Mihajlovic studia Baselli: è la qualità che serve al nuovo Toro

42
3034
baselli
CAMPO, 21.8.16, Milano, stadio Giuseppe Meazza, 1.a giornata di Serie A, MILAN-TORINO, nella foto: Daniele Baselli e Carlos Bacca

Il centrocampista granata ha confermato tutta la sua classe: ha cambiato volto alla squadra, ma non basta solo un breve impiego in partita

Il precampionato è andato a corrente alternata, e il Torino da Daniele Baselli sa che può avere, da subito, molto di più. Il centrocampista granata resta uno degli elementi di maggior valore della rosa a disposizione di Sinisa Mihajlovic: un investimento, quello dello scorso anno, che la società non vuole gettare alle ortiche, anche perché il potenziale del giocatore, è cosa condivisa da molti, non è certo ridotto all’osso. Lo ha confermato durante la scorsa stagione (soprattutto nella prima parte del campionato); lo ha fatto nuovamente intravedere quest’anno.

È infatti bastata una partita a Baselli, o meglio uno spezzone, per far capire quali possono essere le sue doti e quale il suo apporto nel 4-3-3 disegnato dal nuovo tecnico serbo: qualità, corsa, tiro e gol. Come proprio lo scorso campionato, l’ex Atalanta ha segnato alla partita d’esordio, e ha saputo dare nuovo fosforo e nuova linfa a un Toro leggermente sulle gambe, soprattutto a livello mentale. Il gol è bello, ma non è l’unica cosa che lo ha fatto mettere in luce: uno splendido tiro che per poco non ingannava Donnaruma, diversi lanci per i compagni e tanto movimento hanno fatto capire che, effettivamente, se vuole il classe ’92 ha tutte le qualità per emergere.

Ma manca la quantità, ancora. Non può, il Toro, permettersi di avere il miglior Baselli solo per uno spezzone di gara, magari nemmeno in tutte le partite. Questo vuole ora Mihajlovic, questo si aspetta l’ambiente granata tutto: Baselli potrà prendere per mano la squadra solo quando avrà trovato la giusta continuità, senza “scomparire”, come sovente accaduto in passato. E magari il Toro potrà anche ripensare al numero di volti nuovi da inserire per la linea mediana, dove la sensazione è che oltre a un metodista possa mancare anche una mezzala.

Ma non può, non deve essere Baselli l’elemento da sacrificare. Contro il Milan è stato ampiamente dimostrato. Ora deve essere lui a continuare così.

Condividi

42 Commenti

  1. E ci mancherebbe altro. Vogliamo depauperare un altro pezzo dei migliori giocatori dellos croso anno? Persi Glik, Peres e Maksimovic direi che è ora di fermarsi qui. Non cederei manco Zappacosta . Anzi a parte il fedifrago Maksi non cederei piu nessuno, terrei pure la vecchia guardia, Vives in particolare per fare spogliatoio e entrare in campo in caso di bisogno o infortuni .
    Baselli puo giocare da mezzala sx ma anche in mezzo, basta dargli fiducia. E’ ancora leggerino fisicamente ma se protetto da due mastini come Acquah e Obi e in futuro magari Kucka, puo dire la sua.
    Poi un po di tattica per coloro che ancora non avessero capito. Gli erroi difensivi con il Milan sono naturali e figli del cambiamento senza scordare che 2 dei 4 erano arrivati solo 2 gg prima…
    Passare dal 532 al 433 è tutto tranne che semplice. Infatti gli errori piu grossi li hanno fatti Molinaro e Moretti , non i due nuovi arrivati. Perchè? Perchè abituati a difendere in 5 con Glik al centro a spazzare e turare falle. Con il 433 il centrocampo deve fare piu filtro ed ecco perchè si cerca un mediano che detti i tempi e una mezzapunta forte alla Kucka. Sinisa è piu offensivo di Ventura quindi piu rischi pressing alto piu gol subiti ma anche fatti. Fiducia fiducia fiducia anche in caso di probabili altre sconfitte. Fino a Ottobre vedremo ancora, sempre meno ovviamente, errori come quelli di Milano e poi non giocheremo sempre su un campo per noi storicamente difficile . Forza Ragazzi

  2. secondo me devono fargli fare degli allenamenti personalizzato, deve acquisire in potenza fisica, ma tecnicamente è un ottimo giocatore non si discute, anche se condivido con qualcuno che giocherebbe meglio da trequartista, è il suo ruolo

  3. RiminiGranata: bisogna correggere un po’ i tuoi numeri (a quanto riportano altri siti).

    Possesso palla: Torino 43%, Milan 57% (non 60% Torino come hai scritto tu).

    Quando il Toro aveva la palla, ha passato il 61% del tempo (cioe’ 26% del tempo totale) nella meta’ campo avversaria e il 39% nella propria meta’ campo.

    • @moderato,

      Ho riportato i numero della gazzetta!

