Torino-Crotone 1-1: voti e tabellino

186
5510
diretta live serie a 2016 2017 torino crotone cronaca prepartita pagelle commenti

Torino-Crotone, Serie A 2016-2017: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

La 32^ giornata del campionato di Serie A 2016/2017 vedrà anche Torino-Crotone tra le sfide che verranno disputate alle ore 15.00. Una gara molto importante per i calabresi di Davide Nicola, che cercano in tutti i modi la salvezza e giocheranno con il coltello tra i denti per conquistare i tre punti. Ecco la diretta live di Torino-Crotone.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE DI TORINO-CROTONE

Torino-Crotone 1-1: tabellino e pagelle

Ammoniti: pt 42′ Rossettini, st 18′ Cordaz, st 20′ Ceccherini, st 24′ Rosi, st 40′ Lukic

Marcatori: st 21′ Belotti, st 36′ Simy

Recupero: pt 2′; st 3′

TORINO (4-3-1-2): Hart 5.5; Zappacosta 6.5, Rossettini 6, Carlao 5, Barreca 6; Falque 6, Valdifiori 6 (st 31′ Lukic sv), Baselli 6 (st 39′ Benassi sv); Ljajic 7; Belotti 7, Maxi Lopez 5 (pt 1′ Boyé 6). A disp. Padelli, Cucchietti, De Silvestri, Ajeti, Moretti, Avelar, Gustafson, De Luca. All.Mihajlovic 5.

CROTONE (4-4-2): Cordaz 7; Rosi 6, Ceccherini 5.5, Ferrari 6.5, Martella 5.5 (st 31′ Nwankwo 7); Rodhen 5 (st 10′ Sampirisi 6), Crisetig 6, Barberis 5.5, Stoian 6.5; Trotta 5.5 (st 22′ Nalini 6), Falcinelli 6. A disp. Festa, Dussenne, Mesbah, Claiton, Kotnik, Tonev, Suljic, Capezzi, Acosty. All. Nicola 7.

Arbitro: sig. Doveri di Roma (assistenti: Passeri-La Rocca; IV Ufficiale: Tasso; assistenti di porta: Tagliavento-Marinelli)

Torino-Crotone: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Torino cambia volto: Mihajlovic opta subito per un 4-2-3-1, lasciando negli spogliatoi un negativo Maxi Lopez e inserendo al suo posto Boyé. La partita cambia sicuramente volto: i granata giocano meglio con un modulo che conoscono di più e si rendono in maniera sempre più decisa e convinta, ma vede opporsi un Cordaz superlativo in più occasioni: al 7′ ci prova Zappacosta; un minuto dopo è Falque, con una grande parata dell’estremo difensore; poi al 10′ ci prova Boyé (palla fuori); quindi di nuovo Falque al 16′, senza successo. Al 20′, l’episodio che potrebbe cambiare la partita: Belotti si invola, entra in area e viene steso da Ceccherini: ammonizione per il calabrese e rigore per il Toro, che proprio il Gallo realizza battendo benissimo trovando l’angolino destro di Cordaz. Per i granata, la gara sembra in discesa, ma la squadra di Nicola non ci sta, e insiste. Il tecnico inserisce al 31′ Nwankwo per Martella, e il cambio è felice: il numero 99 in area da corner, sfruttando un’uscita maldestra di Hart ma soprattutto una disattenzione clamorosa di Carlao, che si fa sovrastare, ribadisce in rete il pallone e permette di agguantare il pareggio. Mihajlovic, che intanto aveva cambiato Lukic per Valdifiori, inserisce quindi Benassi per Baselli. Il Toro però poco per volta smette di crederci, e dopo 3′ di recupero Doveri manda tutti negli spogliatoi. Un’occasione mancata, per i granata. Ma qualche indicazione utile sul modulo e, forse, sui giocatori.

