Filadelfia, finiti gli spalti: è corsa contro il tempo per l’inaugurazione

34
4336
Filadelfia
Stadio Filadelfia - Foto Toro.it

Proseguono i lavori al Filadelfia in vista dell’inaugurazione prevista per ottobre. Terminati ufficialmente gli spalti, ora è corsa contro il tempo per completare la ricostruzione.

La rinascita del Filadelfia è sempre più vicina. Il 17 di ottobre è la data fissata per l’inaugurazione del nuovo Stadio e i lavoro procedono senza sosta. Ultimo traguardo, in ordine di tempo, è la fine dei lavori per la tribuna. Dopo i sostegni e i piani prefabbricati nonchè i vani degli ascensori, sono stati completati anche gli spalti che dovrebbero contenere 2000 tifosi granata.

La ricostruzione del Tempio Granata procede dunque come previsto: con i campi, quello principale e quello secondario, già seminati e tagliati e con l’installazione dell’impianto di illuminazione a cui si aggiunge, per l’appunto, il completamento della tribuna siamo al 75% sulla tabella di avanzamento dei lavori, come si legge sul sito della Fondazione FIladelfia. Si continua a lavorare, dunque, e in fretta in vista del taglio del nastro. Il Toro è pronto a tornare a casa, ora è davvero una questione di tempo.

Condividi

34 Commenti

  1. Cari fratelli nel tifo e cari “dotti medici e sapienti” io e mia moglie abbiamo devoluto il 2permille della nostra dichiarazione dei redditi a : “al Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata”……. Sono andati nel posto giusto??? Li userete voi del Museo insieme a quelli di tutti i miei colleghi di tifo che SICURAMENTE avranno fatto lo stesso………. per finanziare l’allsetimento del Museo????? No così tanto per non parlare sempre e solo di ARIA FRITTA!!!!!

  2. visto la quantomeno imbarazzante bugia,dichiarata in faccia a Don Aldo,condita con altri comportamenti simili,normale che Beccaria lo sbertucci.bastava mantenere una promessa,ben sapendo qto noi si tenga al Tempio(ciamelu nen camp,diceva Arpino),e questi discorso era superfluo.comunque niente fretta,non importa se non finisce per la data stabilita.si lavori bene,con calma,come si deve.abbiamo aspettato tnt,qualche gg non cambia la vita

  3. Non essendo di Torino non riesco a cogliere tutte le dinamiche intorno al Museo… Quello che so è che basterebbero 50.000 persone che versassero la quota minima (50 euro) per raccogliere 2,5 milioni di euro, sufficienti a completare la parte museale. Possibile che siamo così pochi? Fino a pochi anni fa si parlava di 1 milione di tifosi… Capisco la difficile situazione economica, ma stavolta la rinascita è reale, non si tratta di “un mattone per il Filadelfia”. Io il mio l’ho fatto, esorto tutti gli altri utenti a fare altrettanto, si guadagna un punto sulla “patente granata” … 🙂

  4. Si raccoglie quello che si semina. Il Museo nella figura di Beccaria ha sempre detto peste e corna di Cairo, ora diventa difficile chiedergli dei soldi visto che ci si è resi conto che privatamente difficilmente si raccoglieranno con sufficienza.

  5. Come al solito, tutto il Toro sembra incompiuto ed il Fila uguale. Uno stadio che le istituzioni ci hanno regalato per ovviare allo scandalo dello stadio regalato alle strisce. Uno stadio in cui Cairo aveva dichiarato di contribuire per la metà poi ci ha messo meno di 1 milione. Uno stadio che doveva essere uno stadio ed invece è un campo di allenamento buono per le presentazioni dissquadra o giocatori ma non per giocarci. Uno stadio in cui il museo del Toro non c’è perché non ci sono i soldi, Beccaria non li ha trovati e Cairo non ce li mette. Tutto incompiuto. Poi lo guardo e come tutti i luoghi della nostra mente è diverso diventa il Maracana e sono felice lo stesso. Se ci fosse un luogo dove immaginare il Grande Torino della mia fantasia, sta qua e non a Superga, in uno stadio incompiuto.

  6. Forse non sarà come l originale, ma l importante è che sia funzionale per le nostre esigenze….certo , sarebbe un peccato se non si riuscisse a completare anche la parte museale, speriamo di trovare i fondi gato necessari…finalmente si lascia il campo delle merde,era ora caxxo..

  7. Casa, Tana, Rifugio.Chiamatela come volete, ma è la nostra.
    Non l’avevamo da troppo tempo.
    E’ di un’importanza che anche chi, ab torto collo, l’ha autorizzata, non se ne rende e conto e sarà DAVVERO il collante del Toro per non sparire tra le fauci di quella famiglia maledetta.

  8. Polemiche a parte, e ce ne sarebbero, e facendo finta di non vedere quelle impalcature che eviteranno di far sapere che Miha gioca con il 4-3-3 e che Ventura avrebbe giocato con il 3-5-2, questa è una foto che parla sempre al cuore.

  9. Il Filadelfia mi ispira solo sentimenti positivi. Facciamo i lavori per bene e con calma. Il 17 ottobre è un lunedì e noi giochiamo a Palermo. La data va scelta per bene. Anche se è palese che non riusciremo ad entrare tutti.

    • Sono contento che dalle macerie rinasca almeno questo surrogato del Fila. Meglio che niente… Sarà comunque la casa del Toro. Io personalmente non ho fatto nulla. Tu @Lovi, che sputi sempre su Cairo e la società, che hai fatto? Se dato a sapere…