Cairo: “Di questo Toro mi piace la mentalità”

97
2867

Le parole del presidente del Toro, Urbano Cairo, alla presentazione in conferenza stampa del neo portiere granata Joe Hart

A presentare il neo acquisto del Toro, Joe Hart, c’è il presidente Urbano Cairo. Queste le parole del massimo dirigente granata:

“Ci fa piacere presentare Joe, ci tenevo che ci fosse anche Petrachi qua perché è stato molto importante in questa trattativa. Ci tenevamo molto ad avere un portiere delle qualità di Hart”.

Quando Gianluca mi ha parlato di Hart la cosa mi ha fatto molto piacere: non mi ha stupito, era una grande opportunità avere il portiere della nazionale, un armadio a sei ante che mi fa sentire ancora più piccolino. Mi hanno parlato di lui come un ragazzo eccezionale, per quel poco che ho visto ho percepito le grandi qualità anche dell’uomo. Le squadre sono fatte di giocatori che hanno qualità tecniche, ma se ti manca la qualità delle persone allora diventa una cosa problematico. Joe era dispiaciuto di fare da solo la conferenza stampa, avrebbe avuto piacere di portare qualche compagno”.

Sull’inizio di stagione: “Mi è piaciuto l’atteggiamento aggressivo in campo, questo tentativo di fare gioco, la ricerca della vittoria”. 

“La squadra è cambiata molto quindi c’è bisogno di tempo per amalgamare e dare la mentalità del mister. Non che la precedente non fosse buona, ma il tipo di gioco è cambiato”. 

“Negli ultimi anni abbiamo perseguito una certa politica, giovani da far crescere, giovani di proprietà. Quella di Hart è una cosa diversa, è stata una grande opportunità. A tal proposito non voglio dimenticare Padelli, che nei precedenti campionati ha fatto prestazioni importanti”. 

“Se arrivano sirene che attirano i nostri giocatori noi cerchiamo di fare il possibile per trattenerli. Non dimentichiamo il vivaio, sul quale stiamo lavorando: il mister mi ha espressamente chiesto di tenere Barreca e Aramu”.

Condividi

97 Commenti

  1. Sia chiaro che di presidenti peggiori di Cairo ce ne sono tanti, non è difficile in un campionato provinciale come quello italiano in preda a mafie e intrallazzi vari.
    Però il buon Urbano nemmeno sta facendo tanta fatica, un po’ di pepe nel sedere gli andrebbe messo, soprattutto il prossimo anno con l’immenso flusso di denaro che arriverà.
    Non criticare mai si finisce che non si salvano nemmeno più le apparenze.
    Sbagliato è stato criticarlo quando i soldi li metteva e non ne azzeccava una e forse a sua discolpa dico che ci ha pure perso un po’ di affezione, sbagliato adesso accontentarsi troppo, seppur progressi innegabili ne sono stati fatti (ma per diamine eravamo davvero messi male).

    • @Rimbaud, i miei interventi prima non avevano il senso di esaltare o quanto meno parare il culo a Cairo, il problema è che l’antipatia di alcuni verso certi personaggi è talmente acritica, becera, spietata e parziale, da farmi diventare Pro. Se una discussione si incanala sul fatto che Cairo ha tutti i difetti del mondo che sappiamo, li elenchiamo? non è affezionato ma usa il Toro come una vetrina, è tirchio, sfinisce le controparti, ha una visione unidirezionale della gestione della Società, non investe ormai più un euro di suo, non è ambizioso, ecc ecc e lo pungola, lo stimola a migliorare, con critiche, allo stadio e nelle sedi opportune, ci sto, forse proprio per questo siamo anche risaliti dall’abisso di qualche anno fa…ma se leggo che lui annacqua la storia del toro e non mi si cita gli scempi di chi è passato prima di lui, m’incazzo. Per la parzialità. Se poi si rincara la dose chiamandolo nano di merda, cancro, buffone, guardando il panorama degli altri presidenti, mi chiedo a quali luminosi personaggi, santi forse, fosse abituata. Calleri? I Genovesi? Cimmi? E se vogliamo dirla tutta, Borsano era un truffatore, uno che more italico ha cercato di salvarsi facendosi eleggere in parlamento prima che il suo castello di carte crollasse. Gli è andata male solochè era il 92 in piena tangentopoli. E poi facciamo la morale alle altre persone dichiarandoci puri ed etici…come conclude sempre @diablo, ma per favore!