48′ Finisce qui la partita. I granata non vanno oltre il pareggio

46′ Nalini salva il Crotone. Il suo intervento in scivolata impedisce a Boyè di trovare il gol da pochi centimetri dalla linea di porta

45′ Tre minuti di recupero

44′ Ljajic ci prova direttamente da calcio di punizione, ma il suo tiro è deviato in corner alla barriera

40′ AMMONIZIONE per Lukic: netta trattenuta

39′ SOSTITUZIONE Toro: dentro Benassi, fuori Baselli

36′ GOL del Crotone. Pareggia Simy approfittando di un’uscita sbagliata di Hart

35′ Joe Hart anticipa Simy con una tempestiva uscita bassa

31′ SOSTITUZIONE Crotone: esce Martella, entra Simy

31′ SOSTITUZIONE Toro: entra Valdifiori, esce Lukic

27′ Splendida azione di Belotti che ruba il pallone e si invola verso la porta. Il Gallo non trova il tempo per calciare e ne esce un assist per Iago Falque. Lo spagnolo non trova la deviazione vincente

24′ AMMONIZIONE per Rosi: troppo eccessive le sue proteste

21′ GOOOOOOOOOOOOOOOOL! BELOTTI trasforma il calcio di rigore!

20′ AMMONIZIONE per Ceccherini in seguito al fallo da rigore

20′ CALCIO DI RIGORE a favore del Toro!

18′ AMMONIZIONE ai danni di Cordaz per perdita di tempo

17′ Ferrari salva su Belotti. Ancora Toro pericolosissimo

16′ Iago Falque tenta il tiro di precisione. Troppo debole per sorprendere Cordaz

14′ Toro che attacca a pieno organico: sul cross di Barreca, Belotti non arriva all’impatto con il pallone

11′ SOSTITUZIONE Crotone: entra Sampirisi, esce Rodhen

10′ Ljajic serve Boyé al limite dell’area. Il tiro dell’attaccante granata termina a lato per questione di centimetri

8′ Il portiere del Crotone salva anche sul tiro a botta sicura di Iago Falque. La porta sembra stregata

7′ Ancora Cordaz decisivo. Questa volta respinge un tiro da pochi passi di Zappacosta. Sulla respinta del portiere non arriva nessun giocatore granata per la deviazione vincente

4′ I granata con l’ingresso di Boyé sono passati al 4-2-3-1

2′ Barreca si invola sulla fascia sinistra, tenta il cross e guadagna calcio d’angolo

1′ Inizia il secondo tempo

1′ SOSTITUZIONE nel Toro: entra Boyé, esce Maxi Lopez

SINTESI PRIMO TEMPO – Partita relativamente noiosa quella tra Torino e Crotone dopo i primi 45′ di gioco. Il Toro scende in campo con un inedito 4-3-1-2, con Falque schierato mezzala e Ljajic a supporto del tandem Belotti-Maxi Lopez. La gara però fatica a decollare, nonostante il modulo super offensivo di Mihajlovic e la voglia del Crotone di conquistare i tre punti. Devono infatti passare 20′ prima di annoverare la prima azione, che è dei calabresi: Trotta entra in area e tira male vicino alla linea di fondo, batti e ribatti e poi palla a Crisetig che tira benissimo, con la conclusione che esce alta di poco. Il Toro poi si sveglia: al 26′ Belotti viene fermato da un grandissimo intervento di Ferrari, poi un minuto dopo è Baselli di testa su corner a impensierire la retroguardia avversaria, quindi di nuovo Belotti che si fa ipnotizzare da Cordaz al 35′. Ma la vera occasione per i granata è al 37′: Ljajic serve benissimo Maxi Lopez che in area è tutto solo, colpisce di controbalzo ma trova di fronte a lui un monumentale Cordaz. Brutta prova fin qui dell’argentino, che non sembra avere un ingranaggio perfettamente rodato con il compagno di reparto, anch’egli un po’ meno propositivo del solito. Bene, invece, Ljajic e Zappacosta, ma serve più convinzione per battere un avversario concentrato, ma con tanti punti deboli. Ottimo il tiro del serbo in pieno recupero, con Cordaz che si supera e manda in angolo.

