Hart: “Sto benissimo, non vedo l’ora sia domenica!”

42
4466
hart
CAMPO, 11.9.16, Bergamo, stadio Atleti Azzurri d'Italia, 3.a giornta di Serie A, ATALANTA-TORINO, nella foto: Joe Hart

Il portiere granata Hart sui propri canali social vuole lasciare un messaggio a tutti i tifosi del Toro: “Sto imparando tante cose nuove”

Procede nel migliore dei modi l’inserimento di Joe Hart nel nuovo ambiente, italiano ma soprattutto granata. Il portiere del Toro sta infatti poco per volta imparando a conoscere non solo, o non tanto, la lingua, ma anche le abitudini di un universo calcistico molto diverso da quello in cui è sempre stato abituato a convivere.

Attraverso le proprie pagine dei social network, il giocatore ha voluto dire come sta andando questa sua nuova esperienza: “Sono qui da due settimane, e godendo molto” dice Hart, in una traduzione dall’inglese ancora stentata (ma sicuramente autografa: tutti i giorni il giocatore prende lezioni di italiano per qualche ora, con una insegnante a lui dedicato). “Sto imparando tante cose nuove, a livello calcistico, non vedo l’ora che sia domenica!“, ha concluso.

Hart è già un idolo dei tifosi, e l’intesa con i compagni cresce visibilmente. Ora, ci sarà davvero un bel test contro la Roma. Potrà essere una sfida sicuramente molto interessante, per lui.

Condividi

42 Commenti

  1. Per imparare e padroneggiare una lingua sono necessari anni. Per esprimersi a livelli decenti perlomeno mesi e mesi.Specialmente se parliamo di lingue completamente diverse che non hanno in comune nulla.Mii fa ridere chi fa le pulci ad Hart.
    Certo parlare di lezioni di italiano quando è evidente che di italiano sa ben poco ancora, la traduzione è fatta con google translator (chiunque può verificarlo incollando il testo in inglese) ..

  2. Ognuno lo vede come vuole pero la redazione ha messo:
    …tutti i giorni il giocatore prende lezioni di italiano per qualche ora, con una insegnante a lui dedicato…
    “Sono qui da due settimane, e godendo molto” Due lenzuola pulite , ma un’ultima notte gioco folle
    Tutto insieme mi sembra un corso di Kama Sutra 🙂

  3. Hart guadagna quanto al Manchester, il prossimo anno se ne va chissà dove, si è preso un anno sabbatico al Toro e nel parse che ama fi piu’ dopo la sua patria e di sicuro sapeva che il Toro non e il City, ma sono sicuro che si allenerà e darà il meglio di se come se fosse al Manchester, poi il carattere è quello e non penso che non gli freghi nulla del Toro, ha tutto l’interesse di dimostrare agli altri e a se stesso che meritava di restare al City.

    • A me frega molto che si dimostri un serio professionista per il bene del Toro, del City e di quanto guadagna molto meno. Una differenza che ho constatato é che fino all’anno scorso su Rojadirecta le partite del Toro avevano 4/5 links, di cui 2/3 realmente attivi e visibili. Ora i links sono una decina, e questo dimostra crescita mediatica a livello internazionale, cosa di cui abbiamo tanto bisogno, anche come tifosi.

      • Sono sicuro che è un serio professionista, ha tutto l’interesse a dimostrare di essere ancora il numero uno inglese, come ha perso la porta dei Citizen può perdere anche quella della Nazionale e ricordiamo che ha solo 29 anni età relativamente giovane per un portiere, se qualche padellata scapperà fuori di sicuro non sarà per
        nonchalance.
        Domenica scorsa ha ricordato qual cosina di

  4. La traduzione sembra fatta @Gigi !!! 😂😂😂 Non ha senso , come tutto quello che scrive il Folignate del resto !!! Cmq , la traduzione più corretta, è quella fatta da @forzatoro …..: ” Sono qui da due settimane ormai e me la sto davvero gustando. Sto imparando un nuovo stile di vita e di calcio ogni giorno. Ho avuto due partite senza subire gol e una partita folle l’altra sera. Non vedo l’ora che arrivi domenica” ………

  5. Magari non sarà Courtois…. magari qualche incertezza può averla. Però palesa sicurezza e serenità nel reparto difensivo e verso i compagni. Cosa che Padelli non riusciva a fare (perlomeno non più dopo il crescendo della prima stagione). Se poi migliora la comunicazione con i compagni ne deriva anche l’autorevolezza che Joe mostra già oggi pur con l’ostacolo linguistico. Forza Joe Hart!!

  6. Fa piacere vedere un portiere che affronta la partita senza ansie o paure, sempre sorridente e sempre proteso in avanti, la difesa ne giova molto e gioca più serena. Resta per me un portiere che non avevamo dai tempi di Marchegiani: poi farà tutti i suoi errori, ma l’attimo dopo sarà nuovamente lì a giocare senza paura; nessun paragone è possibile con Padelli.: prima si giocava a porta praticamente vuota. A fine anno poi capiremo probabilmente il valore di Ichazo.

    • Sheet ovviamente non significa lenzuola in questo caso 😂, ma neanche porta. L’espressione si riferisce al score sheet, cioè il foglio di carta sul quale viene / veniva riportato il punteggio ecc. Quindi se rimane “pulito” vuol dire che non vi sono state reti da registrare. Quindi “clean (score) sheet”.