Toro, niente alibi: ma hai bisogno di tempo

231
4375
atalanta-torino
CAMPO, 11.9.16, Bergamo, stadio Atleti Azzurri d'Italia, 3.a giornta di Serie A, ATALANTA-TORINO, nella foto: la delusione dei giocatori del Torino a fine partita

Rivoluzione, taglio netto col passato: la squadra di Mihajlovic ha bisogno di tempo per diventare il Toro che l’allenatore sta plasmando

Tempo al tempo. Ad ogni rivoluzione segue un periodo di assestamento, e il mercato del Toro è stato a suo modo rivoluzionario, riportando alla mente un periodo lontano ormai anni luce. L’ultima era stata la rivoluzione dei peones, diversa per momento storico e per caratteristiche.
Nelle ultime settimane sono arrivati giocatori di indubbio talento: da Valdifiori, ad Hart, passando per Castan, Falque e Ljajic, solo per citarne alcuni. Una squadra nuova, che non ha punti di riferimento, caratterizzata da una forte discontinuità con il recente passato. Non uno scheletro fisso al quale l’allenatore ha aggiunto qualche tassello, ma un sistema di gioco nuovo, idee diverse, difesa reinventata, interpreti intoccabili ora in panchina.

Se Mihajlovic non vuole e non cerca alibi, uno è giusto concederglielo: il Toro è ancora alla ricerca di sé stesso ed è evidente che la squadra abbia bisogno di tempo per diventarlo davvero. Per diventare quel pugno chiuso di cui l’allenatore serbo parlava alla vigilia della gara con l’Atalanta: un gruppo unito capace anche di superare i momenti di difficoltà. E di difficoltà a Bergamo i granata ne hanno avute: un primo tempo da rivedere, tanti errori e poca reattività.

Cinque degli undici titolari di ieri erano (sono) nuovi acquisti, alla ricerca dell’intesa con il resto del gruppo: dove non arriva la classe (la pecca, fino a gennaio, rimarrà il non avere acquistato un sostituto all’altezza di Maksimovic) solitamente arrivano lavoro e abnegazione. Per non parlare degli assenti (altro alibi a cui Mihajlovic non vuole aggrapparsi): il Toro ha affrontato l’Atalanta senza il capocannoniere della squadra, Belotti, e senza il colpo di inizio mercato, Ljajic, due dei tre titolari in attacco.

Il Toro non cerca alibi ma forse ha bisogno di tempo e fiducia: nel frattempo potrà correggersi, crescere e diventare più coraggioso. Basterebbe esserlo almeno la metà del suo allenatore per essere sulla buona strada.

Condividi

231 Commenti

  1. @non-miva: ho sempre detto che preferisco il possesso palla al non-gioco di Mihajlovic. Il problema è che se il possesso palla lo fa il Barcellona allora è un bel vedere (ovvio, con quegli interpreti che ha), ma se lo facciamo noi facciamo schifo, ci annoiamo e via di conseguenza. Ripeto, tra Ventura e Mihajlovic c’è sicuramente di meglio, c’è sicuramente chi SA far giocare meglio le proprie squadre, ma fra i due non c’è paragone. La genialata di REGALARE i tre punti all’Atalanta per far entrare il quarto attaccante non è indice di voler vincere la partita, ma indice di non saperle leggere, proprio come il suo predecessore. Si vedeva lontano un miglio che un punto sarebbe stato oro colato. Eppure niente. Ancora mi chiedo cosa cazzo volesse fare con il 4-2-4

    • Il possesso palla fatto nella propria metà campo con continui scambi tra portiere e difensori non serve nulla e non si può neppure definire possesso palla. Calci d’angolo a nostro favore con retro passaggio a padelli.. Grande innovazione tattica

  2. Mihajlovic è un allenatore che non ha mai fatto giocare bene le sue squadre. Ha solo la grinta e quando manca quella, vedi la partita contro la DEA, siamo un cazzo. Difesa colabrodo, errori in serie, attacco sterile, se si esclude la partita contro il derelitto Bologna. Maxi Lopez ancora una volta impresentabile, ma con un allenatore così dove cazzo vogliamo andare? Io non voglio Sinisa, io voglio un allenatore che sappia come far giocare una squadra

  3. A luglio ho detto che ha novembre ci sarà la fronda dell’esonero, intanto sono riuscito a scrivere che Mimmo75 deve restare almeno tutta la stagione (cioè sancho panza, mimmo di campabria, difende don sinisa della serbia, in attesa del mercato d’inverno), ma ora a meta di settembre ci sono già l’apripista: Cari amici (a parti le/i vedove/i), che avete sognato Siny il tremendismo con i 10 STAFF, non vorrei state già a pensare per candidare il nuovo mister?

  4. MIHA E’ UNO CON LE PALLE !!! CON TUTTI QUESTI TITOLARI BASILARI FUORI E 2 MEZZE SEGHE ACCIACCATE IN ATTACCO VOI KE AVRESTE FATTO ???? LE MAGIE ???? MA NON CAGATE IL CAZZO A MIHA LASCIATELO LAVORARE IN PACE E CON TUTTI I TITOLARI ALMENO X 3 PARTITE DI FILA E POI NE RIPARLIAMO !!!!! CERTO ZAPPA LO AVREI MESSO ALMENO NELLA MEZZ’ORA…ACQUAH DALL’INIZIO E PURE BOYE ALTERNANDO MAXI PRIMA E MARTINEZ DOPO QUANDO LORO ERANO STANCHI….PERO’ IL MISTER E’ LUI NON IO E LE COSE DENTRO LO SPOGLIATOIO LE SA LUI NON IO !!!

  5. Un quesito ai soloni: 40 mln in tasca del piccoletto, petracchio che si vanta delle plusvalenze e una squadra raffazzonata! E’ colpa di Mihajlovic? Ovviamente si, per quelli in malafede! Vorrei vedere voi con bovo, ajeti, gustafson, molinaro, martinez, moretti, rossettini…. e di tachtsidis parlatemi voi, visto che io devo ancora capire ora….

    • @poppi…. per me, visto che è arrivato da 2 mesi, almeno andrebbe lasciato lavorare fino a fine campionato…. però comprandogli a gennaio i 3 giocatori che servono: 1 centrale, 1 centrocampista e 1 mezzala decenti… Basta martinez, bovo, baselli e benassi, per favore…. non sono all’altezza, e lo hanno dimostrato già troppe volte… basta aspettare gente che, dopo anni che è con noi, non batte chiodo!

  6. Ciao fratelli…MIK ,GRANATA 59 e TRAPANO..:-):-)……a me sembra troppo presto x trarre conclusioni ,considerando anche che non si è ancora vista la squadra al completo.tanti nuovi completo il mister,ci vuole un Po di tempo x alzare i meccanismi.ieri non l’ho vista…quindi non giudico ….nelle prime due l’atteggiamento mi sembra quello giusto…..vedremo

    • Ciao @poppi, fratello… io non traggo conclusioni…. ma mi sembra che ci sia gente che dopo 3 partite abbia già capito tutto…. salvo cambiare nick se vincessimo le prossime 2! Possibile che per mandare via ventura ci siano voluti 5 anni e Miha si vorrebbe esonerare dopo 3 partite? E lasciamo perdere il dettaglio che le 3 partite sono comunque state giocate meglio di quanto abbiamo visto fare dalle squadre del guru negli ultimi 3 anni…

  7. Quello che manca più del Guru , sono le sue perle post partita che dispensa ai giornalisti . Sicuramente ci fosse stato mr libidinoso , avrebbe esordito con : ” Abbiamo dominato per 85 minuti , giocando ottimo calcio , l’Atalanta ha fatto 1 tiro in porta segnando 2 reti , fa parte del progetto di crescita . Stiamo lavorando per alzare l’asticella ………” !!

