Peres, ritorno da dimenticare: l’emozione tradisce il brasiliano

56
2469
CAMPO, 25.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 6.a giornata di Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Andrea Belotti e Bruno Peres

Brutta prova di Peres, che torna al “Grande Torino” ma non convince, causando anche il rigore. Come De Silvestri, sfida da rivedere per entrambi

Era l’ex più atteso. Più ancora di Castan, Falque o, nel caso fosse sceso in campo, Ljajic. Ma Bruno Peres, nello stadio dove ha incantato per due anni, non ha proprio lasciato il segno. O meglio, lo ha lasciato, ma a favore della sua ex maglia. Proprio così: contro il Toro, Peres non è riuscito a fare praticamente nulla di quello che, solitamente, gli riesce meglio. Pochi dribbling, pochi scatti, un solo tiro in porta facilmente parato da Hart. Nulla di particolare, insomma, soprattutto se si considera che contro una ex squadra, solitamente, le motivazioni sono diverse rispetto a una gara normale.

L’emozione, probabilmente, lo ha tradito. E contro gli ex compagni si è fatto ingannare nel momento più importante: Belotti gli va via facilmente in velocità, rientra, e una volta in area si lascia facilmente sgambettare dall’ex compagno brasiliano. Un rigore netto, che infatti non porta i giocatori della Roma a protestare più di tanto. Un rigore tanto netto, quanto decisivo, perché sul 2-0 la strada, per il Toro, si è fatta tutta in discesa.

E De Silvestri, che nel “duello” settimanale era l’avversario di Peres, non è stato suo malgrado da meno. Altrettanto stupido è stato il penalty che ha portato la Roma sul momentaneo 2-1, e che avrebbe potuto far tornare al Toro i fantasmi di un passato particolarmente recente. Non è stato così, per fortuna. L’emozione non ha tradito i granata, ma si è accanita solo, evidentemente, su Peres. Gara da dimenticare e ritorno al “Grande Torino” sicuramente non positivo: un segno, forse, che le strade hanno fatto bene a dividersi.

Condividi

56 Commenti

  1. Non voglio entrare nel merito delle polemiche su bruno, che apprezzo abbastanza come uomo sorridente, anche se il suo “ritardo” nel presentarsi al ritiro estivo me l’ha fatto piacere un po’ meno.

    Posso solo dire che alla luce dei fatti per noi è stato meglio cederlo in cambio di liajic a 8,5 mln e del riscatto di iago a cifre ragionevoli.

    Diamo pure per scontato che de silvestri e zappacosta siano meno “luccicanti”, anche se a mio parere abbiamo blindato la fascia dx con due buoni difensori. Ma credo che sia di fondamentale importanza seguire le idee del nuovo allenatore: sinisa non lo voleva perché non gli serve quel tipo di giocatore per la squadra che ha in mente. Tutto qui.

    • Aggiungo che nell’operazione peres–>roma c’è da aggiungere anche castan.

      Se come pare leandro si sta riprendendo alla grande, e se è vero che sotto al prestito secco c’è un gentlement agrement tra le due squadre, in base al quale il Toro potrà riscattare il giocatore a fine anno, direi che abbiamo fatto una serie di buoni affari nella Capitale.

  2. Non sono d’accordo con molti interventi di questo articolo, non mi piace quando un calciatore che con noi è stato un esempio di simpatia e lealtà, che in certe partite è stato come il sole in una giornata di pioggia, essere sbeffeggiato e fatto passare per un incapace, da gente che poi magari chiama spalamerda altri tifosi, che memoria corta che abbiamo…….

  3. Buongiorno a tutti, ricordo Bruno Peres il primo anno nel ritiro di Mondovì, era ancora senza contratto perché non si riusciva a piazzare Vesovic e si era a pochi giorni dalla chiusura del mercato.
    Mio figlio era li per farsi fare gli autografi da tutti, molti non lo considerarono e salirono sui pulmini…. Peres lo vide, scese dal pulmino gli andò incontro con un bellissimo sorriso gli firmò l’autografo sul pallone del TORO e gli disegno anche una faccetta sorridente. Gesto bellissimo che a mio figlio che allora aveva 9 anni ed a me rimarrà per sempre nel cuore. Grande uomo.

