogliono essere grandi o mediocri .

    • Credo che soldi Petrachi ne guadagni più che a sufficienza ed ha una percentuale sulle plusvalenze così come aveva Ventura di sicuro valore, inoltre ha la fiducia del presidente e gli piace l’ambiente; questo può bastare per non fargli cambiare società. Probabilmente non ha il profilo per lavorare in una big strisciata, troppo tamarro, parla male sia l’italiano che l’inglese, ed in certe società snob, ove l’immagine conta più dei fatti certi profili di dipendenti non vanno bene. Chi conosce i DS falliti dell’Inter e del Milan? Credo abbiano un CV sicuramente inferiore come risultati al nostro Petrachi, eppure stanno lì. Per ultimo, mettetevi nei panni di Cairo, cambiereste DS con i quattrino portati e potenzialmente in società (Belotti, Boye, Benassi?)

  21. Domenica è stata finalmente rivalutata la figura di Petrachi,Boyè,Hart e presto Lukic e Gustafson sono operazioni sue e a far la spesa con il portafoglio sgonfio non é facile e lui ci riesce… Bravo Petra,so che pochi ti stimano ma io ti ho sempre difeso e i fatti ti stanno dando ragione…continua così.

    • lasciamo stare Petrachi perfavore….Modesto direttore sportivo con poche conoscenze estere e con poco pathos..mi sta sui nervi quando parla solo di plusvalenze e di quando reputa la nostra squadra non degna di essere chiamata grande ma degna di essere solo di passaggio per i nostri giocatori migliori. Fa il suo lavoro, prende giocatori che molti poi sfondano ma anche delle bidonate..dunque fa il suo modesto lavoro in combutta con il padrone che elargisce quello che vuole. Boye non e’ una scoperta di petrachi…FORZA TORO

    • Più che Petrachi che è 5 anni che è a Torino, io penso che sia da rivalutare il lavoro fatto e soprattutto le parole di Mihajlovic accusato di ruffianeria al suo arrivo a Torino quando disse di voler proporre un gioco da Toro basato sul granatismo, sfido chiunque ha dire che non è stato di parola.

    • @deankeatonbig…. A parte Hart, che se non interveniva Lombardo non sarebbe mai arrivato, tu hai ragione….. Però Lukic e Gustafson, prima di dire che saranno dei crack, vediamoli in campo! Boyé sembra bravo (e pe me lo è!), ma almeno, prima di dire che è il nuovo Nuymar, lasciamolo giocare per 20 partite… o no?

  22. concordo al 100 % 100 . Immagino che al vate fischino le orecchie …….

    nn importa solo il risultat ma lo atteggiamento ,lo spirito c.ch con MIHA è tornato dpo tanto tempo da toro !!

    dedicato a chi come me nn soportava più il gioco conigliesco di gpv ………………. e ai guruboys………..

  23. Grande gioia! Adesso, esaudita la preghiera di @Zappology, dovete soddisfare anche quella di @Policano68 e la mia. Domenica prossima! Forza ragazzi, piedi per terra come dite alcuni di voi che possiamo crescere ancora e toglierci soddisfazioni quest’anno. Buon lunedì granata a tutti.

  24. Si parlava in uno dei Vostri post di Immobie, ha segnato 2 goals su 6 partite sin’ora. Sarebbe stato bello fosse rimasto. Visto che il Gallo e’ esploso proprio quando ha giocato insieme ad Immobile. Magari con Miha le cose sarebbero state diverse, mah… ormai i giochi sono fatti, anche se non lo vedo (Immobile) cosi’ irresistibile come anni fa. Sembra sis sia un poco perso. Magari ha solo bisogno di un po di tempo per ritrovarsi. Comunque noi siamo troppo poco per lui…. quindi meglio cosi’ che se ne sia andato. Arrivera’ il giorno che i giocatori decideranno nuovamente di fermarsi al Torino come tempo fa si usava fare.

  25. Boye’, mi ricorda un poco Pulici quando ha iniziato, i riferisco allo slancio e alla potenza. Anche se si potrebbe dire che Pupi assomiglierebbe molto piu’ a Belotti come ruolo e cattiveria nella realizzazione, nonche’ nella velocita’, ma Boye’ mi ricorda la potenza e la determinazione.
    Gli auguro di completarsi e di trovare il suo Giagnoni che lo migliori e lo renda uno da Toro.

  26. Ieri folate di TORO, come non se ne sentivano da anni. Tutti bravi da rendere superflue le pagelle. Ma tre cuori hanno palpitato granata più di tutti per ardore, coraggio, sacrificio per dirla in piemontese “al gh’ddu”: Boye, Barreca e il Gallo. L’emozione del rivedere un giovane del vivaio giocare una partita così è stata una gioia nella gioia e anche un grande orgoglio. e’ evidente che il primo arteficie di questa nuova aria è Mister Mihalovic che infonde questo spirito ai ragazzi, e un po’ di continuità già c’è visto che anche Bologna e Pescara sono state partite da Toro. Inosmma tante grazie a Ventura per tutto ma, a me, non stai mancando neanche un po’

  27. La rosa e’ la migliore dell’era Cairo e, pur non essendo da Europa a mio avviso, puo’ disputare un buon campionato a ridosso delle sette sorelle, togliendosi magari qualche soddisfazione come ieri.
    L’importante e’ che gli infortuni non siano una costante e che lo stregone serbo si limiti a fare il suo, senza sboronate.

