Bormio Live / Toro, l’allenamento mattutino

56
1264
torino-ingolstadt

Settimo giorno di lavoro a Bormio per il Toro di Sinisa Mihajlovic: la squadra è in campo pronta a cominciare l’allenamento mattutino.

Cominciata da qualche istante la seduta mattutina del Toro a Bormio: la squadra granata è scesa in campo e dopo il solito colloquio con l’allenatore, che precede ogni seduta, si è diretta verso la palestra.

Terminato il lavoro in palestra, Mihajlovic sta ora facendo svolgere ai propri giocatori i primi esercizi con il pallone.
Ora la squadra, divisa in gruppetti, sta correndo intorno al campo: uno di questi gruppi è composto dal terzetto degli ultimi arrivati, cioè Peres, Ljajic e Falque.ljajic_falque_peres

A seguire da vicino il lavoro di Peres, Ljajic e Falque è Attilio Lombardo, il vice di Mihajlovic. Gli altri giocatori, divisi a gruppetti, stanno continuando a fare i propri giri di campo.

Mentre i vari giocatori di movimento stanno continuando i propri esercizi atletici, Di Sarno sta facendo lavorare i portieri sui riflessi. A mettersi in luce è in particolare Alfred Gomis.

Esercizi di stretching per la squadra: pian piano i giocatori rientrano alla spicciolata negli spogliatoi.  Si è concluso l’allenamento mattutino.

Condividi

56 Commenti

  1. “Di Sarno sta facendo lavorare i portieri sui riflessi. A mettersi in luce è in particolare Alfred Gomis” chissà perchè questo passaggio dell’articolo non mi stupisce per niente. a parte gli scherzi se padelli rimane a fare il 2 possiamo permetterci di lanciare gomis, sapendo che bene o male un secondo affidabile l’abbiamo

  2. Secondo me al di là di chi parte e chi arriva dovremo cercare un po di equilibrio in questa squadra. Se facciamo il 433 in difesa ed a centrocampo dobbiamo essere cazzuti. Nessuno puo’ permettersi 3 attaccanti 2 laterali offensivi (tipo Avelar e Peres) e centrocampisti poco aggressivi a meno che Sinisa non sia un vero mago e giochiamo come l’Olanda di Crujif, 10 all’attacco e 10 in difesa. Forza Toro

  3. Ma scusarsi per cosa……al limite potevi citare Belushi per questo gravissimo errore….. “Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C’era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C’è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio!” ?????
    In ogni caso ottimo post

  4. ragazzi è molto bello parlare possibile del mercato in entrata, ma dobbiamo sempre ricordarci il problema delle rose e possiamo escludere serenamente che cairo ne tenga uno a libro paga se non può schierarlo… in questo momento dei nostri 28 presi dal sito ufficiale 2 sono in esubero. Per i 17 posti liberi e i 4 cresciuti nel vivaio italiano, nessun problema. Poi ne abbiamo uno solo over 21 cresciuto nel nostro vivaio (Alfred Gomis) e 4 Under21 nati dopo il 95 (Parigini, Barreca, Aramu e Boyè) che non cubano nella rosa… il totale è 26 il che vuol dire che dobbiamo venderne due (probabilmente Bovo e Gazzi). Dopo di chè siamo in pari ma questo vuol dire che per inserire qualcun altro abbiamo 3 possibilità: o un U21 o ha fatto almeno 3 anni nel nostro vivaio oppure qualcuno deve partire… E delle tre onestamente l’ultima mi sembra la più probabile.
    Il problema è capire chi e mi sembra che la società non sia intenzionata a liberare Molinaro (avelar ci metterà un pò) nè vives (per fare da chioccia e spogliatoio)…. Rimarrebbe tagliabile il solo Obi (con Aramu che passerebbe a fare il vice baselli snaturandosi un po’) oppure bruno peres o zappacosta e temo che tra i due quello che abbia più mercato sia il primo…
    Tutta questa lunga disamina, per dire che alla fine credo tanto che Bruno Peres vada al di là di capacità difensive/offensive e collocazione tattiche…

        • Credo che Mihajlovic stia facendo le sue valutazioni. Alla fine potrebbe anche partire qualcuno di non sospetto. Se poi è vero che Avelar non sarà pronto sino a dicembra (ma mi sembra strano) è chiaro che si può tranquillamente mettere fuori dai 25 sino al mercato di Gennaio e poi verificare nuovamente la situazione.

          • diciamo che il taglio di Molinaro dipende da Avelar…. se recupera ed è pronto per fine agosto (non così impossibile), potrebbe essere tagliato, anche se in quel caso si dovrebbe poi trovare qualcuno che se lo prenda, perchè diversamente non credo che il giocatore risolverebbe il contratto rinunciando a un anno di stipendio…

      • @diablo Vives e Molinaro secondo me non li tagliano per i motivi che ho scritto, Obi l’ho preso in considerazione come taglio possibile (anche se secondo me se non si fa male è un ottimo giocatore), mentre Padelli non l’ho calcolato perchè anche se parte avremmo sempre bisogno di rimpiazzarlo con un altro portiere e non con un giocatore di movimento… poi se guardi la rosa i papabili tagli sono finiti…

  5. terzini destri, nell’ordine di scelta: zappa, peres, ajeti(emergenza)…terzini sinistri: peres, barreca, avelar (se sta in piedi), e Molinaro (ingaggio sostanzioso) ceduto. Molinaro, Gazzi, Bovo, Vives li cederei, poi metterei anche Padelli, ma nessuno lo comprerebbe mai.