    Noto che anche su un articolo che ha come soggetto BRUNO PERES alcuni riescano a criticare Ventura. Ma quanto vi manca?????
    E pensare che Petrachi a fari spentissimi sia riuscito a trovare uno come Lucas Boyè quanto vi rode???
    Fate come richiesto da SINISA !!!! Riempite lo stadio. FVCG

  4. ciao a tutti, sono nuovo (x modo di dire, intendevo del forum…)…leggo spesso, ora volevo scrivere, prendendo la palla al balzo, dopo il “sacco di Roma”… io Brunone non riesco a farmelo stare antipatico, quel gol nel derby non lo scordero’ mai…aveva ragione Miha e tutti quelli che sostengono che non e’ buono, anzi dannoso in difesa…cmq oggi si gode…ciao a tutti

  5. Bruno deve riprendere a fare quello che faceva qui: non cacare l’allenatore, strabiliare con le sue discese e costringere Spalletti a costruigli una fascia che lo sorregga dietro. Va preso per quello che è, ma è un grande.

  6. Bp33 è da prendere come e’, un estroso capace di infiammarti con una giocata e deprimerti con un errore. Al toro ricordo più fiammate che errori grossolani. Ma soprattutto ricordo simpatia, professionalità ed atteggiamento irreprensibile. Sarà un giocatore che seguirò sempre con affetto, a differenza di altri passati da noi…..

  7. Non me ne voglia nessuno, ma questo è Peres. Lo è sempre stato… Da noi goal aparte al gobba stadium (dove per altro una sua ripartenza malgestita con Benassi c e costata la sconfitta….) cosa ha fatto? Io lo ricordo più per le cappelle difensove che per altro. È bellissimo da vedere giocare entusiasma col suo tocco di palla ma poi non è mai concreto… E parliamo di un giocatore nel pieno della maturità con poco margine di crescita oramai

  8. Il commento più impietoso che ho letto su di un forum di romanisti (ebbene sì, confesso il morboso piacere di andare a rovistare nei forum di altre tifoserie all’indomani di nostre eclatanti vittorie) è stato il seguente: “Florenzi e Peres 3 da dividere in due come più vi aggrada, il secondo pare un emerson palmieri più str##zo…il problema e’ che la sua riserva e’ emerson palmieri”. Ciò detto, trovo poco elegante e ingeneroso dare addosso a B. Peres, che ha sempre avuto con noi un atteggiamento solare, eccezion fatta per il periodo in cui Ventura lo escluse dalla lista Uefa. Tanto più che, difensivamente parlando, non mi sembra che De Silvestri in questo scorcio di campionato lo abbia fatto rimpiangere, tutt’altro.

    • Non solo emerge (ma mica solo ieri) la scarsa propensione di Bruno ad essere efficace nel 433, in fase difensiva, ma c’è anche la controprova che giocando molto avanzato (a Roma fa quasi l’ala sinistra praticamente) perde potenziale non avendo campo da divorare in dribbling. Da quando è a Roma, a dx o a sx, pare un altro giocatore. In peggio. Purtroppo la sua grande classe e le doti fisiche emergono appieno in un 352 e, forse, in un 343. Spiace per lui, probabilmente l’ennesimo giocatore che Ventura ha saputo mettere nelle migliori condizioni per fare bene e che in altri contesti si ridimensiona. Non è un elogio al vecchio mister ma una constatazione.

  9. Se Mario Rui e Rudiger non si fossero rotti e constata la pippaggine di Emerson Palmieri, da mò che Spalletti l’avrebbe appeso al muro. Le bestemmie che gli tirava dietro Ventura in partita gliele tira anche Spalletti stesso.
    La cosa che più mi sorprende è che ancora non riesce a disciplinarsi. Sono tre anni che è qui. Ci sarà un motivo se la nazionale Brasiliana non lo consideri nemmeno per l’Olimpiade. Nonostante Dani Alves cominci ad avere una certa età..

