Le pagelle di Palermo-Torino

34
8103
CAMPO, 28.8.16, stadio Olimpico Grande Torino, 2.a giornata di Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: Daniele Baselli

Le pagelle dopo il 4-1 del Toro al Barbera: il centrocampo convince, Ljajic incanta, Belotti non segna ma lotta e lavora per la squadra

HART 7: in una serata in cui il Palermo dalle sue parti si fa vedere poco riesce a guadagnarsi gli applausi dei tifosi granata con una bella uscita sui piedi di Aleesami nel primo tempo e con una parata d’istinto su Nestorovski nella ripresa. Non può invece nulla sul colpo di testa di Chochev che permette ai padroni di casa di passare in vantaggio.

ZAPPACOSTA 6,5: l’infortunio di De Silvestri gli spalanca le parte per una nuova partita da titolare. In fase offensiva lo si vede meno rispetto ad altre volte ma gli basta andare sul fondo una volta per lasciare il segno: è suo il cross da cui nasce il gol del 2-1 di Ljajic.

ROSSETTINI 6: è il meno lucido del pacchetto difensivo del Torino. Viene confermato al fianco di Castan al centro della difesa ma, questa sera, commette qualche errore di troppo. Rischia anche l’ammonizione in una paio di occasioni con degli interventi duri.

CASTAN 6,5: nel primo è monumentale quando si oppone con il corpo alla conclusione di Rispoli da dentro l’area di rigore. In quel momento il punteggio era ancora di 1-0 per il Palermo e, senza l’intervento del brasiliano, la partita avrebbe potuto magari prendere una piega diversa.

BARRECA 7: con stasera le sue presenze in serie A sono solamente cinque ma gioca come un vero e proprio veterano. Si fa apprezzare sia in fase difensiva (come in occasione del recupero su Rispoli lanciato verso la porta granata al 10′) sia in quella offensiva.

BENASSI 7: con un po’ più di fortuna avrebbe potuto esultare ben prima per il suo gol, invece, complice una bella parata di Posavec prima e una deviazione di un difensore poi, deve aspettare il 46′ per gonfiare la rete rosanero. Con una prestazione di grande qualità riesce anche a farsi perdonare la marcatura tutt’altro che perfetta in occasione del gol di Chochev.

VALDIFIORI 6,5: è bravo in fase di interdizione ma lo è soprattutto in fase di impostazione. Grazie anche ai suoi piedi educati e ai suoi passaggi precisi, al “Barbera” per lunghi tratti il Toro gioca un calcio che è un vero e proprio spettacolo (st 39′ LUKIC sv)

BASELLI 7,5: dopo l’ormai celebre strigliata di Mihajlovic a Pescara gioca per la prima volta titolare. Rispetto al recente passato questa sera al Barbera si vede un Baselli sicuramente più grintoso ma capace anche di giocate di qualità. Arricchisce la sua già buona prestazione con l’assist per il 3-1 di Benassi e il gol del 4-1 (st 21′ OBI 6: entra bene in partita e si mette in luce con un paio di spunti interessanti)

FALQUE 7: altra partita maiuscola dello spagnolo che meriterebbe anche il gol per quanto fatto questa sera. Si deve invece accontentare degli assist. In realtà una rete l’avrebbe anche segnata ma l’arbitra, giustamente, l’ha annullata per un millimetrico fuorigioco.

BELOTTI 7: questa volta al “Barbera” non alza la sua cresta come ha fatto per due anni prima di trasferirsi sotto la Mole, la sua prestazione è comunque da incorniciare. Lotta come un leone, dà spettacolo con alcune giocate di grande qualità.

LJAJIC 8: non giocava una partita da titolare da un mese e mezzo (l’ultima era stata Torino-Bologna), a Palermo gli basta un tempo per dimostrare quanto il suo recupero è importante. Prima regala il pareggio al Toro spedendo il pallone sotto l’incrocio dei pali con una perfetta conclusione dal limite, poi con un destro a giro segna il momentaneo 1-2 (st 9′ BOYE’ 6: neanche questa sera è riuscito a trovare il suo primo gol in granata, la sua prestazione è comunque positiva).

All. MIHAJLOVIC 7: la mano del tecnico serbo sulla squadra si vede sempre di più. Alla vigilia aveva detto che se il Torino voleva puntare all’Europa avrebbe dovuto iniziare a vincere anche in trasferta. Detto, fatto: la sua squadra lo accontento, offrendo anche una prestazione di altissima qualità, e ora si trova al quarto posto in classifica insieme al Napoli e alla Lazio.

Arbitro FABBRI 6: non sbaglia i due episodi più difficile della partita: il gol di Falque e quello di Baselli. Giusto annullare il primo per un seppur minimo fuorigioco dello spagnolo, corretto convalidare il secondo avendo la palla varcato completamente la linea di porta. È ben aiutato dagli assistenti e dalla tecnologia.

Condividi

34 Commenti

  1. Concordo in pieno con Davidone. Aspettavo questo tipo di partite per capire un pò meglio il Toro di quest’anno. E il Toro ha confermato di essere davvero un gran bel Toro. La cosa che mi dà più speranza per il futuro è stato riuscire a ribaltare il risultato, dovevamo essere noi, a quel punto, a fare la partita e ci siamo riusciti alla grande. Questa partita conferma anche il mio pensiero sulla rosa a disposizione di un ottimo Mihajilovic (ottimo anche nel dopo partita), abbiamo una rosa niente niente male. In attacco poi siamo devastanti e completi, pecchiamo in difesa, ma questo si sapeva già. Possiamo fare davvero male a chiunque se continuiamo con questo passo e questa voglia di mangiar l’erba.
    Ieri mi è piaciuto molto Valdifiori, sta iniziando a far vedere che giocatore sia.