  28. Sottoscrivo quanto detto da Kurtz. Ho iniziato a tifare Toro nella stagione 82/83, era il primo anno del biennio Bersellini, quando nel girone d’andata si partiva sparati (finendo secondi o terzi) e poi immancabilmente ci sgonfiavamo nel ritorno. Sarà dunque l’imprinting del Sergente di ferro, ma io lego la conduzione della squadra, la mentalità arrembante ad un certo tipo di allenatore, le cui qualità (nel bene e nel male) vengono perfettamente incarnate da Sinisa. Che sembra nato apposta per far coincidere una parte della sua vita professionale con la nostra tradizione. Una perfetta alchimia. Lo stesso discorso vale anche per alcuni calciatori che indossano la nostra maglia, le riconosci subito le stimmate del giocatore da Toro, e noi abbiamo la fortuna quest’anno di avere in campo Belotti, Boyè, Barreca, Benassi, Hart, Castan, ma anche i Bovo, Moretti, Vives…gente da Toro

    • verissimo @Outsider. ricordo come fosse ieri le partite al mitico comunale dei primi ottanta, quello dove si stava tutti in piedi nelle partite di cartello, quello senza tornelli e che quando pioveva vai con gli ombrelli!! cazzo che nostalgia per certe partite: una squadra così così tecnicamente ma che ci metteva sempre la garra!! ricordo proprio un TORO roma 2 a 1 dell’ottobre 83, gran vittoria contro la roma scudettata di falcao, 2 gol di pato hernandez mi pare in rimonta, il derby di andata sempre di quell’anno vinto 2 a 1 in rimonta. E tornando di un anno indietro…beh qui cado nel mito, marzo 83 toro juve da 0 a 2 a 3 a 2….quei tre gol ce l’ho ancora stampligliati nel mio hard disk di tifoso…cazzo che tempi! il TORO era ancora IL MIO TORO TREMENDISTA. E domenica, dopo tantissimo tempo ho rivissuto sensazioni simili. si magari crollavi al ritorno, ma io preferisco un decimo posto con picchi di adrenalina, magari seguiti da “discese ardite, ma poi da risalite” che il piattume grigio di certe esibizioni monocordi e ripetitive dell’anno scorso. Tu chiamale, se vuoi, opinioni.

  29. e ora sotto con la viola. io non ho cugini figuriamoci gemelli. godiamoci questo ritornato TORO domenica per domenica, senza pensare a futuri mercatari. certo pensare che Hart è solo in prestito, che Belotti più segna più paradossalmente va sotto i riflettori dei grandi club può rattistare, ma godiamoci il presente e fanculo ai brutti pensieri. Sto TORO mi piace come atteggiamento addirittura più di quello del Mondo, che pure era tecnicamente fortissimo. E’ un TORO che cerca di incornare sempre e questa cosa mi prende alla grande. MEGLIO UN GIORNO DA LEONE CHE CENTO DA PECORA!! FORZA TOROOOO!!!

    • Tu e tanti altri avete passato un’estate intera a sfottere e buttare merda, dovrebbe esserti vietato godere per questo TORO, che bello mio è frutto che ti piaccia o meno di tutte quelle cose che hai deriso e non compreso, plusvalenze comprese, che per nostra fortuna continueranno ad esserci, solo così possiamo continuare e provare a migliorare fatturati e giocatori, senza diventare schiavi dei rinnovi di contratto folli che si vedono in giro, che ad un certo punto portano a non essere più autosostenibili, noi dobbiamo SEMPRE agire come azienda seguendo una politica studiata accuratamente per migliorare rimanendo però coi bilanci molto più che a posto, non abbiamo quell’appeal che ti permette di avere soldi dalle multinazionali della pubblicità e neanche una super proprietà. Salutami Glik Peres e Maksimovic, prima che qualche furbo arrivi dicendo:”eh ma se avessimo tenuto questo e quello oggi avremmo uno squadrone”, NO, non avremmo potuto fare i rinnovi di contratto, alzare un po’ gli ingaggi e l’acquisto dei nuovi senza introiti. Prima o poi capirete mi auguro, Cairo è un furbo, non un santo, non mi fido e mai mi fiderò, ma finchè continua così c’è solo da applaudire.

  30. erano anni, ma tanti anni (fatta eccezione per la serata di Bilbao) che non godevo così tanto per una partita del TORO. IL MIO TORO è tornato gente, lo sapevo che con MIHA si saremmo divertiti. Finalmente, dopo un’eternità, abbiamo giocato una partita A VISO APERTO E SENZA TIMORI REVERENZIALI fantozziani contro una grande. So benissimo che giocando così magari potranno arrivare anche sconfitte, ma il sotoscritto, per forma mentis applicata alla vita prima ancora che a una partita di calcio, preferisce di gran lunga provare a vincere sempre piuttosto che perdere 1 a 0 al 90 dopo essersi cagato in mano per 90 minuti (ogni riferimento a certi derbies non è puramente casuale). Certo abbiamo una bella squadra, abbiamo un questo momento il migliore attaccante italiano, un giovanissimo argentino che promette molto, un portiere da urlo, con una personalità che non vedevo dai tempi del Giaguaro. Non vedo l’ora che torni domenica per tornare allo stadio, era tanto, troppo tempo che non capitava. Grazie anche a te, SINISA!!! AD MAIORA!!! FVCG. p.s. domenica anche prima della partita, mi è parsa più bella e migliorata anche la Maratona. Il Teschio è tornato, il mitico simbolo dei GK!!!

  31. Grande Partita. avremo delle sconfitte in questo campionato ma sono certo che in altre ci divertiremo tantissimo. Mi piace la grinta che Miha sta infondendo al gruppo, e’ cosi che voglio la mia squadra…combattere sempre contro chiunque si presenti a torino e fuori casa. Giovani di grandi prospettiva Boye su tutti, un grande talento…Belotto una certezza che ho ammirato si da quanto nessuno ci credeva l’anno scorso..fa reparto a se…un grande per impegno ed umilta’. ora avanti e spero che questo Presidente comprenda che basta poco alla gente del Toro per amare sempre la sua squadra..apra la cassaforte e metta mano a quei 40 milioni per rinforzare adeguatamente la squadra..Basta poco per portarla al 5 posto…e che non abbia scuse per altre vendite future..si mantenga i migliori e aumenti il tetto ingaggi per mantenere i forti

  32. Bando alle chiacchiere e parliamo di cose serie: qualcuno ha notizie fresche sullo stato di Liajic? Leggevo che ieri dopo la partita ha fatto una leggera sgambata a bordo campo uscendo poco dopo con una smorfia di dolore e toccandosi la gamba.

  33. La prestazione di ieri non è una meteora caduta dal cielo, avevamo già visto un grandissimo Toro con il Bologna, questa è la conferma. Il Bologna, definito una squadretta, è sembrato tale contro di noi, perr nostro merito, visto che ha 10 punti e anche ieri ha fatto un fior di partita vs Inter (si, l’Inter quelli che hanno battuto i gobbi, non quelli di Mancin).
    Siamo proprio una gran bella squadra in via di miglioramento. Io son goduto per il Toro come non lo ero da tempo!!

