Live / Baselli senza limiti: “Mediano o mezzala, faccio quel che serve”

13
1831

Dal ritiro di Bormio, Daniele Baselli presenta la prossima stagione del Torino: per il centrocampista è iniziato il secondo anno con la maglia granata

Dopo Benassi è la volta di Baselli, che presenta la nuova stagione: “In questi giorni Mihajlovic mi ha provato come mezzala, compreso ieri in allenamento quando ho giocato interno, ma io sono disponibile a fare anche il mediano, l’ho sempre fatto e non vedo perché non lo posso fare anche al Torino. Il trequartista? Non ne abbiamo mai parlato di questo sistemo, credo che il mister per ora vada sul 4-3-3”. Poi scherza: “Per giocare farei anche il portiere”.

“Il mio sogno è quello di vestire la maglia Azzurra, la Nazionale è sempre stato un mio obiettivo, al di là del fatto che ora ci sia Ventura. Lo era lo scorso anno, è il sogno di ogni giovane calciatore”.

Un anno di esperienza in più al Toro: “Quest’anno arrivo più pronto rispetto allo scorso anno, perché ho affrontato un campionato in cui ho potuto giocare con più continuità rispetto al passato. Sono cresciuto anche da questo punto di vista, credo che quest’anno avrò questo aiuto in più”. 

La prima stagione di Baselli è partita nel migliore dei modi, poi c’è stato un calo nell’ultima parte del campionato: “L’anno scorso ho giocato comunque 35 partite, anche se non sempre dall’inizio. Ho fatto un lavoro specifico nella seconda parte, è vero, ma non avendo mai fatto un campionato completo credo sia normale. Non mi sentivo stanco ma i test dicevano che avrei dovuto rifiatare. Il mister mi ha comunque sempre tenuto in considerazione”.

La partenza dello scorso anno è stato sorprendente: ha condizionato il resto della stagione? “Io sono stato sempre molto sereno anche dopo, non penso di aver fatto un campionato negli standard del livello della squadra, nel periodo in cui abbiamo faticato sono calato ma è normale. All’inizio tutto andava bene: poi hanno iniziato anche a conoscere me, quindi capita che riescano meno giocate. Non credo che il campionato sia stato al ribasso, ma credo che anche il rendimento della squadra mi abbia condizionato”. 

Sulla questione capitano: “Credo lo deciderà lo spogliatoio. Vince l’esperienza di solito. Il capitano non è solo chi dà la mano al capitano dell’altra squadra, ma è uno con carattere che sa quello che vuole fare”.

“Ieri abbiamo cominciato a provare il 4-3-3 e credo che oggi si andrà avanti sulla tattica in vista delle prossime amichevoli”

Condividi

13 Commenti

  1. È lecito aspettarsi un netto miglioramento da parte sua così come dagli altri elementi più giovani. Da capire quale possa essere la sua collocazione ottimale ma almeno tecnicamente Baselli non si discute. Su questo penso siano tutti d’accordo.

  2. Lo scorso anno di 35 partite giocate in 30 abbiamo giocato in 10 , dopo l ‘ ottimo inizio e l ‘ infortunio si è perso nella mediocrità della squadra. Quest ‘ anno è l ‘ ultimo treno per dimostrare di essere un giocatore da serie A.

  3. e qui “bottega Cairo” deve inventarsi un miracolo per non fare una minusvalenza…se davvero punti al sesto-nono posto, baselli può fare si e no 15 presenze tra campionato e coppa Italia… giocatore troppo mediocre.

      • May, se ricordi Ventura spiegava che Daniele stava pagando la poca abitudine a giocare con continuità. E oggi apprendiamo da Baselli che i risultati dei suoi test non erano brillanti. Credo che assisteremo a una stagione migliore da parte sua stavolta.