  2. E’ stata una prova di maturità perchè abbiamo incontrato una squadra che a differenza di fiorentina e roma gioca più coperta e tende a lasciare meno spazi. Hanno giocato bene tutti, sopra le righe a parte ljaic e falque mi sono piaciuti tanto Barreca, Zappa e Baselli ed anche Valdifiori è cresciuto tanto perchè è stato in grado di fare sia la fase difensiva che quella d’impostazione. Quando si gioca con questa intensità e questa organizzazione anche se mancano gli schemi si può vincere con chiunque.

  3. Boyè: entra in campo con buona volontà e spara un bel tiro dopo pochi minuti. Ma fa anche tanta confusione e conclude poco. Oggi più fumo che arrosto.
    Obi: entra in campo con buon piglio e fa il suo in un momento dove il Toro si rilassa troppo. Bene così
    Lukic: debutto in serie A positivo, si intravede una buona tecnica di base è sufficiente personalità. Per il resto pochi minuti per incidere davvero

  4. Belotti: una colonna, un trattore che apre spazi, tiene palloni, si procura falli e non molla mai. Altra prestazione valida nonostante non si renda pericoloso al tiro. Una potenza.
    Falque: che giocatore! Intelligenza tattica, corsa, difesa, l’attitudine a fungere da regista avanzato fornendo assist ed imbucate col contagiri. Una partita enorme, una qualità ritrovata con la forma fisica.
    Lijaic: quando segni due gol così cosa resta da aggiungere? Il commento è un frattale dei gol: un frattale clamoroso.

  5. Benassi: buona prestazione per dinamismo e per il gol, purtroppo sbaglia anche qualcosa di troppo sia in fase realizzativa che in fase difensiva, dove patisce il fisico di Cochev, che segna un gol e centra una clamorosa traversa. La prestazione resta positiva ma il giocatore deve ancora crescere
    Baselli: buona prestazione, sempre presente in copertura è pericoloso in fase offensiva, dove segna un bel gol e regala un ottimo assist a Benassi. A volte non gestisce al meglio il pallone, ma la prestazione è senza ombra di dubbio positiva
    Valdifiori: corre e smista un’infinità di palloni, azzanna le caviglie di Diamanti ed esce stremato dopo un calo vistoso. In crescita ma puó fare di più

  6. Hart: non può nulla sul gol, ma in tutte le altre occasioni c’è, in particolar modo con tre uscite basse che confermano la sua immensa qualità in questo fondamentale
    Zappacosta: luci ed ombre per Zappacosta, che si vede poco in attacco e subisce troppo Alesaami, nonostante il cross su cui Lijaic segna la seconda rete. Da rivedere.
    Rossettini: prova solida con la giusta dose di rudezza. Non è un campione ma in questo Toro ci stà alla grande.
    Castan: prestazione simile a quella di Rossettini, presente in tutte le situazioni è mai in difficoltà. Di fronte l’avversario morde poco, anche per merito dei centrali
    Barreca: in qualche occasione non si trova al posto giusto, ma ha gamba ed intelligenza per recuperare la posizione e mettere a segno un’altra buona prestazione.

  7. Direi 6.5 di media…ricordo che l avversario è terzultimo in classifica.a me sono piaciuti hart,iago e belotti e castan. Benassi(che ammiro)ha fatto gol ma si è perso 2 volte chochev che ha fatto gol e traversa..per me è 6.baselli nulla piu di quello che ha fatto in altre gare.cioè poco.il gol è una ciabattata.

  8. Molto sulla linea di voti di @G.T., che saluto, Baselli forse il voto dato lo merita per la reazione che ha avuto dopo la lavata di testa.
    Ho visto gente dare 5,5 a Barreca e definire casuale il gol di Baselli…spero sia chiaro quanto possa rodere il culo ai tanti detrattori del mister e di quello che può essere importante per l’anima della squadra il carattere che trasmette.
    Se poi dobbiamo dirla tutta, anche stasera che si festeggia, Rossettini è un buon rincalzo, ma il gol del vantaggio del Palermo, stasera, lo ha visto da una posizione che il centrale di una difesa non deve tenere; un fuorigioco è stato bucato su una sua dormita e non dimostra così di essere al livello del resto della squadra

  9. Zappacosta ha sofferto a lungo Alesaami, la cosa buona e’ stata il cross per Ljacic, secondo me da 5,5; Baselli ha fatto gol e assist ma per il resto non mi entusiasmato, un 6,5 ci sta; avrei dato 7 a Valdifiori, oggi è entrato nel gioco assai meglio..capitolo Adem, questo calcia in porta come pochi, se non si perde e’ veramente il valore aggiunto, oggi ha girato la partita con due tiri da gran giocatore…peccato la solita dormita in difesa…per i detrattori del Vate, con questo Belotti Falque e Adem forse saremmo andati in Champion’s ;))))

  10. Voti giusti….forse mezzo voto in più x valdifiori che ha fatto un gran lavoro nel mezzo.sempre lucido e preciso ………….solo 6 commenti?dopo una prestazione simile? Ma qui……si scrive solo x dare addosso a società e giocatori ???scusate ma mi viene da pensarlo………….

  11. Dopo ljajic, il giocatore decisivo è valdifiori: monumentale, quello che ci mancava da anni. Si è preso il toro e ci farà godere per i prossimi 3/4 anni. Grandissima squadra e grandissimo atteggiamento, una goduria. Sotto a chi tocca.

  12. non me la sentirei di dare insufficienze a nessuno, neanche a Rossettini. Ottima partita di tutti, su tutti Ljiajic per le due perle, Belotti per avere tenuto la squadra su da solo, Falque per le invenzioni, Barreca per l’autorevolezza, ma ripeto tutti bravi. Miha grandioso