Petrachi ritrova il Pisa, tra gli ex anche Padelli e Mudingayi

4
442

Diverse componenti rendono affascinante la sfida di questa sera: Petrachi ritrova il Pisa, dopo averlo fatto grande con Ventura, nel biennio 2006-2008

Alla preziosa posta in palio si aggiungono altre componenti che rendono affascinante la sfida di questa sera tra Torino e Pisa. Due giocatori hanno trascorsi in entrambe le società, ma il grande ex della partita è Gianluca Petrachi, attuale direttore sportivo del Toro. Per lui  il Pisa fu una tappa determinante nel suo approdo in granata, il biennio 2006-2008 portò la compagine toscana a riassaporare il palcoscenico dell serie B ed a sfiorare l’impresa di agguantare la massima serie. Solo gli spareggi persi contro il Lecce, negarono al Pisa di compiere una doppia e consecutiva promozione.

Tecnico di quel biennio fu proprio Ventura, che da lì a poco si sarebbe anch’egli vestito di granata. Petrachi costruì un Pisa entusiasmante, illuminato dai lampi e dalla fantasia di Cerci, che valse al direttore sportivo la chiamata al Torino, in un primo momento al fianco di Rino Foschi, e dal gennaio 2010 con l’attuale carica di direttore sportivo, dopo le dimissioni del dirigente con trascorsi al Palermo.

Nella sfida di questa sera saranno Padelli e Mudingayi gli ex giocatori della partita: l’attuale vice Hart, oggetto del desiderio di Crotone e Palermo, giocò nel Pisa la stagione ‘2007-‘2008, mentre il centrocampista in forza alla squadra di Gattuso trascorse al Toro l’annata ‘2004-‘2005. Anche lo staff tecnico del Toro annovera un ex della partita: Gabriel Raimondi, attuale collaboratore di Mihajlovic, giocò nel Pisa proprio negli anni di Petrachi e Ventura. Esperienza che gli è valsa la chiamata questa estate nello staff tecnico granata.

Condividi

4 Commenti