  6. In questo momento credo che la mia soluzione preferita (non la migliore) sia la conferma di Bruno Peres, la cessione di Zappacosta e l’acquisto di Valdifiori e Soriano. Il mio dubbio è che se l’anno prossimo si dovesse cedere BP33 ci ritroveremmo senza terzino destro (aspettando Carissoni), ma con il brasiliano sulla fascia (se riusciamo a farlo disciplinare tatticamente in fase difensiva) possiamo ambire tranquillamente ai primi 5 posti. Soriano è il mio preferito anche per quello che rappresenterebbe: andare a prendere il giocatore più forte ai doriani sarebbe una goduria pazzesca, sarebbe come dire: “Noi siamo una grande squadra, voi una provinciale di merda!”. Dal punto di vista simbolico sarebbe una goduria pazzesca!

    • Ma Avelar non lo considereresti? Poi con bruno da una parte e zappa dall’altra, come cambi “naturali” hai solo mancini (Avelar / Molinaro / Barreca)…è un casino gestirli, a meno che fai fuori molinaro e uno di quelli che rimane lo adatti a destra…

      • Non credo che Miha giochi con un destro sulla fascia mancina se non in caso di emergenza. Credo che stiano aspettando di vedere come recupera Avelar e le qualità di Barreca per poi decidere. Alla fine rimarranno così con Molinaro in scadenza come eventuale carta di emergenza. A destra andrà via Bruno Peres e probabilmente Bovo. Quindi Zappacosta ed Ajeti a destra, Maksimovic, Jansson e Ajeti centrali destrorsi, Silva e Moretti centrali sinistri (ed in questo ruolo potrebbe giocare anche Jansson) e a sinistra Avelar, Molinaro e Barreca. Il compagno di Silva nell’Uruguay U20 è titolare da due stagioni nell’Atletico Madrid (e ha un anno in meno): credo che anche Silva sia pronto per giocare.

  7. il top per le plusvalenze (che sono il nostro obiettivo reale) dovrebbe essere Zappa a dx e Bruno a sx, se capita qualcosa a Zappa, Bruno va a destra, con Barreca primo cambio a sinistra e Molinaro ceduto o panchinaro di emergenza. Sarebbe il giusto modo per creare plusvalenze preservando l’aspetto sportivo…sempre se il City o altri non arrivino davvero a 20-22, nel qual caso diremmo ciao ciao a Brunone. Ad oggi credo si partirebbe con Gomis/Zappa Maksi Moretti Peres/Acquah Vives Baselli/Ljiaic Belotti Falque. (evidente che Urby debba cacciare fuori i soldi dei bilanci 2014 e 2015 per prendere due centrocampisti del livello di Kucka/Soriano o similari). Penso che se Miha riuscirà a tenere sulla corda i più molli di carattere(Zappa, Baselli, Ljiaic su tutti)potremo ambire ad un buon ottavo/nono posto.

  8. Bruno Peres è uno dei più veloci del campionato, abile nel dribbling, calcia con entrambi i piedi e crossa già bene.
    Come terzino è più bravo nella fase offensiva che in quella difensiva, dove ogni tanto ha qualche amnesìa. Quando è in giornata e parte palla al piede fa stropicciare gli occhi a tutto lo stadio.
    Secondo me proprio per queste sue caratteristiche giocherebbe bene anche più avanti. Anzi, farebbe più gol e sarebbe la sua consacrazione. Poi altro che 20 milioni… Pure Gareth Bale faceva il terzino.

  9. Questo terzetto ha classe da vendere. Tre che possono spaccare la partita quando vogliono. Sarò un povero illuso ma io continuo a sperare che Bruno Peres resti. P.S. Secondo me è Lombardo che deve imparare da lui 😀

    • Beh se rimane secondo me lui può ricoprire 6 ruoli diversi terzino dx, terzino sx, interno di centrocampo dx o sx e addirittura io non lo vedrei male nemmeno male o addirittura meglio attaccante dx o sx visto che nelle stagioni passate abbiamo visto che se la cava meglio nella fase offensiva che in quella difensiva. potrebbe essere una sorta di jolly nel caso di infortuni o momenti tattici della partita.

      • @gix pienamente allineato! Quando gioca come sa è impossibile non rotolare su chi ti sta davanti allo stadio per l’esaltazione! @Muscy anche a me affascina davanti ma non vorrebbe dire bocciare uno dei due tanto cercati acquisti li davanti?
        Comunque mi auguro che con o senza bruno l’organico ci permetta di puntare secco sulla coppa italia quest’anno!!

        • No ma neanche io lo vedrei davanti titolare ma solo come possibile sostituzione. Io giocherei con Zappa a dx e Peres a sx poi metti che si debba difendere un risultato magari togli uno dei 2 attaccanti laterali e mettendo un terzino sposti peres davanti che è sicuramente più contenitivo.

  10. Secondo me siamo già più forti dell’anno scorso: della formazione titolare abbiamo perso Glik (un grande, ma stagione scarsotta la sua ultima) e Immobile (ci snobba, contento che se ne vada definitivamente) ma abbiamo guadagnato Ljacjc e Falque. Adesso sistemare il centrocampo (Kucka, Soriano e Lukic sarebbero ottimi) ed è fatta! Forza Toro quest’anno ci divertiamo!!!!

    • Bisogna anche considerare che rispetto all’anno scorso dovremmo avere Obi, Avelar e Maksimovic al 100% per tutta la stagione e soprattutto che i nostri giovani (Silva, Zappa, Baselli, Benassi, Acquah, Obi, Maksi, Belotti, Martinez) avranno un anno in più di esperienza sulle spalle e potranno fare un ulteriore salto di qualità: quanto punti sui giovani è lecito aspettarsi una crescita costante anno dopo anno.