  8. Un tecnico che ha bisogno di uno staff di quasi 10 persone e poi non saper cambiare modulo di una partita in corso a me sembra uno poco preparato.A me piace veder muovere la classifica. Se vogliamo vedere calcio champagne si giochi contro la primavera in settimana.per come la vedo io Miha fuori subito.piu umiltà in panca e meno mister saccenti e so tutto io

  9. Ai “nostalgici” del guru, chiederei di ricordare l’annata scorsa…. abbiamo dovuto subire sconfitte indecenti, e ci siamo sentiti dire che bisognava aspettare, aspettare, aspettare…. e avevamo quaglia, peres, maksi e glik… e poi anche immobile, ceduto quagliagobbo… ora abbiamo ajeti (rotto!), rossettini, gustafson…. la parte del leone continuano a farla Bovo, Moretti, Molinaro, Maxi e Martinez…. Il vives che abbiamo, a 36 anni, è meglio del valdifiori pagato 4 mln (grande petracchio!)…. Ma vi pare che la squadra abbia la stessa forza, con le sole aggiunte di Ljajic e Falque? e Castan e Hart (in prestito!)??? Io penso che con 40 mln in tasca si sarebbe DOVUTO fare MOLTO di più…. Con il guru si retrocederebbe, con una rosa simile….

  10. @mik69e @Granata59.Io sono uno che aveva l’abbonamento in maratona nel 84. Diciamo sono di mezza età, nè vecchio nè giovane.
    Tifo Toro da sempre e ne ho viste di cotte e di crude.
    La mia prima partita allo stadio è stata nel maggio 76 (fortunello, ho visto lo scudetto).
    Ancora oggi continuo a fare l’abbonamento allo stadio, ma come dovreste sapere conta solo la maglia.
    Non contano nè gli allenatori passati, tipo Radice o Ventura, nè i presidenti tipo Pianelli o cairo.
    Conta solo la maglia.
    Quello che mi sfugge è questa diatriba tra Venturiani / cairesi e noi del TORO punto e basta.
    Si combatte tutti dalla stessa parte, mi auguro.

    • eh no caro troppo comodo . se Ti accontenti di vivacchiare nelle sabbie mobili accomodati pure . io no è non mollero mai finché certe persone sfruttano e sputano sui nostri colori . non basta sventolare le bandiere per dirsi tifosi

    • Io non ti ho chiesto la patente del tifoso…anche perche se qualche lecca lecca di questo sito leggesse la mia gli cadrebbe la mascella e chiuderebbe il cesso che ha al posto della bocca. Ti ho solo chiesto se eri ironico o meno nel dire bel commento

    • Io combatto dalla parte del Toro, @guile…. e non accetto che un presidente si tenga 40 mln in tasca, e noi andiamo in campo con un centrocampo di merda…. benassi e baselli saranno 2 bravi ragazzi, ma per ora non hanno nulla a che fare con il calcio VERO….. e Obi, Valdifiori e Acquah non sono molto meglio…. A me le plusvalenze vanno (parzialmente!) bene se il nanetto fa una squadra degna… Questa non lo è, quindi….

      • Su questo concordo, ma è cosa risaputa che ha il braccino corto.
        Questo sicuramente da fastidio anche a me.
        Dall’altra parte non rischiamo il fallimento tanto agoniato dai gobbi che vorrebbero solo una squadra a Torino (ti risulta? o sono leggende metropolitane).
        Poi io non conosco le strategie societarie per cui non so che fine faranno i soldi che sono in cassa. Magari uno stadio di proprietà? o forse uno squadrone per EL il prossimo anno come affermato.
        Ricordo che Pianelli impiego 20 anni per conquistare lo scudetto, e all’epoca non c’era la legge Melandri che dava tutti i soldi alla giuve.

  11. Tra ieri e oggi ho letto tanti commenti di vedove del guru. A me miha non convince ,sempre detto Ha una squadra composta di m..rda ok ma per ora sta facendo anche errori, spero abbia l intelligenza di capirlo…altrimenti vada aff.. anche lui, ma sono contento lo stesso, l anticalcio abbronzato borioso non è più tra i piedi

    • @Trapano ciao…. a me venturaguru stava sui marroni già dai tempi di gubbio e castellamare. Ho dovuto aspettare 4 anni che si togliesse dai suddetti marroni! Ora mi aspetto che i “nostalgici” aspettino altrettanto! Con l’incompetente bisognava sempre aspettare: prima la fine dell’andata, poi fine campionato, poi la campagna acquisti, poi il ritiro…. poi…. poi…. poi…. Chi parla del guru dopo 3 partite è in malafede, anche se era ampiamente previsto che sarebbe successo….

  12. Io ho criticato la campagna acquisti, soprattutto per la cessione di peres e la sua sostituzione con de silvestri (qualcuno mi diceva che quest’ultimo era più forte, ah ah), ma non credo che ieri abbiamo perso perchè l’atalanta ha fatto una sontuosa campagna acquisti. E si può criticare Mihalovic senza per forza paragonarlo con ventura. Ventura ci faceva giocare in difesa anche in casa contro il carpi e questo ci fa giocare in attacco e clamorosamente sbilanciati sempre. Il giudizio definitivo lo daremo a fine anno, ma è indubbio che sinora due sconfitte contro squadre non imbattibili sono state causate da scelte sbagliate del nostro allenatore.

  13. Mi dispiace, ma quando il nano dice che vuole fare un Toro ambizioso, s nn r viene da ridere, anzi da piangere! Se vuoi essere ambizioso devi dimostrarlo coi fatti, devo metterci la ..garra, la voglia, e naturalmente gli investimenti giusti. Invece qua si fanno sempre le cose a metà, come se si avesse paura di dare fastidio a qualcuno, stiamo li nel mezzo, a vivacchiare, addirittura dietro al Chievo, abbiamo preso una valanga di soldi in estate, come mai nella nostra storia.Poi si può obiettare che i soldi arriveranno il prossimo anno…dettagli.Quello che so è che in un campionato merdoso come questo, si poteva fare uno squadrone, senza neanche fare buchi di bilancio..invece no, ci forniremo ancora il Molinari di turno è via andare, sperando che il Gallo torni presto e non perda la mira ritrovata….almeno mettesse qualche cosa nel Fila.

