Le pagelle di Torino-Bologna

46
5702
Le pagelle di Torino-Bologna
CAMPO, 21.8.16, Milano, stadio Giuseppe Meazza, 1.a giornata di Serie A, MILAN-TORINO, nella foto: Marco Benassi e Adam Masina

Belotti scatenato, Martinez incisivo: buono il debutto di Castan in difesa nel 5-1 che il Toro ha rifilato al Bologna di Donadoni

PADELLI 6: nel secondo tempo un’uscita con i piedi fuori area fa correre qualche brivido lungo la schiena dei granata, ma per il resto non deve fare gli straordinari

DE SILVESTRI 6.5: sulla propria fascia spinge di meno rispetto a quanto fatto una settimana fa contro il Milan, quando lo fa è però sempre pericoloso. Non è un caso che l’1-0 granata nasca da un suo perfetto cross per la testa di Belotti.

BOVO 6.5: l’esordio con il nuovo compagno di reparto è decisamente positivo. Bravo a tenere sotto controllo Destro

CASTAN 7: buon esordio con la maglia granata per il difensore brasiliano che Mihajlovic preferisce a Moretti nel ruolo di centrale di sinistra. Guadagna anche gli applausi dei tifosi con qualche buon intervento difensivo, in particolare uno su Verdi nel primo tempo.

MOLINARO 7: sulla fascia sinistra è ovunque, un attimo prima toglie un pallone dai piedi di Verdi, un attimo dopo è nei pressi dell’area di rigore avversaria per provare a creare qualche pericolo al Bologna. Ottima la sua prestazione.

BENASSI 6.5: probabilmente vorrà convincere Ventura a farlo entrare il prima possibile nel giro della Nazionale. Se le sue prestazioni continueranno ad essere sui livelli di questi sera è probabile che un’occasione in Azzurro la possa avere anche lui quest’anno: mescola qualità e quantità in un mix perfetto. (st 23′ ACQUAH 6: che la voglia sia quella giusta lo si capisce subito, quando entra e dà vita ad un’azione personale, con tanto di conclusione bloccata da Mirante)

VIVES 6.5: il Toro cerca un regista ma al momento il giocatore fa di tutto per meritare il posto e la fascia che porta. Recupera palloni e non molla mai

BASELLI 6.5: contro il Milan era stato senza ombra di dubbio uno dei migliori in campo tra i granata. Questa sera invece la sua prestazione è macchiata dal pallone perso a centrocampo che permette a Taider di involarsi verso la porta granata e realizzare il momentaneo 1-1.

FALQUE 7: se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, i tifosi granata potranno certamente divertirsi quest’anno con lo spagnolo. Finché resta in campo offre in continuazioni lampi delle proprie qualità con anche alcune giocate da vero fuoriclasse (st 31′ BOYE’ 6: appena entra si rende subito protagonista recuperando un pallone in attacco a fornendo a Baselli l’assist per il 4-1)

BELOTTI 9: tre gol, un rigore procurato (e poi sbagliato, come a San Siro). Non c’era certamente bisogno della maglia azzurra per dargli la carica in più: si direbbe che possa bastare il Bologna, la squadra contro la quale si era sbloccato un anno fa e che sembra port

LJAJIC 6: i problemi al ginocchio, che lo avevano costretto all’uscita anticipata contro il Milan sono risolti, la sua partita dura però nuovamente meno di mezz’ora a causa di un guaio muscolare. Riesce comunque a mettersi in luce con qualche buona giocata (pt 26′ MARTINEZ 7.5: entra e si rende subito pericoloso, poi segna la rete che dà il doppio vantaggio. Quest’anno sembra rinato)

All. MIHAJLOVIC 8: cambia volto alla squadra che a Milano aveva palesato troppi errori, sostituendo ben cinque giocatori su undici della formazione iniziale. I risultati gli danno ragione: il suo Toro domina dal primo all’ultimo minuto, vince e diverte il pubblico.

Arbitro ROCCHI 6: giusta la decisione di assegnare il calcio di rigore al Torino per il fallo di Pulgar su Belotti, incomprensibile invece il cartellino giallo che decide di sventolare in faccia a Bovo nel secondo tempo. Nel complesso il suo arbitraggio è comunque sufficiente.