    • Giusto, d’accordo con te il Bologna ha subito 10 gol, dei quali 5 contro di noi, alla nostra squadra manca un po di fortuna in fatto di infortuni, speriamo che Obi sia l’ultimo e per un po la jella ci lasci in pace.
      E secondo me questa squadra ancora non ha espresso tutto il suo enorme potenziale, non dimentichiamo che ancora non abbiamo visto Ljajic che anche se sostituito più che degnamente da Boye può portarci punti sui calci da fermo.

    • Io devo dire che avevo visto bene il Toro anche contro il Pescara, squadra più corta tra i reparti e un inizio di gioco. Ieri è stata la naturale evoluzione di tutto ciò. Contro la viola mi aspetto almeno un punto e miglioramento del gioco ulteriore. Dopo la pausa della nazionale (dove ritornerà sicuramente anche Lijaic) inizieremo a vedere un Toro ancora più interessante…

  34. La cosa che più apprezzo di questo Toro del nuovo corso è la voglia di giocarsela sempre, a volte anche esagerando come accaduto a Bergamo, anziché accontentarsi.
    È sicuramente un modo di scendere in campo più vicino alla tradizione della maglia granata, ma che in futuro oltre a soddisfazioni come quella di ieri potrebbe riservarci anche qualche amarezza, perché aldilà dell’atteggiamento, le qualità dei giocatori in molti casi non sono eccelse.
    Manca un leader in mezzo al campo, che non è Valdifiori (mai stato un elemento di personalità) e che non può essere Benassi o tantomeno Baselli Obi o Acquah.
    Dietro Castan si sta ritrovando e Hart è un lusso per noi, per il resto traballiamo ancora un pochino.
    Davanti Belotti scatenato, Boyè che quando imparerà a giocare con gli occhi sui compagni e non fossi sul pallone diventerà un bel giocatore, Ljajic sempre rotto, Maxi sempre xxl e Iago che finalmente mostra qualche segnale di vita (Martinez fa tenerezza….sorvolo).
    Ci sono parecchie cose delle quali essere contenti ed in cui sperare, ma altrettante che vanno migliorate, calibrate o modificate.
    L’esaltazione è una cosa positiva perche porta strascichi benevoli sul morale e l’entusiasmo, ma deve durare al massimo qualche ora e poi lasciare il posto alla consapevolezza: quello deve essere il prossimo passo.
    Domenica sarà di nuovo durissima : uscirne indenni sarebbe un’ulteriore prova di maturità.

    • Mi ritrovo abbastanza in quello che dici.
      Sicuramente un innesto di qualità e personalità in mezzo (che non può essere Kucka ) avrebbe fatto comodo. Ljiajc sempre rotto… sicuramente ha avuto un cammino difficile ma non è uno che è stato sempre rotto in carriera per cui speriamo di recuperarlo.
      Dietro a me ieri sono piaciuti e se devo dire chi mi crea maggiori perplessità…. beh quello è De Silvestri. Ha causato 2 rigori stupidi, anche se il giocatore è sicuramente uno di personalità. Rossettini non mi è dispiaciuto. E giocare centrale con una squadra così sbilanciata in avanti e un centrocampo che al momento non è fenomenale in fase di filtro, espone i centrali ad autentiche figuracce. Speriamo per domenica. Sarà una partita molto diversa da quella di ieri…. la Viola sulla carta sarà meno forte della Roma ma è senza dubbio molto più accorta. Occhio….

      • Vero 2fab66, ma allo stesso tempo li obbliga ad avere maggiore personalità per le scelte che si trovano continuamente a fare fra il tentare l’anticipo giocando sempre alti, oppure lo scappare via all’indietro che non è mai una buona soluzione, ma solo un’estrema necessità. Con questo tipo di gioco si migliora in intensità ed esce la personalità, perché non puoi mai attendere; puoi crescere oppure affondare: ma solo così, almeno per me, puoi pensare di poterti nel tempo confrontare e battere le cd grandi, giocando alla pari e meglio di loro. Poi certo se abbini qualche acquisto di sostanza lì in mezzo allora per i difensori può essere più facile, ma gli capiterà comunque spesso di giocare l’1 contro 1.

        • Con questa squadra l’1 contro 1 per i difensori sarà la regola. Qualche errore ieri c’è stato. ma ho visto anche buone cose. Castan nel secondo tempo ha letto molto bene un contropiede romanista e invece di chiudere e affrontare l’avversario è corso indietro dando tempo agli altri di recuperare. Per non parlare di una fantastica diagonale di Benassi che ha salvato un gol quasi fatto.
          Chiaro che questa squadra nella giornata storta rischia di prenderne 4 o 5 e, se ricordiamo bene, la squadre di Miha in passato le imbarcate le prendevano.. Toro-Samp 5-0. Manteniamo l’equilibrio per allora….

    • Concordo su tutto. Anche su barreca forse gli elogi al momento sono esagerati. Ieri non ha fatto male, ma, soprattutto nel primo tempo, la roma spingeva sempre di lì con continue sovrapposizioni tra Salah e Florenzi (peraltro due giocatori fortissimi e ci può stare che lo abbiano messo in difficoltà. Nel secondo tempo Florenzi è stato più indietro anche perchè la roma aveva tolto due centrocampisti per fare entrare due atttaccanti, e Barreca se l’è cavata meglio. Rossettini, poi, si è perso Dzeko diverse volte,che per fortuna non è un rapace come Icardi o Bacca, altrimenti….
      Ieri è stata confermata una cosa che dico da tempo: se davanti gli attaccanti giocano bene (e ieri è stato così), anche se giochiamo un po’ sbilanciati possiamo vincere (soprattutto se poi gli avversari ci aiutano giocando più sbilanciati di noi); se davanti non girano, giocare con il 4-3-3 diventa un lusso che non ci possiamo permettere.

    • Minashi concordo su tutto…meno su Valdifiori… so che non lo hai mai gradito…ma voglio dargli tempo..e’ arrivato da poco in squadra e deve ambientarsi….e’ un ottimo centrocampista..nei mesi scorsi ne ho guardato le statistiche nei campionati precedenti..giocatore che primeggiava nei recuperi, nei lanci ecc….io ci credo..

