Belotti: “Toro, entusiasmo sorprendente”

17
1001
belotti

L’attaccante granata: “Mai accolto da così tanta gente, da brividi. Belotti in Nazionale? Dipende solo da me, non da quanto mi conosce Ventura”

Tra circa 5mila tifosi, si è allenato oggi per la prima volta il Torino. E l’entusiasmo era alle stelle. Sorprendente, quasi, vista la quantità di gente che ha deciso di far sentire la propria voce nonostante il caldo asfissiante che sta tormendando Torino in questi giorni. Al termine della prima sgambata (non proprio leggera), Andrea Belotti non manca di sottolineare quanto fosse “sorprendente” tutto questo. “Con i ritiri fatti in precedenza in carriera” dice il giocatore, “mai mi sarei aspettato un’accoglienza simile. Sentivo i tifosi cantare e mi aspettavo qualcuno, ma quando siamo poi usciti dal campo è stata una vera sorpresa: tutta quella folla granata pronta a incitarci. È un motivo di orgolio e ci spinge a prepararci al meglio per il campionato“.

Con il nuovo tecnico come procede il lavoro? “Mihajlovic sta parlando con tutti, e a breve lo farà pure con me. Si è visto subito quello che vuole, avremo tutto il tempo per miglioraci e assimilare quello che ci chiede. A Bormio lavoreremo sulla tattica e sul modulo, per sperimentare al meglio quello che ci viene chiesto“. “Il tridente? Il mister lavora con i giocatori che ha, tocca a noi farci trovare pronti” ha chiosato Belotti a Sky.

E per il tridente potrebbero arrivare giocatori di primo livello: “Ljajic, Iago e Giaccherini sono tutti grandi giocatori. Uno ha giocato gli Europei alla grande, gli altri hanno dimostrato già ampiamente il loro valore. Possono darci una grande mano“.

Infine, qualche parola anche su Ventura: “Spero di incontrarlo di persona (ride, alludendo alla Nazionale, ndr). Se non faccio quello che so fare, la chiamata per Belotti non arriva di certo. Non importa se il mister mi conosce o meno. Il campo dà il giudizio finale, tocca a me dimostrare qualcosa“.

 

Condividi

17 Commenti

  1. “Torino, mistero sulla morte del capo ultrà della Juve. Ascoltato sui legami tra ‘ndrangheta e la curva, poi si suicida” leggete questo articolo su “http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/10/torino-mistero-sul-suicidio-del-capo-ultra-della-juventus-era-stato-ascoltato-sui-legami-tra-ndrangheta-e-la-curva/2894288/” molto interessante, dove, anche se al momento non risulta essere indagato circola anche il nome di occhio di lince marotta

  2. Impressioni di inizio luglio. Chi mi è piaciuto di più oggi è stato Padelli. Abbiamo il portiere per il prossimo anno 🙂 Abbiamo cantato per mezz’ora, poi ci ha devastato il caldo. Tanta gente, veramente. Idolo incotrastato Maxi: mi è sembrato al massimo di come possiamo aspettarcelo: senza pancia visibile ma con poco voglia di correre. Boyè è un toro: se sgarra anche lui di due chili, non is muove più. Gomis non lo hanno fatto parare, ma sono contento che si sia tolto il biondo, rapandosi la testa. Comi ormai non ha più confini

      • Ciao May, stavo un pò scherzando, però sia in allenamento con Ichazo sia nella partitella ha fatto una serie di belle, una in particolare. Se fosse arrivato solo ora e non lo conoscessimo, diremmo: ” Però che portiere “. Bella giornata, con tante famiglie che sembrava di essere a Gardaland ( anche perchè girava voce che giocatori si sarebbero resi disponiili per gli autografi: e così è stato )

    • Guarda Mick io non ti conosco e non ci siamo mai scambiati risposte ma immagino che tu sia un ex sostenitore di Ventura. Perchè altrimenti non si spiega questo accanirsi su maxi. Ha dato il massimo ed è un nostro idolo indiscusso. “Pancia visibile?” Dire che è dimagrito no eh? “Poca voglia di correre mapperfavore. Vi ha fatto il lavaggio del cervello il vecchio. 🙂 Ciao

      • Giusto, hai ragione lo sono. Anzi credo di essere stato l’ultimo ad abbandonare la barca, perfino Ventura l’ha abbandonata dopo! Detto questo anche per me Maxi un idolo. Noi andiamo per i nostri colori, ma se uno andasse allo stadio per vedere come si gioca a pallone, nel senso di come si tratta un pallone, Maxi sarebbe forse, al momento, il solo motivo per farlo. A me Maxi sta bene così come lo hai visto oggi: io l’ho trovato uguale a come era quando ha giocato,bene, in questa primavera. Ma ti aggiungo: magari fosse arrivato così l’anno scorso! Oppure: magari fosse stato così a dicembre dell’anno! Per me, ma per tutti allora, prima che tutti diventassero antiventuriani e che i chili in più di Maxi smettessero di essere veri, Maxi era visibilemnte fuori forma. Un Maxi come quello di oggi va molto bene. Il discorso poi è lungo: da venturiano ti dico che la sua gestione delle punte fu per me un errore: il fatto di aver dovuto far giocare per forza Belotti fin dall’inzio ha scardinato in negativo le gerarchie demotivando proprio Maxi. COncludendo: Maxi mi piace ma non può sgarrare sul suo peso