Torino-Inter, per Banti sviste all’inglese

16
1279
Banti Torino-Inter, la moviola

Il punto sull’arbitro di Torino-Inter, Banti, dopo la direzione di sabato

Al “Grande Torino” le squadre di Mihajlovic e Pioli hanno dato vita ad una sfida intensa e spettacolare, con quattro gol e tante occasioni. In Torino-Inter nessun caso da moviola eclatante e compito teoricamente agevole per Luca Banti della sezione AIA di Livorno il quale, tuttavia, si è complicato la vita da solo con una direzione di gara troppo all’inglese e piuttosto discutibile. Perché se da un lato va bene privilegiare il gioco maschio, dall’altra non si possono consentire certi interventi o soprassedere, tanto più se si dà l’impressione di applicare pesi e misure diversi. Molti gli scontri spigolosi che hanno visto protagonista il Gallo Belotti quasi mai tutelato e un solo ammonito (per simulazione!) a fine gara.
Bene invece gli assistenti che hanno segnalato correttamente le posizioni di offside, come al 9’ quando è stato giustamente annullato un gol a Icardi che si trovava più avanti di tutti i difensori granata sul filtrante di Perisic. Regolare, invece, il gol di Kondogbia che si strattona a vicenda con Lukic prima di battere Hart (ininfluente la posizione di Icardi). Per il resto, come detto, diverse situazioni al limite non sanzionate soprattutto nella zona d’attacco granata dove Belotti è stato spesso protagonista ed anche vittima di falli da parte dei difensori nerazzurri che tuttavia Banti o non ha sanzionato o ha fischiato contro l’attaccante.

Al 50’ concessa giustamente una punizione al limite dell’area in favore del Toro per un atterramento di Iturbe che cerca di districarsi tra due-tre avversari. Al 54’ il direttore di gara, avvedendosi che Medel è a terra, ferma il gioco col possesso in favore dei granata per soccorrere il giocatore nerazzurro. Correttamente applica poi lo stesso metro al 72’ quando resta a terra Baselli nei pressi dell’area torinista. Al 62’ regolare anche il gol di Candreva, in questo caso Perisic si trova sulla traiettoria del tiro ma non in fuorigioco. Al 67’ Boyé è autore di una bella giocata in area interista, anche in questo caso l’azione potrebbe sembrare viziata da un fallo ma, fedele alla sua linea, Banti lascia giocare. All’81’ Gagliardini termina a terra in area del Torino dopo esser stato affrontato rischiosamente ma nei confini del regolamento da Moretti. All’83’ manca l’ennesimo fallo ai danni di Belotti che in corsa viene sbilanciato da un’energica e vistosa spallata da parte di un difensore nerazzurro. All’80’ Banti allontana dalla panchina granata il preparatore dei portieri Di Sarno e il magazziniere Pasin per proteste mentre l’unica ammonizione del match arriva al 95’ per una simulazione affatto convincente di Maxi Lopez al limite dell’area nerazzurra. Le immagini dimostrano che il contatto con il difensore c’è e quindi il provvedimento è comunque esagerato. Per quanto riguarda le statistiche con Banti il Torino ha portato a casa solo 4 vittorie a fronte di 8 sconfitte e 3 pareggi (compreso quello di ieri) in 15 gare totali disputate.

Condividi

16 Commenti

  1. ormai lo dico da una vita…durante una partita di calcio tutti stanno a contestare il rigore si o il rigore no.fuorigioco si o fuorigioco no.ma molti non tengono conto che le partite si indirizzano anche con i falli che sembrano veniali ma che invece determinano un risultato.sabato banti ha fatto questo,non sanzionando i tanti falli subiti da Belotti.e così facendo ha incoraggiato i difensori dell’Inter a continuare a farlo, tanto non fischiava mai.

