Mihajlovic perde la voce, il Toro ritrova gli attributi

124
3687
probabili formazioni fantacalcio chievo torino
CAMPO,18.3.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 29.a giornata di Serie A, TORINO-INTER, nella foto: Daniele Baselli esulta dopo gol 1-1

Il duro confronto in settimana ha portato il Toro ad una reazione da grande squadra: e contro l’Inter i granata sono tornati quelli di inizio campionato

Se solo Sinisa Mihajlovic avesse scoperto con qualche settimana di anticipo che una strigliata come quella di qualche giorno fa avrebbe sortito un tale effetto, forse il Toro non sarebbe così lontano dalla zona Europa. Forse non avrebbe smesso di lottare così presto, precipitando nella pericolosa zona occupata da chi, ormai salvo, non ha più nulla da chiedere ad un campionato. Eppure il tecnico serbo aveva messo tutti in guardia: non è mai stato abituato ad allenare squadre senza un obiettivo. Chissà se è stata una gara come Torino-Inter a ridare smalto ad un gruppo che sembrava essersi smarrito quasi del tutto o se invece le urla hanno dato la scossa giusta. Qualcosa è scattato in settimana, per quello che ci siamo detti, anche perché sanno quello che li aspetta se non fanno quello che chiedo loro di fare”: la svolta tanto invocata non è arrivata dopo una vittoria né dopo una grande prestazione, ma dopo un confronto che a giudicare da quanto ha raccontato Mihajlovic è stato duro al punto giusto.

Se l’effetto svanirà nel giro di qualche giorno, sarà la prossima gara a dirlo: i granata nel frattempo han ritrovato lo smalto dei tempi migliori pur con interpreti diversi. Se il Toro che ad ottobre faceva paura alle grandi era guidato dal tridente della meraviglie (Belotti era in rampa di lancio, Falque si era appena sbloccato e Ljajic aveva mostrato di valere il tira e molla estivo), quello che ieri ha stupito in positivo il Grande Torino era un Toro ancora più operaio. Il mestiere e l’esperienza di Moretti, la caparbietà di Rossettini, le sgroppate di Zappacosta, la freschezza di Lukic, la forza di Acquah e la lucidità di Baselli. Il Toro ha rischiato di battere l’Inter senza i gol di Belotti e con due papere di Hart (che poi ha salvato i compagni dal tracollo) dimostrando di valere più della propria classifica: peccato averlo scoperto troppo tardi.

Condividi

124 Commenti

  1. Fui costretto, perchè i gobbi infami quell’anno ci lasciarono solo lo spicchio ospiti ed è era già esaurito, ad assistere al mitico juve toro 1 a 2 del ritorno 91 in una curva Maratona del delle Alpi infestata da gobbi. Al gol vincente di policaño venni alle mani con le merde che mi circondavano. Per fortuna nessun problema fisico nè legale, ma da allora giurai a me stesso mai più un derby In mezzo alle scimmie.

    • yanez io sono stato costretto dal fatto che il mio amico ha preso i biglietti li non trovando quelli nei distinti…. non ero per niente felice, e neanche tanto confidente di essere al sicuro…. ma sono andato lo stesso….. ma sei tu che hai citato questo evento che avevo dettagliato come esempio di quanto io sia gobbo…… ora si scopre che per motivi differenti è capitato anche a te??…parlando di merde, posso chiederti cosa accadrebbe se un gobbo facesse quello che hai fatto tu nella cirva del toro???accadrebbe la stessa cosa…..infatti io quel giorno sono stato ben “coperto” e tranquillo anche se dalla mia depressione era facile capire di che squadra ero….. diciamo che in curva nord il tifo della gobba è “moderato” se non fosse stato cosi non avrebbero potuto destinare parte della curve (senza protezioni) ai tifosi del toro…. forse e dico forse accadrebbo lo stesso in primavera da noi…..

    • Anche io nel lontano 1979, in vacanza a Torino, andai con un mio cugino gobbo a vedere un juventus-Romania, amichevole estiva. Un gobbo mi disse: quest’anno siamo fortissimi, e io risposi: può dirlo ad alta voce che siamo fortissimi, io sono del Toro! E durante la partita un gobbo iniziò a urlare parole offensive contro il Toro, io, già impetuoso in giovane età, risposi per le rime e andò a finire a botte…

    • immagina quanto sia stato bello per me il 4-0 del derby di coppa italia… ma ti garantisco che la cosa che mi ha schifato di più è vedere il toro di ventura giocare per 60 minuti nella propria area… i gobbi erano come un brutto arreddo niente di piu.. e poi ero a 10 metri dal settore ospiti che per l’occasione era stato esteso prendendo metà curva nord della juve…..