  14. Ivana sei cosi accondiscendente verso la squadra che mi domando non è per caso se fai delle critiche ti cacciano via?. Io mi domando cosa è questa novità di fare allenamento al lunedì e poi iniziare la preparazione alla prossima gara al mercoledì, non è che questa gente lavori poco, visto poi come hanno giocato domenica, gli altri correvano e i giocatori del Toro passeggiavano in mezzo al campo, è stato lampante gli atalantini arrivavano sempre primi su tutti i palloni, basti pensare che il gol è venuto su calcio piazzano e il Toro ha subito due gol uno su calci d’angolo con la difesa che si è persa il 2° palo il secondo con una incursione iniziata in contropiede, questo dimostra che non c’è equilibrio in campo ovvero le giuste distanze tra i vari reparti. Io personalmente la vedo dura, non bisogna cullarsi nelle illusioni la EL possiamo dimenticarcela perchè una vera squadra oggi avrebbe 9 punti e non 3

      • Quoto alla grande.
        Per non parlare degli infortuni derivanti dalla precaria condizione fisica.
        Se non sei allenato non puoi giocare!
        Ovvero se giochi senza prima allenarti fisicamente hai più probabilità di infortunarti a livello muscolare. Saranno un caso tutte queste defezioni?
        Aggiungo, se non hai sufficienti attaccanti a disposizione per il tuo modulo(per problemi muscolari), puoi cambiare modulo, sempre che ne conosca altri di moduli.

  15. Ma basta con sti commenti spara pauta.
    Siete ridicoli. Qui si parla pro Toro e non vogliamo pro pigiami.
    Avete preso il toro rampante per metterlo nel vostro logo schifoso, ma non è andata a buon fine la sparizione della fede granata, e soprattutto della società del TORO.
    Torino è stata e resterà granata.
    Fattevene una ragione e non trollate per pochi spiccioli.

  16. Strani tifosi quelli del Toro. Da una parte si lamentano per i risultati e dall’altra non analizzano fino in fondo le cause. Da una parte “avevano voglia di cambiare” e di avere un allenatore “da Toro”. Da una parte credono che i risultati si ottengono “col cuore e la maglia sudata”, dall’altra si lamentano se in campo andavano Vives & Gazzi. Sono facilmente abbindolabili da due frasi furbine su Superga o sulla “squadra che mi somiglia”. Vorrebbero passione e attaccamento alla maglia e odiano i “commercialisti” che li mettono di fronte ai freddi dati reali. Il nostro presidente non si limita più a fare il mercato con le plusvalenze, ma addirittura pianifica le entrate rimandandole all’anno successivo per non pagare troppe tasse sugli utili di questo e noi ci scagliamo contro Petrachi, noto “ministro SENZA PORTAFOGLIO”. Credo che ovviamente non si possa condannare un allenatore dopo 3 partite, però non credo si possa digerire ogni intemperanza (cacciato in mezz’ora, come Novellino) o le autoassolutorie accuse ai giocatori. Lui li ha scelti (sennò avrebbe contestato la società …), lui li allena coadiuvato da 10-collaboratori-10 e non può lavarsene le mani davanti agli infortuni muscolari o ai ritardi di preparazione. Visto poi che guadagna il doppio del suo predecessore (QUINTO STIPENDIO TRA I SUOI COLLEGHI …) ……. Non sarà invece colpa del fatto che il nostro monte stipendi è IL DODICESIMO della Serie A e quindi la qualità dei giocatori è quella che è?

    • abbi pazienza …. lui non ha scelto un cazzo . fatto salvo desilvestri Ljaic. Guarda che fine hanno fatto almeno 3 di quelli comprati dall elettrauto. Seconda cosa …chi fa gli stipendi? il magazziniere ? quindi gira che ti rigira il pesce puzza dalla testa

    • @atticatti, buona analisi. “12esimo monte stipendi della A” … alla fine tutto torna , i numeri come sempre non sbagliano mai , sono luride frasi fatte e le detesto ma è cosi’.
      Io la vedo chiara, senza nebbia, ormai ogni dubbio mi è stato fugato , il Torino Fc non deve andare oltre certi
      livelli . Quest’anno bastava davvero davvero poco , bastava ripartire dal riscatto di Immobile , prendere un centrale con le palle , Valdifiori ci può stare ma affiancato ad uno come Objang ad esempio , un esterno sinistro ed il gioco era fatto.
      Forse quelli come me dovrebbero rassegnarsi e pensare che la nostra dimensione è questa, che a Torino esiste solo più una realtà da cui siamo distanti anni luce e che nemmeno più ci considera , forse è ora di ammainare l’orgoglio e ringraziare chi ci tiene mediocremente in serie A .

    • @atticatti , certo che pur di difendere il NANO, vi inventate di tutto!! Paghi le tasse , se quei soldi , derivanti dalle plusvalenze , non li reinvesti nell’acquisto di altri giocatori ( o in altre spese inerenti al Toro ) , ma li metti come UTILI , e li prendi magari per pagarci le azioni Rcs !!! Se invece compri dei giocatori ( pochi ma buoni , non i soliti Scarponari alla Rossettini) , quei denari non sono soggetti a tassazione !!

  17. che li seguiamo a fare i campionati , 45/50 punti … e lui si compra l’editoria e le Tv .
    Siamo sempre qui a combattere contro i mulini a vento, un anno l’allenatore , l’altro anno le rivoluzioni tattiche,
    hanno perfino trovato il doppio escamotage per non spendere soldi subito ed aggirare il fisco ( gabbole belle e buone di Peres e Maximovic) secondo voi i soldi delle cessioni che entreranno il prossimo anno verranno mai reinvestiti ? Per l’amor del cielo . Urbano ha trovato il modo di tenerci sempre sulla graticola , come quella donna che tanto ti piace , te la fa intravedere e non te la da mai ! Un genio nato …il bello è che ancora annovera proseliti.

  18. Concordo con quanto detto da Kurtz. Sui “conti del farmacista” fatti ad esclusivo beneficio del bilancio si è già detto tutto il male possibile, e sulla mancanza di un’autentica passione da parte del padrone dell’etere siamo tutti d’accordo. Alla fine è solo una questione di fottuto marketing, con scelte calibrate per accontentare le masse anestetizzate. D’altronde se il vaticano ha forzato il passaggio da un papa crucco e teologo ad un altro pane e salame, causa calo di audience, anche noi abbiamo invocato ed accolto con un senso di liberazione il passaggio da un mister prepensionato, abile giocatore di scacchi non ancora nei giardinetti ma sul rettangolo verde, ad un altro sergente di ferro, epigono di Giagnoni, Bersellini, Radice (con le dovute proporzioni), che ha subito saputo toccare le corde giuste con le frasi ad effetto che volevamo sentirci dire. Altra forma di paraculismo? Forse. Ma intanto ci è concessa l’illusione (prima neanche quella) di vedere almeno una quindicina di partite stile Torino-Bologna, e scusate se è poco. Chè intanto in B non ci possiamo andare neanche mettendoci d’impegno e in Europa la società ha dimostrato di non voler andare, se non per miracoli insperati.

  19. Primo punto di attenzione è la mollezza del primo tempo. Mai il Toro può permettersi di scendere in campo così. Miha meno tattico di GPV? Sicuramente sui singoli ma sul gioco di squadra non la vedo così; gioco meno manovrato e più verticale, che a me personalmente piace molto. Diamo tempo.
    L’errore di Sinisa? Ieri sicuramente è stato quello di schierare Benassi e Baselli con Valdifiori. Troppo leggeri, soprattutto in interdizione. Acquah-Valdifiori-Benassi è la linea a 3 migliore per me ora. Uno come Kucka anche a Gennaio ci servirebbe tanto….
    Baselli non ha vie di mezzo: se gioca bene crea problematiche grosse agli avversari, se gioca male però diventa un uomo in meno in mezzo per il Toro anche per la sua leggerezza.