    • @madde, in questo articolo di TN di un anno fa che analizzava i bilanci del Toro in modo dettagliato, si dice che l’INTERO settore giovanile, dai pulcini alla Primavera, grava per 3.740.000 euro, quasi 4 milioni.
      http://www.toronews.net/toro/bilancio-torino-settore-giovanile-modello-borussia-dortmund-minima-spesa-massima-resa/
      I gobbi 6,5 milioni.
      Tu la cifra di 1,5 da dove la ricavi?

  2. Be leggo che il toro non sia considerato come una meta ambita. L anno passato belotti e baselli chiesero a palermo ed atalanta di poter andare al toro. Stesso dicasi per valdifiori e de silvestri quest anno. Poi come per tutti succede c e sempre chi e piu attraente di te… In Italia ci sono 4-5 squadre piu attraenti ad oggi (ma non 20…) all estero ci sono squadre come manchester paris chealse madrid barcellona bayer che se si muovono portano via qualsiasi giocatore dalla serie A gobbi compresi (vedi vidal, coman e pobba). Quindi inutile dire che Cairo non tarpa le ali… Il calcio oggi e questo…

  3. Qui sont vero ciò che dici.ciò che non sai la difficoltà in cui si dibattono e malgrado tutto tirano avanti con feroce passione, gli addetti del settore giovanile che hanno un budget ridottissimo.. Informati,è meglio,vedrai che non è tutto oro,anzi.davvero ciò che rende pregevole il tutto son l’amore e la passione vera di tecnici,accompagnatori ecc…metti pure i genitori,non sempre, ogni tnt.amore e passione che non collimano con l’avidità del proprietario.e non pensare che mi diverta a dir ste cose,non mi diverto affatto,credimi.non hai idea di qto vorrei scrivere cose diverse,lo garantisco

    • @madde, non vorrai dirmi che siamo nell’età dell’oro del calcio italiano e tutte le società spendono nel settore giovanile più del Toro? Ogni fatto (nota, FATTO, non opinione) qui si può comunque rivoltare come un calzino in pro o contro, giusto o sbagliato, marcio o trasparente, vedi la ricostruzione del Fila, il Robaldo, la vendita di Maksimovic, la scalata a RCS, Ventura o Sinisa, e via all’infinito. Si è criticato perfino lo scudetto Primavera di Longo, qualcuno sosteneva perfino che la qualità della squadra era scarsa e che vincere non serve a nulla se non si sfornano giocatori da A!! Da mettersi le mani nei capelli! Un anno fa leggevo che il Toro spende per il settore giovanile tra i 2 e i 3 milioni di euro all’anno, i gobbi circa 6. Considerando le cifre in proporzione al fatturato, chi investe di più??

    • Avete la sfera di cristallo? Siete i confidenti o commercialisti di Cairo? Quali “movimenti sottotraccia” o strategie attuali vi fanno pensare che voglia monetizzare a breve? Non avere più giocatori in prestito? (che poi sono tornati pure quelli) non fare più da un bel po’ le press conference in un prefabbricato ad Orbassano? Oh mamma persino la concessione del Robaldo è stata letta da qualcuno come un passo per chiedere più soldi a fantomatici magnati!!

  4. Non sarebbe bello, sig. Presidente, se finalmente fosse il Toro a farsi sirena ammaliatrice? Dopo dieci anni di “vorrei ma non posso” o se preferisce di “potrei ma non voglio” i tifosi meritano un Torino FC che faccia stabilmente parte delle squadre di livello, oltre che essere tra quelle che vantano un blasone.

  5. Cairo: “Di questo Toro mi piace la mentalità”. Già chiamarlo Toro, caro Urbano è un po’ spinto. Comunque, il peccato è che a noi (non tutti, per carità, avrai sempre il tuo popolo degli sms) non piace la tua, di mentalità. Lo so, lo so, dobbiamo pazientare ancora un paio d’annetti, il tempo di incassare il Fila e vendere ancora qualche bel pollastro (o Gallo che dir si voglia), poi spunterà l’acquirente buono e non ti tarperai le ali.

