De Silvestri-Zappacosta, che sfida! Polmoni e sostanza al servizio del Toro

11
848
zappacosta
CAMPO, 2.10.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 7.a giornata di Serie A, TORINO-FIORENTINA, nella foto: Davide Zappacosta

I due terzini azzurri forniscono garanzie di rendimento: in estate Mihajlovic ha spinto per avere De Silvestri, ma anche Zappacosta è in ascesa

I problemi di abbondanza sono i più dolci che un allenatore possa dover affrontare, e nel ruolo di terzino destro, Mihajlovic può finalmente attingere a piene mani e con fiducia. De Silvestri e Zappacosta forniscono alla catena destra del Torino polmoni e sostanza, qualità fondamentali per alternare spinta e disciplina difensiva. Sulla considerazione che il tecnico granata nutre per De Silvestri non ci sono particolari dubbi, dopo averlo allenato alla Fiorentina e alla Sampdoria, non ha esitato ad indicarlo alla società come ideale acquisto in sostituzione di Bruno Peres. Corsa, resistenza e furore agonistico sono qualità essenziali per entrare nelle grazie dell’allenatore serbo, e il terzino ex Sampdoria le incarna a puntino.

Tuttavia, in questa prima parte di campionato anche il suo competitor Zappacosta ha potuto ritagliarsi spazio vitale, evidenziando una ritrovata condizione dopo una prima stagione a luci alterne. Negli ultimi allenamenti, i due terzini italiani hanno dimostrato uno stato di forma pressoché ottimale, scatenando sul terreno di gioco tutti i cavalli di cui dispongono. Entrambi nel giro della nazionale, i due fluidificanti potrebbero, nelle prossime partite, dare una vita a una sfida in sostanziale equilibrio per accaparrarsi una maglia da titolari.

Se dal lato opposto del campo, invece, gli infortunati di lungo corso Molinaro e Avelar hanno permesso a Barreca di prendersi la fascia sinistra, sguarnendo tuttavia quella posizione del campo, la corsia di destra rappresenta al momento un ruolo particolarmente generoso. Gli allenamenti che separano il Toro alla partita di Palermo, decreteranno chi tra De Silvestri e Zappacosta avrà il compito di macinare chilometri lungo la fascia, con la certezza che Mihajlovic, in ogni caso, potrà disporre di una coppia di terzini che garantisce rendimento e affidabilità.

Condividi

11 Commenti

  1. Mah. Non capisco tutte sta critiche a De Silvestri. Voglio dire, nemmeno io ero entusiasta del suo ingaggio (anzi avrei preferito, per dire, meunier) però si sapeva che era così. Molto generoso (che poi è quello che molti tifosi chiedono no?!) abbastanza affidabile dietro se pur con qualche “cappella” e non piú che decente in proiezione offensiva.
    Rigori provocati a parte (e secondo me a Bergamo non é solo colpa sua) per il resto non sta facendo male, mi pare abbia messo pure qualche assist.
    Detto questo preferisco giochi zappacosta per tanti motivi ma non sputerei su da silvestri dai…