  2. Odix, secondo me non è questione di pretendere o meno, qui si parla di qualcos’altro. Bisogna ammettere che la maglia granata, grazie in questo caso ai fasti del passato, è una maglia “pesante”, che soltanto guardandola dovrebbe incutere rispetto e soggezione, per cui, se ne divieni il proprietario o il maggior azionista etc, devi sobbarcarti tutte le responsabilità del caso. Non è come guidare una squadra con una storia minore, certamente più facile. Oneri e onori. Se poi non vuoi, non puoi, o te lo impediscono, passa la mano…

    • ok concordo, ma vista la nostra storia ripeto anche e soprattutto in fatto di rpesidentyi da 30 anni a questa parte mi concederai che non è sicuramente cairo il peggiore… la parentesi borsano dimostrò come per ragiungere un successo nell’immediato si possano gettare le basi per il tracollo successivo… borsano con Moggi ( mi schifo a scrivere questo nome ma è cosi) costruirono l’ultimo toro degno di tale nome. per altro l’unico che io possa ricordare davvero essendo del 77… ma poi?? il poi lo sappiamo… tracollo e le basi di quel tracollo furono gettate credo anche dalla gestione borsano che tanto ci diede in termini di “campo” ma che costò a mio avviso tutto quello che accadde nella nostra storia successiva….. detto questo almeno adesso hai capito cosa intendevo con la storia della STORIA!!!???

      • Certo che ho capito, e se potessi tornare indietro nel tempo cancellerei certi personaggi, come Goveani, i gobbi Gerbi e De Finis, Calleri, i camerieri di agnelli cimminelli e Romero, ma proprio per aver sopportato loro, da Cairo vorrei qualcosa in più….

        • ok, non ho niente da dire, basta che la si faccia finita con questa cosa che ho scritto che la storia del toro (tutta la storia) è mediocre perchè è una cazzata, usata da chi in questo forum non ha altro da fare che insultare la gente….non ho MAI detto che la storia del toro è mediocre….. e mai lo avrei detto riferito al grande torino, alla sua tragedia e ad una serie di altri eventi dopo il grande torino… ho detto e lo ripeto che sono 30 anni che siamo mediocri non da quando c’è cairo(era quello a cui volevo arrivare)…. poi che si chieda a cairo di fare quello che nessuno ha fatto in 30 anni di storia (e anche qualcosa in piu) è legittimo, che lo si pretenda per discendenza divina no….

  3. Ciao Giovanni Pelide, chi tifa juve in coppa è un certo osservatore che è sparito da un po’ o ha cambiato Nick, quello che va a vedere i derby al cessostadium nella curva gobba è il gentile forumista che ha scritto sopra di te 😉

    • yanez quindi tu non hai amici della juve? e parlo di amici veri non cosi conoscenti… e se ti dicessero, guardiamo il derby insieme , vengo allo stadio nei distinti?.. e se tu non trovassi il biglietto nei distinti e lo prendessi IN PRIMAVERA (non in maratona) ??…. non andresti ripeto con un tuo amico gobbo a vedere il derby in primavera? ma davvero parlate di NULLA piu totale ogni tanto….

  4. Invito a leggere o a rileggere il commento del Sign. @Carlo del 19 marzo ore 12:34. Al contempo pubblico quanto scriveva il 23 febbraio alle 08:17 “Lo propongo di nuovo: organizziamo una protesta, davanti alla sede, al campo di allenamento, all’antistadio, allo stadio la domenica, se si può. davanti alla sede, chiamiamo un giornale, informiamo qualcuno, qualcuno interessato a scrivere un articolo: che non saranno pochi. facciamo qualcosa che se ne parli, che smetta di dire: mi vogliono bene. protestiamo. non stiamo solo qua a commediare la serata o la giornata con proteste e litigi con chi sostiene cairo. chi sostiene cairo, lo fa per difesa, per difesa di qualcosa che è molto fragile. quindi sono vittime loro come noi. insomma poca filosofia, pochi discorsi (i miei), ci organizziamo: i media ci verranno dietro, il Rutto non sembra che schifi l’idea di base, tanto per dire un giornale. io prendo volentieri un paio di giorni di ferie e vengo a torino, se qualcuno si organizza. verrebbe anche yanez, ne sono certo.” Che il mondo sia pieno di gente disturbata non e’ una novita’, questo pero’ passa ogni limite. Aspirante “opinion leader”, alla ricerca del consenso ad ogni costo, disposto a pubblicare la sua e-mail per catalizzare l’attenzione del forum, si reinventa rinnegando quanto scritto da lui stesso per un mese, nel misero tentativo di assumere la leadership di coloro che fino a poco tempo fa definiva “minoranza”. Miserabile e patetico. Recidivo per giunta. E allora gli chiedo, come fece un utente qualche mese fa: ma alla fine, @Carlo, chi ti ha rubato la merenda?

    • Mah mi pare un po’eccessiva questa invettiva. C’è ben di peggio di @Carlo su sto sito, c’è anche gente che dice di tifare juve quando gioca le coppe, c’è chi dice di disertare lo stadio da anni ma in compenso va a vedere il derby nella curva gobba al merdastadium, c’è chi dice che abbiamo una storia mediocre, c’è chi gode in anticipo se cairo si intaschera 30 milioni della vendita di belotti, eccetera eccetera. Non mi pare che @Carlo si meriti tutto sto livore. Opinioni, ovvio.

