Le pagelle di Atalanta-Torino

50
5486
CAMPO, 11.9.16, Bergamo, stadio Atleti Azzurri d'Italia, 3.a giornta di Serie A, ATALANTA-TORINO, nella foto: Lorenzo De Silvestri e Alejandro Dario Gomez

De Silvestri ingenuo, Baselli impalpabile, non basta il guizzo di Falque

HART 5.5: festeggia l’esordio dopo 20′ con un intervento decisivo su Kessie. In occasione del pareggio dell’Atalanta la sua uscita non è impeccabile

DE SILVESTRI 5: Gomez è un brutto cliente e spesso mette in difficoltà il terzino granata, sorprendendolo con la sua velocità. Ingenuo e colpevole sul calcio di rigore

BOVO 6: il cartellino giallo che il capitano riceve dopo soli tre minuti forse condiziona la sua gara. Non commette errori evidenti ma la retroguardia granata soffre spesso le incursioni atalantine.

CASTAN 6.5: il migliore del pacchetto arretrato, almeno due gli interventi decisivi e una personalità che permette al Toro di non soccombere in molte delle occasioni create dall’Atalanta

MOLINARO 5.5: impossibilitato a spingere come potrebbe e vorrebbe a causa del pressing degli avversari, rischia tanto quando allo scadere del primo tempo Kessie gli va via. Qualche errore di troppo penalizza la sua prestazione

BENASSI 6: il suo tiro dai 25 metri al’11’è l’unica nota lieta del primo tempo. Il migliore nel suo reparto, nonostante non abbia ancora mostrato il suo effettivo valore in questo primissimo scorcio di campionato (st 33′ ACQUAH SV)

VALDIFIORI 5.5: la prima in granata non è di quelle da incorniciare. Avrà tempo per prendere le misure, mentre di questa gara resteranno in mente due flash. Il calcio d’angolo regalato all’Atalanta – quello da cui nascerà il pari nerazzurro – e l’infortunio. Ancora troppo poco (st 18′ BOYE’ 6.5: si presenta rubando un pallone dai piedi di Raimondi e facendo ripartire il Toro. Già molto più del giocatore che aveva sostituito)

BASELLI 5: impalpabile nel primo tempo, l’unico guizzo ad inizio ripresa quando serve alla perfezione Falque nell’azione che precede il gol (st 15′ OBI 6: buono l’impatto del nigeriano sulla gara. Entra in campo col piglio giusto, lotta, dà una mano alla difesa, con il compito di reggere il centrocampo insieme a Benassi dopo il passaggio al 4-2-4)

FALQUE 6.5: non lo si vede praticamente mai nei primi 45′. Pochi palloni giocabili arrivano dalle sue parti, e quando accade lo spagnolo non si fa trovare pronto. Poi, però, cerca di non far sentire la mancanza di Ljajic, quando va a calciare la punizione concessa al 9′, trasformandola.

MAXI LOPEZ 5.5: chiamato a sostituire Belotti, compito non facile. Al 28′ Martinez lo mette davanti alla porta ma l’argentino calcia incredibilmente fuori. È però proprio Maxi Lopez a guadagnare la contestatissima punizione che Falque trasforma

MARTINEZ 6: se nel primo tempo l’attacco stenta, il venezuelano è l’unico a mostrare di essere in palla, trasformandosi in uomo assist per Maxi Lopez, non trovando l’argentino pronto.

All. MIHAJLOVIC 5.5: recupera Maxi Lopez in extremis e manda in campo una formazione alla quale mancano due top player come Ljajic e Belotti. Si arrabbia con Mariani e, allontanato, è costretto a dirigere dalla distanza le operazioni. Sull’1-1 non si accontenta, passa al 4-2-4 con tutti i rischi che ne conseguono: ma non aveva fatto i conti con gli errori individuali (per ultimo quello di De Silvestri) che costano il ko ai granata.

Arb. MARIANI 5: c’è il rigore concesso all’Atalanta, ma sono le altre decisioni a lasciare perplessi sia i giocatori dell’Atalanta che quelli granata.

Condividi

50 Commenti

  1. Ma Valdifiori sarebbe il tanto agognato regista? un cravero a centro ampo a dettare i tempi sarebbe mille volte meglio, Petrachi e Cairo, in 10 anni avete dimostrato che di calcio e calciatori non ne capite molto….

  2. La maggior parte di voi si meriterebbe il guru con i suoi retro passaggi !!!!! Questa squadra non importa se tra un po’ incontrerà Roma , Inter Juve ecc ! Avete paura ? Io no perché giochiamo con la piccola come con la grande ! Togliete muriel o pavoletti alle genovesi e faranno ridere , levate higuain alle merde e voglio vedere oppure icardi all Inter !in questo calcio se manca il top player manca una buona fetta di squadra e a noi ce ne mancano 2 in mezzo ad una squadra di sconosciuti fra loro!