      Vuoi dire che si è già Cairizzata?

      Comunque, numeri a parte la partita la abbiamo giocata.
      Siamo rimasti in partita fino al 94′.

      Forse era calcio d’agosto forse era il Milan più scarso di sempre.

      Su calcio mercato non saremo mai tutti d’accordo e per come sta tirando l’aria la vedo male. Ma il campo ha detto che con qualche uomo giusto quest’anno c’è la giochiamo di più!
      E’ chiaro che venire sepolti da goal non fa divertire nessuno ma quest’anno un po’ di spettacolo in più pare garantito.

  4. Non so se sia fenomeno o meno però, secondo me, ha semplicemente fatto bene perchè è entrato quando gli altri erano stanchi ed avevano pure tirato i remi in barca favorendo il nostro arrembaggio finale. Le potenzialità di ognuno si valutano più oggettivamente ad inizio partita, e specie sullo 0-0, quando non ci sono squilibri tattici che possono favorire questo o quello.

  5. Livello del campionato italiano sempre più in picchiata… Basterebbe veramente uno sforzo non sovrumano per uscire dalla mediocrità… Basterebbe NON avere un presidente che se ne sbatte del Toro ed un ds dalle capacità che non vanno oltre una rivoluzione di peones

  6. @RDS,

    Sarebbe interessante sapere l’impressione generale di chi era a presente a San Siro.

    Mihajlovic in panca, la reazione dei giocatori eccc cose che la TV non può cogliere…

    Quando tutti massacravano GPV e esaltavano il nome di Mihajlovic io scrissi, Che rispetto al passato Mihajlovic sarebbe stato un allenatore molto divisivo e che saremmo dovuti essere più pazienti.

    Non pensavo certo che avrebbe spaccato il forum alla prima partita.

    Alcuni segnali di San Siro sono importanti. Chi li nega e’ disfattista cronico!
    Ci siamo presentati con una difesa rattoppata in 3giorni.

    Abbiamo fatto 60% di possesso palla e un baricentro 51mt.
    Vuol dire che per il 30% avevamo noi palla nella metà campo avversaria contro il loro 20%..

    Questi sono numeri che dicono molto, non poteva accadere con GPV e non accadeva comunque da molto tempo.

    Il punto e’ solo uno e’ tutti ci GIRIAMO INTORNO.!

    QUEST’ANNO se CAIRO VUOLE CI PUÒ REGALARE UN GRAN ANNATA.

    Noi ci accontentiamo di meno di SAPONARA!
    Tre acquisti mirati per reparto e un portiere CON I 20ML in banca del desaparesidos, ci salterebbero fuori benissimo si Vuole e
    METTEREBBE TUTTI D’ACCORDO.

    La storia di Cerci (venduto al fondo investimento quando arrivò RubenPerez sempre dal fondo ma reso pubblico solo alla fine come anestetico) non l ho bevuta 2 anni fa.
    Se si ripete quest’anno mi incazzerei Molto!!

    ,

    • Io mi riferivo solo al fatto che Ljajic non si è fatto male per un’entrata di Romagnoli ma al contrario su una sua entrata su Romagnoli e probabilmente non avendo visto il replay a @sempregranata dalla tribuna è sembrato il contrario, su Cairo e quel che potrebbe e non fa io me ne sono accorto da tanto, prima con il caso Cerci-Amauri e a seguire a gennaio quando con la squadra in corsa sia in Coppa sia in campionato per un posto nella stessa non seppe far FI meglio che presentarsi von il Tata. Io al contrario tuo dopo aver ceduto Maksimovic mi accontententerei solo di Obiang, un buon portiere e un buon centrale,

  7. In mezzo a due corridori come obi e acqua puo giocare benissimo come centrale.
    Era una situazione in cui si doveva recupare certo, ma lo si è fatto giocare a due con 4 punte, si puo tentare di farlo giocare al centro dei tre di centrocampo dietro le tre punte. Tanto il nuovo regista non arriva manco st’anno, tanto vale provarlo dove tra l’altro gia giocava anche nell’atalanta.

  8. Mah….secondo me.con quel fisico li e quel temperamento li in serie A sei un comprimario.i piedi e il tiro ci sono.è il resto che manca.concordo che forse potrebbe fare il fantasista in appoggio alla punta.ma per sfruttare il suo tiro,non per altro.riguardo al suo impatto alla gara di domenica il solito discorso.milan sulle gambe e lui brevilineo sale in cattedra.sará un caso che le sue migliori gare al toro sono fi agosto-settembre e maggio??