      • Semplicemente su Valdifiori penso che non sia un leader e credo che sia un onesto mestierante da 6-6,5 in pagella e non il fine stratega e costruttore di gioco che alcuni decantano.
        Ieri bene nel primo tempo in marcatura fissa su Naingollan, ma in fase di costruzione praticamente nullo.
        Nel secondo tempo con l’entrata di Totti e l’uscita di De rossi ha potuto far vedere qualcosa di più ma in generale a parte qualche bel lancio non è che mi dia l’impressione di essere l’uomo capace di farci svoltare…
        Visto lo stipendio che prende sarebbe anche giustificato lo fosse…

  35. A chi critica Baselli, faccio presente che le statistiche ufficiali gli attribuiscono 10 (dieci) RECUPERI palla, per chi capisce, questo vuol dire corsa, attenzione e coraggio (recuperi e prestazione che io ho visto, al di là dei numeri; i prevenuti sembra di no!!); senza negare / dimenticare la dormita davanti al portiere e la scelta egoistica di tirare anziché passare a un compagno, ritengo la sua prova più che sufficiente e di auspicio ad una crescita. e vai!!

  36. Che dire di più di quanto non sia stato detto? Ci era già capitato di sfatare alcuni tabù cronici, anche con le grandi, ma la sfrontatezza e la cattiveria con cui abbiamo azzannato alla gola l’avversario per 90 minuti è da stropicciarsi gli occhi e frutto di un’attitudine, che presto crescerà sotto pelle, diventando una normalità a cui non eravamo più abituati. Che bello sognare di aver trovato una cantera granata dalle potenzialità devastanti. Boyè a me ricorda per potenza e generosità Boksic, Barreca un treno, etc. E soprattutto che liberazione non dover più abbinare i percorsi di crescita a sconfitte lancinanti.

  37. Ieri molti bravi, ma a costo di fare la voce fuori dal coro, stiamo attenti perchè non siamo diversi da quelli che hanno perso nelle precedenti partite, eccezion fatta per uno come Belotti, imprescindbile, ed un Barreca più consapevole che ieri non ha di certo fatto rimpiangere Molinaro: siamo una squadra divertente, con delle individualità là davanti piene di estro, che rischia però sempre di fare una Vittorio Veneto una domenica e una Caporetto quella dopo.

  38. Questa mattina, granatamente parlando ( licenza avverbiale ), la prima cosa che naturalmente mi sono chiesto e’ stata: da quanto tempo non ero cosi’ contento e fiero della squadra? Risposta: da parecchio.
    Grinta da vendere e la volonta’ (mantenuta sul campo) di giocare alla pari contro una squadra costruita per ben altri obbiettivi. 3 gol fatti,altrettanti,almeno, mangiati ed uno subito in maniera piuttosto ingenua ( vero Desilvestri? ). Risultato: 3 punti,una classifica piu’ umana ed entusiasmo alle stelle da parte di squadra,tifosi e media. Il che mi porta a pensare ad un “vizio” che in generale hanno, o sarebbe meglio dire subiscono, tutti gli ambienti calcistici ed i tifosi del toro in particolare: la totale mancanza di equilibrio. IL rischio di volare alti per poi,magari,cadere la domenica successiva e farsi piu’ male del dovuto,vista l’esagerata altezza da cui si cade. Il messaggio appare quindi chiaro: stiamo calmi! Lo dico a me per primo; abbiamo vinto una partita, ne mancano 32, praticamente tutto il campionato. Quindi si all’entusiasmo, ma piedi saldi per terra, perche’ se e’ vero che ieri abbiamo goduto,ed a ragione, e’ altrettanto vero che sino ad ora sono state piu’ le partite andate storte che quelle positive. (4 a 2). La prossima sara’ toro fiorentina e quello che piu’ conta deve essere riempire lo stadio e rimanere con i piedi per terra.Perche’ se e’ legittimo chiedere alla squadra di rimanere equilibrata, dobbiamo esserlo anche noi.Anzi,noi in particolare.

  39. Per puntare in alto servono 2 giocatori ancora.la mezzala mancina che abbina quantitá e qualitá e il centrale destro di prospettiva.non figurine ma giocatori veri.gente da 7-8milioni l uno almeno.con questi comprati a gennaio si puo fare un balzo in avanti e puntare al 6 posto.io ci spero visto il tesorone a disposizione.

  40. TORO, TORO, TORO, titola oggi il TuttoSport, ed io, francamente, non ho molta voglia di pensare ad altro. Oggi me la godo, me la godrò per tutta la settimana!
    Oggi non voglio pensare ai gufi, ai negativi, agli sfigati, ai complottisti e a tutti coloro che ogni pelo storto è colpa di quello ed è colpa di quell’ altro.
    Oggi mi scorre sangue granata nelle vene come non accadeva da anni e non voglio pensare a null’altro.
    FORZA TOROOOOOOOOOOO!!!

  41. Molti giustamente dicono che dietro abbiamo ballato. Io ricorderei anche chi era che ci faceva ballare: terzini Florenzi e Peres, centrocampisti Strootman, Nainggolan, De Rossi, attaccanti Dzeko, Perotti, Salah. Nel secondo tempo Totti. Ci sta concedere occasioni a una squadra così
    Aggiungo però una nota su Spalletti. Da quando ha inserito Totti e ha tolto De Rossi, avevamo praterie e possibilità di arrivare in porta con maggiore facilità. Giocare con il 4-2-4 (e con terzini di spinta e non di sostanza) è decisamente pericoloso. Spero che Miha lo faccia il meno possibile.

  42. Ieri il Toro è stato Toro per tutta la partita è questo non accadeva da mesi e forse da anni, potremo anche non essere così esplosivi nelle prossime partite, ma almeno abbiamo capito ed assaggiato il nostro potenziale e lanciato un avvertimento agli avversari su cosa siamo anche capaci di essere oltre alla squadra svagata di Bergamo o dormiente con l’Empoli

  43. ieri a sky Caressa sosteneva Toro tra le prime 5. ieri hi visto una bella squadra che è stata tenuta a galla da un grande portiere ( finalmente decisivo) ed ha colpito appena avuta l’occasione.
    Non concordo sulla prova di Iago, fino al rigore non aveva fatto una grande prestazione, puo e deve dare di più.
    Belotti ,Boye e Barreca , sontuosi hanno fatto una partita da incorniciare.
    comunque quando vinci 3-1 contro una grande ( o presunta tale) significa che tutti I giocatori hanno svolto il loro compito al meglio.
    Balliamo ancora un pò dietro ma si vede che migliorando partita dopo partita.
    non motiamoci la testa e non deprimiamoci alla prima sconfitta. lavorare con I giovani sognifica avere pazienza e sostenerli sempre.
    complimenti a tutti per la ieri e speriamo che sia solo la prima di una lunga serie.
    p.s le merde viste ieri non mi sembrano irresisitibili e sognare è lecito …..