      • pensare che c’è anche gente che non sa scrivere altro che gobbetto, paraculo, leccaculo, lapo e dimentico effettivamente qualcosa… hai ragione su questo forum c’è decisamente di peggio, se poi si considera che da alcuni questi personaggi sono anche considerati degli eroi moderni allora si completa il quadro….Opinioni, ovvio.

      • Ciao Yanez, della storia mediocre e dei 30 milioni avevo letto e sinceramente ne ero rimasto nauseato, ma adesso sto apprendendo da te che c’è addirittura chi tifa Juve in coppa e chi va a vedere il derby in curva con loro… ma dico io, che cazzo ci fa sta gente in un forum granata? Giuro che leggendolo ho avuto un attacco di voltastomaco, e non in senso metaforico. Se c’è davvero gente così, che si autodefinisce granata, invito tali persone a smettere di disonorarci con la loro presenza, e di non nominare più la nostra squadra. Se poi si tratta di gobbi infiltrati, come a questo punto mi auguro, visto che la cosa sarebbe meno grave, ok, la presa in giro ci può stare…

        • Giovanni dato che sono io l’indiziato, potresti rispondermi ? 1)mi definisci la storia del toro da fine anni 80 in poi(il mio discorso era nato per dire che si accusava cairo della mancanza dei risultati, come se in 30 anni avessimo fatto molto di piu, ma sono stato largamnete frainteso)? 2)mi dici per favore bacheca alla mano a quale periodo risalgono l’80% dei trofei del toro??(era per dire che la grandezza del toro sul campo risale prevalentmente , ma non solo, al grande torino che è PREISTORIA non storia e a qualche anno dopo ma che dagli anni 80 in poi abbiamo visto in media solo mediocrità) 3)Sulla storia del derby ho raccontato un aneddoto specifico, avevo deciso di andare con un amico (gobbo) a vedere il derby di coppa italia (4-0) in distinti, lui non ha trovato i biglietti e ha preso la curva dicendomelo dopo(non che ne fossi felice ma amen)….non è stata una belle esperienza soprattutto per la partita da qui a condire con tutto ciò che hai scritto beh insomma….

          • Odix77, la storia in genere non va suddivisa in passata, contemporanea etc. Il Toro è quello di tanti anni fa ma è anche quello attuale. Non possiamo dire che avevamo una grande storia mentre adesso non l’abbiamo. Non so se riesco a farmi capire. Per questo non condivido il discorso secondo il quale abbiamo una storia mediocre. È vero, i successi sono tutti vecchi, ma comunque fanno parte della nostra storia. Per ció che riguarda la curva delle merde, non devi giustificarsi, ognuno fa ciò che vuole, ma cerca di capirmi, leggo che un tifoso granata vede il derby nella loro curva, tu cosa avresti pensato immediatamente?

          • Giovanni . il mio discorso era nato per dire che c’è gente che PRETENDE grandezza attuale dal toro , e sottolineo PRETENDE non spera, sogna auspica…. in nome del fatto che siamo stati grandi. in questo contesto la storia e la preistoria hanno invece un loro significato…. purtroppo non siamo GRANDI da tanto di quel tempo che PRETENDERLO perchè il grande torino lo era è a mio modo di vedere un’interpretazione sbagliata…… si può sperare e auspicare che prima o poi riaccada, anche se il mondo, nonostante qui si voglia far finta di ninete, è cambiato…ma PRETENDERLO per discendenza divina perchè il grande torino ha fatto la storia è PURE FOLLIA…… sul tema del derby in curva, io non avrei pensato niente….non me ne può fregar di meno, anzi pensate che piuttosto di vedere quella partita me la sono vista in mezzo ai gobbi, dovrei passare da eroe non traditore (era una battuta)…..cmq fa parte di quel mondo di calcio su cui non concordiamo…. io tifo contro la juve in ogni occasione ,ma non provo da dopo calciopoli piu nessun odio che mi rovina il fegato… (infatti sul tifa juve in coppa non sono io)

  5. E’ bastato sostituire Barreca con Molinaro e Benassi con Acquah per vedere un Toro più equilibrato, poi ci ha pensato Miha a incasinare la situazione sbilanciandoci con Maxi; se resta il serbo spero che serva di lezione e che rinunci a tentare di suicidarci a tutti i costi..

  6. Il Toro casalingo di Miha bisogna riconoscerlo è spesso un bel Toro, anche la formazione iniziale ha inciso sul gioco. Le note stonate di Hart hanno un po’ sorpreso, ma può capitare altrimenti sarebbe un fenomeno. Ancora deluso da Ljajic, ma la squadra ha mostrato carattere ed equilibrio (anche con la generosità di Acquah, seppure al solito pasticcione) e l’esperienza di Moretti e Molinaro ha inciso su un buon pareggio.
    Miha ha fatto buone scelte e ha dato una buona mentalità alla squadra, ma è ancora a metà opera perchè manca la conferma nel rendimento in trasferta (Toro irriconoscibile e spaurito, in balia del gioco avversario) e i suoi cambi non sono condivisibili.