47′ Finisce il primo tempo

47′ Ljajic conclude pericolosamente dal vertice dell’area. Decisivo Cordaz che toglie il pallone dall’incrocio dei pali

45′ Sono due i minuti di recupero

42′ AMMONIZIONE ai danni di Rossettini per un fallo in ritardo su Stoian

38′ Su azione di corner Rossettini sfiora il pallone a pochi metri da Cordaz. Altra occasione per i granata

37′ Splendida combinazione tra Ljajic e Maxi Lopez con il serbo che manda l’argentino a tu per tu con Cordaz. Maxi spreca calciando centrale, addosso al portiere ospite

35′ Doppia occasione sui piedi di Belotti: il tiro di sinistro è deviato da Cordaz, quello di destro termina sull’esterno della rete

34′ Rosi prova il cross, Hart blocca senza problemi

31′ Carlao rientra in campo: buone notizie per Mihajlovic. L’infortunio sembra meno grave del previsto

30′ Carlao cade a terra, l’infortunio sembra essere serio: Moretti inizia il riscaldamento

27′ Baselli colpisce di testa su azione di calcio d’angolo. La palla termina a lato alla sinistra di Cordaz

26′ Baselli libera Belotti in area di rigore. Bravo Ceccherini a deviare il tiro del Gallo con un intervento in scivolata

25′ Ljajic tira da buona posizione e Cordaz respinge di pugni. L’arbitro aveva tuttavia fischiato un precedente fallo di Maxi Lopez all’interno dell’area di rigore

20′ Doppia nitida occasione per il Crotone: Trotta non trova la porta da pochi metri; sulla respinta di Baselli, Crisetig calcia alto dal limite dell’area

16′ Il Crotone si fa vedere in area di rigore granata sfruttando un calcio da fermo. Stoian prolunga, ma Maxi Lopez chiude tempestivamente di testa

14′ Ljajic calcia da fuori area. Tiro centrale bloccato da Cordaz

11′ Baselli conclude dai trenta metri su invito di Ljajic. Palla alta sopra la traversa

10′ Ljajic cerca di trovare Maxi Lopez al centro dell’area di rigore. Martella chiude con qualche affanno

7′ Il Toro fa la partita in questi primi minuti. Il Crotone copre gli spazi

3′ Ljajic tenta la conclusione direttamente da calcio di punizione, palla deviata dalla barriera. Sulla ribattuta ci prova Zappacosta, ma il suo tiro è respinto

1′ Fischio d’inizio! Il primo pallone è del Torino

Torino-Crotone: probabili formazioni e prepartita

Arriveranno fra almeno mezz’ora allo stadio “Grande Torino” le due squadre, che a partire dalle 15.00 daranno il via a Torino-Crotone, una partita che per la formazione di Mihajlovic non dovrà assolutamente sottovalutare. La squadra di Nicola, infatti, avrà il coltello tra i denti: vorranno conquistare assolutamente i tre punti per continuare a sperare nella salvezza. La giornata è quindi particolarmente calda, e non solo per le motivazioni: a Torino splende infatti un pieno sole, e la temperatura è tutt’altro che bassa. Insomma, ci sono tutte le condizioni per una bella giornata di calcio. Si aspettano le squadre, affinché possano effettuare il consueto giro di ricognizione e, in seguito, il riscaldamento.
Hanno fatto il loro ingresso in campo i portieri delle due squadre per il riscaldamento.

Entra in campo il Torino, applausi per la squadra granata, che è arrivata poco dopo il Crotone. Come sempre, il gruppo è diviso in due: da un lato ci sono i titolari scelti da Sinisa Mihajlovic, dall’altro i giocatori che andranno in panchina. Lavoro atletico e con il pallone per il gruppo. C’è anche Milinkovic-Savic, che si sta scaldando con i portieri.

I giocatori del Torino che andranno in panchina rientrano negli spogliatoi, così come tutti quelli del Crotone. Restano in campo solo Belotti e compagni.

Anche i titolari rientrano negli spogliatoi.
La squadre entrano in campo. A breve comincerà la partita.

