La sfida tra Valdifiori e Borja Valero delude e si conclude in parità

12
757
valdifiori
CAMPO, 2.10.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 7.a giornata di Serie A, TORINO-FIORENTINA, nella foto: Mirko Valdifiori

Il duello / I due centrocampisti non giocano male, ma non brillano. Da entrambi, sia Mihajlovic che Sousa, si aspettano sicuramente di più

Una gara come quella tra Torino e Fiorentina, almeno sulla carta, avrebbe potuto essere decisa da un’invenzione a metà campo di Valdifiori da una parte o Borja Valero dall’altra, giocatori in grado di dettare i tempi e orchestrare il gioco come pochi, però non si è verificato nulla di simile, ed entrambi i centrocampisti hanno giocato una partita quasi anonima, senza strafare e con qualche sbavatura.

Di fronte ad un centrocampo che preferisce sfruttare le vie centrali, come quello viola, l’ex regista di Napoli ed Empoli non ripete la buona prestazione vista nella gara contro la Roma e, soprattutto nel primo tempo, il suo apporto alla squadra e al gioco è minimo. Una lieve ripresa la si nota nella seconda frazione, ma certo non si può dire che Valdifiori sia stato tra i migliori in campo del Toro. Se si dovesse dare un voto alla prestazione del centrocampista, difficilmente questo supererebbe il sei. Insomma, Valdifiori si è limitato a fare la sua partita, senza mai inventare e fare il salto di qualità, un giocatore molto più timido e in difficoltà rispetto a quello visto in occasione della vittoria contro i giallorossi. Discorso simile anche per l’altro attesissimo giocatore del match, Borja Valero, mai in grado di dare una scossa alla partita con una delle sue giocate. Il centrocampista spagnolo ha patito molto il ritmo che il Toro ha imposto sin dai primi minuti ed è apparso decisamente stanco nel secondo tempo. Il regista viola aveva abituato troppo bene i suoi tifosi e, anche se non ha giocato male, non si è espresso ai suoi livelli abituali, ecco perché, neanche lui, meriterebbe un voto superiore al sei.

Pertanto, la sfida a distanza tra le menti delle due squadre non ha avuto l’esito che ci si aspettava, né da una parte né dall’altra, e a brillare sono stati altri giocatori, che magari non avranno la visione di gioco di Valdifiori e Borja, ma che hanno saputo sfruttare al massimo ogni occasione.

Condividi

12 Commenti

  1. A me sembra che Valdifiori stia migliorando di partita in partita ma lentamente, nn conoscevo Sanchez lo ho visto giocare con il Milan e con noi ed ho subito pensato che dovevamo prendere lui al posto di Valdifiori.

  2. Tanto con una difese ‘criticatissima’ ai nastri di partenza ed un Valdifiori non buon intenditore … è dall’Atalanta che non prendiamo un goal su azione e fu una papera di Hart che da quel momento è stato impeccabile … ieri sera il goal di Babacar all’85’ non fa testo … errore di posizione tra i due centrali che non si ripeterà

  3. Borja Valero ha dimostrato ieri sera, se ce ne fosse stato ancora bisogno, di essere un signor giocatore… Noi abbiamo Valdifiori, e io sostengo Mirko, ma il paragone fra i due, almeno per ora, non regge! Borja di Valdifiori, al momento attuale, ne vale almeno 2….

  4. Mi sembra che Valdifiori ancora non il abbia ritmo gara, lo vedo poco dinamico e attualmente patisca il ritmo che il Toro ha. Si vede poco secondo me perche’ ha un modo di giocare che non riempie gli occhi ma anche ieri ha rotto i coglioni a tutti senza fare falli stupidi al limite dell’aria, cosa che spesso accade a Peppino. Non è sicuramente Xavi Alonso ma lo si sapeva, resto fiducioso che col tempo riesca a fare meglio quello per cui è stato preso!!!! GODOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO, FVCG

  5. Per nostra fortuna, Paulo Sousa si ostina a non indietreggiare di una decina di metri Borja Valero, dove da’ veramente il meglio di se’. Per quanto riguarda Valdifiori, per ora continuo a rimpiangere Vives. Non vedo alcuna geometria ne’ lanci. Anzi, mi pare tenda a nascondersi quando dobbiamo costruire. ed in fase di non possesso vale un terzo di Peppino in quanto a posizionamento e capacita’ di lettura delle situazioni. Diamogli tempo, certo, ma continuo a credere che in quella posizione a noi serva un giocatore molto piu’ presente, soprattutto quest’anno che abbiamo “solo” 2 centrali difensivi

  6. Io non so quali cose eccezionali ci si aspetta da Valdifiori, spero non troppe per uno arrivato alla ribalta del calcio nostrano a 30 anni (poco più poco meno). Ieri per esempio non è partito benissimo poi nel secondo tempo l’ho visto bene e sul pezzo. Per me non è un fenomeno ma il suo lo fa bene. In una realtà come la nostra ora come ora è un ottimo elemento. #SFT

  7. Secondo me deve diventare un po’ più fìo de na mignotta in mezzo al campo. Perché, ormai, è assodato che non vince un contrasto nemmeno se ad andargli addosso sia Scrocchiazeppi.
    E’ indubbio che il suo ruolo sia tra i più complicati. Deve conoscere a memoria tutti, ma proprio tutti i movimenti della squadra. Deve essere più malizioso, nascondersi meno e prenderci per mano. Poi, deve anche mettere un po’ più di fiato. Altrimenti, rischia di commettere falli sciocchi al limite dell’area, in fase d’uscita palla al piede o quando subiamo la ripartenza in fase di non possesso, perché spesso costretto a rincorrere o perché poco svelto nel liberarsi da chi lo pressa.
    Se lui ingrana e se gli infortuni smettono di rompere i coglioni, Roma e Fiorentina non saranno due eccezioni!

  8. Aggiungo che Borja Valero (grandissimo giocatore secondo me) ha commesso un errore decisivo quando ha ‘lanciato’ Iago per il primo gol. Valdifiori ha perso molti contrasti nel primo tempo ma nella seconda metà del secondo tempo è venuto fuori alla grande da situazioni intricatissime. Sono contento dell’acquisto, ci sta già fruttando molto