  7. Io la cosa che rimprovero di più alla società è che non puoi far partire praticamente tutta la difesa titolare e non sostituirla adeguatamente, forse hanno pensato che mettendo in porta un signor portiere (ieri no) bastava, ma non credo , un altra cosa è che non condivido come è successo ieri che a 5 minuti dalla fine fare il 4 2 4 è un rischio azzardato e se non abbiamo perso è solo perché l Inter è stata una sprecona.

    • @jerri , scusa ma perché Miha avrebbe dovuto puntare al pareggio ? In questo caso ha fatto benissimo a cercare di vincerla , poteva perderla certo , abbiamo rischiato ma se non altro il salto di qualità a livello mentale c’è stato , qualche tempo fa ( non troppo lontano ) si puntava al pari con gobbi e strisciate , quest anno si punta a vincerle e chissà come mai con Roma e Fiorentina abbiamo vinto . Chi dovrebbe farci fare il salto a livello tecnico in tutti i reparti , lo sappiamo chi è … ha i mezzi per farlo ma non la volontà

      • Questa volta concordo.. a 5 minuti dalla fine puoi anche decidere di provare a vincerla, tanto visto la nostra situazione di classifica punto piu o punto meno non cambia niente…. piuttosto l’errore (anche se ha avuto poco tempo) è stato , ma non l’avrebbe cmq fatto, sul 2-1 non togliere una punta….mentre nel primo gol la difesa ha ballato, nel secondo chi si è fatto saltare da ansaldi che ha crossato? una punta esterna ovvero una che di difesa dovrebbe capirci poco e infatti si è visto….. sul 2-1 puoi togliere una ballerina d’attacco e mettere un centrocampista in piu, ma lui non lo fa e i risultati si vedono , ci recuperano sempre quando siamo in vantaggio….. detto questo una buona partita, ma mi spiace dirlo, con Adem giochiamo in 10 purtroppo, e continuo a pensare che il modulo ad una punta lasci troppo da solo belotti….. ma è tattica da bar…. di sicuro ripeto se subito sul 2-1 togli un attaccante copri meglio….. il problema è che questo non è nel dna di miha e ci hanno già recuperato non so quante partite cosi….cmq una buona partita in generale almeno per voglia e grinta….

  8. Ricordo più di una stagione in cui si dichiarò di puntare all’Uefa che il risultato fu la serie B . D’accordo sul non dichiarare nulla , se non altro per un fatto scaramantico . Io penso che il prossimo anno si abbia la possibilità di fare una squadra quasi sul livello Lazio senza tanti proclami , ripartendo del Fila che per noi rappresenta un barlume di vera rinascita

  9. Ieri si è avuta la conferma che non è necessario dichiarare ai quattro venti eventuali obiettivi, ma basta scendere in campo per vincere ogni partita, che l’obiettivo è quello: ieri si è visto un toro giocare alla morte per 95 minuti, come fosse la finale di champions. Ora vediamo se riusciamo a fare un filotto di vittorie e chiudere nel miglior modo possibile, anche testando i vari lukic, gustafsson ecc. l’unica cosa che non vorrei più vedere è il solito 424 finale di sinisa, che proprio non esiste, se non in situazioni di svsntaggio contro avversari del tuo livello. Fvcg, il prossimo anno spacchiamo il c… a tanti!

  10. Sotto sotto sinisa ha ragione.. abbiamo problemi di testa, se la squadra giocasse fuori casa come in casa avremmo avuti tanti punti in più… poi penso che la freschezza fisica stia ritornando… ma è tardi… bisognava pensarci a gennaio!!!

  11. Io sto impazzendo per il mani di Kondogbià sul primo gol. Sono strasicuro di averlo visto evidente. Ma è tutto il giorno che cerco e non trovo una sola inquadratura che possa permettere un giudizio anche di massima. Eppure i media la danno per azione regolare senza alcun dubbio. Qualcuno ha un link di un video che mostri bene il controllo di kondogbià?
    In secundis, a merito di Hart (ma anche di Eder), la TV non fa apprezzare la parata nel finale. Eder aveva centrato in pieno il sette, con una bomba pazzesca. Un tiro perfetto. Hart ha fatto un miracolo incredibile a deviarla. Purtroppo in tv sembrano un tiro e una parata normalissimi.

  12. Mi pare che la resa dei conti oramai è vicina:
    Squadra “programmata” per non arrivare da nessuna parte;
    Plusvalenze del recente passato, accantonate;
    Pochissime delle scommesse fatte sono andate a buon fine;
    Portierone, il Moro, Castan, Molinaro e Maxi oramai da sostituire, esterni da potenziare;
    Benassi non all’altezza (forse recuperiamo Baselli).

    Se parte il Gallo (al 90% si) e incassa davvero 100mln, deve proprio scappare lontano. Se poi si aggiunge il disimpegno finanziario dal Fila e il figurone per il Robaldo…. ci sarebbe da chiamare la gendarmeria.