Torino-Crotone: i precedenti del match

Dopo la vittoria di Cagliari che ha rivisto il Toro vittorioso anche in trasferta, per i granata è arrivato il momento di tornare a scendere sul terreno di casa, ben più congeniale agli uomini di Mihajlovic. Si giocherà Torino-Crotone, con i calabresi alla loro prima esperienza sul terreno del Grande Torino nella massima Serie. L’unico incontro tra le due formazioni in Serie A, infatti, risale al match di andata in casa della formazione di Nicola dal quale il Torino uscì vincitore grazie alla doppietta di Belotti. Tra Torino e Crotone, però, non è certamente la prima occasione di confronto. In Serie B, infatti, le due formazioni si sono incrociate 12 volte, con 4 vittorie all’attivo per i granata, 5 pareggi e 3 successi per il Crotone. In casa granata, invece, gli Squali hanno ottenuto soltanto 1 vittoria: nella stagione 2009/2010, Petrilli e Bonvissuti hanno trascinato il Crotone alla vittoria in casa del Toro, a segno soltanto con Bianchi. Stesso risultato, i 2-1, anche per l’ultimo successo casalingo dei granata. Nel campionato 2011/2012, i granata di Ventura annientano i rossoblu con le reti siglate da Glik e Sgrigna, concedendo agli ospiti il solo calcio di rigore trasformato da Calil.

Torino-Crotone: l’arbitro del match

Non si può certo dire che Daniele Doveri sia un amuleto portafortuna per il Toro: in serie A, infatti, con l’arbitro di Roma la formazione granata non ha mai vinto. Lo scorso 18 dicembre fu battuto 5-3 dal Napoli al San Paolo dopo aver giocato uno dei peggiori primi tempi dell’intero campionato, lo scorso anno si fece invece rimontare dal Genoa a Marassi: dopo essersi portato sullo 0-2 in neanche un quarto d’ora con la doppietta di Ciro Immobile, il Torino subì la doppietta dell’ex Alessio Cerci (entrambi i gol su calcio di rigore: il primo per un netto fallo di Molinaro su Ansaldi, il secondo per un’ingenua trattenuta di Acquah su Izzo), prima del definitivo 3-2 di Rigoni. Lo scorso anno Doveri ha anche arbitrato l’umiliante derby di Coppa Italia in cui la Juventus passeggiò contro l’arrendevole squadra di Ventura vincendo 4-0 (nel secondo tempo fu espulso anche Molinaro). Nella stagione 2014/2015 Doveri ha invece arbitrato lo 0-0 contro l’Inter alla prima giornata di campionato (partita in cui Larrondo sbagliò un calcio di rigore), nel campionato precedente ha invece arbitrato Torino-Inter 3-3 e Torino-Napoli 0-1, partita decisa nel finale da un gol di Higuain viziato da un netto fallo su Glik che l’arbitro, incredibilmente, non fischiò. Per gli altri precedenti bisogna risalire alla stagione 2010/2011, quella di B con Lerda in panchina. Nel totale, su nove gare dirette, il bilancio è di due vittorie, due pareggi e cinque sconfitte.

Torino-Crotone Streaming: dove vederla

Torino-Crotone sarà trasmessa a partire dalle ore 15.00 in diretta satellitare su Sky Supercalcio HD, Sky Calcio 5, canale 255 e in streaming su SkyGo.

Torino-Crotone: formazioni ufficiali

Torino e Crotone hanno annunciato le formazioni ufficiali del match che inizierà alle 15 allo Stadio Olimpico Grande Torino. Sinisa Mihajlovic conferma Ljajic trequartista e inserisce Maxi Lopez al fianco del Gallo Belotti. In difesa coppia inedita formata da Rossettini e Carlao. Davide Nicola si affida a Falcinelli, l’uomo più in forma tra i calabresi; alle sue spalle gioca Stoian.

TORINO (4-3-1-2): Hart; Zappacosta, Rossettini, Carlao, Barreca; Falque, Valdifiori, Baselli; Ljajic; Belotti, Maxi Lopez. A disp. Padelli, Cucchietti, De Silvestri, Ajeti, Moretti, Avelar, Lukic, Benassi, Gustafson, Boyé, De Luca. All. Mihajlovic.

CROTONE (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rodhen, Crisetig, Barberis, Stoian; Trotta, Falcinelli. A disp. Festa, Dussenne, Mesbah, Sampirisi, Claiton, Kotnik, Tonev, Suljic, Capezzi, Simy, Acosty, Nalini. All. Nicola.