  44. Per me Iago farà parecchia panca perché Boyè è fortissimo. Ci manca un difensore centrale giovane e forte, cioè Simunovic. Visto che è rimasto al Celtic e a gennaio ricosterà 8-9 milioni e non 4, chissà che non possa essere Ajeti, agli Europei aveva fatto molto bene

  45. Boye e Barreca mi hanno impressionato. Al momento Belotti sembra addirittura più forte di Immobile (almeno questo gli antiventuriani dovranno concederlo a Ventura, di averci visto giusto). Iago Falque era dappertutto, con qualità e sostanza. Obi top, ma s’è rot… Valdifiori deve crescere un bel po’. Ma se cresce… Baselli idem. Spero che Maxi Lopez dimagrisca, perché credo potrebbe tornare molto utile in certi frangenti. Aspettando un Lialiic al 100%.

  46. Un aspetto evidente del Toro attuale è che avevamo bisogno di un rinnovamento mentale. E lo dice uno che è un Venturiano convinto. I cicli iniziano e finiscono e serviva nuova spinta emotiva. Speriamo di aver imboccato la strada giusta. Anche perchè a me degli allenatori frega il giusto, io voglio il sorriso stampato sulla faccia il Lunedì mattina perchè il TORO ha vinto.

  47. Piccola nota preoccupante ieri ancora una volta qualche sbandamento difensivo. Rigore regalato, e soprattutto Dzeko che ci ha graziato più volte dopo essere stato perso dai centrali. Poteva farne comodamente 3-4. Bene così per una volta che non possiamo sempre essere sfigati

  48. Oggi sono contento, ieri ho visto un bel Toro. Siamo una buona squadra, si può fare bene in questo campionato. Giovani promettentissimi, vecchi marpioni ed un gioco aggressivo. Continuare così che la strada è quella giusta. #SFT

  49. La cosa che mi impressiona di piu’ di Boye è che , anche in mezzo a 2 o 3 difensori , cerca sempre di stoppare la palla alta , la maggior parte delle volte di petto , per poi difenderla e ripartire . In questo modo toglie il tempo dell’intervento al difensore che spesso è obbligato a ricorrere al fallo. Grande persoanlita’.

  50. Da tifoso granata del centro-sud ieri “in trasferta” a Torino, anche se non ho potuto vedere la partita, ma solo ascoltarla per radio come una vecchia vecchissima abitudine, voglio fare dei complimenti e dei ringraziamenti.
    In primo luogo alla squadra, per me meritano tutti 8, perché è una prestazione da “gruppo” vero. Come scrive la direttora, anche a me hanno fatto provare un grande orgoglio. Avanti così, come dei Tori!
    Saltata la partita, ho approfittato per fare un pellegrinaggio granata.
    Così mentre la squadra vinceva, ero ad emozionarmi a Superga.
    Quindi al Museo. E qui gli altri complimenti e il mio secondo grazie, per l’impegno e la disponibilità dei volontari. Bravi, ragazzi!
    Speriamo di rivederci presto a Casa, perché anche i Granata lontani quando vengono a Torino, hanno bisogno di sentire forte l’appartenenza, di vivere anche solo per un giorno lo spirito granata insieme agli altri fratelli.

    • Giusto fratello, anche io come te vivo lontano da Torino e un salto a Superga ed al Museo è d’obbligo, quando mi è capitato di andare a Superga mi è venuto il classico groppo in gola e non riuscivo più a parlare…sensazioni uniche che solo noi granata possiamo capire.
      Però ieri fratello ti sei perso un partitone…

        • Certo che sentirla alla radio è da infarto, perché non ti rendi conto dove sia la palla… Probabilmente per te sarà stata anche più bella perché più sofferta.
          Comunque e’ vero, queste tessere del tifoso limitano soprattutto chi abita lontano dalla città della squadra per cui tifa.

  51. Ieri allo stadio si è goduto come forse solo nei primi anni 90 l’ultima volta. Una partita da anni 80 più che 70. Con la sofferenza e la lotta. Ero con una nidiata di bambini con la maglia granata e anche giallorossa. Una bella festa.
    Se si continua così si può fare bene ma come ho detto già mesi fa occorre aspettare almeno il giro di boa per avere un quadro chiaro. La squadra deve pensare solo a fare punti, l’Europa è ancora lontana ma non si sa mai.
    Mi sono già innamorato di Boye, è mostruoso. Bravo Barreca, davanti aveva Salah e Florenzi. Ha messo pure le pezze dove non arrivava Castan.
    Bravi tutti. Toro olè

  52. Ieri,tornando dallo stadio,pensavo a quanto avevo goduto a vedere finalmente una squadra giocare per vincere,senza paura e con la giusta cattiveria,a vedere 3 giovani top player scardinare gli avversari come veterani di lungo corso,arrivato a casa per completare la giornata ho pensato bene di riguardarmi la partita che,saggiamente,i miei figli avevano registrato… E guardando attentamente parecchie azioni mi sono convinto che il prossimo anno al giovedì spesso saró in trasferta…(pensare di andare al martedì o al mercoledì forse è azzardato,vero??)

  53. Ma quando rientra Liajic chi esce? se continuano così la davanti il buon Adem dovrà darsi da fare e nello stesso tempo penso: cosa può diventare l’attacco del Toro una volta rientrato Liajic.
    Boye ha un potenziale incredibile, tecnica potenza fisica grinta, ha tutto deve solo imparare ad eliminare il tocco di troppo che fa e a capire subito la giocata da eseguire: credo possa diventare davvero fortissimo e anche un goleador.

    • Boyè ha un potenziale pazzesco, tecnica, fisico, visione di gioco. Può fare tranquillamente reparto da solo e con Sinisa crescerà molto. Trovo assolutamente giusto che venga dosato e non lo si carichi troppo. Mi piace parecchio il fatto che nonostante sia stato subito gettato nella mischia abbia giocato tranquillo, Questo ragazzi se scoppia come penso ci farà godere pesante. poi scusate uno soprannominato “El Toro”…….