    • Scusa forse non seguivo ho capito male, ma se parli di baselli, guarda che Non è un brevilinio, è magro ma è alto. E poi sto fatto del fisico, son d’accordo è molto importante, ma ci sono molti centrocampisti di altissimo livello, che rimangono magri: jorghinho, marchisio, lo stesso pirlo non era un fisicato..
      Certo metti la classe di baselli ad acquah e ti ritrovi pogba o quasi, ma baselli puo irrubostirsi un po ma puo giocare benissimo in tutti i ruoli del centrocampo, gli stessi centrocampisti della spagna son tutte mezze seghe, eppure…

  9. ‘Azz, scusate…. dicevo, chissà quanti di quelli che commentano erano allo stadio… Penso pochi, avrebbero visto un’altra partita. Baselli non ha potuto giocare dall’inizio perché non stava bene. Entrato lui abbiamo fatto gioco di migliore qualità, lui ha segnato e abbiamo dominato. Miha , conoscendo il Milan, ha voluto inizialmente una squadra più fisica , e bene ha fatto , perché quelli del Milan hanno PICCHIATO dall’inizio alla fine (chiedere a Liajic). Antonelli, Paletta e compagnia sono una manica di picchiatori che manco il Muntari dei tempi belli.
    Rammarico vero deve esserci solo sul fatto che a tirare il rigore avrebbe dovuto andare MaxiLopez e non Belotti, che non è un rigorista.
    A dispetto dei soliti lamentosi, la squadra c’è e, al netto di qualche aggiustamento, si farà onore quest’anno.

    • Scusa senza offesa, ma hai detto delle inesattezze forse perché essendo allo stadio non hai replay, l’infortunio di Ljajic è dovuto ad un entrata con foga dello stesso su Romagnoli e non il contrario,
      capitolo rigore, Belotti aveva sempre segnato su rigore, Maxi l’ultimo tirato (escludendo quello con il Benfica) lo ha sbagliato all’ultimo minuto contro il Carpi se non sbaglio, potevi farlo battere a Maxi solo se eri un veggente.

      • In TV si vede solo l’azione laddove è il pallone. Allo stadio si osserva meglio, dall’alto, la disposizione dei giocatori nel complesso, si apprezza meglio la velocità (o la lentezza), la distanza , la difficoltà e/o la genialità di certe giocate. Ad esempio, pochi mi sembra hanno rilevato che Boye ha mostrato domenica grandi qualità, sia per come ha tenuto palla sia per i dribbling e gli scatti, sia per come si è sempre proposto ai compagni per dettare passaggio (cosa che non sempre in TV si percepisce). Poi la TV ha dei vantaggi, tipo il replay, ma dal vivo secondo me si apprezza meglio il complesso delle squadre. Oh, opinione mia, neh.

        • D’accordo sul fatto che allo stadio si veda meglio la disposizione della squadra e che si possano osseervare meglio i movimenti senza palla, anche se ultimamente le TV (in particolare si notava agli Europei) cominciano a privilegiare le inquadrature ampie rispetto ai primi piani inutili. Primi piani che però hanno messo in luce la testardaggine di Boye nel voler dribblare anche l’erba… ma il ragazzo si farà.

  10. Baselli tecnicamente non si può discutere, fisicamente si. Se sarà più continuo e si troverà la giusta collocazione tattica diventerà un giocatore importante (ho detto poco). Cmq in una squadra povera di tecnica come la nostra (attualmente) lui mi vien da dire che sia quasi imprescindibile. #SFT

  11. Io sono da sempre un detrattore di Baselli e devo dire che il gol di domenica mi ha stupito. Concordo molte volte con @mondotoro e credo che in un 4-2-3-1 lui possa giocare dietro le punte. Solo non capisco che giocatore serva a fianco di Acquah. Credo un Valdifiori possa andare. Comunque tornando a Baselli. Domenica è entrato e pensavo all’imbarcata, infatti ha perso un pallone sanguinoso sul pressing Milan e ha regalato una palla gol, poi però con due giocate è salito in cattedra. Esagerati i giornalisti a dire che Miha ha sbagliato a non metterlo per Obi. Certo che per tenere Martinez in campo poteva schierare lui. Peggio non avrebbe fatto, meno non avrebbe coperto. Martinez è solo una seconda punta di rapidità … O meglio, io non lo vedo in allenamento, ma da esterno mi sembra assurdo. Fargli poi battere la punizione che era un mezzo rigore … Lasciamo perdere va!!!!!!

  12. vero,che ha molta classe e pure a me piacerebbe vederlo in campo,ma ci vuole anche forza fisica a centrocampo,qualcuno deve darla e non può essere lui,vedremo in seguito quando la rosa sarà completata anche con i rientri degli infortunati

  13. Quando è entrato Baselli ho davvero temuto la disfatta. Si giocava un 424 con Daniele a fare uno dei due centrocampisti. Invece questa soluzione disperata totalmente d’attacco ci ha fatto prendere campo. Ed è stato bello vedere Maxi con Belotti, cosa ancora mai successa quest’anno. Tornando a Daniele, è un giocatore d’attacco con grandi idee. Però se c’è da difendere sembra ancora tanto leggero e ballerino. Vedremo.