    • Zappo… ciao! La verità è che avremmo fatto un affarone a disfarcene l’anno scorso. Ma il mister monomodulo, evidentemente, lo riteneva indispensabile per il suo inguardabile 3-5-2 attendista e rinunciatario (titic, titoc, palla a padella, titic e titoc e lancio lungo, sperando in ciro e belotti…)… Ci abbiamo rimesso almeno 5 mln, a tenerlo un anno in più, ma tanto, come ho già scritto, il nanetto non li avrebbe spesi, quindi inutile incazzarsi….

      • Ciao Granà.. 🙂
        Paradossalmente, io penso che Bruno Peres fosse adatto al modo di giocare di Ventura. Una squadra chiusa, perennemente sottopalla, e anche sottoritmo, bloccata nella propria metà campo in attesa, non poteva non avere un giocatore che riuscisse con una fiammata ad alzare i ritmi, a saltare l’uomo e a far salire quei due / tre giocatori che si affacciavano nell’area avversaria. La sua anarchia tattica era supportata dal fatto che tra mezzali e difensori, almeno in cinque andavano a chiudere le sue amnesie.
        Con Mihajlovic, invece, attacchiamo portando anche sette / otto giocatori nella metà campo avversaria e se il Bruno Peres “definitivo” è questo, non possiamo davvero permettercelo.
        Ho parlato di paradosso perché Mihajlovic, se ricordi bene, aveva detto che Peres era più adatto a squadre che fanno possesso palla e sono costantemente in avanti, come Barcellona o Bayern Monaco / Manchester City stil-Guardioleschi. Quando, cioè, dietro a coprirlo restano in due.
        Tuttavia, il paradosso cessa di esistere considerando il fatto che iddu è allenatore e io no..

  10. Peres,che abbiamo (fortunatamente!) STRAVENDUTO (speriamo!), ha campato per 2 anni di rendita sul gollasso fatto nel derby. Oltre a quello, pochissimo altro. Miha, che è tutto meno che coglione, lo ha capito subito. Per me si sarebbe dovuto vendere lo scorso gennaio, quando l’offerta era di 18 mln cash, ma il nano e senzafari sono troppo avidi (ed evidentemente non capiscono troppo di calcio…), per cui ci hanno rimesso! …..Poco male! Tanto non li avrebbero spesi, quindi….!

    • Cerca di guardare al di la del tuo naso.
      Peres è stato venduto ad una cifra simbolica, concordata tra le 2 società nell`ottica di future plusvalenze.
      Il fatto di aver pagato Ljaic 8,5 mln non ti fa sorgere qualche dubbio?
      Per entrambe le società è stato un ottimo accordo, sopratutto per noi che quando lo rivenderemo per schifo che possa fare prenderemo più di 8,5 mln.
      Il fatto che avesse già fatto le visite mediche per una squadra spagnola e poi sia stato obbligato dalla roma ad accettare la ns piazza la dice lunga.
      Che Cairo e Petrachi siano furbi non ce dubbio. e gli affari li fanno sempre loro.

  11. Ma non facciamo ridere con l’emozione,si tratta di un professionista di 26 anni! E’ evidente che ha dei limiti ,anche se ogni tanto puo’ fare qualche fiammata in fase offensiva e poi quanti difensori nel nostro campionato sono in grado di arginare l’attuale Belotti!

  12. Quella vista ieri è una roma da metà classifica perchè qui stiamo parlando di Peres ma bisognerebbe parlare di tutti i giocatori della roma, tanto per fare un esempio quello che per me è uno dei piu’ forti in europa come nainggolan è stato evanescente e la difesa è meglio non parlarne.