Condividi

186 Commenti

  1. A me non dispiace che Miha stia facendo esperimenti, ci siamo lamentati un campionato intero perché faceva sempre le stesse cose (433 di partenza e 325 finale). Certo che se lì davanti sbagliano 6/7 gol le pippe oggi sono stati i giocatori. Gomito/Carlao oggi ha fatto vedere perché stava a Cipro mentre lijaic finalmente è stato messo dove deve stare

  2. Diciamolo che hart ne ha fatta un’altra dai, non é eresia, tanto più che come altri hanno già fatto notare alle cifre che ci sono in ballo ci sono portieri meno simpatici ma più continui.
    Oggi però il canovaccio della partita è stato chiaro, mihajlovic avrà pure sbagliato il cambio a centrocampo ma 6-7 goal non se li è mangiati mica lui dai. Fosse finita 3-1 non ci sarebbe stato nulla da dire.

    • Beh, con due dormite mi pareva evidente che si parlassi di Carlao e di Hart….
      Del resto Hart, oggi, tolto una uscita ha faticato ben poco, forse si era addormentato davvero al cross maledetto del 36′ 2T.

  3. @pulici,

    Oggi possiamo anche arrabbiarci a prescindere con Mihajlovic..

    In effetti la mossa di togliere Valdifiori per Lukic ci ha abbassato troppo e siamo risultati meno veloci nelle ripartenze.

    Oggi era di vincere e basta!

    Questo ci lascia a TUTTI l’amaro in bocca!

    Ma oggi do il merito al Mister di aver voluto provare ma soprattutto di tornare indietro, togliendo Maxi per Boye una volta constatato lo sbaglio.

    Speriamo che il prossimo anno si provi anche a mettere un centrocampista in più per un attaccante in meno e riuscire a portare a casa partite difficili.

    Ma oggi dire che bisognava registrare la difesa e una fesseria.
    La davanti abbiamo mangiato goal e palle in maniera disarmante…
    Il goal preso e’ sul unica azione del Crotone coincisa con una doppia dormita.
    Carlao che da bradipo aspetta di colpire di testa e si fa anticipare.
    Erano le classiche palle su cui Glik asfaltava chiunque in area.

    Ma lui non c’è più e con Carlao “siamo a posto cosi”…giusto???

  4. Prima di tutto , quella mezza sega di cordaz non ha fatto nulla di speciale . Ha parato 2 tiri centrali che le parava anche mia nonna . Poi sega maxi come fa a sbagliare un gol da solo quasi a porta vuota ??? Anche belotti , lui non vale 100 milioni. Bale o Suarez con le meta’ delle opportunità del gallo oggi, avrebbero distrutto quella sega di cordaz. Altro che elogiarlo.

  5. Oggi è andata così, ma se pensiamo di affidare la titolarità a Carlao siamo messi bene. Anche il prossimo anno saremo solo vetrina da plusvalenze. Portiere di cui non si sa niente, difensori vecchi o giovani al primo anno di serie a. Centrocampo di cui non si parla, ma che avrebbe bisogno di gente forte, altro che lukic e benassi. Attacco va benissimo così….

  6. Oggi se finiva 10 a 0…nessuno avrebbe obbiettato.il rigore c’è e il gallo è stato bravo ad andarselo a cercare.punto..non credo che ci sia altro da dire e se entravano solo il 30% delle palle gol create,l’errore di joe sarebbe stato ininfluente….amen.

  7. Pregherei i tifosi granata di limitarsi a scrivere e commentare con i soliti noti o con nick non anonimi. Iniziano a loggqrsi i soliti coglioni gobbi plurinick….vedi die granata. Redazione prendere provvedimenti.