  20. e invece secondo me arriveremo tranquillamente a 40 punti e magari anche a 50. Aspetta che rientrino Belotti e Liajc. Abbiamo un ottimo attacco se invece che esclusivamente alle plusvalenze cairetto avesse cacciato un po’ di grana in difesa andavamo in EL. Invece credo sarà giù tanto un 10 posto. Però io preferisco un decimo posto alla SINISA giocandocela su tutti i campi che un decimo posto alla guru perennemente e conigliescamente in attesa del babau di turno. Nonostante tutto ho ritrovato la voglia e la curiosità di andare allo stadio, l’anno scorso appena vedevo il lampadato mi cadevano le palle a terra, non ne potevo più. Aria nuova! Tanto in un campionato di assoluta mediocrità come la serie A ce la caveremo comunque. Ma almeno basta giropalla (o giropalle)? Quanto ai risultati sportivi, qui l’allenatore incide relativamente. Sinchè c’è cairetto e i fari spenti di ser petracchio, il convento passerà questo….manca la volontà, direi la passione, di fare una squadra realmente competitiva da sesto posto. Peccato, la piazza del TORO lo meriterebbe. Abbiamo quasi riempito lo stadio il 13 agosto con la Pro….

  21. Buongiorno a tutti… primo commento, probabile ripeta tante cose giá dette. L’Atalanta ieri era gomez, d’alessandro e kessie e noi siamo stati deboli tatticamente proprio in queste zone del campo. Purtroppo ci si é messa la papera a 2 minuti dal vantaggio.. la qualitá tecnica davanti ieri nn era cmq sufficiente. La maggior preoccupazione x me é il centrocampo uguale o peggio dello scorso anno in questo tipo di partite. Ciao a tutti!

  22. Certo che passano gli anni e vedo sempre e solo gente isterica da queste parti….
    Solo una settimana fa tutti erano in fibrillazione per Hart, VAldifiori, Europa League e Mihajlovic mentre adesso tutti sono a urlare che siamo scarsi, con un allenatore nullo e con acquisti debosciati.
    Ieri siamo stati orrendi. Abbiamo rivoluzionato attacco, difesa e modo di stare a centrocampo e perciò che cosa si vuole…., vincere a mani basse subito?
    Poi, lo dico ai soliti ottimisti, la squadra è più forte davanti (a ranghi compelti), ma è ben più debole dietro e in mezzo (se non altro perchè giocando a 3 sono richiesti molti più impegni a chi gioca).
    Finora in trasferta non ho visto nessuna idea nè di gioco nè di sqaudra, ma diamo tempo al tempo.
    Il vero problema che mi turba è rappresentato da Baselli e da Benassi: grandi promesse mai sbocciate. Sbocciano o appassiscono? Baselli sa segnare, ma per il resto è molle da morire; Benassi io lo aspetto da tre anni, ma a parte qualche tiraccio, per me, finora ha dimostrato di essere solo una pippa in tutto (però è giovane e lo si continua ad aspettare).

  23. …a proposito ho appena comprato al Toro store la maglia con lo scudetto del bilancio, è fighissima! è piena di numeri, non ci capisco una fava ma abbinata ad un paio di occhiali neri alla ser petracchio conferisce davvero un’aria di sintomatico mistero!

  24. ragazzi siamo seri, se già alla terza facciamo una prestazione del genere……(e non parlo della sconfitta) è grave per una società del genere, le zebre sono gia avanti di 6 alle terza. qui il problema rimane la dirigenza e i suoi collaboratori, abbiamo cambiato centinaia di giocatori, allenatori, preparatori, presidenti. eppure vedo sempre le stesse cose stessi errori sembriamo che ogni anno dobbiamo spaccare il mondo e poi puntalmente perdiamo con le ultime in classifica….ma poi con prestazioni da campionato dilettantisco- Vi chiedo perché? sono curioso, e non è questione di soldi…..poi magari partitona con una grande e poi di nuovo cazzate con squadrette.

    • Numero 1 credo che fare la corsa sulla Goeba non ha senso-….quindi che loro abbiano 6 punti in più poco conta….sono nettamente più forti ed è inutile nasconderlo…numero 2 l’Atalanta è una buon squadra….ci sta perdere per un rigore ( nostro errore senza dubbio)…fa incavolare sicuramente..ma è andata così….numero 3 ora la classifica è talmente corta che parlare di prime o ultime non importa….si capisce solo chi è forte ( Goeba…Napoli…Roma…ma già lo sapevamo…..) e chi farà molta fatica…( Crotone….Palermo…)

  25. Ma come fanno molti a buttare già tutto in vacca alla terza partita?!!!!
    Ci si lamenta che non abbia poi giocato per il pareggio quando l’anno scorso ci si sarebbe lamentati perché si deve giocare per vincere! Mah!
    Oltretutto abbiamo preso il rigore (ingenuità di De Silvestri ) poco dopo aver sfiorato il vantaggio con Boye’: se avesse fatto gol parlereste in altro modo.
    Ora lavorare sodo! Forza Toro!

  26. mah è un campionato di una mediocrità disarmante, purtroppo le merde venariote al primo novembre giorno che un effetti gli si addice avran già vinto il loro scudettino norvegese, tre peggio di noi le troviamo di sicuro, per il resto meglio un 12 posto con tanti gol (presi ma anche fatti) che un 11 posto con un tizio che ad ogni sconfitta se la pigliava con l’ambiente e insultava la Storia del Toro. Tanto il problema non sono gli allenatori ma la proprietà. Ser petracchio dai fari spenti ce lo ha detto chiaro e tondo l’altro giorno, “fatti non fummo per vincere trofei, ma per seguir bilanci e plusvalenze”. E allora, di cosa stiamo cianciando sotto l’Arco di Tito? Di risultati sportivi? Ma mi faccia il piacere…a quelli pensiamo solo noi tifosi…

    • invece che trovare capri espiatori e criticare senza costrutto anche chi ha portato la società ad avere una dignità (Ventura) io cercherei di analizzare e criticare i problemi attuali per migliorarci e sperare in futuro di poter ringraziare Mihailovic quando se ne andrà per averci fatto ulteriormente crescere come abbiamo fatto con Ventura. L’unico campionato mediocre è stato lo scorso ma dopo una signora campagna acquisti in cui si è investito molto in giovani talenti. La base della squadra del futuro è stata costruita negli scorsi anni.
      I giocatori arrivati quest’anno (a parte Ljaic che occorre capire se vuole fare il calciatore professionista e Lukic Guftasson che non sono ancora da maglia titolare) non hanno margini di crescita: o si ottiene subito risultato o hanno fallito.

  27. Speriamo che il mister capisca in fretta i propri errori, abbiamo già perso due partite soprattutto per causa sua. Ed è inutile che parli di errori individuali, il primo gol è così, ma nel secondo l’errore individuale è stato determinato dal modulo: De Silvestri ha scalciato perchè si è visto superato e non c’era nessun altro pronto ad intervenire, con la difesa a 5 e bassa, sapendo che avrebbe potuto intervenire un altro difensore, non lo avrebbe fatto.

  28. Non possiamo giocare con 4 attaccanti e neppure con 3. Il 4-3-3 con difesa alta lo possiamo fare solo in casa, con tutti i titolari a disposizione e contro squadre più deboli. Negli altri casi meglio scegliere un modulo più accorto. Ieri, poi, giocando così e contro una squadra non eccezionale, soprattutto in difesa, abbiamo comunque creato pochissimo. Per giocare alla Zeman tanto valeva prendere Zeman, almeno avremmo visto molti più tiri in porta, ieri solo la fase difensiva mi sembrava quella zemaniana.

