Le pagelle di Benfica-Torino

43
7728

Le pagelle / Maksimovic e Ljajic sono già in forma campionato: il primo è perfetto in difesa, il secondo segna un gol con una punizione magistrale

GOMIS 5.5: la serata non inizia certo nel migliore dei modi. Un errore che compromette il risultato nel primo pallone che tocca (st 15′ PADELLI 6.5: a due minuti dalla fine si oppone a Jonas con sicurezza)

ZAPPACOSTA 6: preferito a Peres perché dà maggiori garanzie in fase difensiva (st 27′ PERES 6 qualche minuto, giusto il tempo di prendere confidenza col terreno di gioco, ed ecco che si lancia in un recupero che non è certamente un numero del suo repertorio

MAKSIMOVIC 7
: la strigliata deve avere fatto effetto a giudicare dalla prestazione del serbo. In serata, concentrato, puntuale negli anticipi. Tutte buone notizie (st 37′ AJETI 6: nell’arrembante finale dei portoghesi, il difensore granata ci mette più di una pezza).

MORETTI 6: entra suo malgrado nell’episodio del gol del vantaggio dei portoghesi, quando il pallone non trattenuto da Gomis (st 27′ SILVA: stavolta Mihajlovic prova il difensore in quello che dovrebbe essere il suo ruolo. Si salva perché la conclusione di Raul non è impeccabile

MOLINARO 6: decisamente meglio nella ripresa rispetto a come era partito. Sull’1-1, infatti, rischia anche di segnare il gol della vittoria, con un sinistro con cui non centra la porta (st 37′ BARRECA SV).

ACQUAH 6: qualche buon recupero nei primi minuti, cala leggermente nel secondo tempo. (st 27′ ARAMU 6: entra e mostra subito di avere personalità, come quando si presenta dal dischetto e noncurante dei fischi mette in rete il suo calcio di rigore)

VIVES 5.5: da capitano gioca una partita simbolicamente importantissima ed è assai sfortunato nel trovare un autogol che, almeno ad inizio gara, sembrava poter rendere ardua la rimonta della squadra (st 15′ GAZZI 6: entra e non fa sconti a nessuno. Il solito lottatore)

OBI 5.5: se il tecnico ha chiesto rinforzi a centrocampo è perché al momento non ha. Il nigeriano non si vede (st 1′ BASELLI 6.5: con il suo ingresso si vede il cambio di passo del Toro)

FALQUE 6.5: nella prima parte della gara, quando Ljajic dall’altra parte fatica ad entrare nel vivo di gioco, è l’asse destro a funzionare meglio e lo spagnolo ad essere più di una volta spina nel fianco della difesa del Benfica (st 15′ MARTINEZ 6: ci mette Sun po’ ad entrare in partita, una conclusione da fuori e poi un’occasione nel finale, quando Julio Cesar gli chiude lo specchio)

BELOTTI 6.5: finalmente in partita con i due nuovi compagni di reparto, l’attaccante non funge più solo da terminale offensivo ma fa anche vedere di essere perfettamente integrato nel 4-3-3, come quando serve in area Falque atterrato in maniera non troppo regolare (st 15′ MAXI LOPEZ 6.5: l’ex Inter Julio Cesar gli nega il gol con un vero e proprio miracolo)

LJAJIC 7: il gol su punizione rischia di diventare davvero il marchio di fabbrica che al Toro mancava ormai da tempo. Può anche fare da spettatore per mezz’ora, ma poi se si sveglia, come accade al 32′, sa far male. Rimette tutto in parità dopo l’inizio così così del Toro (st 27′ BOYE’ SV)

All. MIHAJLOVIC 7: in casa di una squadra molto più avanti nella preparazione e campione in carica del Portogallo propone un Toro propositivo, combattivo che mostra già buone cose. C’è però ancora da lavorare sulla fase difensiva.

Condividi

43 Commenti

  1. Pagelle imbarazzanti come l’uscita di Gomis.
    Voti discutibili il 5,5 a Vives è frutto di un’antipatia personale nei confronti del giocatore.
    Voti a parte i commenti sono veramente di bassissimo livello vedasi ad esempio il giudizio su Zappacosta: “Preferito a Peres perché da maggiori garanzie in fase difensiva” Cara dottoressa Crocifisso nelle pagelle Lei dovrebbe scrivere se il giocatore le è piaciuto, se a suo avviso ha giocato bene etc etc,. Su dottoressa come Gomis non può che migliorare anche perché mi scusi ma peggio di così è difficile!