  54. Grande Toro che ha potenzialità grandissime e che deve cercare la continuità e qualche schema sia su corner che su calcio di punizione.
    Forse avremmo dovuto tenere Parigini e allungare Martinez a qualcun’altro, ma avranno avuto le loro ragioni.
    Il frutto di questo Toro, oltre che da 5 di Ventura che ha assemblando le squadre non certo con i giocatori di qualità che abbiamo ora, ha degnamente giocato e ottenuto ottimi risultati, è data da Cairo che sta diventando uno degli uomini più in vista e potenti in Italia con quotidiani ( RCS), televisioni e pubblicità , supportato dalla banca più potente in Italia che è il San Paolo.
    Questa sua ascesa professionale ci aiuterà moltissimo, decisamente di più che avere un Abramovich che arriva e caccia decine e decine di milioni di euro;
    Vedrete che il prossimo anno si inventerà qualcosa per acquistare Hart , ne sono certo.
    Forza Toro e Forza Cairo

  55. Un neofita che avesse visto la partita ieri, avrebbe certamente indicato il Toro come una grande squadra. Corsa , ritmo , trame, colpi di classe e la ricerca costante del gol.
    In fondo chi di noi se lo aspettava ?
    Sulle ali dell’entusiasmo possiamo fare grandi cose, la strada giusta l’abbiamo già imboccata.

  56. Boye era già stato ceduto dal River alla Roma, fu poi il suo procuratore a far pressioni sul ragazzo per mandarlo in una squadra di media classifica dove avrebbe avuto più chance di mettersi in mostra e cosi fu’, in effetti scelta più azzeccata sia per lui che per noi non ci poteva essere.

  57. Gran bella partita ieri.
    Bravissimi tutti.
    Ma permettetemi di fare una menzione a Boye.
    Per me e’ fortissimo. Lui e’ veramente la grande sorpresa. Preso a parametro zero questo e’ un colpo da 90!
    Benassi e Barreca anche gran partita.
    Belotti oramai e’ un top player.
    Uniche note stonate per me ancora Baselli e De Silvestri ( non puo regalare due rigori cosi)

  58. Sta venendo fuori un bel Toro. Cuore e qualità, gioventù ed esperienza, forza fisica e corsa. C’è tutto in questa rosa. Mancava l’ordine tattico ma sta arrivando anche quello. Dietro ormai si è raggiunta una certa stabilità al di la degli interpreti e questo è segno che gli schemi sono stati assimilati. Concediamo ancora troppo ma come dice sempre Miha è precisa scelta tattica a fronte di una maggior offensività. E con un Hart così possiamo permettercelo, comunque. Ma possiamo permettercelo soprattutto con un Gallo così. Alla fine conta fare un gol in più dell’avversario e Belotti in questo momento ti fa partire almeno con un gol di vantaggio. Ieri la partita è stata tutto cuore e contropiede, altra cosa che continua a riuscirci bene. Dobbiamo migliorare la fase di costruzione contro avversari schierati, ancora siamo un po arruffoni. Ma la squadra sta iniziando a cercare di più Valdifiori. Grandissimo acquisto Mirko. Ieri ha annullato Nainngolan, uno che fa della corsa, forza e intensità le sue armi migliori. E poi finalmente si gioca di prima a centrocampo. Ho contato più lanci di prima di Mirko ieri che in tutto lo scorso campionato. Uno di questi ha messo Belotti in condizione di procurarsi il rigore. E poi Barreca e Boyè… il primo si sta mostrando già pronto, il secondo, battezzato come bidone solo perchè parametro zero, ha tutto per diventare l’ennesimo colpo a sorpresa di Petrachi. Ho già fatto i complimenti a Miha ieri, li rifaccio oggi. La strada pare quella giusta, avanti così.

    • Condivido ed approvo quanto hai scritto. Grande Sinisa (detto da una vedova contento,ora, del cambio) FVCG. Il mio confidente di mercato mi ha detto che Cairo, con parte del tesoretto, vuole convincere Hart a restare ed acquistarlo. N.B. che c..o Petracchi ad imbarcare, a fari spenti, uno come Boyè (o Bojé) oppure, pur senza fari, ci vede molto bene?

      • Petrachi viene costantemente sbertucciato per gli errori di mercato mentre i colpi ad effetto sono sempre di qualcun’altro. Sta cosa non la capirò mai. E’ un DS non un osservatore. Ha la responsabilità dello sviluppo del progetto sportivo. Il direttore è lui. Chiunque segnali i giocatori da prendere, alla fine li sottopone al suo vaglio e sua è l’ultima parola. Nel bene e nel male. Giusto criticare gli errori di mercato, altrettanto complimentarsi con lui per quelli buoni senza star li a sottolineare chi glieli ha segnalati.

        • Come per l’acquisto di Belotti. Giocatore per il quale lo scorso anno in molti storcevano la bocca quando fu acquistato e quando scendeva in campo. Ricordo che uno dei pochi a difenderlo era Fautoro, come spesso accade aveva visto bene.

          • Guarda, io l’anno scorso ero felicissimo dell’acquisto del gallo, ad un amico di Palermo chiedevo ogni giorno ad agosto “quando ce lo vendete?” 😉 mi sembra che in tanti fossero contenti, poi i primi tribolati mesi avevano fatto partire le solite bordate (a l’è nen bun, non sa stoppare un pallone, tecnicamente scarso, impreciso, ecc ecc). Fino all’accusa ridicola di esserci “giocato” un anno stravolgendo le gerarchie in attacco per inserire a forza lui…ma dove saremmo oggi con Quaglia e Maxi per come si sono rivelati a posteriori?

        • Ma magari è pure vero che non c’entra niente in modo diretto. Va giudicato globalmente un DS e non sul singolo acquisto, buono o pessimo che sia. E se smadonniamo per le plusvalenze evidentemente il lavoro fatto da Petrachi è buono.

          • @Mimmo Condivido pienamente la tua analisi. @qui_sont Erano in pochi a credere in Belotti, bollato fin da subito come bidone. (non sa stoppare la palla, non vede la porta, regalo a Zampa, ecc.) Colpa ovviamente del duo braccino/petracchio come qualcuno ama chiamarli abitualmente.