  29. e tieni presente che il Milan è, al momento, da retrocessione. solo noi potevamo far segnare Bacca.
    insomma, Miha trova la quadra eh.
    Io ti tifo comunque, sempre forza Toro.
    Ma iniziamo a fare dei ragionamenti, magari parlando con i “vecchi”, i senatori del Toro.

  30. Certo era più logico togliere Valdifiori e mettere Vives, che oltretutto veniva da una super partita contro il Bologna e togliere Martinez e mettere Boye, invece col 4 2 4 il centrocampo e scomparso e abbiamo addirittura chiuso la gara in affanno e in difesa.
    Miha deve iniziare a ragionare sulla qualita che ha a disposizione, non siamo ne il Real ne tantomeno la Roma o il Napoli ed un punto a Bergamo può anche bastare, purtroppo in due trasferte potevamo raccogliere come minimo due punti e ne abbiamo raccolti zero per colpe sia dell’allenatore sia dei giocatori.

  31. Poi, per carita, che uno debba ambientarsi d’accordo. Ma il calcio non è fisica quantistica eh… hai la palla e apri sulla corsa degli esterni o verticalizzi… non è che ci vogliano mesi per sapere che devi fare.
    Comunque Miha, esce Valdifiori e fai entrare Vives. Magari una palla decente a Maxi Lopez gliela dà…

  32. peres maksi e glick via,dentro chi? castan; vabbe’ lui si,auguro di cuore salute ferrea,poi rossettini e il fidato de silvestri..la pagliacciata di simunovic ,l’ultimo giorno..non trovo miglioramento,ahime’.son uno di quelli che pensa che il pesce puzzi dalla testa.do ragione a chi teme difficolta’ nel gestire lo spogliatoio,ma e’un problema che hanno in parecchi,a parte quelli la,innominabili.non vedo petrachi,per carita’,o comi,oppure,qui vado sul comico,barile,gestire casini interni,ma l’aria di un certo non so che,la si capta.certo ,proteggere padelli,e’ veramente da masochisti,fosse vero

  33. Non sono d’accordo. Non abbiamo giocato contro il Real Madrid. Ma contro l’Atalanta. Quanto tempo ha avuto Gasperini??? Più di Mihailovic?
    Eppure loro ieri correvano e costruivano.
    Noi palla lunga alla viva al parroco. Mah.

  34. Che ci voglia tempo è fuori di dubbio, visto la rivoluzione dell’ultima settimana.
    La cosa che più mi lascia perplesso è l’involuzione rispetto alle prime due gare. Niente pressing, schemi approssimativi ed idee confuse.
    Le giornate storte capitano, ma allora forse valeva la pena cercare di portare a casa un punto. Due volte si è provato questo modulo il 4-2-4 e due volte si è tornati a casa con 0 punti. Quando non si puo vincere si dovrebbe cercare di non perdere.
    Un idea parziale sulle potenzialità di questa squadra si potrà avere alla sosta, adesso è ancora troppo presto. Va bene creare la mentalità vincente, meno gli alibi.

  35. Aggiungo un elemento ai tanti discussi. Ma quanto seguito ha Miha nello spogliatoio? No, perché ieri ho visto Hart e Valdifiori praticamente ignorati. E tutti sappiamo che, girala come vuoi, in tutti questi anni, sia Padelli sia Vives non hanno mai perso il posto. Quest’anno, teoricamente, sono tutti e due seconde scelte. Inoltre, quest’anno, anche Moretti potrebbe esserlo. Io mi chiedo se abbiamo un team manager e un DS che intercettano e gestiscono eventuali fronde. Il dubbio fronde, me lo porto dietro già dallo scorso anno (e resto convinto, fin dal derby di andata, che Ventura lo scorso hanno ha pagato anche uno spogliatoio non sereno). Quest’anno, con Miha che sicuramente non è diplomatico … Magari sono completamente fuori strada … Anzi, spero di esserlo …

  36. Quello che fa ridere è che i peggiori critici di Ventura, compresa la Crocifisso, di fronte a Miha si sono trasformati improvvisamente nel pupazzo Tenerone di Drive In, e offrono alibi a profusione. In realtà, dopo aver invocato per mesi la cacciata di Gpv e/o la chiamata del serbo, si sono accorti con costernazione che il calcio non è uno sport che si gioca con la clava, e che le cose sono più complicate di come la loro retorica sul cuoreToro faceva pensare. Quanto a ieri, mi scuso se ripeto cose già scritte 1) Non sempre tanti attaccanti vogliono dire tante occasioni 2) Il 424 è una follia. Al posto di Valdi mettevi Vives ed era finita lì 3) Alla fine la squadra era spezzata in 2 tronconi: nei 10 min finali dopo il gol non siamo neanche riusciti a superare la metacampo 4) Hart ha fatto un errore che ci sta: ma se l’avesse fatto Padelli… 5) Attaccarsi all’arbitro ieri è sbagliato (il rigore ci stava): spero che Miha non pensi davvero quelle cose che dice 6) Alla fine i nostri mi parevano cotti: non oso pensare a cosa succederà a febbraio 7) Giochiamo con la spavalderia del Napoli ma la qualità del Genoa. Questa è presunzione. Va a finire che “il borioso lampadato” era in realtà quello che predicava umiltà, mentre il serbo arrembante è quello presuntuoso 7) Accusare il mercato è ridicolo: la squadra è buona e non è Simunovic che avrebbe cambiato le cose: ieri abbiamo patito dalla parte di Lollo, non di Bovo. Certo che se giochi con la difesa così alta, allora non hai bisogno di “un centrale dx veloce”, ma di un difensore veloce come Bolt e con la resistenza di Abebe Bikila. Tralascio le cazzate che si sono dette per anni sul fatto che Gpv “non vedeva i giovani del Fila” e “lasciava fuori Maxi perché ha troppa personalità”, perché è evidente che Miha si comporta esattamente come Ventura. Per il resto, visto che non godo delle sconfitte del Toro, dico Forza Miha, ma trova una quadra alla svelta. Perché quando comincerà il ciclo di ferro e arriveranno le sconfitte, qua ti metteranno sulla graticola esattamente come han fatto con Gpv

    • Quello che dici per certi aspetti è fondato, ed è certamente legittimo, ma se permetti sono argomentazioni la cui premessa è debole, se non pretestuosa. “I peggiori critici di Ventura, compresa la Crocifisso, di fronte a Miha si sono trasformati improvvisamente nel pupazzo Tenerone di Drive In, e offrono alibi a profusione”. I peggiori critici di Ventura non hanno espresso le loro critiche o lanciato strali il 04/09/2011, data della terza giornata del 1° campionato del Sig. Giampiero. O no?
      La squadra è stata rifondata, con tempi e modi dissonanti rispetto a quanto si era fatto almeno negli ultimi due anni con Ventura. Riformare il gioco iper-tattico e finalmente mediocre in termini di risultato di Ventura (in serie A con il Torino FC ha collezionato 49 vittorie, 48 pareggi e 54 sconfitte) non significa intendere il gioco del calcio “uno sport che si gioca con la clava”, e nemmeno smetterla con dichiarazioni in minuendo dell’ambiente e della storia del Toro vuol dire fare della semplice retorica.
      Dare un po’ di tempo a Mihajlovic e alla sua truppa (non di cosi’ eccelsa qualità come si vuol far credere) è il minimo sindacale. Va da sé, bisogna stare con gli occhi aperti, ma attenti a non sparare sul pianista troppo in fretta.
      Stammi bene.

