Bormio Live / Toro, l’allenamento pomeridiano

72
1534
Bormio

A Bormio iniziata la seduta di lavoro della squadra di Mihajlovic, presenti anche un centinaio di tifosi sugli spalti

nostro inviato a Bormio

Dopo aver goduto di mezza giornata di riposo, il Toro torna sul campo di Bormio per l’allenamento pomeridiano. Mihajlovic, come sempre prima di iniziare la seduta di lavoro, ha radunato la sua squadra a centrocampo. Assente Benassi, ancora alle prese con i problemi alla caviglia. Il centrocampista è alle prese con gli esami strumentali per capire i tempi di recupero dall’infortunio. Sono invece regolarmente in gruppo Aramu e Parigini, ancora assente Peres e al campo non sono presenti neanche i prossimi due acquisti: Ljajic e Falque.

I portieri hanno ora iniziato a lavorare con il preparatore Di Sarno, gli altri giocatori stanno invece correndo e effettuando i primi esercizi con il pallone.

Divisi in vari gruppetti i calciatori granata stanno ora effettuando esercizi di scambi veloci e conclusioni verso una porta di piccole dimensioni.

Benassi
Benassi lascia l’allenamento in stampelle

Intanto Benassi, che seguiva i compagni da bordocampo, ha appena lasciato il centro di allenamento in stampelle. I calciatori granata stanno ora lavorando con il preparatore atletico che ha diviso la squadra in gruppi, ogni gruppo effettua giri di corsa intorno al campo a ritmi differenti.

MaksiQualche problema per Nikola Maksimovic: il difensore serbo prima si è fermato, poi ha lasciato il campo dirigendosi verso gli spogliatoi.

Nessun problema di natura muscolare ma qualche problema di stomaco dovuto al caldo e alla stanchezza. Dopo una decina di minuti, Maksimovic è tornato ad allenarsi con i propri compagni di squadra.

Terminati gli esercizi atletici, i calciatori granata stanno ora effettuando stretching mentre i quattro portieri stanno continuando a lavorare con il proprio preparatore.

Si è concluso l’allenamento pomeridiano.

Condividi

72 Commenti

  1. Quello che trovo incredibile di questo calciomercato (e della piega che ha preso nella mente dei tifosi) è che il Toro ha comprato per un tozzo di pane a Gennaio (dal River Plate) un argentino classe 96 con 48 presenze in Primera (e tre gol). Uno dei migliori prospetti del calcio argentino. E nessuno ne parla, come se fosse un acquisto qualsiasi. Solo 5 anni fa ci saremmo strappati i capelli per una mossa del genere. Se l’avessero fatta Zamparini oppure Pozzo si parlerebbe di grande strategia. Qui non lo considera nessuno, è un acquisto qualsiasi, senza importanza. Mah…

    • Vita, sei troppo severo o ricordi male. Cerci lo soffiammo alla viola alle buste, come Benassi all’Inter. Silva aveva mezza europa dietro (non club anonimi) Maksi lo soffiammo al Milan, Zappa ai gobbi. Lo scorso anno abbiamo rifiutato le offerte del Napoli per Maksi e della Roma per Peres. Errori ne ha fatti a iosa sul mercato con quel suo trattare per settimane pur di risparmiare 20 euro ma ultimamente si sa tcomportando bene, secondo me.

      • Cerci non alle buste ma con un’offerta all’ultimo secondo (come sempre Cairo cercò di tirare il più possibile sul prezzo). Devo ammettere che Petrachi è stato il migliore acquisto dell’era Cairo: è un ottimo direttorie sportivo. Lui e le sue prime scelte (la prima cosa che dirà di Ljajic).

      • E tu sei sicuro che questi giocatori interessassero veramente a quelle squadre?..le altre quando vogliono un giocatore se lo prendono in particolare la Giuve..per Maksimovic il Napoli ha fatto marcia indietro idem l’Inter per Benassi..Peres non è detto che non vada alla Roma e Cerci a Firenze non lo volevano piu’..

    • Oddio alla Obi. Un paio di anni fa il Lione chiedeva 40 milioni di euro. Era considerato l’astro nascente del calcio francese. Mezzala di qualità e quantità, veloce, forte fisicamente, tecnico, tiro dalla distanza. Sulle punizioni era ed è una sentenza. Poi due anni fa si è rotto, ha avuto un altro infortunio grave ed è rientrato a dicembre 2015 disputando una 20ina di partite senza infamia e senza lode. Se tornasse quello di due anni fa sarebbe un acquisto clamoroso, se non dovesse riprendersi invece. E’ una scommessa… al solito. In prestito con riscatto non troppo alto ci si potrebbe fare più di un pensiero.

  2. Ripeto, finché quei due non li vedo a Bormio non ci credo! Invece complimenti alla società per la gestione di Bruno Peres. Cairo ha detto che lo aspettava in ritiro… Sì Sì… altro fumo negli occhi!

  3. ripeto qui il mio commento di stamattina, in modo che lo possono vedere più utenti: volevo salutare tutti, che ho visto che @bisgranata è ancora lì, ne’ censurato, ne’ niente, malgrado che abbia mandato lettere ieri alla redazione. il che significa che si può fare e dire di tutto qui dentro. già devo sorbirmi le ipocrisie dei mimmi, gli aziendalisti, sia della redazione, che del forum (forse alcuni coincidono, alla papa urbano), con gli insulti liberi, e pure ora le prese per il culo della redazione, no. grazie di tutto.

  4. Sono appena 2 ore che è terminata la riunione dei presidenti di Lega a cui penso partecipasse anche Cairus. Ma pensate che il ns. Presidente non voglia metterci il becco nella conclusione di 2 acquisti? Dopo l’acquisizione del pacchetto di maggioranza di RCS penserà di essere diventato onnipotente. Il buon Petrus nel portafoglio avrà una delega per comprarsi le noccioline ed una coca al duty free :-)….Nervoso e Fiducioso. Forza Toro

  5. Attenzione! Se guardate attentamente l’immagine vi accorgerete che sul cucuzzolo della montagna ci sono due somari che stanno trasportando altri due somari. Iago Falque e Ljaic, accompagnati da Cairo e Petrachi!