Acquah, con la Fiorentina chance dall’inizio ma niente cartellini ingenui

13
1133
acquah
CAMPO, 18.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 4.a giornata di Serie A,TORINO-EMPOLI, nella foto: Afriyie Acquah

Il centrocampista ghanese, scontato il turno di squalifica rimediato all’Adriatico, potrebbe essere tra i titolari del centrocampo granata contro la squadra viola

Archiviata la convincente vittoria contro la Roma, il Toro prosegue il suo campionato e si prepara ad affrontare un’altra delle squadre più ostiche della nostra Serie A, la Fiorentina, allenata da Paulo Sousa, reduce dal pareggio contro il Milan. In vista della gara contro i viola, Mihajlovic sarà chiamato a scegliere chi schierare a centrocampo e, con Benassi e Valdifiori quasi certi di una maglia da titolare, l’unico dubbio dovrebbe riguardare chi mandare in campo dall’inizio tra Baselli, sotto tono nelle ultime partite, e Acquah, rientrato dalla squalifica rimediata contro il Pescara.

La scelta del tecnico serbo, orfano anche di Obi per almeno una decina di giorni,  potrebbe propendere verso il centrocampista ghanese, che assicurerebbe maggiore dinamicità e interdizione in un centrocampo che dovrà necessariamente contrastare le invenzioni di giocatori come Borja Valero, Badelj e Ilicic. Tuttavia, Acquah contro il Pescara ha peccato di ingenuità, rendendosi protagonista di due falli evitabili che gli hanno procurato due gialli già al 45′ del primo tempo. La sua espulsione è risultata ancora più grave se si pensa che proprio l’ex Sampdoria era stato tra i migliori in campo fino a quel momento e, invece, con due falli commessi per leggerezza ha lasciato il Toro in dieci per tutta la seconda frazione di gara, costringendo Mihajlovic a limitare i danni in una partita che poteva essere sicuramente sfruttata meglio, se fosse stata giocata in parità numerica, in undici contro undici.

Pertanto, la condizione imprescindibile per la titolarità di Acquah è quella che non commetta più certi errori, in grado di compromettere gare, sulla carta, agevoli per il Toro, altrimenti, un tecnico come Mihajlovic, severo e rigido come pochi, potrebbe anche non tralasciare certe ingenuità e decidere, magari, di punirle con ripetute esclusioni.

Condividi

13 Commenti

  1. Considerato il parco centrocampisti a disposizione e il modo di giocare di Mihajlovic, non capisco tutte le critiche verso Acquah! Facessimo l’infinito giro palla venturiano intorno al cerchio di centrocampo, posso capire che Acquah con quei ferri da stiro che ha avesse qualche problema. Ma nel 433 del nuovo mister fatto di pressing, contrasto, scavalcamento del centrocampo e ripartenze palla al piede, la in mezzo servono gladiatori..Io prendevo anche Rincon e Obiang fosse stato per me…
    Acquah e’ superiore a tutti gli altri in questo e anche nel dribling,e inserimento in area..
    Di che parliamo?? Certo la foga e a volte qualche tempo sbagliato gli fanno commettere qualche errore e fallo di troppo.
    Speriamo che migliori certo nell’anticipo, ma che non molli la grinta!
    Certe ammonizioni poi le prendi quando giochi in squadre da bassa classifica. Gobbi, le Milanesi raramente vedono cartellini rossi storicamente..e pure al Toro in passato lasciavano giocare qualche elemento a dir poco scabro…

    Se riusciremo a scalare posizioni in classifica e agganciare il treno per E.L. state certi che si incomincerà a dire “ha preso prima la palla” anziché dire che l’entrata e’ stata ingenua sulle gambe.

    In Italia arbitri e commentatori decidono le sorti …occorre entrare nel salotto che conta..
    Oppure comprare i fenomeni.

  2. Mi fido di mihajlovic, vedrà lui chi buttare in campo, e come e quando sostituirlo.

    Quello che è certo è che la Viola non verrà a regalarci campo e contropiedi, memore della batosta che domenica abbiamo inferto alla roma.

  3. la lettura dei commenti su Toro.it, per uno imbranato come me, diventa difficoltosa in quanto sono postati a capriccio e non seguono un ordine cronologico, quindi sovente le risposte o battibecchi avvengono prima delle domande o sentenze………………….

  4. Nella logica di premiare chi sfrutta le occasioni concesse, Acquah non dovrebbe partire titolare per almeno un mese. Ma vista l’assenza di Obi e la malinconia di Baselli, si rischia di rivederlo in campo domenica. Un idiota del genere spero venga sostituito alla prossima campagna acquisti, va appena bene per una squadra da parte destra della classifica.

    • PS: forse non è con la Fiorentina il momento giusto, ma Aramu, Lukic e Gustafson avrebbero vita relativamente facile a sostituire Acquah dopo una cappellata del genere. Un po’ come Hart: anche se ha sbagliato l’uscita a Bergamo nessuno si è sognato di metterlo in discussione e si è subito fatto perdonare (che uscite domenica!