 

Condividi

46 Commenti

  1. Padelli 6 ma irritante per il suo solito ‘che ci posso fare’ dopo il gol preso, su cui non ha colpe. De Silvestri 7 (sembra giochi nel Toro da sempre), Bovo 6,5, Castan 7 speriamo torni il Campione che è, Molinaro 6,5; Benassi 6, Vives 7, Baselli 6,5 mezzo voto in meno per l’errore in mezzo al campo; Iago Falque 7 una meraviglia, bravo tecnicamente e tatticamente, Belotti 8,5 e sarebbe stato 9 con il rigore, Ljajic 6,5 sfigato; Martinez 7,5 altro giocatore rispetto all’epoca di Ventura anche perchè meglio impiegato, Acquah 6, Boyè 6,5 ha numeri importanti. Mihajlovic 7, rischia mettendo in campo Ljajic ma questo Toro diverte tanto per come approccia le partite.

  2. In tempo reale mi è sembrato che l’errore sul gol del Bologna fosse di Vives che detta il passaggio a Baselli con l’uomo troppo vicino. Ho riguardato per vedere meglio ma le sintesi partono dopo il suddetto passaggio e non è possibile giudicare. Mi resta però il dubbio che anche Vives c’entri, eccome, nella frittata: nel caso, un punto in meno a lui. In ogni caso, buon Toro, difesa migliorata (mi è piaciuto tanto tanto Castan) e gioco di Miha che fa e prende molti più gol di Ventura. Sono gusti, ma dopo tanti retropassaggi e partite senza mordente, io preferisco Miha.

  3. Martinez: entra in campo con la giusta determinazione e spacca. A suo agio sulla fascia, meglio a sinistra che a destra, salta sempre il suo marcatore e si rende pericoloso in più occasioni con tiri ben eseguiti. Presente e veloce anche nell’occasione del gol, manca però ancora qualcosa per diventare un crack. Fa bene anche in copertura.
    Boyè: nei pochi minuti avuti a disposizione fa molto bene, sia in fase di pressing che come assistman. A destra sembra più a suo agio, ha grandi qualità.
    Mihajlovic: da rivedere i meccanismi difensivi, ma il pressing alto con squadre come il Bologna funziona. E la voglia che diventa potere non è uno slogan.
    Arpagone: è ora di muovere il braccino e svuotare il porcellino, ci siamo capiti?

  4. Iago Falque: molta corsa e sprazzi di qualità, vedi l’azione del terzo gol, diverse aperture precise ed efficaci, scambi precisi sullo stretto. Gli manca brillantezza ma arriverà in poco tempo.
    Ljiaic: tecnicamente mostra qualità immense gettando il panico nell’area del Bologna con una serie di dribbling impressionante, purtroppo deve uscire dopo aver giá giocato col freno a mano tirato causa guaio muscolare. Peccato.
    Belotti: il sole sorge tre volte al Grande Torino, e il Gallo canta. Convinto dei propri mezzi, va con decisione in area e segna. Poi difende il pallone con cattiveria e fulmina Mirante su rimessa di De Silvestri. Gira i difensori e riparte facendo ammonire due avversari. Danza in area e si prende un rigore che spreca. Poi fa il suo terzo da bomber d’area. Miglioramenti immensi ed anche insospettabili per l’altro migliore in campo. Canta Gallo, e noi canteremo le tue festa.

  5. Vives: il migliore in campo. Corre per 90 minuti, contrasta, sradica palloni, copre in difesa anche sulla bandierina, lo ritrovi dall’altra parte nei pressi dell’area, effettua lanci precisi di 40 metri, fa due assist. Valdifiori faticherà a togliergli il posto.
    Benassi: nel primo tempo fatica a trovare la posizione ed è spesso tagliato fuori in entrambe le fasi. Nella ripresa entra in campo con altro piglio e sino al momento del cambio fa molto bene. Vicino al gol in un’occasione dove interviene in maniera scoordinata su un pallone da spingere in porta.
    Baselli: luci ed ombre per Baselli, che performa meglio nei pressi dell’area di rigore ma spesso sembra fuori dal gioco, il gol subito infatti nasce da un suo grave errore a centrocampo. Comunque meglio nella ripresa.
    Acquah: entra in campo per spaccare la partita e contribuisce alla distruzione di quel che resta, poco, del Bologna. Una bestia dai piedi di cobalto ma già Toro e non vitello.