  13. Non mi piace affatto quando un giocatore lascia la squadra e tutti a dargli merda addosso, vorrei vedere qualsiasi di noi se ci offrissero ildoppio o il triplo di quello che prendiamo al momento se non avremmo fatto la stessa cosa. La differenza la fanno quelli che vanno via ma lasciano il cuore da noi come ha piu’ volte fatto capire Bruno. Tutti gli altri non sono altro che mercenari. Quando ci si imbatte in una “persona” buona e onesta, non si deve a mio avviso cadere in puerili canzonature. Tutto il rispetto per Bruno, a differenza di altri e’ una persona di cuore.

  14. Bruno Peres? che dire….intanto tanto di cappello per la signorilità con cui ha gestito la sua partenza. altro che maksinfamovic. resterà sempre nel mio cuore per quel golasso fantastico alla merdentus, per il resto diciamo che ieri ah continuato a restarmi simpatico, con la sua partita insufficiente. ma preferisco guardare avanti comunque.

    • Ciao @682n Personalmente non mi sono strappato i capelli quando hanno deciso di cederlo. Ragazzo simpatico, capace di buone giocate, ma anche di tante prestazioni anonime. E in estate concordavo sull’incapacità in fase difensiva. In troppi l’hanno giudicato un campione per episodi. Campione che ad oggi non è. Almeno in quel ruolo

    • secondo me era essenziale con ventura in quanto era l’unico capace di scartare l’uomo e vivacizzare un po’ la manovra, con questo modulo e questi interpreti come terzino sarebbe stato sprecato… mi dispiace un po’ di non averlo visto in un tridente

  15. L’UNICO giocatore tra quelli ceduti che ha fatto meglio che da noi è stato Meggio. Peccato che non l’ha ceduto Petrachi ma la piazza. L’anno scorso campionato pazzesco. Se lo avessimo ora al posto di Martinez mi sentirei molto più sicuro.

    • ma che cavolo c’entra sto commento qui??? un conto è giocare nel Toro un conto in realtà dove le aspettative e la pressione si alzano….Meggiorini??? io non l’ho mai fischiato, perchè ne ho sempre riconosciuto l’impegno e la professionalità, ma quanti cazzo di gol ha fatto da noi? ci stanno sulle dita di uno o al massimo due mani?? che poi stia giocando bene al Chievo sono contento per lui, ma infatti è il chievo, non la roma o la juve o il napoli…..ma possibile che anche quando c’è da godere soltanto debba saltar su un cazzo di multinick che sembra sia pagato a cottimo per far la clacque (inutile) alla società????

        • giusto meglio lascir perdere @mik69. E’ da ieri che goodo come un perchè – mio modesto avviso- UNA CERTA IDEA DI TORO STA TORNANDO, il TORO tremendista che piace a me e che NON HA PAURA DI NESSUNO, e certo non mi faccio impensierire dal nebuloso ricordo di un Meggiorini (con tutto il rispetto per il professionista rispettabilissimo che è, ripeto). Ma guarda te…invece di parlar di Belotti…..

          • quando si vince bisogna godere, perché lo ordini tu. Quando si perde bisogna offendere la società. Quando vendiamo un giocatore a 15 milioni bisogna insultare la società , quando poi un ventenne pescato a parametro zero lo asfalta non bisogna parlarne ma solo godere. Sempre perché lo ordini tu.

    • @minipowerrangers… quindi tu stai dicendo che tutti i ns. fior di giocatori ceduti ad altri per FIOR di mln erano cioffeche…. Non so se è vero oppure no (solo il tempo lo dirà), ma il fatto che un giocatore sia ceduto perchè lo vuole “la piazza” mi fa scompisciare dalle risate! Facendo lo stesso discorso in entrata, NOI TIFOSI (=la piazza!) avremmo voluto Soriano, Kucka e Rincon… Dove sono? Ah già, le plusvalenze, il bilancio, la stabilità societaria, il monte ingaggi, la maiala scannata…. E il tuo idolo nano ha 40 mln in tasca, che, ovviamente spenderà con comodo, dopo aver pagato RCS! Ma piantala lì, dai….