      • Ti fa piacere “scoprire” sta cosa solo perché sei carico di pregiudizio nei miei confronti. Son 3 anni che dico che non bastavano Vives e Gazzi in mezzo. La stima per Peppe prescinde dalle sue qualità tecniche e resta immutata. Della sua incapacità di essere incisivo in fase di costruzione ne ho sempre parlato. Tu lo scopri solo oggi. Meglio tardi che mai, comunque.

  59. Barreca ieri ha davvero impressionato, ha giocato come un veterano, ieri in due casi ha fatto vedere giocate che non ti aspetti da un ragazzo di 21 anni alla seconda da titolare nel primo tempo quando su Salah ha difeso furbescamente la palla quasi irridendo l’avversario e nel secondo tempo quando su un contropiede ha superato come un treno Florenzi poi costretto a far fallo,

  60. Ecco….come dico da tempo….ventura è piu in bocca a chi lo contestava di chi lo sosteneva.mi piacerebbe rileggere l editoriale di 12 mesi fa.torino fiorentina se non ricordo male.il tifoso medio del torino vive la giornata senza pensare a lungo termine o riflettere su esso.il toro è storia infinita….passato presente futuro.non 90 minuti.

    • Ricordo la partita con la Viola dello scorso anno, gran bel secondo tempo ma dopo un primo sconcertante in balia della Viola dove avendo voluto sull’ uno a zero per loro e padroni del campo pigiando sull’acceleratore potevano chiudere la partita,
      La differenza con quella partita è che ieri abbiamo giocato per 90 minuti e mai abbiamo dato la sensazione di essere in balia dell’avversario.

    • D’accordo sia con @bischero che con @Rds…ricordo benissimo la partita ma soprattutto il primo tempo in cui non ci avevamo capito nulla. Comunque come sempre sono i risultati a condizionare i giudizi, anche se ieri davvero anch’io ero stupito per l’intensità, la grinta, l’approccio alla partita contro un simile avversario. Uno di quei casi in cui se anche fosse finita 2-2 il giudizio sulla fantastica partita non sarebbe cambiato. Ora vediamo se diamo continuità già domenica

  61. “Il Toro è uscito dal torpore delle ultime settimane (e degli ultimi mesi)”… e degli ultimi anni vissuti come se l’inno fosse la canzone “La Moda del Lento”. Se a cotanta mentalità corrispondesse un vero progetto di crescita, saremmo a posto. Per ora godiamoci i Four Bs, forse Five: Belotti, Boyé, Barreca, Benassi (e Baselli), sperando che non siano l’ennesimo capitolo della saga “Piccole Plusvalenze Crescono”.

  62. pensavo a barreca,a vedere bene le cose,ha davvero un’autostrada davanti.non ci sono giocatori eccelsi come terzini sx,forse solo antonelli su quella fascia,ma forse.se cresce bene,il ragazzo’e’un cocciuto nel senso positivo del termine,puo’ veramente ambire alla nazionale in tempi rapidi.poi ieri c’eran 6 ragazzi soto i 23 anni,prima invece si parlava di percorso di crescita….

  63. Qui abbiamo goduto e tanto, come tutti voi la’ in Italia. Da lontano, quindi senza le pressioni ambientali che molti di voi hanno, soprattutto a Torino, vorrei che la smettessimo tutti di usare termini e argomentazioni negative. Che ci crediate o meno, la positivita’ viene trasmessa a mo’ di domino e la carica che ne scaturisce puo’ aiutare il nostro Toro a fare cose ancora migliori. Per favore, smettiamola per un po’ con le plus valenze, i braccini, le vedove di Ventura e gli spalamerda, il rinfacciarsi quanto detto e fatto giorni, mesi ed anni fa. Tanto come la pensate e’ chiaro a tutti, non serve ripetere le stesse cose come un mantra. C’e’ un Toro che sta nascendo, compattatevi, compattiamoci e sosteniamo questo branco di ragazzini che potrebbero farci sognare con altre partite gagliarde come quella di ieri. Provateci, credetemi, e’ davvero deprimente leggere certi commenti, da una parte e dall’altra. Abbandonate il pessimismo cronico, abbandonate il costante dualismo tra, com’e’ che vengono chiamati? prezzolati/fucsia e spalamerda? Non avete abbastanza nemici nella vita e dovete trovarne tra chi tifa la stessa squadra? beati voi…. Forza Toro sempre.

  64. concordo pienamente ogni riferimento al guru è per niente casuale. Tutti giustamente saltano belotti boye falque e barreca. Però a mio parere se ci fosse stato padella invece diHart si perdeva .già dopo 2 minuti saremmo stati sotto 1-0- perché mai e poi mai padella avrebbe avuto quella tempismo quella reattività .
    Con l’atteggiamento mentale conigliesco del vate poi al massimo sarebbe finita 2-2- …………….i

  65. Tanto per rivalutare sia la nostra vittoria contro il Bologna e sia gli emiliani notare da noi asfaltati e spazzati via, da tutti descritti dopo quella partita poca roba, sono 2 punti davanti a noi e finora ha perso solo con il Napoli ed appunto con noi.
    Sono sicuro che la nostra squadra se un giorno riuscirà con un po’ di fortuna a limitare gli infortuni, ci toglierà parecchie soddisfazioni.

  66. “Il Toro è uscito dal torpore delle ultime settimane (e degli ultimi mesi)” , (Una rondine non fa primavera…). Vorrei solo ricordare che con tutti gli squadroni (veri o presunti) che ci sono, fino ad ora l’unica manita del campionato è nostra….

  67. Attualmente abbiamo un “top player” che corrisponde al nome di Gallo Belotti, con lui in campo in 3 partite e 1/4 abbiamo fatto 10 gol ha preso un palo e ci siamo procurati 3 rigori causati tutti da interventi su di lui,
    Senza di lui il gioco ha prodotto una sconfitta e due scialbi pareggi, numeri chiari e precisi che ci fanno capire che il
    finalizzatore è cresciuto ed è diventato il miglior attaccante italiano,
    Ed ancora non abbiamo ammirato il fiore all’occhiello della campagna acquisti, quando rientrerà anche lui ne vedremo delle belle, ci sarà l’imbarazzo della scelta là davanti ma tutti ne vorrebbero di questi problemi,
    Ieri tutti grandi, chi più chi meno, una lode particolare per i giovanissimi Barreca, Benassi e Boye, bravissimo Hart che diffonde sicurezza a tutta la difesa e fa capire la differenza tra avere un portiere sopra la media ed uno sotto la media,
    Un plauso ad un ritrovato Castan ma si sapeva che era un campione e a Rossettini chei ha sorpreso piacevolmente, a Zappacosta che ha giocato l’ultima mezzora come mai aveva giocato nel Toro, a Valdifiori che comunque non è un fenomeno ma in questo centrocampo ci sta alla grande,
    Uniche note stonate Baselli ancora sottotono e Martínez che secondo me non ha nelle corde il gol +questo sconosciuto) e parere personale non diventerà mai un calciatore da serie A.

