Belotti e la sfida del cuore: “Tifavo Milan ma ora voglio il colpaccio”

10
1584
CAMPO, 13.8.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 3.0 turno di Coppa Italia, TORINO-PRO VERCELLI, nella foto: Andrea Belotti

Andrea Belotti atteso dalla prima di campionato: guiderà l’attacco del Toro contro il Milan a San Siro domenica alle 18 nella sfida ai rossoneri

Un giocatore più maturo quello che si presenta ai nastri di partenza della Serie A. Andrea Belotti, punta di diamante dell’attacco granata, ne è consapevole: “Sento di essere migliorato tanto già nel corso della scorsa stagione, di avere più fiducia in me stesso, nei miei mezzi. Su alcune giocate sono più sicuro, grazie ai consigli dello scorso anno e di quelli di mister Mihajlovic”, ha detto a Sky l’attaccante. 

Poi sugli obiettivi: “Se il sogno Europa dovesse arrivare sarà tanto di guadagnato, noi dobbiamo pensare a fare più punti possibile, concentrandoci su una partita per volta”. L’avversario di domenica, il primo del campionato, sarà il Milan: era la squadra del cuore dell’attaccante granata. “Il tifo per il Milan? Nato per caso. Mio fratello mi portava a vedere le partite del Milan perché era un tifoso sfegatato. Da quanto ho iniziato a giocare la passione si è spenta, specialmente da quando sono diventato un professionista, penso solo alla squadra in cui gioco. E se ci sarà da sfidare il Milan, come accadrà domenica, cercherò di fare qualcosa di importante, così da tentare il colpaccio”.

Condividi

10 Commenti