    • Che è quello che vuoi tu e i tifosi del Toro che non amano Cairo, un mecenate che tra 2 anni paghi il Toro 200 milioni.

      Un presidente disposto a sganciare così tanto per noi non può che farci tornare ai vecchi fasti.

      Non vedo l’ora accada.

    • Che sicumera che hai @GT. Comunque se Cairo venderà, a questo punto sarà uno sceicco o un magnate italoamericano che pagherà fior di soldoni, dunque squadrone e inno alle sorti magnifiche e progressive del nostro Toro. Certo…magari annacquando ulteriormente le nostre radici per internazionalizzarci, giusto? 😉

    • Del settore giovanile che ne pensi? Del lavoro di Bava benedetti e tanti tecnici che ne pensi @GT? Sei andato a vederti i video sul sito ufficiale con la marea di bimbi e genitori con maglietta granata? Che non si vergognano (quasi, bontà sua) come @sperumabaffone di mettere una sciarpa granata al collo dei figli? Significa qualcosa per voi o guardiamo sempre e solo con il paraocchi?

    • A me piacerebbe tanto un modello Bilbao, vivaio forte, senso di appartenenza, furore in campo,valori umani prima che sportivi e fare tutti gli anni la coppa uefa. Non mi sembra un traguardo irraggiungibile con un po’ di volontà.

      • altri utenti, tra cui @leovegildo vorrebbero un modello simile. Sarebbe fichissimo, sono il primo ad augurarmelo…peccato che le condizioni di partenza siano diverse. Nei paesi baschi, c’è il Bilbao (e poi san sebastiàan Vitoria ecc, ok) che unifica i sentimenti di un popolo….da noi i gobbi. Saranno sempre tra le scatole, strapotenti e purtroppo identificazione di mezzo paese (soprattutto basilicata, puglia e sicilia)

  6. Per di piu ninja tu fai analogismi con i presidenti degli ultimi 30 anni….mi puoi dire che differenza cè fra cairo e calleri??a me sembrano molto simili con le differenze di bilancii ereditate e un portafogli personale che pende sicuramente dalla parte di urbano….

    • Per me tra Calleri e Cairo ci sono enormi differenze. Calleri ha, di fatto, demolito il Fila, Cairo lo sta ricostruendo. Calleri ha smembrato il settore giovanile, Cairo lo ha ricostruito. Calleri ha preso una squadra in serie A fatta andare in serie B, Cairo ha preso una squadra fallita in serie B e fatta andare in A. Se per te queste sono similitudini…

  7. Diciamo che il significato è’ proprio il contrario della frase che avete scritto….Cairo non è così stupido da dire una cosa del genere. Che poi faccia quello che vuole è un altro conto, ma dire sfacciatamente che vuole accontentare chi esprime il desiderio di andarsene senza colpo ferire, sarebbe stato troppo anche per lui!

    • L’errore è di stampo freudiano, testimonia il riaffiorare di un concetto solido ma latente e il tentativo vano di rimuoverlo con le parole. Ne è vittima talvolta anche chi ascolta, come oggi è capitato alla sig.ra Crocifisso. Sono anni che Cairo professa l’amore libero tra la Società e i suoi calciatori e tutti noi ricordiamo gli innumerevoli casi in cui ha affermato che per stare insieme bisogna volerlo in due. Se all’improvviso si esibisce in una giravolta di 180° è comprensibile che anche i più tenaci presenzialisti alle sue conferenze stampa non recepiscano il mutato significato e scrivano meccanicamente, convinti di trasporre fedelmente, ciò che hanno sentito per decine di volte. Disattenti? Pigri? Forse. Però un po’ li capisco.

