Baselli, batti un colpo: al Toro serve la sua mezzala

95
2097
baselli
CAMPO, 11.9.16, Bergamo, stadio Atleti Azzurri d'Italia, 3.a giornta di Serie A, ATALANTA-TORINO, nella foto: Daniele Baselli

Contro la sua vecchia Atalanta, Baselli non è riuscito a incidere. Non è la prima volta che alla qualità non si abbini la quantità

Serve qualità al centrocampo del Toro, e non può bastare Mirko Valdifiori. L’arrivo, seppur tardivo ma fondamentale, del regista in granata, non può sopperire però alle mancanze di una linea mediana che anche contro l’Atalanta è sembrata deficitaria. Pochi spunti per l’attacco, poco filtro in difesa, e spesso i palloni venivano calciati a scavalcare i tre centrocampisti, direttamente verso le punte. Ma se Marco Benassi, pur poco, ci ha provato, molta più fatica ha incontrato Daniele Baselli a giocare contro la sua ex squadra.

Di involuzione non si può parlare: Baselli è un talento puro del panorama italiano, e le sue doti sono innegabili. Non è un caso che, pur non brillando, contro il Milan sia riuscito a dare il La alla pur mancata rimonta granata, e contro il Bologna, dopo il marchiano errore che ha portato al pareggio emiliano, è comunque riuscito a entrare nel tabellino dei marcatori.

Tuttavia, proprio per questo suo potenziale, il classe ’92 ha le capacità per fare molto, molto di più rispetto a quanto visto all'”Azzurri d’Italia”. Una partita senza spunti e piuttosto in ombra non rende merito alle capacità del giocatore che fino a qualche mese fa era in orbita Nazionale e che Sinisa Mihajlovic ha voluto confermare dopo la fase di precampionato. Toccherà a lui, ora, conquistarsi (o riconquistarsi?) la fiducia di tutti: una partita storta può capitare, ma il Baselli dell’inizio dello scorso campionato, a oggi, è soltanto un lontano ricordo. Non sbiadito, il Toro lo aspetta ancora. Con fiducia.

Condividi

95 Commenti

  1. un giocatore sopravvalutato come anche benassi . Non incide mai quando la partita è tosta, solo quando i ritmi si allentano. Praticamente un senza palle . Kessie dell’ Atalanta ci ha fatt vedere chi è veramente un giovane di prospettiva

  2. Buona tecnica, discreta capacità d’inserimento e buona capacità di tiro come dimostrano i suoi gol, ma non ricordo una sua partita in cui mi abbia convinto pienamente. Con qualche gol ha salvato prestazioni mediocri. Trovargli il ruolo giusto? Finora, la riserva… Ciò premesso, ci credo ancora, ma ha 24 anni: sveglia!

  3. A tutti quelli che pensano che per essere un vero giocatore si debba essere un armadio ricordo che Iniesta è alto 171 e pesa 65 kg e Luca Fusi è 175 per 67 kg. Alla luce di tutto ciò credo che l’ esagerata fisicità non è una priorità per diventare un gran calciatore. Il problema è la testa, la posizione in campo e l’ organizzazione di gioco della squadra in cui si gioca. Baselli ha grandi capacità ma bisogna riuscire a far si che le esterni. Con Benassi, buon giocatore di serie B, e Valdifiori che gioca quasi da fermo credo sia impossibile anche per Daniele e per altri più forti di lui emergere. Troppo leggeri e disorganizzati a metà campo. Con Obi e Acquah troppo muscolari….come nella vita un buon compromesso andrebbe bene

  4. bisogna solo mettergli i giocatori giusti vicini, gente che lo protegga. È leggero e in più ragiona, deve avere quel metro in più che gli consente di usare i piedi buoni che ha. Non può farlo se vicino ha gente che non tiene la palla o non va al contrasto, perde in lucidità

  5. Baselli ho il dubbio che possa essere il nuovo Barone. Cioè un incompiuto. Per come sta in campo me lo ricorda molto. E gli allenatori non possono passare la vita a cercare di inventargli un ruolo per farlo rendere. Con tutto il bene che gli voglio.

  6. Beh, gli affari li fai con chiunque sia disposto a pagare per comprare chi tu vuoi vendere, gobbi inclusi. Vale anche al contrario, vedi uncerto Pasquale Bruno, O’animale.
    Il problema é che invce sto cialtrone di pseudo ds vende alla roma e al milan vs paghero’, a babbo morto…e dice pure ” … e’ il cliente che decide .. “… ma st’imbecille! Vuoi i 3 pezzi forti del Toro, pagare subito in momneta sonante senjnó andare a fre in…lo.
    Sto pirla dopo tutta sta sceneggiata si e fatto fare fessod a delaurentis (nonché dalla roma) a danno chiaramente del Toro, data l’evidente incapacitá tra l’altro di sapere comprare oltre che di saper vendere.
    Difesa e centrocampo sono rispettivamente piú deboli dello scorso anno e presentano le medesime carenze (nonché giocatori).
    DS cialtrone e incapace, presidente feticista delle plusvalenze.

