Belotti fa 70: c’è sempre più granata nella storia Azzurra

96
2647
Belotti
CAMPO, 28.8.16, stadio Olimpico Grande Torino, 2.a giornata di Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: Andrea Belotti

Dopo il Gallo, da De Silvestri a Benassi sono in tanti i calciatori che possono incrementare il numero di granata nella nazionale italiana

Quando, al 73′ di Italia-Francia, Giampiero Ventura ha fatto entrare in campo Andrea Belotti al posto di Eder il contatore dei calciatori del Toro che hanno vestito l’azzurro della Nazionale si è aggiornato arrivando a quota 70.

Nei 106 anni di storia della nazionale di calcio italiana, erano infatti stati 69 i calciatori granata a guadagnarsi almeno un minuto con la casacca azzurra addosso prima del Gallo. I primi due furono Enrico Debernardi e Domenico Capello, il 15 maggio 1910, in un’altra Italia-Francia: una partita storica perché è stata la prima in assoluto della nazionale italiana. La gara si disputò a Milano, a vincere fu l’Italia con un netto 6-2 a cui contribuì anche Debernardi che segnò il quinto gol azzurro. Il legame tra il Toro e la Nazionale è diventato più forte che mai negli anni ’40, grazie ai vari Mazzola, Loik, Maroso, Bacigalupo e compagni. L’11 maggio 1947 furono addirittura dieci i calciatori granata a scendere in campo nell’undici iniziale contro l’Ungheria: l’unico assente fu il portiere Bacigalupo. L’ItalTorino vinse 3-2 grazie ad una doppietta di Gabetto e a un gol di Loik (il momentaneo 2-2 ungherese fu messo a segno da una vera e propria leggenda del calcio: Ferenc Puskas). Prima di Belotti, l’ultimo calciatore che aveva fatto aggiornare il contatore dei granata nella Nazionale azzurra era stato Emiliano Moretti, che detiene il record del più anziano debuttante nella storia dell’Italia.

Andrea Belotti è arrivato all’esordio in Nazionale da capocannoniere della serie A, con ben quattro reti messe a segno nelle prime due partite. Un bottino sicuramente di tutto rispetto ma che sarebbe potuto essere ancora più ricco se non avesse fallito i due calci di rigore tirati: il primo contro il Milan al 95′, il secondo contro il Bologna. Se il Gallo manterrà l’attuale stato di forma nel resto del campionato, sicuramente le su presenze in Azzurro non potranno che aumentare. E chissà che presto non ci possa essere anche il 71° e il 72° giocatore del Toro in campo con l’Italia: Valdifiori, De Silvestri, Benassi, Zappacosta e Baselli hanno tutte le carte in regola per puntare quella maglia azzurra che al momento hanno perso o che finora hanno solo sfiorato.

Condividi

96 Commenti

  1. “..Fu proprio questo individuo per primo ad uscire il discorso in un contesto…” E tu saresti AMMERIGANO? Se è necessaria una colletta per regalarti un mappamondo, a world map, così capisci dove sono gli IUESSEI, io la soldi li esco senza problemi, without any problem. Right now! Bye bye hunchback!

  2. @toroforever, effettivamente sarebbe l’ora che venga presa una decisione in merito a questo personaggio che offende con un campionario che va dal dileggio verso gli “anziani” se si può definire uno di 50 anni anziano, al sessismo, per non parlare di giorni addietro quando ha tirato in ballo tragedie per farsi pubblicità.
    Nella stessa seratadi ieri ha avuto accesi diverbi conditi con offese varie con ben 6 utenti, visto che la redazione ha messo dei paletti addirittura a chi scrive in maiuscolo non vedo cos’altro deve far costui per esser bannato.

    • Già l’uso dell’aggettivo anziano meriterebbe educazione,
      Usare “vecchio” è di già insulto….lingua italiana, questa sconosciuta.
      Come scriveva @Lovi l’unica è, anche se a volte è davvero difficile, ignorarlo.
      Ma la Reda spero, di nuovo, intervenga.