  3. se è vero che la Juve ha offerto dei soldi per baselli e li abbiamo rifiutati siamo oltre l’autolesionismo. voto 4, fantasma. valdifiori è un mediocre, quando si ambienterà ci darà prestazioni mediocri, da non ambientato agghiacciante, voto 4. gli esterni sono sempre presi di infilata e lasciati soli, ma molinaro è vecchio, de silvestri ha fatto una cosa che manco all’oratorio, voto 4,5. gli altri oscillano tra il 5 ed il 5,5. migliori in campo obi per la generosità, e maxi perché almeno ci ha fatto vedere una (1!!) giocata, gli altri non pervenuti.masiello era nella zona di castan, inspiegabilmente eletto a “rinato”ma che a parte un paio di uscite eleganti (e rischiose)ha menato e fatto il compitino.

  4. avessimo avuto il Vives che ha giocato contro il Bologna, avremmo probabilmente vinto. Il centrocampo di oggi era troppo leggero, ed ha peccato in fase di interdizione. E sinceramente non ho visto grandi cose da parte del sostituto

    • Per questa partita io non ero fiducioso, per questo topic http://www.toro.it/toro/partite/atalanta-torino-le-formazioni/192968/ non ho scritto il mio post solito “W Toro, Forza …!”
      Speriamo di avere il 40 punti, altri aspettano il mercato d’inverno, io invece mi aspetto la fiera d’inferno.

  5. Boyè una promessa, Baselli una delusione. Valdifiori ancora troppo presto x giudicare, idem Hart. Castàn migliore dietro. Martinez benino, Maxi bene ma spreca un gol. Falque in crescita. Acquah utile dall’inizio soprattutto in trasferta a coprire la difesa e ripartire. Benassi poca roba. Obi reattivo e con gamba. Molinaro mediocre, già stanco. De Silvestri bene, peccato il rigore. Bovo, troppi lanci a caxxo.

  6. Beh rode non vincere però giustifico la squadra ho da dare ancora fiducia certo assenze di belotti e adam si sentono se ci fosse stato il traditore Maksimovic dietro era meglio abbiamo una squadra che si vede manca intesa ecc però è già molto più grintosa dei altri anni diamogli tempo lo sanno che devono mordere di più

  7. Sul primo gol subito, non darei tutte ke colpe al portiere, lui ha smanacciato, credo che non potesse fare altrimenti, credo….però Masiello era da solo, senza nessuno che lo contrastasse.Però il problema s3condo me è che il centrocampo è troppo leggero, non copre a sufficienza, e lascia la difesa in balia degli avversari.A questo punto penso che Acquah debba giocare, perché i piedi sono modesti, però corre per tre.Certo che un bel centrocampista alla Kucka, sarebbe servito come il pane, come anche un terzino decente, però poi saremmo stati troppo forti, e il nano non vuole che diamo troppo nell’occhio..

    • Condivido, almeno quel tanto per sostituire Molinaro + un centrale solido e già collaudato. A centrocampo difettiamo veramente di peso: se un solo giocatore, tra l’altro il giovane Kessie, ha fatto correre (si fa per dire) a vuoto Baselli, Benassi e Valdifiori ma pure Obi e Acquah… Quando affronteremo squadre che fanno del centrocampo il pezzo forte, con 3 o 4 giocatori dotati, la vedo durIssima.
      Ho dei solidi dubbi, forse 2 innesti sono ed erano pochi.

  8. Squadra impresentabile: reparti distanti, pressing zero (altro che squadra alta…) e modulo sconcertante. Contro l’ATALANTA poi eh!
    Singoli:
    Hart: se qualcuno aveva detto che ci dava 10 punti in più, iniziamo a scalare. Con i piedi ha staccato pezzi di campo, nell’uscita del gol preso…l’avesse fatto Padelli. Guardiola cretino non è.
    Molinaro: scarso da sempre. Conferma.
    Bovo: Lento e mai leader della difesa. Non può essere il capitano del Toro. Riserva.
    Castan: Abbastanza solido
    De Silvestri: errore sul rigore, però combattivo. Solitario da quella parte dove non trova alcun compagno ad aiutarlo.
    Baselli: inutile
    Valdifiori: rimpiango Vives
    Benassi: Come il Filadelfia, diamogli tempo….. attendiamo ancora un po’ che maturi. È solo al 3° anno
    Iago: giocatorino. In supporto difensivo è decisamente nullo.
    Maxi: difende con i denti e con la pancia ogni pallone LUNGO che gli arriva. In manovra è l’unico giocatore presentabile che riesce a fare e costruire una azione, anche se si divora un gol nel primo tempo.
    Martinez: che dire, anche segnasse 25 gol (che la palla gli rimbalzi addosso, s’intende), per me rimane una sega. Un Barreto con i capelli più laccati.
    Miha: non ci siamo, l’Atalanta combatterà per non retrocedere e noi le abbiamo prese da Pinilla e Company. Dello spirito combattivo e del pugno chiuso ho notato solo lo smalto sulle unghie di Baselli.
    Cairo&Petrachi: non spendere parte dei soldi ottenuti dalle PLUSVALENZE per non vedere più in campo titolari come Molinaro e Bovo, ci costringe a soffrire da tifosi. Come sempre, nulla è cambiato. Atalanta 2 Torino 1