      • Scusa, a parte l’odio, dov’è l’affare, visto che l’hanno rivenduto a più di quanto l’hanno pagato da noi? E comunque, per quanto lo si odi, è titolare in Premier ed è in nazionale. Proponiamoci di fargli da secondo Sassuolo, così è anche più comodo, stessa città

        • L’11 luglio 2013 passa dal Torino alla Giuve per 13 milioni di euro (più 2 di bonus);

          Il 10 luglio 2015 passa quindi a titolo definitivo alla formazione inglese del West Ham Utd[16] per 11 milioni di euro.

          28 presenze molte da subentrante.. non proprio un titolarissimo…

          Non credo ci abbiano guadagnato… In Nazionale poi è titolare come lo era Padelli o come Zappacosta….

          • Ci hanno guadagnato 2.3 milioni di euro. Leggi il comunicato alla borsa, non Wikipedia… ‘Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 2,3 milioni’. E nel West Ham, non una squadra di terza fascia, è titolare, visto che ha giocato quasi tutte le partite importanti. In nazionale mai detto che sia titolare, ma è nel giro da anni, non come Padelli e Zappacosta. I dati questi sono, poi lo odiamo e tutti sono contenti se pensiamo di avere rifilato una sola ai gobbi, che tra lui ed immobile si sono intascati più di 10 milioni senza fare praticamente nulla

          • Maxi@ i dati della borsa non li conosco, mi fido di quanto dici tu e di quanto riporta la tua fonte. devo dirti che esistono molti artefici per gonfiare certe cifre. I diversi organi di informazione riportavano allora le stesse cifre che ho prima esposto. Devo dirti che 15 milioni per Gobbonna sono stati ottimi per un calciatore a mio parere mediocre.
            Riguardo ad Immobile il calciatore era loro, a noi ha permesso di andare EL, di avere il capocannoniere della serie A e di incassare un bel po’ di milioni visto che se ne voleva andare verso palcoscenici diversi dove poi ha miseramente fallito.
            Detto ciò JUVE MERDA !!!!

  7. Bella la tua provocazione scappa@. Credo che se a Baselli la “clinica” giuventina riservasse lo stesso trattamento riservato a quello con “l’uccellino sulla spalla”, diventerebbe un giocatore di altissimo livello… peccato che forse certi trattamenti di bellezza tanto leciti non sono… e vengano….dopo anni prescritti….
    FVCG

  8. Baselli, come tanti altri. Parola d’ordine .. “aspettare”. Aspettare la società, il susseguirsi dei mercati, i percorsi di crescita, l’innalzamento delle asticelle, i giocatori (o perché sono giovani o perché devono “rigenerarsi”) … Salvo poi, dopo “ben” tre partite, aver già definitivamente bocciato il nuovo mister. Eh beh, non male. A questo punto, io, quanto meno per un discorso di “pari opportunità”, aspetto pure lui prima di auspicarne l’allontanamento. Poi, ovviamente, se non si dimostrerà all’altezza di svolgere il lavoro per cui è stato chiamato, non vedo drammi nel voltar pagina senza attendere altri 5 anni.

  9. In trasferta non mi sembra un centrocampo azzeccato baselli valdifiori benassi.a dirla tutta baselli non mi sembra nemmeno un giocatore professionista.ci sono sempre andati giu pesante su baselli.vediamo se mi fa ricredere.

  10. Ero contentissimo del suo arrivo l’anno scorso, mi sono dovuto ampiamente ricredere. I piedi educati non fanno un giocatore. Non penso abbia gli altri mezzi necessari per sfondare. Per me è uno dei sacrificabili x gennaio per portare in casa gente pronta (vedi Kucka).

  11. Anch’io da Baselli mi aspettavo di più ma vorrei lanciare una provocazione … visto che pare lo abbiano cercato le MERDE, voi glielo cedereste a cuor leggero sicuri di fare l’affare o prevarrebbe la paura di vederlo sbocciare con il pigiama addosso? Dalla risposta si può avere la cartina al tornasole di quanto ognuno di noi crede in Daniele…
    Io, personalmente, non mi sentirei tranquillo e sarebbe maggiore la paura rispetto alla soddisfazione di dargli un pacco alla Ogbonna (un affare economico vista la resa, anche se mi era bruciata parecchio…) .
    FVCG!!!