      • No Gigi hanno rotto il cazzo loro non io. Mi sono rotto il cazzo di parlare con gente anonima che scrive con 20 nick. I più sono gobbi che rompono i maroni e si fanno beffe. Stop a questa consuetudine

    • Gobbo ci sarai te…se ce da xdonare xdono ma hart nn e da xdonare proprio xil portiere fortissimo che e…l uscita che ha fatto neanke nella scuola calcio…e poi fatti i fatti tuoi io dico quello che penso….nn facciamo tt i saputelli parliamo di fatti….hart ne a fatte cagate e le poche che ha fatto nn sn xdonabili proprio xche prende 4 milioni e titolare della nazionale e a un costo di 15 milioni ma di che cazzo stiamo parlando???cmq ognuno dice la sua se ti da tanto fastidio gioca alla play cosi nn vedrai le papere di hart e nn vedrai commenti che ti danno fastidio…ah un altra cosa cosa c entra l essere gobbo???ripigliati

  8. i risultati si conseguono grazie alla difesa, le merde con il barcellona ne sono un esempio, non giudico la partita di oggi perché il gol nasce da una cappella e ci puo stare, ma non è possibile prendere gol tutte le domeniche, mica tutte le volte riesci a fare 3-4 gol, a volte capita come oggi che la palla non entra.
    Hart, troppe cappelle, è vero anche buffon le fa ma capita ogni morte di papa non ogni 3-4 partite, sinceramente non so neanche se rinnoverei il prestito, comunque che serva come promemoria per quelli che quando la società lasciera andare via Hart inveiranno contro cairo che non caccia i soldi, non è per hart che si deve spendere

  9. Hart ritorna al city….sei troppo montato x miei gusti…cmq tanto di cappello a cordaz..gallo va bene tt xo impara a passarla quando devi….ah un altra cosa se prox anno abbiamo ancora lopez cambio squadra…..scherzo xo nn e possibile…la juve ci apre il sedere al derby nn riusciamo a chiudere una partita e parliamoci chiaro il rigore nn c era….io punterei un altro portiere hart a le sue colpe oggi…

  10. Quelli che criticano joe sono gli stessi che osannano ventura. Quelli che criticano joe vorrebbero padelli titolare. Quelli che criticano joe esaltano Cairo. 4 saputelli incompetenti….

  11. Ma che cazzo c’entra mihailovich che abbiamo fatto ad una porta: erano anni che non vedevamo un toro tanto arrembante e cazzuto. Oggi ha girato male e hart ha fatto la solita cappella, ma le scelte di sinisa le ho trovate perfette. Al massimo iniziare con boye e finire con lopez, ma sono dettagli.

  12. Vergognatevi !!!! Vi rendente conto che abbiamo il più forte portiere del mondo. Abbiamo il capitano della nazionale inglese !!!!! Senza joe saremmo già in B. Se vogliamo la champions dobbiamo avere lui in porta !!!!

  13. Oggi abbiamo visto di che pasta è Carlao….per piacere moretti al più presto. Rispedire a Cipro con posta prioritaria. Bastavano due centrali titolari e avremmo puntato ad altre posizioni, ma il campionato è da 8 vero Cairo bracciamozze?

  14. Ma davvero giudicate solo il risultato. Potevamo farne 5, il rigore c’era… certo non saremo una squadra competitiva finchè non saremo in grado di vincere le partite anche 1-0. Magari questo limite dipendesse solo da Hart (che indubbiamente ha fatto una cappella).

  15. Davvero gran tifosi siete.
    Hart, che ha avuto una stagione assolutamente positiva, per tre-quattro errori fisiologici adesso è diventato come Padelli.
    Naturalmente le stesse persone fino a ieri lo osannavano o tacevano, in attesa del momento giusto per sparare le loro sentenze da grandi tecnici.

  16. a mio modo di vedere, la partita si risolve così: per una volta che non siamo stati cinici, e cioè non abbiamo sfruttato le occasioni capitate, per una volta che siamo stati, in questo senso, direi, normali, abbiamo fatto un cattivo risultato. io la vedo così.
    il crotone è la squadra catenacciara per eccellenza, in genere sono partite che non si possono guardare, quelle del crotone. sul gol: male hart, inutile baselli, male carlao. partita difficile da giudicare, si trattava di rompere il bunker e quando si deve rompere il bunker è sempre dura per tutti.

