Barreca: la prima in A è un sogno che si avvera, anche per i tifosi

22
2375
Barreca
CAMPO, 18.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 4.a giornata di Serie A,TORINO-EMPOLI, nella foto: Antonio Barreca

L’infortunio di Molinaro ha spalancato le porte a Barreca: da tempo i tifosi speravano di vedere un calciatore cresciuto nel vivaio protagonista in serie A

“Sono contento di essermi guadagnato la conferma. Con questa maglia ci sono cresciuto e ci tengo tanto”. Con queste parole Antonio Barreca, dopo la chiusura della sessione estiva del calciomercato, aveva espresso la propria felicità per essere rimasto al Toro. Ora, con quella maglia con cui è cresciuto e a cui tiene, ha anche debuttato in serie A. Per mettere la ciliegina sulla torta ad una giornata da ricordare per il terzino ci sarebbe voluta una vittoria della squadra, invece il Toro non è riuscito ad andare oltre ad uno scialbo 0-0 contro l’Empoli.

Senza dubbio Molinaro avrebbe preferito lasciargli il posto in un tutt’altro modo, non abbandonando il campo in barella a causa di una dolorosa distorsione al ginocchio che rischia di tenerlo lontano dal campo per diverse partite. L’esordio in serie A di Barreca è invece arrivato così, all’improvviso, senza neanche il tempo di effettuare qualche esercizio di riscaldamento a bordo campo, tra il fragore degli applausi provenienti da tutti i settori del Grande Torino. Perché se è vero che per Barreca il debutto nel massimo campionato con la maglia del Toro è un sogno che si avvera, è altrettanto vero che anche i tifosi aspettavano con trepidazione di vedere all’opera in serie A un ragazzo cresciuto nel vivaio con la maglia granata addosso (l’ultimo è stato Ogbonna).

Negli ultimi anni diversi Primavera hanno avuto modo di esordire in Prima squadra, da Lescano a Edera, passando per Graziano e Rosso, ma la loro storia è completamente diversa da quella di Barreca: le presenza in campo dei quattro giovani calciatori citati sono state per lo più delle apparizioni sporadiche, dettate da esigenze di risultato, come nei casi di Lescano e Edera, o per regalare una soddisfazione a giochi praticamente fatti, come accaduto per Graziano e Rosso, ma era ben chiaro a tutti, tifosi e giocatori stessi, che il futuro dei vari Primavera sarebbe stato in prestito nelle categorie inferiori. Barreca è invece al Toro per essere protagonista, dopo aver già fatto la gavetta in serie B tra Cittadella e Cagliari.

“Barreca se continua a crescere così potrà diventare il miglior terzino in Italia. Non so quando ma può riuscirci”, aveva profetizzato Mihajlovic nelle scorse settimane. Ci sarà tempo per verificare se la previsione dell’allenatore si rivelerà azzeccata, intanto il giovane terzino può gioire per la prima presenza in serie A.

Condividi

22 Commenti

  1. Come volevasi dimostrare, ovvero quello che ho sempre scritto da una paio di anni su questo e altri forum: molto bravo in spinta (meglio in difesa a 5), da costruire come difensore.
    Ora si apre il dilemma e magari si può fare un sondaggio, chi al posto di Molinaro?
    Barreca, Moretti o Zappacosta??

  2. Ragazzo giovane dotato di gran fisico. Si farà… L’avevo visto in primavera e mantiene le sue caratteristiche. molto bravo ad attaccare la profondità. Difendamolo e gestiamolo perchè è anche vero che da quando entrato lui sulla sua fascia entravano come nel burro… con lui spesso tagliato in mezzo dagli avversari. In pratica ieri la sua prestazione ci ha detto perchè può avere un grande futuro ma ci ha anche detto perchè oggi Molinaro gli è ancora davanti alle gerarchie. Calma e sangue freddo e sarà un ottimo acquisto

  3. Fiducia ad Antonio. Chi si spettava dal suo esordio il nuovo Maldini è rimasto deluso. Io credo nel ragazzo e gli va dato il tempo che merita. Potenziale ne ha, l’importante è che continui a lavorare e non si perda. Qualche buco in fase difensiva l’ha avuto, e l’avrà ancora. Fiducia e coraggio. Anche in Aramu ho speranze. Vediamo un pò strada facendo. Di sicuro la colpa del grigiore nella gara di ieri non è da ricercare in Barreca. #SFT

  4. Per avere un compendio del tifoso tipo del Toro, quello del “vai ragazzo suda la maglia e sarai sempre applaudito”, “un ragazzo della primavera in prima squadra sopra ogni cosa”, “diamo tempo al ragazzo di mostrare le proprie qualità”, vedere l’articolo sulle pagelle….Barreca massacrato. Il secondo tempo dalla sua parte si pascolava, vero…ma quanta sfiducia triste e distruttiva….sembra che i contestatori del tutto e comunque debbano spianare con il bulldozer qualsiasi cosa abbia a che fare con il Torino f.c.. Un apprezzamento a chi ha scritto qui sotto

  5. Contento per l’esordio di Barreca. Chiaro che debba crescere molto. Nel secondo tempo un po’ di voragini dalla sua parte ma il calo netto della squadra non lo ha aiutato. Sono miracolosamente riuscito a sostenere Barreto e Larrondo. Figurarsi se non sosterrò al massimo Antonio. Spiace per il mancato esordio di Aramu per il quale stravedo. Ma forse voglio vedere cose che non esistono. Vedremo. Sempre e solo Forza Toro!

  6. Deve crescere tanto in fase difensiva ma il modo in cui si è presentato (4 cross in 15 minuti di cui uno molto pericoloso) fanno ben sperare per quanto riguarda l’aspetto offensivo. Mi è dispiaciuto che nel secondo tempo si sia presentato un pò “intimidito” calandosi così nel grigiore generale…

  7. Registriamo un dato di fatto: finalmente abbiamo un ragazzo dalla Primavera in prima squadra in grado di disputarsi il ruolo da titolare. Finalmente. E’ vero, per poter essere completamente “presentabile ” in A deve ancora migliorare in alcuni aspetti importanti, perchè ieri in difesa ha lasciato troppi spazi agli empolesi, ma per il resto ci siamo e se non si adagia su quanto fatto, ed è consapevole della necessità di un ulteriore passo avanti, potremmo avere un giocatore in pianta stabile dalle nostre giovanili.
    Spero ora di poter vedere Aramu, presto, anche se solo per degli spezzoni di gara.