    • mi trovi assolutissimamente d’accordo su tutto. Specie su Martinez. E’ tre anni che aspettiamo chissà chi o cosa, la verità è che è in tre anni ha combinato ben poco e occasioni comunque ne ha avute. Ieri si è visto in particolare sul 3-1 due occasioni facili facili (mica la palla della vittoria al 95′) e 2 errori…..Su Valdifiori francamente ho qualche perplessità, davvero troppo troppo lento però visione di gioco e tattica c’è, un regista secondo me è un’altra cosa.

      • Non ho mai particolarmente seguito Valdifiori, ma soprattutto gli addetti lo descrivono con un piede educato ed un velocità di pensiero sopra la media speriamo in bene, certo io in quel ruolo avrei preferito Obiang forse meno preciso ma fisicamente più dotato.
        Comunque abbiamo in panchina questo ragazzino serbo di cui se ne parla bene e visto che Miha non si fa problemi a lanciare i giovani chissà se presto non vedremo anche lui.

  68. Una rondine non fa primavera… Benissimo ieri. Bravo Mihajlovic a leggere la partita e ad infondere quella grinta e voglia di vincere mancata tante volte lo scorso campionato. Ora serve continuità e il recupero completo di Ljajic. Godiamoci la vittoria. Non è tempo per voli di fantasia, ci attendono partite impegnative

  69. Sono il primo a gongolarmi dopo la prestazione di ieri, ma trattengo (a stento) quell’entusiasmo che fino ad oggi è stato dannoso per il toro. Questa squadra ha bisogno di calma, serenità e tempo tutte cose che noi tifosi abbiamo davvero in percentuali limitatissime. Sinisa è l’UOMO giusto per questo toro e lo sta facendo capire e vedere. Quoto @giobad sulla rosa, ci sono tutti gli elementi per fare bene un mix di giovani con un potenziale enorme (Barreca e Boyè su tutti), delle certezze (Il Gallo, Benassi) e tantissima esperienza e serietà (Castàn, Bovo, Moretti, Peppiniello, Obi….) finalmente un PORTIERE. Ho detto all’inizio che bisognava aspettare almeno fino a novembre per capire dove e come potremmo arrivare. KEEP CALM E GO SINISA GO

  70. Le prossime partite ci diranno se è tutto vero o solo un bel sogno. Lasciatemi anche sperare che la gioia di Cairo, che a fine partita abbracciava tutti i giocatori, fosse ormai da tifoso e non semplicemente di chi pensa alle plusvalenze ….

  71. Aspettavo il ciclo di ferro con curiosità perché siamo squadra che ha il suo valore nella ripartenza rapida, nella verticalizzazione immediata, nell’aggressività continua. Queste sono le partite che ci possono esaltare, però dobbiamo migliorare la fase difensiva perchè ieri troppo spesso abbiamo rischiato. Nota positiva la qualità si è anche alzata nonostante le recenti cessioni, e tra poco rientra Adem..

    • Concordo jair. Lo dissi più volte nei giorni scorsi io credevo veramente che avremmo potuto vincere. Credo che anche contro la Fiorentina assisteremo a una partita come questa e credo che anche i viola potremmo farli viola. Le squadre di Mihajilovic si esaltano quando possono rubare palle e trovarsi immediatamente davanti al portiere avversario, però perché questo accada devi sempre avere in avanti giocatori di grande qualità. Alla Samp Sinisa aveva gabbiadini, qui ha Belotti.

  72. Ribadisco ancora una volta che senza infortuni abbiamo tre Top Player: Joe, Adem ed il Gallo + quattro campioni: CASTAN, BENASSI, BOYE, JAGO FALQUE + tre giovani oltre la media: ZAPPACOSTA, BASELLI E BARRECA. Con questa squadra si torna a sognare! FVCG

  73. fiorentina Inter e Lazio ci faranno capire meglio, ieri una squadra arrogante pensava di venire qui con 5-6 uomini offensivi e prenderci a pallonate, poi sugli esterni le sontuose prove di boye barreca e falque hanno stravolto la gara. eravamo da Champions anche dopo le 5 pappine al Bologna poi…di certo c’è che alcuni giovani hanno un potenziale incredibile e belotti è diventato un campione da 40 mln (Cairo ieri gongolava come un bambino alle giostre)

      • Ho visto le partite di Fiorentina, Lazio ed Inter di ieri; la Fiorentina non mi ha entusiasmato, credo che con una prestazione come quest’ultima si possa battere tranquillamente, dell’Inter e della Lazio temo solo i loro reparti offensivi, Icardi è un cecchino e Keita Balde è rapidissimo, credo che con la dovuta attenzione del nostro reparto difensivo e la giusta determinazione/mentalità, potremmo fare molto bene anche contro di loro!

      • Per me faticheremo di più con la Viola che con l’Inter, perché la prima è più squadra e lì in mezzo e dietro è più compatta, il vantaggio è che davanti fatica a concretizzare e che dietro ogni tanto ha qualche amnesia. Se lasci invece a Icardi le palle di Dzeko pure Hart ci potrà fare poco. Questo non significa che non giocheremo per vincere, con il serbo questo accadrà sempre (pure con i gobbi), ma sarà importante giocare molto più corti, poi se rientra Adem potremo sfruttare anche le punizioni.

  74. Un toro fantastico, guidato da un condottiero orgoglioso in panchina e da un’altro devastante in campo, il gallo. Un toro con tanta qualità in più del passato, nei ruoli chiave e non solo, che non è primo in classifica soltanto per lo sciagurato infortunio di belotti, l’unico giocatore insostituibile di questa squadra. Ma ci arriviamo dove sognamo di stare, poco ma sicuro. Fvcg.