Edera festeggia la promozione in B, per Rosso panchina e amarezza

2
1339
Edera
CAMPO, 24.11.15, Torino, stadio Olimpico, Youth League, TORINO FC-MIDDLESBROUGH FC, nella foto: Simone Edera esulta dopo gol 2-0

Simone Edera è entrato all’84’ della finale playoff tra il suo Parma e l’Alessandria e ha festeggiato così da protagonista la promozione in B

Dopo Cremonese, Venezia e Foggia e il Parma l’ultima squadra a festeggiare la promozione in serie B. E festa è stata anche per Simone Edera. L’attaccante classe 1997 di proprietà del Torino ieri è stato tra i protagonisti del 2-0 con cui gli emiliani hanno battuto l’Alessandria nella finale playoff tornando così nel campionato cadetto. Il tecnico dei crociati Roberto D’Aversa ha concesso all’ex Primavera granata gli ultimi sei minuti di gioco più recupero: tanto è bastato a Edera per poter essere protagonista della promozione in serie B del suo Parma. Non ha invece partecipato alla partita Simone Rosso, compagno di squadra di Edera nella Primavera campione d’Italia nel 2015: l’attaccante in forza all’Alessandria ha infatti guardato l’intero match dalla panchina.

Simone Edera, Parma.
Minuti giocati: 6 (tot. 478). Presenze complessive: 15 (5); gol: 1 (1)

Simone Rosso, Alessandria.
Minuti giocati: 0 (tot. 579). Presenze complessive: 17 (6); gol: 1 (0)

Condividi

2 Commenti

  1. Anche io tifavo per gli alessandrini… I ducali non mi vanno giù. Per i 2 ragazzi che dire… Chi vivrà vedrà. Sono stati protagonisti in primavera, spero che riescano ad emergere, a volte in certe carriere e’ questione di attimi fuggenti. Barreca lo ha colto, loro non ancora.

  2. Simone Rosso e Simone Edera sono stati tra i principali protagonisti della finale scudetto di due anni fa. Hanno giocato entrambi molto poco. Ma Edera almeno è un 97. Rosso è un 95.. Sono due ragazzi talentuosi ma ci vuole molta più cattiveria. Altrimenti non emergi. Per il resto finale scontato. L’Alessandria ha buttato via la promozione nella stagione regolare, peccato davvero anche perché in B tre squadre piemontesi sarebbe stato bello e magari anche utili per noi. Il Parma al contrario l’ho sempre odiato per i suoi risultati drogati. E anche quest’anno sembrava deciso che dovessero farla promovuere. Questi a breve ce li ritroviamo di nuovo tra i piedi. Parma simbolo delle squallido calcio moderno dilagato dal 1990 in avanti.