  13. Penso anche io che pur essendo più scarsi di altri avremo potuto fare di più.
    Del resto anche nell’84-85 ad esempio il Verona e il Toro non erano le più forti eppure arrivarono prima e seconda. Se parti già con l’idea che si più debole non vai da nessuna parte. L’anno scorso il Leicester cosa avrebbe dovuto fare?

      • Vero. Chissà come è stato possibile che abbiano messo il sorteggio integrale quell’anno. Eppure gli Agnelli c’erano ed erano più forti che mai. Oltre tutto, non c’erano i diritti TV e le conseguenti nauseanti sperequazioni. Resta il fatto che avremmo potuto fare di più, ma non molto.

      • Quello che dici tu è vero. Ma il senso del mio discorso era generale. Non volevo certo sostenere che con un altro approccio avremmo potuto vincere lo scudetto. Però fare il campionato dell’Atalanta si.

  14. Io vorrei capire come faccia Cairo ad essere ambizioso ed allo stesso tempo non voler investire un cazzo di niente..
    Deve essere una Cosa tipo il quarto mistero di Fatima : uno è ambizioso ma non investe per alimentare questa sua ambizione, anzi ogni anno fa utili che poi accantona a riserva straordinaria per poi essere sicuro di portarsi via il bottino quando se ne andrà.
    Eppure è “ambizioso”…
    Un po’ come quello che andava a comprarsi il Ferrari e poi pretendeva di pagarlo con i soldi del monopoli salvo poi dire “io sono ambizioso, ci ho provato”…

    • La non ambizione di Cairo come presidente è dovuta proprio dall’ambizione come imprenditore, dato che gli accordi con chi comanda consistono in questo. “Se vuoi fare strada sappi che a Torino deve vincere solo una squadra”. Non so se è chiaro…

    • mimashi ti stupirò ma concordo… nel senso che almeno quelli ricavati dovrebbe investirli…. a gennaio doveva farlo anche se castro mi sembra costasse 8-9 non 5-6….. invece non lo hanno fatto e non citiamo carlao perchè è inutile farlo nessuno lo ha mai visto potenzialmente è il nuovo nesta…… ma a centrocampo qualcosa si doveva fare e non si è fatto………solo una cosa a gennaio ne avevamo forse 8-9 da spendere, è a giungo che ne arrivano 30 (maksi + peres)….. non stiamo parlando di cifre stratosferiche che ti autorizzano a cercare profili da tutte le parti e soprattutto non sei nelle condizioni di “buttarli via”… a giugno castro lo prendi a 5-6 come dici…. giusto o sbagliato che sia sono 4 milioni in meno…….Sul discorso di Giovanni ovviamente non concordo.. siamo di nuovo alla fantapolitica… a mio avviso alla juve, soprattutto attuale, del toro non frega minimamente….e di sicuro non ci sono ORDINI impartiti a cairo dalla juve per tenere il toro a livello medio….. sono opinioni ovviamente…

  15. Con un mediano di sostanza che sia obi a sinistra o acquah a destra abbiamo sempre visto un altro toro….senza corsa e muscoli rendiamo meno sia avanti che dietro.ma vorrei cmq far notare che stiamo tornando tonici dopo 3 mesi dove abbiamo camminato.combinazione(ma nel calcio esiste poco)marzo è il mese migliore di miha come media punti.

    • Acquah o Obi sono stati sempre imprescindibili per questa squadra.
      Il problema è che uno ha dei piedi di ghisa e l’altro è un morto che cammina,
      Con Castro e Kucka forse sarebbe andata in modo differente, ma a Cairo non interessava : per ognuno di loro c’erano da investire
      5-6 milioni di cartellino più lo stipendio..
      Strano, per uno “ambizioso” come lui, con tutti i milioni che arriveranno in estate, non ha speso nemmeno due spicci…
      Strano davvero

  16. Mi associo a tutti sul sostegno ad Hart. Portiere fenomale, con grinta , carisma, è uno che con umiltà trascina la squadra e fa impazzire i tifosi. Gli errori li fanno tutti chi più, chi meno, le grandi parate le sanno fare solo in pochi. Poi concordo anche che economicamente non è pensabile investire 30 milioni su di lui, meglio un centrocampista e un difensore senza ombra di dubbio

  17. È stato un Toro combattivo come lo vogliamo noi. Ovviamente con i riconosciuti limiti che saranno migliorati sicuramente la prossima stagione.Hart è stata soprattutto un operazione per dare un profilo importante europeo al club. Di gente come Hart ne abbiamo bisogno come il pane. Puoi comprare una maglia a tuo figlio con scritto “filippetti o filoppuzzi”?

