Pescara-Torino: la squadra di Oddo fragile in difesa, già 9 gol subiti

11
374

Il Pescara evidenzia una fase difensiva ancora incerta, per il tridente del Toro ci sarà spazio per colpire: migliorando la mira rispetto l’Empoli

Un cammino altalenante quello del Pescara, fatto di exploit come quello della prima giornata con il Napoli, ma anche di sconfitte nette come quella dell’ultima giornata con la Lazio. Finora sono 4 i gol messi a segno dalla squadra di Massimo Oddo (senza contare i 3 assegnati a tavolino nella partita con il Sassuolo), a fronte di 9 subiti. Proprio il dato relativo alle reti subite, può rappresentare per il Toro la chiave per avere la meglio del neopromosso Pescara. Mai riuscito a mantenere inviolata la porta, i “delfini” non ha ancora trovato i giusti equilibri difensivi, necessari per sviluppare quella continuità di risultati fondamentale per conseguire senza troppi patemi la salvezza.

Una crepa su cui il Toro potrà far valere il proprio peso offensivo (8 i gol realizzati dalla squadra di Mihajlovic), a patto di ritrovare l’incisività delle prime partite, apparsa sbiadita nella grigia partita contro l’Empoli. Responsabilità dunque affidate al trio offensivo, con il dovere di dare la giusta copertura con i centrocampisti, per tamponare le ripartenze della squadra di Oddo. Verre e Caprari i giocatori di maggior talento, ma occhio anche al giovane Manaj, che con la sua freschezza promette di creare qualche grattacapo alla retroguardia granata.

Condividi

11 Commenti