  6. Bovo: un solo errore in 90 minuti, si perde un taglio in area di un centrocampista avversario ma rimedia Castan, per il resto bene
    Castan: mostra buoni segnali con interventi decisi ed efficaci ma compie anche errori tattici perdendo la posizione in due casi. Ha bisogno di giocare per integrarsi meglio coi compagni ma si vede che è un gran giocatore.

  7. Padelli: come a Milano fa il suo, stavolta anche senza sbavature. Sul gol non può fare nulla, nelle poche altre occasioni in cui è chiamato a intervenire, compresa un’uscita fuori area, puntuale
    De Silvestri: buona gara, tanta corsa e grinta, un ottimo cross per il primo gol del gallo, un pó di stanchezza nel finale dove gestisce le energie. Buon acquisto.
    Molinaro: corre per 90 minuti, fornisce l’assist per il 5o gol, si propone con costanza sulla fascia e nell’area. Qualche sbavatura in fase difensiva su diagonale ed in un caso, rimediato, in marcatura

  8. Sono contento che molti abbiano apprezzato vives. Per me un ottimo giocatore cresciuto insieme alla squadra in questi anni. E che ancora lotta per il Toro alla veneranda età di 36 anni. Non capisco cosa abbia fatto per attirarsi tantissime critiche.

    • Oggi Vives e Molinaro una spanna sopra tutti. Partita da fenomeni. Al 43 del secondo tempo Vives prende palla sulla trequarti, alza la testa e serve con un lancio millimetro Molinaro che all’ennesima corsa della sua partita serve un assist al volo per Belotti. Due partite, due assist. Fenomenale.

  9. Vives superlativo, sempre al posto giusto quando difendiamo e molto preciso in costruzione, anche verticalizzando spesso. Favoloso il lancio sul terzo gol di Belotti. Castan abbastanza bene, ma ha un’amnesia grave su Destro che ci ha graziato di testa (avrebbe potuto riaprire la partita). Acquah forza della natura…non sara’ un fenomeno tecnicamente ma credo che il Mister lo fara’ giocare molto spesso. Molinaro commuove sempre per l’impegno. Bravi tutti stasera, ma dobbiamo crescere difensivamente

  10. Non eravamo brocchi domenica non siamo fenomeni adesso.
    Bologna imbarazzante con una difesa che ha preso 3 gol si e no da lega pro.
    Un grande Gallo su tutti.
    Attacco molto promettente.
    Se Baselli macchia la sua prestazione perdendo palla altrettanto fa castan o bovo che non escono a murare Taider indisturbato per 50 metri, quindi o mezzo voto in meno o si lascia il 7 ad entrambi.

  11. Finalmento ho goduto, non solo per il risultato ma soprattutto per il gioco: credo che in due partite abbiamo avuto più occasioni da gol di tutto un girone con Ventura. Se si riesce a piazzare il maksingrato e a prendere un portiere finalmente sicuro, un difensore centrale di piede dx chd giochi in coppia con Castan e un regista (sogno Obiang ma apprezzerei anche Valdifiori) allora davvero sarebbero uccelli per diabetici per tante squadre.
    Domandina della notte: ma tutti gli pseudotifosi che tutti i giorni lanciano merda a profusione su società e giocatori dove sono? Sospesi dal forum o soltanto delusi dal risultato?!? :-))

  12. Voti molto alti, dettati dall’euforia del risultato ma effettivamente sono andati tutti bene. Squadra vogliosa e aggressiva, a volte apre qualche buco di troppo ma è il prezzo da pagare quando i meccanismi non sono ancora collaudati pienamente.

  13. Ljajic si è infortunato, subito, cercando di prendere di tacco un pallone lungh che usciva in fallo laterale . Si è visto subito , in TV, che sarebbe uscito di lì a poco, credo non abbia niente a che vedere con l’infortunio precedente al ginocchio , casomai con un riscaldamento/stretching fatto male .

  14. Una delle poche cose buone fatte da quel babbeo di portiere che abbiamo in questi anni e dice brivido sulla schiena… Mah.. Baselli e Benassi sia diano una svegliata!!! Voto 6 a entrambi per quanto mi riguarda, mi aspetto di più quest anno le chiacchere stanno a zero