  3. @deankeatonbig,
    Lo posto anche qui, ci tengo che tu lo legga.
    Non ti ho esattamente “cercato”.
    Capisco che tu abbia pensato allo scambio nostro ultimo dove, in ogni caso, non avresti dovuto usare quelle espressioni verso nostri tesserati.
    Non è questo il caso di stasera dove, anzi, mi rifacevo ad una tua risposta di venerdì 14.40 all’utente OSSERVATORE dove lo assimilavi ed accomunavi, giustamente a quell’altro di cui parlo poco più sopra, quello “d’oltreoceano”.
    Giustamente, appunto.
    Insomma ti davo ragione.
    Un saluto.

  4. Valentino,purtroppo veri e puri granata come noi ne sono rimasti pochi,mi trovo in linea con te,con Kurtz e con pochi altri,il resto é fuffa,parvenù,sociologi,espressione politicamente corretta di gente vuota che niente a che vedere con la nostra passione,lasciali ragliare,tanto è gente che conta come il due di picche,che si fottano… Fino alla morte con il Toro nel cuore.

  5. @deankeatonbig, leggere i tuoi commenti mi rinfranca, per fortuna ci sono ancora persone che vivono il Toro come lo vivo io. Qui i provocatori e i gobbi la fanno da padrone nascosti dall’anonimato, gente che vive davvero una vita vuota. Chi loda Cairo come se fosse un santo senza nemmeno argomentare, chi tifa per i gobbi, sarebbe gente da ignorare ma so bene che a volte non è possibile farlo. Per tutti loro ripeto una frase che diceva sempre un vero granata….solo il Toro, il resto merda.

    • A Valentì, ti rinfranchi con poco. Siete anziani e siete voi che avete una vita vuota se alla vostra età vivete solo di calcio. Di solito si vive di famiglia, di figli, di amici, di donne, di buon vino, di buon cibo, di un lavoro soddisfaciente ….. vivere di solo Toro sarebbe riduttivo anche fossimo i campioni d’Europa. Fra l’altro, foste dei bambini sognatotori, ci starebbe anche, il paradosso è che vivete solo di calcio convinti che il sistema sia malato e taroccato. Io, dal vuoto del mio cervellino ti dico svegliaaaaaaa. Delle due una: o sei innamorato del calcio e quindi sei convinto che sia tutto vero; oppure credi che il calcio sia truccato, manovrato dai poteri forti (dalla Juve merda) e allora non ha più senso tifare. Io non so quale sia la verita ma tu una risposta te la devi dare. Essere tifosi doc, star male per il Toro ed esser consapevoli che si sta male per uno spettacolo truccato ….. beh lasciatelo dire non sembra essere una cosa molto intelligente, specie per uno di una certa età che dovrebbe fare della maturità e del l’equilibrio di giudizio uno dei suoi punti di forza. Infine concludo dicendo che non mi sembra di aver visto i tuoi personali pubblicati sul sito.

      • Osservatore mi fai quasi tenerezza lo sai?io vivo per il calcio? Io sono anziano?io vivo per il Toro?Ma giusto da solo ti puoi quotare. Io te lo ripeto se vuoi parlare con me ci scambiamo le mail. Ma tu sei un piccolo provocatore da tastiera e non lo farai mai giusto?E che cazzo vuol dire l’ultima frase che hai scritto? dai torna da lapo che parlate uguale. Ciao gobbo, per me le uniche cose che contano sono i valori che il Toro rappresenta, quel Toro immortale che né il sistema marcio, né i gobbi, nè cairo nè tantomeno quelli come te riusciranno mai a infangare.

  6. A’ Nandò Merico’ c’hai fatto un par di cojoni grandi come na casa co’ st’America, ma vattelo a pijar ner c…o te e Trump e tutta Maiemi (Miami) e vai va……nun ce frega un c…o te do vivi, noi stamo bene in Itaja lo voi capi….eh che c…o!