  2. Scusate possibile che la direzione arbitrale scandalosa di Banti non ha suscitato il minimo disprezzo, inoltre coronata alla fine da un fallo da espulsione su l’atterramento di Belotti lanciato a rete come ultimo uomo con chiara occasione da gol dopo aversi portato avanti la palla con la testa, l’ho vista solo io? e la simulazione di Maxi ? Adesso se arbitra le partite importanti con la moviola, vuol dire che siamo a posto.

    • Anch’io dai distinti. Altri in maratona. Ahime siamo gli unici ad aver potuto gustare il tocco di Kondogbià perchè la TV non l’ha ripreso (era effettivamente di spalle coperto da Lukic), e pare che SKY (la stessa che manipola le immagini al gobbodromo…) abbia un video inoppugnabile in cui dimostra che la palla abbia sbattuto sul petto. Io sono due giorni che cerco questo replay e non l’ho trovato. Ma resto convinto, avendolo visto come te dal vivo da posizione “privilegiata”, che il fallo c’era eccome. Hart che normalmente si fa i cazzi suoi è andato a protestare col giudice di porta indicando chiaramente la mano, e la dinamica dell’azione rifletteva il fatto che tutti stessero aspettando il fischio dell’arbitro (non arrivato). Poi la papera di hart, il fuorigioco di icardi, ecc sono solo conseguenze. Però non c’è prova televisiva. L’unica, che mi piacerebbe vedere, parrebbe essere a favore di Banti. E quindi ci teniamo l’incazzatura. Amen.

      • T, ti confermo di aver visto il replay su Sky durante la partita..lo hanno fatto vedere dopo alcuni minuti e purtroppo (o per fortuna) ti assicuro che il fallo di mano non c’era. Invece non sono d’accordo sulla posizione di perisic sul secondo gol in quanto è sicuramente sulla traiettoria e fa scudo su uno dei nostri che non riesce quindi ad intervenire e secondo me è in fuorigioco

  3. scusate ma il tocco di mano di kongodbia sul primo controllo della palla ce lo siamo sognati tutti in maratona??? no visto che pure hart (che non protesta mai con gli arbritri) è andato a protestare con l’assistente… Eppure non se ne parla da nessuna parte.

    • nel caso del primo gol c’è un replay di sky che scagiona Banti. La rimbalza tra petto e spalla e non c’è il fallo di mano. Invece sull’ammonizione di Maxi e i falli non fischiati su Belotti ci sarebbe molto da dire…

  4. A leggere l’articolo sembra che non abbia sbagliato quasi niente! A parte il resto, secondo me la posizione di Icardi, in largo fuori gioco e accanto al portiere in occasione del primo gol dell’Inter è irregolarissima. Regola: “La posizione di fuorigioco di un giocatore viene punita solo nel momento in cui un compagno di squadra esegua un passaggio (anche in maniera fortuita) verso l’uomo in fuorigioco e questi entri in contatto con il pallone, oppure, pur non essendo il destinatario, influenzi un avversario o tragga vantaggio dalla propria posizione”. E vuoi che un giocatore di fianco al portiere non ne influenzi l’intervento? L’influenza sì! infatti si è visto!

    • sono certo che possa distrarre,ma non li fischiano mai…era capitato anche a Padelli una cosa simile,con il milan con balotelli in fuorigioco e chissà quante altre volte,non mi ha dato particolarmente fastidio questo fatto

  5. Concordo con l’arbitraggio alla milanese!
    Vergognoso e schifosamente pro-strisciata in tutte le decisioni.
    La beffa è l’ammonizione a Maxi Lopez per un fallo netto.
    C’era una squadra che doveva vincere e abbiamo capito chi.
    Il pareggio è veramente un’impresa per tanti fattori, uno è Banti.

  6. Arbitraggio alla milanese, altro che all’inglese

    una caterva di falli a danno dei nostri in zona d’attacco non sanzionati, con la ciliegina di maxi lopez falciato al limite dell’area nerazzurra, allo scadere, ammonito per simulazione

    …sai mai che il Toro al 95° ti infili una punizione vincente all’angolino