    • Mha ……. io ricordo che il borioso lampadato libidinoso , la scorsa stagione, in più di una partita dove eravamo sotto , toglieva l’attaccante e metteva dentro un difensore !!! D’accordo che non si deve giocare allo sbaraglio , ma da qui, a difendere il non-gioco del Guru ce ne passa !! Non-gioco che ci ha fatto perdere tantissime gare in modo imbarazzante , al limite della decenza . Anzi oltre il limite della decenza , se pensiamo al Derby di coppa. Mancano giocatori di qualità , e mancano i sostituti all’altezza , soprattutto in difesa e a centrocampo !! Facile fare finta di niente e prendersela con Sinisa , ma la realtà è che il NANO ha speso 20 , e ceduto per 60 . I conti non tornano, e non torneranno.

  37. Io sono contento lo stesso. Le plusvalenze sono state ottime, i conti sono solidi, Longo ha perso 5 a 1, Pulici sta zitto e Claudio Sala ha mangiato male al suo compleanno. Mi dispiace solo per la vittoria di Asta a Bolzano ma non si può avere tutto dalla vita. Abbasso il cuore granata, evviva l’intestino plusvalente. Grazie cairo.

  38. Le maggiori colpe,da come la vedo io,quindi da profano,sono di Sinisa,per tutti i motivi elencati da altri utenti sotto….una battuta “con un’altro al posto di Padelli avremmo 5 o 6 punti in più a fine campionato” ritengo che sarà così,intanto ieri con IL MODO DI RAGIONARE DI ALCUNI,ne abbiamo persi minimo 1

  39. Dimentico volutamente le parole Ventura e Cairo. Adesso la squadra è questa e la discussione verte sui risultati che se ne possono ricavare. Miha fa delle scelte discutibili: non avrei messo Martinez che era appena tornato dalla sua nazionale, che non gioca dietro l’angolo ma deve smaltire il fuso orario, mentre farei giocare di più Boyé, anche per testarlo in un’intera partita; non sostituirei mai Valdifiori con Obi, ma piuttosto con Vives; darei il cambio a De Silvestri, che nel finale cala vistosamente, con Zappacosta che non va tenuto ai margini della squadra. Da ultimo dovrebbe cercare di tenere i nervi a posto, anche se ieri quell’arbitro era insopportabilmente incapace.

  40. Buongiorno a tutti. Prima della partita mi ero sbilanciato, dicendo che con la mentalità di Sinisa quest’anno avremmo vinto la maggior parte degli scontri alla nostra portata. Questo al netto dell’alea che ci perseguita (vedi alla voce infortuni, raggruppati nello stesso settore). Ieri un indubbio passo indietro, c’era uno spirito garibaldino confuso e controproducente, perché non assistito dalla giusta cazzimma, che sono convinto rivedremo domenica contro l’Empoli. Due considerazioni. Se giochi con un regista come Valdifiori, non puoi farlo affiancare contemporaneamente da Baselli e Benassi, a mio avviso serve la linea Acquah Valdifiori Baselli o Benassi Valdifiori Obi, in modo da avere il giusto mix di geometrie, fisicità, qualità negli inserimenti a rete. Inoltre Sinisa dovrebbe placare la sua ansia di immediato riscatto, dopo la delusione dell’anno scorso: va bene incarnare lo spirito indomito del Toro (“uniti come un pugno chiuso”, etc), ma quando ti mancano 2/3 degli attaccanti titolari devi adattarti al mutare delle circostanze. Ieri con una mossa azzardata a mezz’ora dalla fine a creato le condizioni per tramutare una vittoria da cogliere con un pò di pazienza e concentrazione in una sconfitta servita su di un vassoio d’argento.

  41. inevitabile una partenza stentata per una squadra rivoluzionata (anche forse troppo) all’ultima settimana di mercato. Discutibile mettere subito dentro giocatori chiave (il portiere che deve guidare la difesa senza sapere la lingua e IL REGISTA che dovrebbe conoscere a memoria tutti i meccanismi della squadra) senza che abbiano preso confidenza con squadra o campionato o fare giocare entrambi Maxi e Martinez in condizioni a detta del mister non ottimali lasciando fuori Boyè. L’aspetto più positivo: abbiamo più colpi in canna (vedi Iago Falque o la brillantezza di Boyè). Quello negativo: a parte la difesa che appare più debole in tutti i suoi elementi rispetto allo scorso anno (a parte, spero dalle prossime, il portiere) un modo di stare in campo e schemi di gioco poco fluidi e chiari. Mi pare che che la squadra sia impostata per assalti all’arma bianca con molto spirito offensivo ma poca tattica e schemi. Per esempio, in attacco, due esterni che devono inventare, creare superiorità e offrire assist per la punta centrale: uno schema elementare che mancando le individualità produce scarsi risultati.

  42. Dai se io fossi un tifoso dell’Atalanta e non avessi vinto, viste le occasioni da gol, mi sarei mangiato le mani e Gaspagobbo.
    Alibi?
    Si certo, ma sono abituato a fare l’analisi della partita visti i giocatori che si hanno, non quelli che si avrebbero potuti avere con 40/50/60 milioni in più.

    Ieri ho visto una sequenza di errori tecnici di mihajlovic che mi conferma solo quello che ho sempre pensato di questo mister.
    Si, non l’ho mai digerito come uomo razzista e finto diretto ma come tattico lo trovo davvero nullo.

    Se avesse avuto lui la rosa dell’Atalanta, o dell’Udinese o del Pescara qui i vaffanculo a Cairo si sarebbero moltiplicati, peccato che queste squadre ad oggi hanno più punti di noi.
    Fortuna o altro?

    Certo io sono di parte, ma sempre felicissimo di sbagliarmi.

  43. A me quello che preoccupa davvero è che sembriamo – tatticamente – una squadra da campetto. Si corre per il campo dietro alla palla, ma con delle voragini dovute a mancanza di organizzazione. E ieri l’Atalanta ne poteva fare dieci di gol, altro che episodi.

