Torino: per Avelar una nuova occasione, a centrocampo torna Acquah

6
1457
Avelar
CAMPO, 29.4.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 34.a giornata di Serie A, TORINO-SAMPDORIA, nella foto: Danilo Avelar, Dennis Praet

Contro il Genoa, Avelar avrà nuovamente la possibilità di mettersi in mostra: ballottaggio Moretti e Carlao. Boyé verso la conferma al posto di Iturbe

Voglio vedere l’atteggiamento giusto; se no, torneremo in ritiro senza un solo giorno di riposo“. È stato chiaro Sinisa Mihajlovic in conferenza stampa, alla viglia di Genoa-Torino: il suo Toro, nonostante manchino due partite e da mesi ha smesso, di fatto, di avere obiettivi concreti, dovrà scendere in campo con la giusta mentalità. Per onorare il campionato, la maglia granata, i tifosi, e i giocatori stessi: una cultura del lavoro sicuramente positiva, quella del tecnico, che vuole una squadra carica e attenta contro un avversario, il Genoa, alla disperata ricerca di punti per la salvezza. Per questo, lo spazio per gli esperimenti sarà minimo. Ma non nullo.

L’idea del tecnico è, per esempio, quella di schierare Avelar dal primo minuto: “Barreca giocherà contro il Sassuolo” ha dichiarato Mihajlovic, “domani voglio testare il brasiliano, per vedere se l’anno prossimo mi potrà essere utile; come Molinaro“. Un test che suona definitivo per l’ex Cagliari: oggetto finora misterioso della campagna acquisti di un anno fa, falcidiato dagli infortuni. Sarà lui a giocare a sinistra, mentre a destra, complice l’infortunio di Zappacosta (comunque aggregato alla squadra in ritiro a Genova), toccherà a De Silvestri scendere in campo. Al centro, davanti al solito Hart, ecco sicuramente Rossettini, mentre Moretti e Carlao sono in ballottaggio: il brasiliano potrebbe scendere in campo domani, per permettere al vicecapitano di concedersi la giusta passerella, dopo un campionato sopra le righe, in casa contro i neroverdi. Ma solo domani verrà comunicata la decisione finale.

A centrocampo, nel 4-2-3-1 divenuto ormai modulo base, è pronto il duo BaselliAcquah, con il ghanese che rientra dalla squalifica. Mentre in attacco, alle spalle di Belotti sono pronti a giocare, nuovamente, Boyé a sinistra, Ljajic al centro e Falque a destra, con Iturbe e Maxi Lopez pronti a subentrare a gara in corso.

Probabile formazione Torino (4-2-3-1): Hart; De Silvestri, Rossettini, Carlao, Avelar; Acquah, Baselli; Falque, Ljajic, Boyé; Belotti. A disp. Padelli, Cucchietti, Ajeti, Moretti, Molinaro, Barreca, Benassi, Valdifiori, Lukic, Obi, Iturbe, Maxi Lopez. All. Mihajlovic.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Zappacosta

Condividi

6 Commenti

  1. E’ chiaro che si cerca di rivalutarlo un po facendolo giocare. Voi non portate la macchina a dargli una sistemata quando è ora di venderla? Tanto il campionato è finito. Finito! Se poi si dovra’ regalare peccato per le casse della società e peccato per lui che forse era un buon terzino

  2. Avelar recuperato al 100% è un ragazzone di 185 cm con ottima corsa e piede da centrocampista, che deve migliorare la fase difensiva, non più giovanissimo ma neanche vecchio, la tenuta atletica credo sia il fattore determinante, perché come valore tecnico è l’esterno basso migliore che abbiamo. Se integro, lasciarlo andare per tenere Molinaro lo troverei stupido, meglio avere Avelar e Barreca, la fase difensiva si può imparare, ma se sei brocco coi piedi è più probabile che ci resti e io voto per i nostri terzini offensivi piuttosto che Molinaro a 33 anni.

  3. Sarà opportuno che (domani) Belotti riceva almeno 20 palle giocabili!!! e che almeno 2 -meglio 3- finiscano infondo alla rete genoana !!!!
    Chiaro Ljalic??!! Chiaaro Falque ??!!
    Al contrario di quanto predica Miha, domani giocate pure 90 minuti in contropiede, ma fatene 4 !!!!!