Atalanta-Toro: Baselli e Zappacosta sfidano il recente passato

17
965
CAMPO, 28.8.16, stadio Olimpico Grande Torino, 2.a giornata di Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: Daniele Baselli

I doppi ex / Il centrocampista e il terzino sono stai lanciati in Serie A dall’Atalanta, prima di passare al Toro

Domenica il Toro affronterà l’Atalanta per dare continuità al netto successo casalingo ottenuto contro il Bologna. Sarà una partita particolare per Baselli e Zappacolta che in quello stadio hanno fatto i loro primi passi in Serie A.

Baselli è cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta è ha debuttato in prima squadra nel 13/14, dopo due stagioni al Cittadella, in serie B. Con i bergamaschi ha totalizzato 55 presenze totali, con 2 gol e 5 assist, principalmente nel ruolo di regista di centrocampo. Ventura ha preferito spostarlo nella posizione di mezzala sinistra. L’inizio della prima stagione con il Toro è stato straordinario: 3 gol nelle prime 3 giornate e quarta rete all’ottava giornata, contro il Milan. Oltre ai gol, Baselli ha incantato i tifosi granata con grandi giocate. Poi, improvvisa, è arrivata la crisi, in contemporanea con il calo di rendimento della squadra.
Baselli ha finito la scorsa stagione in crescendo e ha iniziato questo campionato ancora con due reti nelle prime due giornate. Questa può e deve essere l’annata della sua consacrazione. Contro la sua ex squadra avrà la possibilità di dare continuità alle prime uscite e trascinare i granata al successo.

Zappacosta, come Baseli, è arrivato in granata a inizio della passata stagione. In granata non ha trovato tanto spazio, chiuso, prima da Bruno Peres, e attualmente dal nuovo arrivato De Silvestri. Su di lui si erano mosse molte squadre in questa sessione di calciomercato, ma il Torino a preferito non privarsene. Rappresenta, infatti, sicuramente un’alternativa di lusso, indispensabile per una squadra che vuole puntare in alto. Con il passare delle giornate potrebbe anche tornare a trovare spazio sulla fascia destra.
Con la maglia dell’Atalanta era stato protagonista assoluto due stagioni fa con 29 presenze e 3 gol. Al Toro, finora, 26 presenze (tante a partita in corso) e una rete. Sicuramente si aspettava più spazio, ma il suo lavoro potrebbe tornare molto utile in questa stagione.

Tra le fila dell’Atalanta c’è l’ex Toro Kurtic, centrocampista in granata da gennaio 2014 al 18 maggio dello stesso anno, per un totale di 16 presenze e 2 gol. Il feeling con Ventura non è mai sbocciato e lo sloveno si è trasferito alla Fiorentina, prima, e all’Atalanta poi. Con i bergamaschi ha collezionato 37 presenze e 2 gol in campionato. Questa è la sua seconda stagione con i nerazzurri.

Un altro ex della partita è Davide Bassi. Il terzo portiere dell’Atalanta ha infatti difeso i pali granata nella stagione 10/11, in Serie B, alternato a Rubinho, per un totale di 18 presenze.

Condividi

17 Commenti

  1. Zappa quando riuscirà a fare un cross che superera il metro e mezzo di altezza, vorrà dire che sta imparando il suo ruolo, non esiste in serie A uno che gioca sulle fasce e alza una palla su dieci.
    È inutile girare intorno al discorso il problema principale è questo.

  2. Il recente passato di zappa è la panca…ci dovrebbe spiegare il perché non riesce a batterla…eppure non sembrava scarso, baselli altra categoria, purtroppo fisico scarso , approposito di padelli, mi auguro di non rivederlo più in porta, almeno la nostra con buona pace di Gianluca.

    • Plasticone69, io sono più contento se gioca Hart e gioca bene. Però sono convinto che Padelli non sia mai stato il problema più grosso della squadra. Io ritengo che avessimo altre lacune, una delle quali è rimasta scoperta. ovvero un interno sinistro di centrocampo con fisico, tecnica e personalità. Se hai tempo, dai un’occhiata su youtube a Toro-Zenit. Vedrai come battevamo punizioni e corner fino a due stagioni fa. Lo scorso anno abbiamo perso moltissimo da questo punto di vista. Spero che Ljajic e Valdifiori ci garantiscano di ritornare agli standard di Farnerud (che era bravo soprattutto in quello) ed El Kaddouri. Glik, distratto quanto vuoi, è passato da 7 a 0 gol. Non è un caso.

  3. Ahh.. DJFila69 ci mancavano i tuoi commenti illuminanti e sempre nuovi su Zappacosta. Che ti ricordo essere un giocatore del Toro, finora serio e con la testa sulle spalle, e come tale meritevole di rispetto, anche se non ha ancora reso cone dovrebbe, non solo per colpe sue.
    A meno che non ti abbia trombato qualcuno in famiglia, nel qual caso alzo le mani…

  4. Padelli (Hart); De Silvestri Bovo (Rossettini) Castan (Moretti) Molinaro; Acquah, Valdifiori, Vives; Zappacosta, Maxi Lopez, Baselli. Con Boye, Obi e Benassi pronti a subentrare. Squadra coperta e tosta.. Tre punti e a casa.