    • se solo avessimo segnato il Bunker come lo chiami te era gia’ stato distrutto……………belotti invece di pensare di segnare lui e fare l’egoista la passa in mezzo prima a iago e due a zero e tutti a casa………… cmq per me e’ giusto cosi’…………quando non segni le mille occasioni che hai poi la paghi!!!!! quindi giustissimo!!!!! ma tanto non contava nulla………..ormai siamo fuori da tutto………………….cmq il Toro visto cosi’ mi piace molto……..giochiamo d’attacco e non in difesa stile ventura

  17. Perché Carlao 5? Aspetto di capire le motivazioni della sentenza. Mihajlovic 5, perché non ha capito per l’ennesima volta il momento della partita. Hart è andato a farfalle per l’ennesima volta. La squadra ha giocato discretamente, ma Montella sta insegnando come trarre il massimo da una rosa non più forte della nostra. Sinisa sta insegnando come trarre il minimo. Sull’1-0 metteva un centrocampista per Iago e la vinceva dando spettacolo

    • i classici tifosi del dopo partita!!!!! se vincevamo 5 a 0 non avresti detto nulla vero???? ora vai a mettere un centrocampista in piu’ per difendere l’1a0??? dobbiamo toglierci questa mentalita’ italiana del difensivismo!!!!! se poi magari con un centrocampista in piu’ avessere cmq pareggiato cosa avresti detto???? doveva mettere una punta in piu’?????
      p.s. segnavamo le occasioni create e ce ne sono state tante parlavamo di altro ma come al solito qui c’e’ gente che critica sempre e cmq……….che tra l’altro a noi questa partita serviva a ben poco per non dire nulla………

  18. Altra partita, l’ennesima gestita malissimo dalla panchina, sopratutto nel primo tempo una squadra senza capo né coda, rimango dell’idea che il problema sia nel manico, in fondo questo gruppo aveva delle buone potenzialità ma e’ mancata completamente una corretta gestione delle risorse ed un impianto di gioco più equilibrato, la sensazione è quella di un anno sprecato e di un allenatore inadeguato

  19. Dovevamo vincere 4 – 0 , abbiamo pareggiato grazie a un rigore molto ma molto dubbio. C’è poco, pochissimo , quasi nulla da festeggiare o rallegrarsi. I gobbi hanno liquidato una squadretta oggi, come lo ha fatto per il barcellona, di noi fara un sol boccone. Noi manco col Crotone. No scuse. Mediocrità.

  20. Non ci credo che non abbiamo vinto questa partita, non ci credo. Bene e benissimo tutto, non fossi stato tifoso mi sarei divertito con questo gran bel toro. Ora però basta con joe hart: gli voglio bene e mi sta simpatico, ma quest’anno è stato una sciagura. Basta cazzo.

  21. il pari era scontatissimo con la differenza che a noi sta merda di Crotone anche negli anni della B ci ha sempre rotto i coglioni .
    Partita difensiva comunque stratosferica del Crotone e come al solito una nostra défaillance tra portiere e centrale .
    Quattro milioni però sono davvero troppi Joe ..

  22. Mi pare che il pensiero su Jo Hart sia già consolidato da alcune giornate. E’ un gran personaggio, ci vuol bene, è simpatico ma una squadra che vuol puntare a posizioni stabili di medio alta classifica non deve avere un portiere che ti salva cinque, sei partite in un campionato. Il Crotone, invece, oggi un portiere così lo ha avuto

  23. Ammazzatevi branco di idioti. Col Crotone … il primo che prova a giustificare che erano carichi, che dovevano salvarsi, che hanno vinto co l’Inter, è un idio_a come il branco di mezze seghe che Vedo in campo.

  24. Rigore netto!:
    A: il fallo di Ceccarini che mette il piede davanti a Belotto!
    B: vergogna vedere quanti strozza hanno insultato il Gallo,
    C: compagni di cosa? Solo Baselli è intervenuto, gli altri a grattare le p……

  25. Strameriteremmo di vincere con almeno 2 gol di scarto, contro un bel Crotone che non può far altre che chiudersi per cercare di portare a casa 1 punto per là speranza!!
    Però maxi e il Gallo, davanti si pestavano i piedi…. molto meglio ora con Boje
    Ottimo Carlao, tecnicamente dietro è il migliore!!

  26. mah…! Non è certo il numero di attaccanti a garantire azioni da goal…

    Maxi avanti mi pare che chiuda troppo il Gallo.