  7. @Bacigalupo, i tentativi di ristabilire nel loro corretto essere le cose come stanno è encomiabile e ti fa onore, davvero.
    Ma non li meritano.
    Gente che mette la piega nel bianco della bandiera tricolore del suo avatar a forma dell’iniziale dei ladri di venaria o accusa il Toro di favoritismi per un a scarpa del nostro attaccante in presunto fuorigioco…..o individui che impestano il forum di commenti da fighi e “self-made man” per far i piacioni e simpatici.
    Come ha lasciato intendere @Deankeatonbig chi si somiglia si piglia. a quanto pare.
    Non meritano la tua attenzione né quella di altri.
    Ignorali.
    Un saluto.

  8. TUSA vedi io non ti ho offeso per l’età o per un problema di salute che tu mi attribuisci e se fosse vero saresti davvero offensivo come tuo solito. Io sono entrato nel merito delle tue affermazioni che ripeto ho trovato sgradevoli anche la redazione le ha trovate poco consone ed infatti ti hanno bannato. Prendere in giro le persone per eventuali problemi di salute e’ da vigliacchi.

  9. ToroUSA dopo il suo post che ho definito vergognoso avente per tema la tragedia che ha colpito l’Italia centrale abbia il buon gusto almeno di chiedere scusa per le nefandezze da lei scritte. Lei può scrivere ogni castroneria riguardante il Toro ognuno di noi legge e si fa un’opinione la mia ad esempio e’ che lei millanta una vita a Miami che non avrà mai e sfoga le sue frustrazioni in questo modo, non le e’ permesso però speculare sulle disgrazie cosa che lei ha fatto. E’ triste che al mondo vi siano persone con così poca sensibilità come lei.FVCG

  10. Sono tutti commenti giusti. Comunque io a Darmian lo seguo sempre con affetto non solo perché ex Toro, ma anche perché umile, sempre pronto ad imparare con il risultato finale di superare i propri limiti. Insomma un modello di uomo sia nello sport che nella vita

  11. Scusate se mi intrometto, ma partendo dal presupposto che siamo in democrazia e bla,bla,bla…posso capire far tifo per l’Italia, come faccio anche io quando gioca la nazionale con merde vestite d’azzurro, però per un vero granata è inconcepibile tifare le merde nelle coppe e penso che il dislivello fra noi e i gobbi non dipenda se gli odiamo o meno, ormai purtroppo non ci è rimasto che quello.

      • Io sono granata all’acqua di rose. Come detto altre volte, rispetto a voi tifosi veri, mi son spesso definito un semplice simpatizzante. Chiarito questo, chechè ne dica @ Dean che ho una vita mediocre non è sufficientemente mediocre per gioire delle disgrazie degli altri. A me fa piacere solo quando vinciamo noi, le sconfitte degli altri (peraltro si apprestano a vincere il 6° titolo consecutivo …. battendo anche uno degli ultimi record che avevamo) mi lasciano indifferente. Mal comune mezzo gaudio? Non è roba per me. E’ come esser giovani ed andare a figa senza riuscirci. Siccome tu non ci riesci trai gioia dal fallimento dell’amico? Bye

        • Tu amico……. una cosa sola non capisci il calcio inteso come tifo, non è una colpa assolutamente, ma non puoi venire fu un sito dI calcio pieno di tifosi a fare Madre Teresa di Calcutta, poi di calcio tu te ne intendrtai più di tutti noi messi assieme, ma non sei e no sarai mai un tifoso e credimi non te ne faccio una colpa, probabilmente tu la domenica se il Toro perde non stai male come noi e ti invidio per questo.

          • Quando ero giovane stavo male anch’io. Ora me ne dispiaccio solamente. So calibrare sconfitta e sconfitta. So capire quando è stata colpa di un furto arbitrale, quando è stata colpa della codardaggine tattica del fu Vate e quando la sconfitta è frutto semplicemente della somma del divario tecnico che c’è tra la nostra squadra ed un’altra. Nei primi due casi sto un po’ male nel terzo la ragione ha il soprravvento sul cuore. Allo stesso modo so calibrare una vittoria. Assolutamente meritata quella col Bologna della settimana scorsa, assolutamente casuale (tanto per esemplificare) quella fatta a Bergamo alcuni anni or sono. Cmq senza polemizzare ulteriormente, non faccio Madre Teresa. Ogni tanto ci sono anche cose scomode da dire non è che mi devo uniformare al 100% con tutti e non dirle perchè siamo ospiti di un contenitore granata. A volte mi capita di essere d’accordo col partito pro Cairo a volte co gli anti-Cairo. Dipende da che si dice e come si motivano i fatti (spesso c’è una ragione nell’agire umano). Stammi bene. Non so tu, posso solo dirti che quest’anno io soffrirò meno, perchè anche quando non arriverà il risultato almeno avremo la certezza di averci provato, non è poco.