    • Dopo aver venduto Peres a 15 milioni con soldi che arriveranno il prossimo anno, per 20 milioni glielo avrei portato in spalla….la questione è che lo hanno chiesto l’ultimo giorno di mercato ed alla fine ci si trovava senza un centrocampista e con 65 milioni in cassa da spendere (forse) in futuro…

    • Il rendimento di un giocatore dipende da molti fattori, soprattutto da come è allenato (non solo fisicamente) e in quale contesto tattico è inserito. Il Torino FC ha vissuto una sorta di Era Glaciale Venturiana, in cui si sono esasperati alcuni schemi che da come erano impostati prevedevano il fatto che lo schema debba prevalere sull’interprete. Utile quando una squadra è priva di organizzazione, umiliante quando si deve contare sulla seconda metà dell’intelligenza calcistica: il talento individuale e l’intelligenza del giocatore. Con Mihajlovic siamo solo all’inizio di una nuova avventura, troppo presto per giudicare, ma quanto meno sembra che si voglia ritornare a giocare al calcio, che significa anche e soprattutto aver voglia di fare gol all’avversario. Baselli nell’impostazione del serbo sembra un po’ un pesce fuor d’acqua, non è rapido, non trova facilmente la sua collocazione, sembra avere scarsa fiducia in se stesso. Vedremo. Cederlo ai gobbi, con timore che possa fare bene? Né Cairo, né Petrachi di fronte l’offerta giusta si tirerebbero indietro. Fosse per me, di fronte ad un’alta contropartita lo lascerei partire, ma potendola vedere re-investita (su Óscar Guido Trejo, ad esempio), ma temo non sarebbe cosi’.

  12. Un giocatore tatticamente non da Toro che sparisce dal campo e certe volte ti chiedi se è stato sostituito, e pure ricordo giocatori della sua stazza che lottavano e correvano per 90 minuti ma forse non è questione di fisico e quel tipo di gioco che lui non ha nelle corde, tipico calciatore bellino a vedersi ma leggerino che quando la battaglia inizia lui sparisce.

  13. Tecnica e tocco di palla sono indiscutibili per me ma manca di continuità ed è inquietante come riesca letteralmente a sparire dal campo per lunghi momenti della partita. Spero maturi definitivamente quest’anno superando i suoi problemi di scarsa cazzimma e da questo punto di vista il mister può tornare utile.

    • totalmente inutile nel ruolo di mezz’ala. Speravo eventualmente in una sua riconversione come regista ma a quanto pare nessun allenatore lo vede così (ci provò Foscarini nel Cittadella ma con scarsi risultati). Ad ogni modo è la stagione della svolta, o finalmente esplode o entrerà nell’olimpo degli eterni incompiuti!

  14. ragazzi Dybala è più giovane di Baselli, tutto un altro sport, mettiamoci in testa che bBaselli non è un campione, se gli si affianca un campione a centrocampo forse può dare un suo contributo, fare da spalla, ma nulla di più…..

  15. Questa deve essere la sua stagione. O dimostra di essere cresciuto, soprattutto come personalita’ o a Giugno si trarranno le conclusioni.
    Sul modulo. Il buon allenatore adatta lo schema agli uomini e non viceversa. Ripeto la rosa e’ di buona qualita’. Magari non da Europa ma da ottavo posto sicuramente si’. Spetta a Sinisa trovare la quadra. E’ pagato profumatamente per quello.
    Se il centrocampo soffre e la difesa non e’ protetta( vedi troppi gol presi) magari si puo’ cambiare: mettere iago trequartista che possa andare subito in pressione sul play avversario, valdifiori metodistaa davanti alla difesa( come ad Empoli) e passare al 4-3-1-2.

  16. Ho sempre avuto gran fiducia in Baselli,quando lo hanno acquistato ero al settimo cielo,lo scorso anno,quando vedevo calare il suo rendimento,davo la colpa a Ventura,ora francamente sono un pó perplesso,forse il grande talento non è supportato da una gran testa,spero di sbagliarmi..

  17. scusate amici taurini se m’intrometto nel vs blog, in merito a baselli volevo dire la mia. si tratta di un buon giorcatore forse buonissimo che manca di attribute/personalità com tanti giovani di oggi ( non solo calciatori ovviamente). anche noi al Milan ne abbiamo diversi, magari accettereste lo scambio alla pari baselli con uno di questi?

  18. non lo so..
    anche l’anno scorso quando ogni scorreggia che tirava era un gol, non mi ha mai convinto, tutte le volte che lo vedo in campo..sembra che prima si sia ammazzato di pippe…
    ha piedi educati.. ma manca tutto tutto il resto.. dal fisico alla voglia..mi pare.

  19. Sapevamo che con il 4 3 3 servivano ben altri centrocampisti, tipi alla Kucka o alla Obiang per intenderci, un centrocampo con Benassi, Baselli e Valdifiori che in tre raggiungono 200 kg vengono surclassati quando trovano centrocampisti fisici, purtroppo Kucka pero’ non interessava, vero presidente.

    • Qui non si tratta di bocciare, sta dimostrando di non essere ne maturo ne forte caratterialmente. Dopo il buon inizio dell’anno scorso é praticamente stato una brutta copia di se stesso, impalpabile e montato. O esplode quest’anno o va sul mercato!

  20. Entusiasta l’anno scorso per il suo arrivo. Sul campo poche luci e tante ombre. Il potenziale c’è. È ora di tirarlo fuori. Personalmente credo che, sia lui, che il sottocitato Martinez, possano regalarci delle soddisfazioni.