  2. lasciando stare le pagelle…alcuni voti noli approvo come quello di Falque o SV a Boyè,Padelli ne ha intuito uno,c Giulio Cesar nessuno e non è mica l’ultimo arrivato….solo per correttezza,quella che certi non posseggono

    • Si GIX il grande Scoglio avrebbe detto “pagelle ad minchiam”.
      Comunque ottima partita giocata in casa della la squadra campione del Portogallo.
      La mano di Sinisa si vede abbiamo bisogno di un portiere affidabile di un centrocampista dai piedi buoni e di un difensore centrale collaudato ed in salute (non Pontus purtroppo) che possa dare il cambio a Moretti e a Maximovich e la squadra se la gioca con tutti.

    • Mi è piaciuta la freddezza di Aramu nel battere il rigore. Martinez poi… rigore spettacolare. Davanti siamo messi bene ci sono alternative e sarà possibile variare in funzione non tanto dell’avversario quanto dell’andamento della partita.

  3. Nemmeno io voglio Padelli titolare. Però ragazzi, Gomis ha fatto un’incredibile cappella al terzo minuto col Renate, e un’altra al decimo a Lisbona. Voi se foste l’allenatore lo fareste giocare a San Siro? Io no. Ergo, ci manca il portiere, poche palle

  4. pensa un po’ che con i soldi dei bilanci 2014 e 2015 potevi prendere soriano e sirigu, pensa un po’, caro urby…e cedendo Peres gazzi vives padelli e obi avevi ancora i soldi per kucka e un terzino sinistro decente mandando barreca a giocare tranquillo ancora un anno. ma si sa, contano solo i bilanci.bravo urby, bravo.

  5. Fa sicuramente bene a Gomis fare cappelle adesso!!! Anziché iniziare a sparare a zero su Alfred ricordatevi l’ansia che ci ha fatto venire il citofono per 3 lunghi anni. Il valore di Padelli si è visto ai calci di rigore quando su 6 rigori tirati si e’ buttato 5 volte a destra. Sicuramente deve migliorare Alfred inutile giudicarlo adesso che siamo un cantiere aperto dove ancora non sono state ben definite le competenze in area di rigore delle pedine difensive. Al di là del risultato finalmente la squadra ha giocato 30 mt. in avanti rispetto quella di mr. libidine il che non mi pare cosa da poco. L’unico che ho visto un po’ spaesato e’ stato BP33 il quale ancora non ha capito che si gioca in 10 e non da soli ma Brunone è così. Abbiamo giocato con personalità contro i campioni portoghesi e solo negli ultimi 20 minuti abbiamo un po’ sofferto ma credo sia normale visto che siamo in preparazione e loro sono piu’ avanti. Forza Toro

  6. Non possiamo iniziare il campionato con Gomis in porta. La cappella è stata doppia: prima in alto po a terra. Mani di burro, evidentemente per l’emozione, ma non si può rischiare. Dovremo TUTTI rassegnarci a sostenere Padelli.

  7. Cinto Ellena e Gianni Brera dicevano che era assurdo fare pagelle.Brera doveva farlo,era lavoro,ma chiamava ste cose “solenni pippate” per il popolino.Ellena diceva,da osservatore che,al massimo potevi giudicare 2 o 3 giocatori ,non di piu,il resto eran solo parziali sensazioni

  8. mah. barreca 5, in dieci minuti rischia di farci beccare due gol. Martínez ha corso per tre mentre era in campo, subendo un fallo dietro l’altro…pregiudizi ormai a mille su questo giocatore. considerazioni generali : le riserve di difesa non sono al passo con i compagni.

  9. Cambiano gli interpreti, il coach, gli avversari, le situazioni, il gioco, gli equilibri mondiali e la luna… quello che non cambia mai sono le pagelle “ad capocchiam” di questo sito… a quando un “pagellatore/trice” che ci azzicchi qualcosa con il gioco del kaltz ?

  10. mi sembrano alti i voti per belotti e iago falque, il resto mi trova abbastanza concorde.Ajeti nel finale non è dispiaciuto, però abbiamo rischiato parecchio negli ultimi minuti, barreca a sinistra bucato troppo facilmente e disattenzione clamorosa sul calcio d’angolo finito sul palo.

  11. Gomis 4, Zappacosta 5.5, Maksimovic 7,5, Moretti 7, Molinaro 6, Vives 5, Acquah 5.5, Obi 6, Falque 6, Ljajic 6.5, Belotti 6.5; Padelli 6, Peres 5.5, Ajeti e Silva 5.5, Barreca SV, Gazzi SV, Aramu 6, Baselli 6, Martinez 7, Maxi Lopez 7, Boyé 6. Mihajlovic: 8