Spalletti: “Se alla qualità non abbineremo l’impegno non andremo lontano”

9
1769
CAMPO, 25.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 6.a giornata di Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Luciano Spalletti

La conferenza stampa di Luciano Spalletti dopo la sconfitta della Roma, 3-1, al Grande Torino

In sala stampa è il turno di Luciano Spalletti. “Non snobbo mai nessuno prima delle partite. Se oltre alla qualità metti impegno vai verso una certa direzione, in caso contrario diventa tutto più difficile. Dovevamo fare di più, far camminare la partita su binari diversi rispetto a quelli in cui ha viaggiato”. 

“Roma ridimensionata? No, so benissimo quello che ci penalizza. Ci sono momenti in cui ci sono impennate di qualità e in cui riusciamo a mantenere quel livello di risultati ma poi capita che dopo una sconfitta invece di andare a sfruttare certe caratteristiche capita che facciamo il contrario. Questi alti e bassi non vanno bene e bisogna cambiare questa mentalità: dobbiamo metterci qualcosa di nostro. Dovrò cambiare qualcosa perché così non si andrà avanti: il primo responsabile, ovviamente, è l’allenatore”. 

“Dice bene Sinisa quando dice che il Toro ha messo quel qualcosa in più”. 

“Al quarto uomo ho fatto notare che i raccattapalle del Toro non ributtavano la palla, questo è antisportivo. Il Toro ha mostrato un gioco moderno, ma in questo frangente è stato meno bravo. E se lo vedrò fare anche ai nostri interverrò”. 

Condividi

9 Commenti

  1. Luciano comincia dalla prossima, perché a Roma fate allo stesso modo e in questo momento all’Olimpico, dove la Lazio ha rischiato più volte il pari dell’Empoli (Già quella pippa con cui abbiamo solo pareggiato), i palloni scompaiono senza tornare in campo.