    Poi se hai la palla davanti al portiere a meno di 10 mt la palla la devi buttare dentro, senza ma senza se…

  27. tutti col crotone fanno sta fatica. comunque una cosa la voglio dire: è la seconda partita consecutiva (e in generale quest’anno) che vedo il gallo tirare le prime mozzarelline verso la porta (al posto dei soliti tiri micidiali o comunque molto pericolosi). per carità, è normale, che scenda sulla terra, ma prima faceva gol e stop.

  28. Un Toro piacevole, il vantaggio (anche di due gol) sarebbe stato strameritato. Certo non stiamo giocando contro il Real.
    Poca intesa per la coppia Lopez-Belotti che non ha dialogato molto. Ljaic sulla trequarti è tutta un’altra cosa. Bene Valdifiori che verticalizza subito, mentre Iago non mi ha convinto al 100%.

  29. come cazzo si fa a sperare che il crotone vinca nn lo so……noi nn dobbiamo far piaceri a nessuno…vi ricordo che il genoa ex gemellati ci ha mandato in B….l’unica che possiamo ricambiare il favore è la viola..il resto nulla..piuttosto quel panzo villa di hugain ne ha fatti due e se continua cosi ne fa altri…speriamo che belotti si svegli…

  30. Carlao meravigliao…identico a Obi. Non per nulla è sempre rotto, da anni…
    E non è sfortuna, ma è la solita storia di fisici non idonei a giocare al calcio, forse a bocce, se il gomito ce la fa…
    Comunque partita inutile x noi ma fondamentale per i calabrotti, spero almeno in un punto se non tre…e la Viola inculi l’empoli

  31. La grande sorpresa è vedere Iago sulla linea dei centrocampisti, ammesso che l’interpretazione della Redazione che vede un 4-3-1-2 sia giusta. Potrebbe anche essere che sia una sorta di 4-2-4.
    In ogni caso è un esperimento tattico che mi incuriosisce molto.
    E poi mi incuriosisce la presenza di Maxi dal primo minuto: avrà tenuta? Un conto è fare gli ultimi 20/30 minuti contro avversari stanchi.
    In ogni caso si annuncia una gara interessante.

  32. Lijaic: da trequartista offre il meglio. Si conferma anche oggi con una serie di giocate che lo portano più volte al tiro ed al gol. Un giocatore ritrovato.
    Belotti: come corre il Gallo, come segna, stavolta anche su rigore. 90 minuti di carica e grinta, tiene alta la squadra e duetta bene con Lopez. Il duo avicolo funziona.
    Maxi Lopez: sfrutta l’occasione alla grande. Mostra grinta e predisposizione alla sponda, integrandosi bene col Gallo. Peccato gli manchi il gol è che non riesca a far fruttare con continuità il suo talento.
    Boyè: entra nel finale ma ha poco tempo per farsi vedere. Ha bisogno di minuti per integrarsi meglio nella tattica.
    De Luca: entra nel finale a partita ormai chiusa. Una bella soddisfazione comunque.

  33. Falque: schierato nell’inedito ruolo di interno si occupa di dettare le trame sulla fascia e si sacrifica molto. È un giocatore prezioso e intelligente anche in un momento di forma calante.
    Valdifiori: bene nel primo tempo, dove gioca molti palloni con buone aperture, cala nella ripresa e viene sostituito da Lukic
    Baselli: ancora una buona prova per Baselli, soprattutto in fase di interdizione. Sembra comunque più efficace quando si accentra

  34. Pagelle preventive
    Hart: partita sostanzialmente tranquilla per il bravo Joe. Al 20o del secondo tempo ci è sembrato incerto in una uscita alta, forse pensava al tè delle 5?
    Zappacosta: continua a correre anche oggi, mostrando un invidiabile stato di forma, bene anche nei cross e nelle chiusure. Bravo.
    Rossettini: inizialmente mostra qualche difficoltà contro falcinelli, poi cresce e mostra sicurezza con una prova complessivamente buona.
    Carlao: ancora una buona gara di Carlao, che corona la prestazione con un bel gol di testa. Va visto contro avversari più forti, ma è una bella sorpresa.
    Barreca: qualche giornata di riposo gli fa bene, torna titolare con convinzione e aggressività. Protagonista di molte buone azioni, ha il potenziale per crescere ancora.