  18. Hart lo si conosceva: talento superiore alla media, di netto. Ma col tallone d’Achille della concentrazione a corrente alternata. Le sue papere erano proverbiali quanto i suoi miracoli. Lo si sapeva, inutile negarlo o fingersi sorpresi. Ma ha portato carisma e esperienza internazionale, mentalità vincente e entusiasmo. Ieri ha inciso pesantemente, in negativo ma anche in positivo. Almeno 2 miracoli, oltre le due papere. Un altro portiere avrebbe capitolato dopo la prima papera, probabilmente, diventando un colabrodo. E con lui tutta la difesa. Me lo tengo Hart, possibilmente, nonostante capisca il punto di vista dell’ottimo Gianluca. A meno che l’alternativa non sia un portiere bravissimo e continuo.

    • Su Hart sono pienamente d’accordo con te. Qualche papera la fa anche Buffon o Donnarumma. Hart ne fa qualcuna in più. Poi la grande parata la fa anche Padelli, pure di grandi parate Hart ne fa qualcuna in più. Ma la differenza vera che ne fa un grande portiere è mentale, come va oltre l’errore, come trasmette sicurezza e fiducia ai compagni, come sa essere leader. Poi si può discutere se sarebbe sensato per una Società come il TORO spendere per Hart tutti I soldi che sembrano volerci x acquisto e ingaggio

  19. mi aspetto, al prossimo passo falso della squadra, la solita compilation di insulti a cairo e di “cairo vattene”. mi sembrate ormai i “tears for fears”, i leoni da tastiera, siete il gruppo pop tastierista più forte (e ampio) che io abbia conosciuto. chi canta? chi fa il produttore?

    ecco a voi i TEARS FOR FEARS da Fila (delfia)

    “There’s a room where the light won’t find you
    Holding hands while the walls come tumbling down
    When they do, I’ll be right behind you
    So glad we’ve almost made it
    So sad they had to fade it
    Everybody wants to rule the world
    I can’t stand this indecision”

    avanti, chi suonerà la tastiera?

    siete i tears for fears, bastava dirlo.

  20. Bel Toro e soprattutto sta tornando la condizione fisica, non sono d’accordo con chi parla di stagione inutile, c’è bisogno di tempo per costruire una squadra, soprattutto quando ha cambiato cosi tanto, inoltre il Mister aveva bisogno di conoscere bene i giocatori. Adesso servono 3/4 giocatori buoni e facciamo un ulteriore passo in avanti.

    • Se parasse bene sarebbe meglio, comunque. Hart è un fenomeno, ma per ora soprattutto mediatico. Un amico inglese (tifoso dell’Everton), che per caso fa Hart pure lui di cognome, quest’estate mi ha detto che Hart non gli piace perché non è umile. Quindi è proprio vero che uscire dal proprio orticello aiuta, spesso e volentieri. Puoi essere borioso in Inghilterra e diventare umile in Italia, “todo depende”. A me, interessa che Hart pari bene. E ieri, per la quarta o quinta volta in stagione, ha combinato guai. Credo sia una papera-maker cronico, con altri buone doti (e ci mancherebbe non facesse anche belle parate!)

  21. Esprimo modestamente la mia. Perchè di allenatori palloni gonfiati su questo sito ne leggo già a sufficienza. Gran bel Toro ieri sera, compatto, quadrato, pericoloso. A dimostrazione che con qualche innesto solido in difesa e centrocampo (cioè quello che ha sempre affermato Miha, e richiesto a Gennaio) questa squadra può dare veramente fastidio alle grandi. Apprezzo che Miha giochi sempre e comunque per vincere, però, veramente, il solito cambio che sguarnisce il centrocampo, per buttar dentro un attaccante è incomprensibile. Le partite si vincono anche con una squadra equilibrata, e non c’è la necessità di andare all’arrembaggio con mille attaccanti, spezzando in due la squadra.

    • quello che sostengo anche io, ma qualcuno non riesce capire, non è mettendo 4-5 punte che si diventa più offensivi, anzi puntualmente concediamo il centrocampo agli avversari di turno e i nostri davanti non vedono più un pallone, se il serbo capisce questo elementare punto….

    • Concordo. Se già lo capisco poco contro una difesa chiusa (ma li ci può stare), contro una squadra che vuole vincere più di te quella mossa è folle. Infatti l’inter che aveva fatto poco nulla nel secondo tempo, dopo il cambio è andata vicino al gol vittoria 2-3 volte in meno di 10 minuti.