  9. Hart 5,5 difesa insufficiente (ogni attacco o quasi della modestissima atalanta era un brivido) , centrocampo con Valdifiori scadente e Baselli di cui non ho capito la posizione , attacco buono solo con Falque ; Miha (dichiarazioni inspiegabili , se l’espulsione è giusta non può essere “assurda” , che si dia una calmata) testone come e forse più di Ventura , non cambia Molinaro per Barreca , non toglie De Silvestri per Zappa e poi inserisce Obi (uno dei giocatori più inutili di tutta la Storia del Toro) anziché Aramu … ma un po’ di novità tattiche , un po’ di varianti , insomma un po’ di fantasia no , vero ???
    tre punti in tre gare , contro tre squadre meno che mediocri … andando avanti così la nostra Europa sarà la Mitropa Cup … ah già quella non la fanno più !!!

  10. La squadra andrà valutata a fine girone, inutile dire cavolate adesso; mancavano due titolarissimi come Adem e Gallo, Valdifiori va inserito e la difesa ha tre settimane di vita, quindi…piuttosto Benassi e Baselli non ingranano ancora e ciò un po’ mi preoccupa, oggi il centrocampo sembrava leggero leggero….. E poi basta boiate in difesa, De Silvestri ha fatto una cavolate galattica, mezzo errore quello di Joe. Oggi di positivo ancora Boye’, Obi e non male Martinez e Iago, Maxi si è pappato un gol ma ha fatto il suo, comunque ci va un girone intero per tirare qualche somma sensata, e Miha ha veramente bisogno di assistenti per l’aspetto tattico, offriamo sempre il fianco all’avversario, uno schiaffo noi e uno (o due) gli altri….chi mena di più vince!

  11. Mi sembra che la scarsa Atalanta oggi ci abbia surclassato sia nel gioco che nella corsa. Non eravamo campioni dopo la vittoria sul Bologna non siamo comunque delle pippe dopo questa sconfitta. L’Atalanta ha avuto semplicemente piu voglia di noi di vincere. Nel grigiore generale salverei Castan e Boyè. A mio avviso siamo una squadra da nono decimo posto…spero di sbagliarmi.

  12. Dal sessantesimo fino al rigore ad ogni palla persa davanti abbiam preso 5 ripartenze 6 contro 4. Difendere così se lasciare praterie a Gomez, accettando l’uno contro uno significa fare di tutto per provare a perdere. Mihajlovic 4

  13. Alti e bassi com’è logico con una squadra rivoluzionata. Con maggiore coesione si sarebbe portata la partita a casa. Bene la voglia di giocarcela, male i troppi errori conseguenza di tanti giocatori nuovi che spesso non fanno la cosa giusta.

  14. incomprensibili (per me) il 6,5 a falque e il 6 a benassi… centrocampo non pervenuto… eppure la preparazione anticipata, i giocatori dal fisico leggero lasciavano prevedere un inizio migliore… come si poteva immaginare dopo una campagna acquisti ottima solo sui giornali, ci sarà da soffrire… nessuna novità: a parte un anno fortunato, con cairo è sempre stato così…

  15. Molinaro ha sulla coscienza una conclusione nel primo tempo che doveva essere meglio finalizzata. Falloso e impreciso, è una palla al piede. Baselli, spiace dirlo perché sono un suo fan, è molle come un fico e in mezzo al campo c’è bisogno di cervello e muscoli. Maxi sufficiente, altro che.
    L’arbitro un incapace.

  16. Senza polemica. Squadra oggettivamente mediocre. Prevedo stagione di transizione da medio-bassa classifica. Purtroppo non capisco perché essendoci in rosa diversi giocatori maturi (Bovo, molinaro, valdifiori, castan, Rossettini, Vives, maxi) non intravedo la strategia

  17. Ci hanno schiacciati per lunghi tratti nel primo come nel secondo, appellarsi alle quattro punte regge molto poco. Se fossimo stati un calcetto, è come se avessimo giocato senza la stecca di centrocampo. Non vorrei poi che avendo un cappellero scoordinato a sx con Molinaro, avessimo deciso completare la linea con De Silvestri a dx. Grande Castan