Milan-Torino, il punto su Damato: l’arbitro non sbaglia niente

2
262
Damato
CAMPO, 21.8.16, Milano, stadio Giuseppe Meazza, 1.a giornata di Serie A, MILAN-TORINO, nella foto: l'arbitro Antonio Damato ammonisce Joel Obi

Torna l’appuntamento con “Il punto sull’arbitro” di Carlo Quaranta: convince la prova dell’arbitro Damato nella partita contro i rossoneri

Pronti via e subito una partita con tantissime emozioni e decisioni arbitrali delicate fino all’ultimo secondo: nella prima a San Siro l’arbitro Antonio Damato da Barletta, che aveva già diretto in due altre occasioni (una vittoria milanista ed un pari) la sfida tra rossoneri e granata, ha arbitrato in modo praticamente impeccabile, lasciando giocare il giusto e mantenendo la concentrazione fino all’ultimo istante quando ha decretato un calcio di rigore per il Torino tra le proteste di giocatori e pubblico di casa.

In avvio puniti tutti gli interventi al limite del regolamento quale ad esempio quello di De Silvestri su Niang al 4’ nei pressi dell’area granata. La prima ammonizione giunge al 26’ ed è Martinez il primo giocatore granata a finire sul taccuino dell’arbitro in questa stagione per un’entrata in scivolata piuttosto pericolosa su Niang a metà campo. Al 35’ cartellino giallo anche per Rossettini autore di un fallo da dietro sul solito Niang ed al 45’ stessa sorte per Paletta per un fallo su Belotti sulla trequarti rossonera (in questo caso il provvedimento è apparso un po’ severo). Al 46’ Damato soprassiede ad una strattonata veniale di Paletta su Moretti in area milanista. Il primo tempo si conclude dopo 2’ di recupero decretati per l’infortunio di Ljajic e senza casi particolari da dirimere per arbitro ed assistenti.

Prova positiva per gli ufficiali di gara anche nel corso del secondo tempo che si apre con i gol di Belotti e Bacca. Poi giudicata bene una scorrettezza di Belotti (il quale invece invocava il penalty) in area rossonera al 58’ e pochi dubbi sul rigore concesso al Milan per fallo di Obi su Bonaventura in area granata: al 61’ il rossonero converge in area da destra a sinistra e, dopo aver superato Moretti ed Acquah, su di lui frana ingenuamente Obi. Al 63’ rischia ancora Obi commettendo un fallo su Kucka sulla trequarti. In questo frangente Damato lascia giocare di più, al 75’ non ravvisa gli estremi per un calcio di punizione a favore del Milan per uno spalla a spalla tra Boyé e Bertolacci con quest’ultimo che termina a terra ed è costretto ad abbandonare il campo. Al 94’ l’episodio clou: su un pallone vagante in area rossonera vengono a contatto Paletta e Belotti che si strattonano a vicenda: più plateale l’intervento del difensore che “abbraccia” il numero 9 granata e induce Damato a fischiare la massima punizione a favore del Torino.

Con questa sconfitta il bilancio dei granata con Damato è ulteriormente peggiorato: quattro vittorie, cinque pareggi e otto sconfitte.

Condividi

2 Commenti