  22. Sto leggendo i vostri commenti e siamo tutti un po’ confusi, ma compreso. Confusi da un Toro che confonde. La stessa inguardabile squadra del primo tempo di Firenze, quella leggermente migliore delle due partite a Roma, si è resa protagonista di una gran partita. Chi legge i miei post sa che sono un vedovo di Ventura convinto, ma al tempo stesso Mihajlovic mi sta simpatico e mi sarei aspettato di meglio da lui. Cerco con obiettività di “sintetizzare” il mio pensiero. Ridicolo fare raffronti fra punteggi … i raffronti si fanno sugli obiettivi e questa stagione è, al pari dell’ultima, un fallimento. Le quattro precedenti erano state tutte un successo (promozione, salvezza tranquilla e valorizzazione di Cerci, qualificazione in EL con capocannoniere, buona EL e quarto posto nel girone di ritorno e più). Ora dobbiamo capire in prospettiva dove stiamo andando: ieri ha detto che siamo aggrappati a un Moretti stupendo, a un Molinaro “da Toro”, a un Acquah che io pretendevo in campo da sempre. Perché se vuoi pressare lui deve essere il primo. O lui o Obi. Con Baselli e Benassi non puoi dare quel tipo di intensità. A mio avviso ieri è mancato il guizzo decisivo degli esterni d’attacco. Infine sul tifoso del Toro: quello “tremendista” ama Hart (a cui perdona tutto), disprezza Molinaro (a cui non perdona niente) e Carlao (poveretto), ama Boye (diamine, sembra Forrest Gump ai giardinetti, al momento) e aspetta ancora Avelar (senza parole). A mio modesto avviso servirebbe più equilibrio. Ok,siamo del Toro e ci piacciono le cose originali e romantiche, ma un po’ di obiettività a volte aiuta le scelte della società e aiuta a vincere. E io avrei voglia di vincere, prima o poi. Perché il cammino di crescita fino al 2015 si è arrestato e mi manca un sacco.

    • Gianluca temo che il cammino di crescita non si sia arrestato, semplicemente sia finito. Cairo ci ha portati, col tempo, dove voleva.
      Salvezza tranquilla, provare a stare tra le prime dieci e se va di culo lottare per l’europa. Arrivarci, in Europa, come uno scudetto. Che non dipende solo da noi.
      Io l’ho sempre detto. Questo Cairo offre. Che non vuol dire che non puo’ offrire di piu’. Ma vuol dire che non vuole offrire di piu’.

  23. D’accordo naturalmente sul giudizio positivo sulla partita di ieri, ci andrei tuttavia piano, purtroppo, sulla conclusione che si sia trovata una quadra. Ieri la differenza l’ha fatta il centrocampo, dall’inizio della stagione, a mio avviso, il nostro punto debole. Baselli ha fatto un’ottima partita, ma la continuità non è il suo forte: nessuno può escludere che la prossima non ritorni la mozzarella che abbiamo visto per quasi tutta la stagione; Acquah ieri molto bene, ma penso di non essere stato l’unico a trascorrere intere partite a maledirlo perché non ne faceva una giusta. Idem Molinaro. Tutto ciò per dire che non è il caso di illudersi (o incazzarsi): la rosa vale più o meno i punti che ha. Qualche volta gira tutto più o meno giusto, e giochiamo bene e magari facciamo punti, altre non è così e facciamo pena.
    Per competere per l’EL abbiamo certamente bisogno, se non parte nessuno, di 3 innesti di valore. Se partono, come credo, Belotti e Hart (gli unici a fare la differenza a questo livello) temo che si tornerà invece indietro di parecchio.

    • baselli deve giocare vicino alle punte, non è un mediano, ieri grazie ad acquah che lo ha alleggeriti dai compiti di interditore, ha fatto una buona partita. Pero se queste cose le vedo io che di calcio non capisco una cippa come fa non vederle uno che di professione fa l’allenatore.

  24. Ha ragione Brauluis. Con l’ Inter la cose sono andate un po’ meglio grazie all’ apporto di Aquah e Molinaro, ma se si vuole puntare all’ Europa ne rimane ancora molta di strada da fare. La classifica non mente. Per quanto riguarda uno dei giocatori più discussi, Ljhajic, lo si sapeva che è uno di alti e bassi (ci siamo dimenticati Cerci?), ma non sottovalutiamolo, ha grande classe e colpi illuminanti e non può essere l’ acerbo e sempre “furioso” Boye a sostituirlo degnamente. Boye piace ad un pubblico che ama troppo il “temendismo”, senza capire che senza testa e tecnica non si va lontano. E Boye si agita, si sbatte, lotta, ma alla fine porta a casa poco o nulla. E’ giovane speriamo migliori. Non vedo ancora Iturbe meglio di Iago Falque: ieri Onofri, commentatore competente di Sky, l’ ha bocciato. Per quanto riguarda Aquah, ha portato quella fisicità che manca completamente a Benassi (riuscirà mai a maturare?), ma ancora troppi errori di tecnica, ha sbagliato alcuni stop elementari e appoggi facili. Infine una parola sul modulo: è inutile che si dica che il Toro gioca col 4-3-3, non è vero, giochiamo col solo Belotti di punta e tutti gli altri ad affollare il centrocampo e la difesa. Non sarebbe meglio cambiare e mettere accanto a Belotti una vera punta come Maxi Lopez? Non siamo una squadra offensiva, ma troppo leggera, che è un’ altra cosa.

  25. Comunque io ieri tatticamente ho visto qualcosina in più. Non credo sia farina del sacco di Miha, però Baselli a uomo su Gagliardini e la posizione di Acquah rispetto agli altri 2 centrocampisti… sono un segnale di speranza.

