Belotti si ferma: risentimento muscolare alla coscia destra

79
5280
convocati
CAMPO, 28.8.16, stadio Olimpico Grande Torino, 2.a giornata di Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: Andrea Belotti

Belotti resta a disposizione di Ventura ma rischia di dover saltare la partita contro Israele, valida per le qualificazioni al Mondiale, di domani sera

Andrea Belotti rischia di dover saltare la partita di domani sera tra Israele e Italia, valida per la qualificazioni al prossimo Mondiale, a causa di un risentimento muscolare alla coscia destra.

L’attaccante del Torino, dopo il test contro gli Allievi del Bari, non ha partecipato neanche all’allenamento di rifinitura a causa del problema muscolare che lo ha colpito. Belotti resta comunque a disposizione di Ventura per la partita di Haifa contro Israele, ma al momento è del tutto improbabile un suo impiego. Le condizioni del Gallo verranno valutare dal dottor Castellacci, il medico della nazionale Azzurra.

Condividi

79 Commenti

  1. Sono d’accordo con Kurtz e aggiungo che sia come valore che come appeal di squadra ne abbiamo da guadagnare.
    GPV è passato, ora non c’è più.
    Ringraziamolo, cmq, per quanto ha fatto di buono, che sicuramente è molto ma molto di più di quanto cattivo possa aver fatto al Toro.
    Mi preoccupa molto più una campagna acquisti, l’ennesima, basata su scommesse in prestito e non di giovani di proprietà come lo scorso anno.
    Mi preoccupa molto di più l’ennesima gestione dilettantesca di un mercato che ci ha visto cedere 3 big ed incassare soldi solo da 1; il resto dal prossimo anno per le tasse da pagare?
    Il bilancio è sacro, ma rimane il bilancio di una società di calcio e se vendi 3 big devi prendere 3 big all’altezza, non scommesse da rigenerare o prestiti secchi, anche se eccellenti, come Hart.
    Non vedo progettualità se penso a Rossettini per Glik o una fascia sinistra con Molinaro, Avelar e Barreca dove solo l’ultimo ha prospettive vere.
    Non vedo progettualità nello stesso centrocampo dell’anno scorso con la sola, lodevole anche sono eccelsa, eccezione di Valdi per Gazzi ma senza una mezzala di spessore alla Kucka.
    Ma io ho il brutto vizio di guardare la trave nell’occhio e non la pagliuzza…
    Detto questo preghiamo che non sia nulla di grave, cazzo…..

  2. ma lascia che si divertano così nn hanno senso di esistere se nn in questo forum col pigiama e le pantofole davanti ad un PC, insultano i Guruboys (come li chiamano loro) senza accorgersi di essere loro stessi ossessionati da GPV nonostante non sia più l allenatore del Toro, in assenza di argomenti devono insultare qualcuno o qualcosa per sentirsi vivi e importanti, spalleggiandosi a vicenda si fortificano ma quando spengono il PC ritornano nella loro POCHEZZA

  3. Tutti genuflessi al cospetto del Vate!!! Senza il suo libidinoso frullare non saremmo nulla. Peccato che adesso sia a cogliere i frutti rigogliosi del suo talento sulla panchina della nostra nazionale, sulla quale gli auguriamo di sedere per almeno due lustri, per pervenire quindi al riposo della pensione, senza rischiare di tornare a perdere il suo tempo con una squadretta come il nostro Toro, la cui storia, prima del suo avvento (dopo le gloriose festa accumulate su panchine leggendarie come quelle di Pisa e Bari), altro non fu che un susseguirsi di Licata e Cittadella.
    Grazie Giampiero, del prezioso tempo che ci hai generosamente donato.

  4. A proposito di Gomis! C’è un problema!
    Il Bologna ha deciso di non inserire Antonio Mirante nella lista definitiva dei 25 calciatori schierabili da Roberto Donadoni in campionato.
    ECCO IL PROBLEMA…
    Particolarità del ruolo del portiere è che quest’ultimo può essere reinserito in lista in qualsiasi momento della stagione, a differenza degli altri calciatori esclusi, che non saranno utilizzabili fino alla sessione di mercato di gennaio.

    Ciò significa che se Mirante dovesse recuperare e riprendersi in breve tempo, il Bologna potrebbe subito inserirlo nella lista al posto di Gomis.

  5. @osservatore ma tu ti ricordi le capelle che facevano glik , darmian, Belotti, cerci e benassi quando sono arrivati. Poi siamo andati in Europa, loro sono andati in nazionale e noi abbiamo preso un sacco di soldi. Se si vuole crescere ed investire ci vuole tempo e coraggio chi vuole la pappa pronta allora compra giocatori già fatti di cui saprà già che non guadagnerà niente.

  6. i giocatori si rompono… per quello le squadre strutturate che puntano in alto comprano alternative valide per ogni ruolo… io mi chiedo quale sia la nostra per il ruolo di centrale e di terzino sx, ad esempio… o come si gestirà la mancanza di Acquah (quella sì sicura e non solo possibile)…

  7. Non pensate sia un grande controsenso volere giocatori forti e poi non mandarli in nazionale?????anche i calciatori hanno i loro sogni giustamente e vincere con la propria nazionale deve essere il massimo .pensate al 1982 o al 1996 non pensate che dovremmo ringraziare quei giocatori????

  8. Nella migliore delle ipotesi Belotti dovrà stare a riposo qualche giorno e conseguentemente non in condizione ottimale per Bergamo e comunque a rischio aggravamento dato che fa della fisicità e non del cesello la sua arma migliore, Maxi a riposo 2 giorni fà e non certo con 90 minuti nelle gambe, Ljaijc fuori causa…..potrebbe andare peggio?

    • Se vogliamo i giocatori forti, se vogliamo che gli altri pensino che abbiamo giocatori forti, se vogliamo che gli altri pensino che abbiamo giocatori forti e si convincano a pagarceli a caro prezzo …. suppongo che serva anche andare in nazionale.

  9. Ha corso come un pirla, in un amichevole, per fare contento quello che tra qualche tempo, all’ennesimo flop raggiunto, dirà :”Sfido chiunque a vincere qualche trofeo con la nazionale italiana, brasiliana o tedesca”… Pensi al Toro invece che partecipare al canto del cigno di un borioso opportunista. Che con i belin e i belan non si vince ne si governa nulla.

  10. Torino, dalla Spagna: vicino l’arrivo di Marica

    L’attaccante è svincolato dopo l’avventura allo Steaua Bucarest
    TORINO – Colpo a sorpresa per il Torino che sarebbe pronto a pescare dall’elenco degli svincolati. Secondo un portale spagnolo, i granata sarebbero vicini all’accordo con Ciprian Marica, attaccante classe ’85 libero da vincoli contrattuali dopo l’ultima avventura con la maglia della Steaua Bucarest. Il giocatore sarebbe atteso addirittura a breve in Italia per le firme.

  11. Ad ogni convocazione in nazionale cresce il suo valore. Ad ogni goal in nazionale cresce il suo valore. State scherzando a ripudiare le convocazioni. Se vi sentissero Cairo e i nuovi tifosi 2.0. Noi lottiamo per la Champions delle plusvalenze e del bilancio. Non dmenticatelo.