  8. Invece ninja ti sbagli….il calcio business dei giorni nostri fatto di giocatori mercenari e presidenti”a rischio 0″ come cairo che non mettono piu un euro nelle loro aziende è normale che partorisca tifosi di nuova generazione.tifosi non piu attaccati alla maglia ma a quello che vedono.se vai in pizzeria mangi male e paghi tanto ci torni?capisco chi si sta stufando…

    • @Bischero, hai ragione, però allora non diciamo che i tifosi del toro sono diversi dagli altri, e poi come giustamente hai scritto tu “il calcio business dei giorni nostri fatto di giocatori mercenari e presidenti”a rischio 0″ come cairo che non mettono piu un euro nelle loro aziende” se questo è il calcio di oggi trovo assurdo prendersela con i presidenti o i giocatori di turno, ma ci si deve arrabbiare con il sistema calcio attuale , quello è da contestare con tutte le forze. Non sostenere più il Toro (con abbonamenti, biglietti e merchandising ) si ottiene solo il risultato di indebolire ulteriormente la nostra squadra e favorire le cosiddette big tipo gobboidimerda, meno tifosi ci sono con le altre squadre più le big possono fare la voce grossa ed ottenere sempre di più.

      • I tifosi del torino sono i n1 solo piu nell loro immaginario collettivo….ma noi dobbiamo rapportarci con cairo.non con il sistema.il sistema è un parolone….se si andrá avanti di questo passo il futuro è l azionariato popolare.ne sono convinto.

  9. Fino a che non c’è il video con la frase, non sappiamo se l’ha detta così. Su TN è riportata diversamente. Però peccato che non aggiunga mai “farò del mio meglio perché il Toro possa essere un traguardo e non un passaggio”

  10. @starrynight69, come tu ammetti le due dinamiche sono alquanto strane e come dici Cairo è tutt’altro che un pollo, indi per cui sono propenso a credere che non era impossibilitato a spendere ma non ha voluto spendere e investire soldi in quel che la squadra aveva urgente necessita (centrale, mezzala,ecc), e come dice il proverbio a pensar male spesso vi si azzecca….

  11. Buongiorno castellini1970 at 16:16, sono semplicemente un tifoso del Toro, anche se non ne ho la patente; tifo Toro e non passo il tempo ad insultare od irridere presidente o tesserati del Toro o chi non la pensa come me. Apprezzo quanto fatto da Cairo e Ventura anche se entrambi hanno commesso, a parer mio, moltissimi errori, alcuni anche gravi. Riguardo l’asticella del Toro ritengo che ultimamente sia salita di molto, pur con qualche intoppo. Non ho l’abitudine di alzare sedie, invece Mondonico mi è rimasto nel cuore per quello. Se è altro che vuoi sapere non ci sono problemi, magari davanti ad un buon bicchiere di vino. Forza Sinisa, FVCG. P.S.: non capisco come uno che professa amore incondizionato al Toro, e tu sicuramente sei innamorato del Toro, possa dire di non fare più l’abbonamento dopo tot anni per rancore verso qualcuno. Stammi bene.

  12. Leggo di alcuni tifosi che dopo 20\30 anni hanno deciso di non fare più l’abbonamento perchè Cairo è il presidente del Toro. Certamente ognuno è libero di fare ciò che vuole, ma mi sembra abbastanza ridicolo non fare l’abbonamento con Cairo, ma averlo continuato a fare con i genovesi, Calleri o Ciminelli. Ad esempio adesso molti si lamentano che Cairo metta pochi soldi per il fila, ed è un motivo per non andare più allo stadio, ma questi tifosi dove erano quando Calleri ha regalato il Fila al comune ed ha smembrato completamente il settore giovanile e la rete di osservatori???

  13. Persone che annullano sky…che non fanno piu’ l’abbonamento…cosi’ si indebolisce il Toro.
    Se volete contestare fatelo allo stadio..come una volta..cori…striscioni…manifestazioni.
    Non mi sembra che tutto cio’ stia avvenendo..
    In questo forum i contestatori sono 8/10 persone e fanno piu’ casino di una mandria di Tori…:-)
    Qua vi leggono in pochissimi e siete in numero troppo basso per fare paura al pres che ha lo stadio dalla sua.
    Giovannone…goveani…calleri…alla fine Cairo e’ il meno peggio…siamo stabilmente in A e se siamo fortunati andiamo in e.l.
    Tutti quelli davanti a noi hanno gruppi economicamente molto solidi alle spalle..compresi i piastrellisti..che hanno dietro Mr Mapei.
    Dietro Cairo…il nulla..
    Non contestate tanto per farlo…aiutiamo il nostro Toro i ragazzo ed il Mister a lavorare al meglio per toglierci soddisfazioni
    Buon campionato a tutti..
    ps domenica vinciamo 2-1 e saremo tutti qua a celebrare…