  26. Buona prova dei Nostri ieri sera, speriamo che l’inverno sia finito. Soprattutto dovranno dimostrarlo in trasferta. Detto questo per l’anno prossimo centrocampo e difesa sono da migliorare, senza toccare l’attacco of course.
    Nota a margine: lo stadio pieno è sempre bello, fosse così sempre. #SFT

  27. La rosa, esclusa l’Atalanta di quest’anno, è lontana anni luce dalle prime otto. Inutile illudersi per il pareggino con l’Inter.
    Siamo della forza delle altre, Samp, Chievo, Udinese, Sassuolo, Bologna, Cagliari, Genoa…e cioè in mezzo al gruppo di quwlle che se va bene arrivi nono se va male puoi scendere in B.
    Nulla di più.

  28. Baselli ieri sera mi ha proprio sorpreso, non credevo che fosse capace di fare partite del genere. Acquah sì, anche se da noi è capitato raramente e solo all’inizio della prima stagione. Speriamo solo che ora non si crogioli nella bella prestazione e decida di diventare un leader di questa squadra, perchè, se non la stoffa tecnica, ne avrebbe il temperamento.
    Gli equilibri mancano sempre e ciò non è un caso, ma una nostra prerogativa, che può pagare quando la squadra ritrova corsa e motivazioni. La rete contro e il tracollosono sempre lì, nascosti dietro l’angolo, così come la vittoria. Non ci resta che sperare di mantenere sempre la tensione di ieri sera e di esportarla ogni tanto negli altri campi.

  29. Dire che abbiamo un signor centrocampo perché per una partita ha retto (abbiamo pareggiato non mi sembra di aver vinto) mi sembra veramente un eresia. E soprattutto non dimentico che dal 2 gen. con l arrivo di Iturbe non abbiamo più niente da dire in questa stagione …se poi penso che ultimo obbiettivo della stagione (8○posto) è stato bocciato da Cairo in persona mi sale il sangue al cervello ! Il nostro campionato si racchiude in due partite Roma e Fiorentina in casa …mi sembra veramente un po poco x una squadra come il Toro !

  30. la fase difensiva del toro, senza che si attui un pressing feroce e altissimo, è un colabrodo, l’avversario arriva sulla tre quarti con grande facilità, se il portiere sbaglia pure lui, per noi è notte. di contro abbiamo azzeccato un calcio d’angolo e un tiro della domenica. pareggio giusto, partita divertente, solito odio televisivo nei confronti dell’animale serbo. parabola di adem la reginetta è finita. inizia quella di iturbe che dovrebbe giocare da solo, perché a passare credo che abbia il 7 per cento di passaggi buoni. zappo è al culmine di una carriera fantastica. baselli, si vede che baselli quando sembrava tutto perso, si sta riprendendo. odio il serbo, non ce la faccio più a non dirlo. belotti è la fine del mondo.

    ultima cosa: protesta e contestazione, impossibile.
    lo so e ne sono amareggiato. bastava anche un golletto in più coll’inter e ci teniamo cairo altri 5 anni. non ci credo più.

  31. Ieri finalmente un toro che gioca da toro. Non so di cosa li abbia minacciati… ma è stato efficace. Note negative: Ljiaic, la solita fase difensiva (nonostante la cazzimm si entra come nel burro), e la ragione che ha fatto perdere la voce anche a me: Banti! Mi riallaccio a @keyser: in italia pretendere un arbitraggio regolare è chiedere la luna.

  32. Un editoriale infarcito di fumo per osannare un mister che SOLO ieri si è accorto (speriamo) che Acquah, con la sua corsa e intensità, fa crescere le prestazioni di chi gli gioca intorno e a beneficiarne è tutta la squadra. Non è un caso che ieri abbiamo finalmente giocato di squadra, reggendo bene 90 minuti nonostante i ritmi alti. E nonostante Ljajic. Altro che tonsille al vento! Io credo (spero) che il mister abbia finalmente capito un paio di cosine. Se da qui alla fine le prestazioni saranno del tenore di quelle du ieri, sarò felice (vabbè…) di vederlo sulla nostra panca anche il prossimo anno perché sarebbe segno di rottura con il Miha del passato.

  33. Buongiorno. Gran bel toro ieri sera, e grandi rimpianti per i due mesi abbondanti di blackout inspiegabili. C’è una buonissima base su cui lavorare per provare a dar fastidio alle grandi. Il centrocampo di ieri, per esempio, è un signor reparto, sul boye subentrato ci si può lavorare, barreca puo’ crescere guardando quel “giocatore da toro” che è molinaro. Bonifazi sarà un buon innesto. Con la conferma del gallo e 3/4 innesti mirati possiamo aprire un bel ciclo. Fvcg.

  34. Ieri sera,vicino a mio fratello,c’era un ex arbitro: ha parlato con lui riguardo a episodi della partita poi è entrato nel l’argomento del rigore dato alle merde contro il Milan… Lui gli ha solo detto ” negli anni che ho arbitrato ho visto cose pazzesche riguardo alla Juve,che naturalmente non posso elencare” E poi con un sorriso ironico gli ha detto ” i fatti sono lampanti ma riescono a coprire tutto ” . Questo é il nostro calcio marcio…