  44. e aggiungo, se un presidente vuole davvero vincere qualche trofeo, anno dopo anno come una formichina, appena trova un campioncino, vedi Darmian etc, non li lasci andare via, la Juve può fare lo squadrone tutto di un botto, noi non possiamo, dobbiamo fare ogni anno un passettino, e non prendere in prestito a cazzo ogni anno. ma perché? perchè Cairo semplicemente non è un tifoso del Toro…..gli agnelli purtroppo sono tifosi della juve da 100 anni e si vedono i risultati, non è solo questione di dosponibiltà economiche…

  45. Abbiamo giocato contro tre squadre mediocri e fatto 3 punti. La squadra in campo è messa male e il centrocampo è un buco che genera occasioni per gli avversari. Sarà bene che lavorino in fretta che ‘sta storia del tempo dopo tre mesi è valida se hai cose da limare, non se la squadra è un colabrodo

  46. le parole sono importanti: se in due anni dai via darmian glik peres e maksimovoc e l’unico buono (castan) lo prendi in prestito è uan smobilitiazione per fare cassa non è una rivoluzione. i giocatori se ne vanno perchè no c’è un progetto se non fare plusvalenze

  47. E’ vero che la rivoluzione messa in atto porta ad un fisiologico periodo di adattamento durante il quale andremo altalena, è giusto dare il tempo necessario al mister per amalgamare la squadra e a questa il tempo giusto per assimilare i nuovi principi “morali e di gioco”. Ma è anche vero che Miha ha attinto a piene mani dal calderone degli alibi, nonostante la Crocifisso scriva il contrario mentre per molto meno linciava Ventura:” Maxi e Martinez erano forse al 50%… arbitraggio con due pesi e due misure… abbiamo perso per errori individuali… Valdifiori è qui da poco ed è stato condizionato da un colpo subito… l’Atalanta è stata più fortunata”. A me frega nulla degli alibi, li usano tutti, non è un problema e anzi, bene ha fatto Miha a sottolineare quelle cose perché, di fatto, hanno condizionato la gara. Sono alibi pero’, cioè giustificazioni tese a mascherare colpevolezze proprie. Perché se Maxi e Martinez erano al 50% poteva schierarne da subito solo uno dei due, soprattutto se hai intenzione di andarci giù pesante in attacco. Se Valdifiori non era pronto non andava schierato e se il colpo lo condizionava andava sostituito. E se poi vogliamo imputare alla fortuna la vittoria dell’Atalanta facciamolo pure, tralasciando il fatto che le abniamo concesso non so quante occasioni per andare a rete, “fortunatamente” sbagliate. Ripeto, non ce l’ho con Miha, gli alibi fanno parte del gioco, non mi scandalizzo ed ho occhi e cervello per giudicare le cose da me. Però le avesse dette Venture quelle cose…sarebbe stato Crocifisso. P.S.: a scanso di equivoci, giustissimo aver interrotto il rapporto con Ventura.

    • avrei apprezzato molto di più se avesse detto che la squadra ha bisogno di tempo per trovare gli equilibri giusti,digerire gli schemi e trovare gli automatismi di squadra, perchè è la realtà .Invece non sottolineare i reali problemi ieri come a San Siro, non mi fa stare sereno sul fatto che miha pensi di porgli rimedio.

      • Mah, io, a parte il riferimento ad arbitro e fortuna, trovo abbia centrato il punto. Il fatto è che ha tentato di far passare scelte sbagliate sue come dipendenti chissà da chi o da cosa. Ripeto, va benissimo tutto, ognuno ha modo di giudicare da se e quindi può dire quel che vuole che non sposta di una virgola i dati di fatto. Il mio commento era rivolto alla linea editoriale che, ancora una volta, trovo poco obiettiva.

  48. Questo tutti all’arrembaggio è solo un’illusione di calcio d’attacco, giocando senza tattica e senza equilibrio in questo modo allunghi solo la squadra e basta, andandosi a vedere le stastistiche si scopre che persino il possesso palla è lo stesso.
    Andando a rivedere le azioni l’atalanta ha avuto un sacco di occasioni, noi solo un regalo di sportiello e veramente poco altro. E abbiamo rischiato tantissimo in più di un’occasione.
    Voglio vedere quando davanti ci sarà Higuain e non d’alessandro che sparacchia alto come ne usciamo.

  49. Con un altro allenatore tipo Maran avremmo già 5 punti. Questo ci porterà qualche vittoria ma tante sconfitte. La squadra con il suo modo di giocare la rende più mediocre di quello che è. Sono sicuro a fine anno che squadre meno attrezzate di noi ci saranno davanti. Via Mihailovich per il bene nostro al più presto.

  50. aldià del mercato la rosa è superiore a quella dell’Atalanta, quindi poche storie, ieri abbiamo buttato da 1 a 3 punti a seconda dei punti di vista. De silvestri è stato solo contro il Papu tutta la partita, nonostante si sapesse che NON POTEVA TENERLO PER MOTIVI FISICI E TECNICI DA SOLO, e questo è un errore tattico che comprendeva anche un novizio. In mezzo siamo leggeri, almeno uno dei 2 fisicati, Obi o Acquah, devono partire all’inizio, specialmente con Valdifiori, altrimenti in serie A non reggiamo, con il Bologna avevamo Belotti extraterrestre altrimenti pagavamo anche quella. Sull’atteggiamento di vincere a tutti i costi posso essere d’accordo in linea di massima, ma tenendo conto che significa che sei disposto a perderla, specialmente quando non riesci a pressare avanti, dato che in contropiede sembra ci arrivi sempre addosso la discesa degli Gnu tipo Re Leone. detto questo, con il serbo e il Gallo le cose sarebbero andate diversamente. Aggiungo che il problema secondo me non sono le qualità dei difensori che non hanno sfigurato per niente, ma l copertura della difesa stessa da parte del centrocampo, con 3 punte fisse ci serviva Obiang non Valdifiori

  51. Mi girano ancora i coglioni adesso per aver perso questa partita, ed averla persa in questo modo. Voltiamo subito pagina perché così non andiamo da nessuna parte. Eppure il livello di questo campionato è bassissimo. Cairo a gennaio fai vedere che sei anche un presidente e non solo un finanziere.

  52. cosa diceva il sottoscritto. Manca difensore centrale di qualità (anche se novo non ha giocato male). Ts di valore. Il centrocampo è da corpo di ballo e si è visto. Poi ieri mi si è impazzito anche miha…424. Ma porta un punto a casa che è meglio. Comunque io mercato è stato veramente penoso. Rischio forte di retrocessione.

  53. Ci sono a mio avviso problemi oggettivi: 1. Il centrocampo non è all’altezza 2. Lo zingaro indegno andava sostituito con un difensore all’altezza, in difesa al momento abbiamo grandi lavoratori, molta esperienza (Castàn fidatevi che è davvero uno dei migliori acquisti) ma ci manca un “Maksimovic” 3. Troppi acquisti arrivati troppo tardi che necesiteranno obbligatoriamente di tempo per inserirsi 4. Cambio di modulo a cui tutti devono abituarsi 5. Preparazione atletica/caricHi di lavoro sbagliati vista la quantità di infortuni specie muscolari. 6. Ieri abbiamo giocato senza Ljiaic e Belotti con Maxi e Martinez al 50%….Se sommiamo tutte queste cose credo sia assolutamente obbligatorio predicare calma a più non posso. Sarà un campionato di alti e bassi soprattutto fino a gennaio. Io mi fido di Sinisa e credo che questa squadra abbia ottime potenzialità e qualche crac (Boyè secondo me ci farà godere). Il livello del campionato è scandalosamente basso, i maiali strisciati avranno vinto lo scudetto a fine novembre, il resto sarà tutto da vedere….. KEEP CALM E FORZA TORO

  54. Mi chiedevo quando avrebbe tolto almeno uno di quei tre attaccanti poco incisivi per rinforzare difesa o centrocampo e invece ne ho visto entrare un 4° (peraltro forse il migliore, che avrebbe potuto giocare dall’inizio). Difesa alta sempre esposta a contropiedi e meno male che ieri Castan ha giocato molto bene salvando più volte (e anche Bovo non ha demeritato). Il milan 3 gol in una partita probabilmente non li rifarà più in tutto il campionato e noi se continuiamo a giocare così, continueremo a prenderne 2 o 3 a partita, salvo quando giocheremo contro le squadre più forti e i gol presi saranno molti di più. L’errore di De Silvestri causato dall’ansia di farsi superare nell’uno contro uno, senza che altri difensori potessero intervenire, quindi errore individuale ma frutto del modulo. Non abbiamo una squadra per fare il 4-3-3, con difesa alta e gioco offensivo, tanto più quando in attacco ci mancano i titolari.