  14. Che Cairo faccia i suoi intertessi con il Toro è fuori di dubbio, così come è fuori di dubbio, che non ci sia tanto di meglio in giro, purtroppo basta guardare i presidenti del toro da Pianelli in poi quanti se ne salverebbero??? Oppure tra i presidenti delle squadre della serie a, quanti sono meglio di Cairo??? Che piaccia o no questa è la realtà del calcio italiano oggi. Anche io vorrei che i giocatori forti non venissero mai ceduti, ma questa è purtroopo pura utopia nel calcio attuale, basta guardare l’ulòtimo calciomercato, praticamente tutte le squadre hanno ceduto almeno un giocatore top ( gobbidimerda ,napoli,roma,sassuolo,fiorentina,ecc.) al massimo ci si può lamentare dei soldi che non vengono reinvestiti, questo si.

  15. ognuno legge e soprattutto scrive ciò che vuole. Dall’altra parte citano testualmente “A volte poi qualcuno ha delle sirene che lo attirano altrove e bisogna lasciarlo andare” che mi suona un po’ diverso anche se non ho sentito tono e visto espressioni. Non amo Cairo e spero che arrivo uno meglio, ma a volte mi sembra che si speculi senza limiti

  16. Non ha più neanche bisogno di raccontare cazzate. È arrivato dove voleva. Ha fatto passare il concetto che il Toro è una squadra da metà classifica che vende tutti gli anni i pezzi migliori e cerca nuove scommesse. Come ha fatto con le altre sue imprese ha risanato i conti e fa bilanci in attivo. Nel Toro lui non investe. Nel Fila mette le briciole perché gli fa pubblicità. Noi li siamo e li restiamo, perché non c’è nessuno migliore di lui. Questo ha detto e questo ripetono i suoi. NON È IL PRESIDENTE DEL TORO È SOLO UNO CHE LO FA PER SE STESSO. IO NON CI METTO PIÙ PIEDE ALLO STADIO DOPO 30 ANNI DI ABBONAMENTI. VATTENE AFFARISTA.

  17. Aramu aveva già fatto le valigie per Vercelli, poi è saltata la cessione che avrebbe liberato il posto e non se ne è fatto nulla. Alla faccia dell’onestà. Lo stesso Mihailovic ha detto che avrebbe avuto piacere che Aramu giocasse ma non se ne è potuto fare nulla. Bastava dire Barreca, perchè aggiungere una menzogna gratuita? è la prima volta che mente sui fatti in maniera così clamorosa. Boh…

    • È chiaro che i casi Avelar e Ljajic abbiano influito in parte sulla conferma di Aramu e Barreca. Ma Miha, non li avesse tenuti in considerazione, magari avrebbe chiesto dei sostituti invece di chiederne la conferma. Che poi Cairo “pompi” la cosa è evidente e mi pare anche giusto visto che è da Ogbonna che non vediamo gente del vivaio in 1 squadra.

  18. Volevo dire, per me il Gallo non si tocca, è l unico giocatore che non vorrei che partisse, degli altri non mi importa, ma il Gallo è il prototipo del giocatore da Toro, testa bassa e lavorare, grinta, determinazione,e finalmente dopo un inizio difficile anche i gol.

  19. Arsenal and Liverpool to clash over Belotti
    Arsenal and Liverpool are set to battle it out for the signature of Torino striker Andrea Belotti, according to The Sun.
    Arsene Wenger is still seeking reinforcements after signing Lucas Perez, with Olivier Giroud’s place in the side in doubt and concerns over the long-term fitness of Danny Welbeck. Meanwhile, the 22-year-old offers Klopp another pacey alternative in the final third and could be bought for around £12.5million.