  12. Deank@ a me non piace offendere. Per cui la definizione ectoplasma riferita ad un altro utente non mi piace. In ogni caso più volte osservatore ha ribadito di tifare per tutte le italiane nelle coppe squadra di Venaria compresa. Te lo potrà confermare ed argomentare lui stesso

  13. Odiate i gobbi? Bene, ma facendo come fate continuate a fare di tutto per renderli importanti. Ignorateli, liberatevi dalla sudditanza psicologica insopportabile che vi portate appresso. Cominciate col derby. Non è la partita è una partita. Tornerà ad essere LA PARTITA solo quando ci sarà equilibrio di valori tecnici. Non siamo più negli anni settanta. Continuate a puntare tutta la stagione su 2 partite che abbiamo continuato inesorabilmente a perdere e vi fate il fegato amaro per nulla. Fanatici

  14. Io guardo lan aziona solo c è qualcuno del Toro…tifare per gente che la domenica si mette la maglia delle merde, proprio non posso., anche se ho sempre detestato gli striscianti intesi come società, i giocatori un Po meno.

  15. E ti svegli alle 6,49 del sabato mattina per dire ste amenità? Frasi fatte, preconcetti, complottismo ed autoerotismo …. insomma tutto il campionario del granata medio. Quello che siamo e che non dovremmo essere se solo volessimo scrollarci di dosso, per una buona volta, quell’eterno senso di incompiutezza, inadeguatezza e sfiga che fedelmente ci accompagna. Non ti invidio, grazie di avermi regalato un buon giorno.

  16. A me della nazionale non frega proprio niente e tantomeno di vederci i nostri giocatori,è sempre stata un covo di strisciati e di tifare per i gobbi proprio non ce la faccio,i granata devono spremersi per i nostri colori tanto in azzurro sono sempre stati vituperati,Claudio Sala e Pulici in primis… Infatti godo ogni volta che perde,da sempre…

          • Osservatore @ pure i tuoi amici gobbi cercavano Matteo Darmian e quell’incompetente che ha vinto il triplete co l’Inter se l’è tenuto… Ma sicuramente di calcio ne capisci di più tu.

          • Sono tutti commenti giusti. Comunque io a Darmian lo seguo sempre con affetto non solo perché ex Toro, ma anche perché umile, sempre pronto ad imparare con il risultato finale di superare i propri limiti. Insomma un modello di uomo sia nello sport che nella vita

          • @ dai Julian – Intendiamoci anch’io lo apprezzo come uomo, ci mancherebbe. Lo apprezzo anche come calciatore, ma, siccome probabilmente sono meno tifoso dei tifosi veri, credo di aver conservato un minimo di obiettività che da ste parti scarseggia. E’ un buon giocatore, un ottimo giocatore per la nostra dimensione ma, come detto, se non sei in grado di saltare l’uomo alla nazionale o a club che puntano a vincere campionati e coppe non servi. Se non crei superiorità numerica nella tua zona di campo, o la crei solo raramente, non sei utile alla loro causa. Spero di essere stato sufficientemente educato e diplomatico per spiegare il concetto. Bye

          • @ Osservatore – concordo con il tuo commento. Avevo notato anche io che a volte Darmian si trovava in difficoltà a superare l’avversario, specialmente se il difensore avversario è di valore. A tal proposito mi ricordo le sue problematiche in Zenit-Toro contro Criscito. Non riuscì mai a superarlo. Però, come ti dicevo, lui non si abbatte e al ritorno fece una gran bella partita.