  55. io continuo a pensare che quelli più bravi devono stare in campo: se al momento non hai centrocampisti all’altezza (e questo non dipende certo dall’allenatore), giusto provare a mettere attaccanti… il problema è una rosa inadeguata per fare un buon campionato: troppo giocatori mediocri e/o usurati… speriamo che l’inevitabile calo dei vari Bovo e Molinaro sia controbilanciato da una maggiore amalgama… certo che questa prestazione ha certificato il tipo di campionato che dovremo fare… (e il tipo di presidente che abbiamo)

  56. vedere ancora obi in campo e’ allucinante,ma che roba e’?ero e sono un detrattore del precedente tecnico,pero’bisogna esser onesti.ieri buttato via un punto.errore netto su un cambio.poi,che continui a pensare che il pesce puzzi dalla testa,e’altra storia

  57. tutti d’accordo il pareggio andava benone . Invece di puntellare il centrocampo per evitare ripartenze Miha ha messo 4 punte pensando di essere Mourinho (cosa che spesso fa). ma noi siamo il Toro con molinaro e de silvestri . Umiltà questa sconosciuta…..

  58. Basta con l’alibi del mercato. La squadra e’ buona, magari non da Europa ma sicuramente superiore all’Atalanta, anche senza Belotti e Lijiac. Quindi basta chiacchiere. Sinisa lavori con quello che ha che, ripeto, e’ una buona squadra e la faccia rendere al massimo. La metta in campo con un senso logico( il 4-2-4 e’ follia…) e quando e’ in vantaggio o non puo’ e non riesce a vincere si prenda comunque il punto. Perche’ la classifica non aspetta.

  59. Ieri è stata una partita sbagliata, fuori di dubbio. Si poteva e si doveva far meglio. Il mister ha peccato in più fasi. Detto questo l’isterismo che è scoppiato (quasi generale) lo trovo assurdo. Non può essere una giornata toppata a mandare tutto in malora. Perlopiù alla terza di campionato. Nessuna fiducia incondizionata ma solo lavoro lavoro lavoro. Da parte di tutti, giocatori e allenatore. Per me potenzialmente siamo una buona squadra, che lo si dimostri e gli sia concesso il giusto tempo. #SFT

  60. Se Maxi (al 50% e con la panza) e Martinez (al 50% e 2 voli transoceanici alle spalle) sono acciaccato, non li metti entrambi dall’inizio. Magari usi un modulo più accorto e sicuramente non passi al 424 a 20′ dalla fine quando stai pareggiando e ti fanno a fette sulle ripartenze.

  61. Perdere così è senza criterio. Vai a Bergamo senza i titolari dell’attacco e una squadra che è ancora un cantiere aperto, contro una Atalanta che ha bisogno di punti e che fai? Spirito alla garibaldina e proviamo a vincerle tutte. Risultato… Zero!

  62. Si siamo d’accordo. La rosa è piena di buoni giocatori anche al netto degli infortuni. La sconfitta di ieri è assurda e quel 424 finale allucinante. Personalmente sono contrario agli effetti speciali e a complicare le cose che sembrano facilissime. Forza toro, forza sinisa.

  63. Ieri ennesimo capitolo della saga “Le resuscitiamo tutte noi”, con una sconfitta che pesa perché arrivata da una compagine mediocre in quasi tutti i suoi interpreti. Nei commenti post partita si leggeva ieri di Gasperini che avrebbe dato lezioni di calcio a Mihajlovic: quali sarebbero queste lezioni resta da spiegare, perché quello che si è visto è un Atalanta imprecisa e approssimativa come il Torino FC.
    Elemento da considerare nel bilancio stilato dalla Direttora è che quest’anno è stato un mercato last minute e improvvisato come da tempo non si vedeva, e questo gioca sui tempi di assemblaggio.
    La prossima pausa dopo la 7° giornata dirà se ci dobbiamo seriamente preoccupare, o se potremmo assestarci sull’ennesimo campionato da protagonisti di terza fascia, quelli che lottano per le medaglie di cartone ma che vanno a testa alta sbandierando bilanci a prova di bomba.

  64. Premesso che io sto con Sinisa, ieri il cambio Valdifiori Boyé è stato un errore grave. Avevamo il controllo della partita e stavamo chiudendo l’Atalanta nella loro metà campo. Loro erano pericolosi solo nelle ripartenze. Non puoi scoprire così il centrocampo e mettere una 4º punta. Al posto di Valdifiori doveva entrare Vives o al limite Acquah. Se vuoi mettere Boyé togli Martinez.

  65. buongiorno a tutti.. purtroppo il centrocampo era il tallone d’achille e tale è rimasto.. ho hai tre belotti in attacco che fanno i difensori i centrocampisti e gli attaccanti insieme… ho non puoi pretendere chissà cosa. per me sinceramente, pur stimandolo molto, ieri la partita l’ha persa mhialovic… togliendo dellifiori e baselli devi mettere vives e acqua o o vives e obi. punto. poi togli uno tra maxi e martinez e metti boyè. era di una semplicità più unica che rara. non comprendo questi cambi fatti solo per andare contro l’ovvio. bohhh

  66. La sensazione è che ci siano i soliti problemi dello scorso anno. Il reparto chepiù aveva dato la ssensazione di aver bisogno di interventi era il centtocampo. Baselli gioca a sprazzi e in trasferta quando c’è da menare si nasconde. Obi lasciamo perdere. Vives ha 35 anni… e noi eravamo salvi da Aprile. Programmazione zero oltre che investimenti. Una dirigenza da contestare subito, ah già ma Torino è una piazza difficile dimenticavo … tutto come l’anno scorso. …

  67. anche i meno ferrati in matematica possono capirlo: se vendi a 20 e compri a 2 qualche problema lo avrai.
    metteteci pure l’impossibilità di avere una rosa completa per gli allenamenti estivi…
    qualche buco qua e là…

    l’importante è che capiscano presto la reale dimensione e inizino a giocare per il nostro reale obiettivo: una salvezza magari non troppo sofferta…
    anche perché, magari torna Belotti ma… quanto terranno i due inamovibili titolari Bovo e Molinaro?

  68. “Ad ogni rivoluzione segue un periodo di assestamento”. Per la verità, la storia insegna che ad ogni rivoluzione segue un periodo di restaurazione, ad ogni riforma, una controriforma o, per restare nei temi cari al cognome della direttora, a ogni nuovo messia una crocifissione. Ergo. Diamo pure tempo al mister, ma se il tempo non diventa produttivo in fretta e non si vedono passi avanti, il tempo sarà anche il peggior nemico di questa rivoluzione e del suo artefice.

  69. Occorre tempo, questo è sicuro , quel tempo que si è perso durante il mercato. Questi giocatori si potevano prendere a luglio , a parte Hart, e Sinisa avrebbe avuto due mesi per lavorare ,come li ha avuti Giampi lo scorso anno. È stato perso troppo tempo nel mercato e alla fine il livello complessivo della squadra é lo stesso dello scorso anno.