Toro, l’allenamento pomeridiano in Sisport: differenziato per Maxi Lopez

144
3027

Dopo la giornata di riposo concessa da Mihajlovic, i granata si ritrovano al centro Sisport per la consueta seduta di allenamento pomeridiana

Torna a lavoro il Toro che prosegue la preparazione in vista della prima partita casalinga della stagione, quella contro il Bologna. Al centro Sisport sono già molti i sostenitori granata che attendono di entrare per vedere Vives e compagni a lavoro.

Mentre i tifosi si accomodano sugli spalti in attesa dell’uscita di staff e giocatori sul terreno di gioco, al campo di allenamento è arrivato anche il direttore sportivo Petrachi. Sul terreno della Sisport non si vede ancora nessuno, intanto gli spalti si vanno riempiendo. Aumentano ancora i tifosi: sono circa 500 i sostenitori che adesso affollano le gradinate del centro di allenamento. Intanto si attende l’uscita di Mihajlovic e dei suoi giocatori.

Fanno adesso il loro ingresso in campo i giocatori del Toro, accolti dagli applausi dei tantissimi tifosi presenti. Mihajlovic può contare sul gruppo quasi al completo. Mancano solo Ljaijc, ancora assente dopo l’infortunio patito nel match contro il Milan, Ajeti, fermatosi nella seduta di allenamento di lunedì, e Avelar che prosegue nel lavoro personalizzato.

14087500_1350778191618428_1811893956_o

Per Vives e compagni inizia il riscaldamento con i consueti esercizi atletici e di corsa prima di iniziare a lavorare con il pallone. L’attenzione, come ovvio, è tutta rivolta al Bologna e per preparare la partita al meglio, Mihajlovic ha diviso i giocatori in reparti: vuole affinare i movimenti e per questo ha posizionato in campo alcune sagome seguendo il 4-3-3, modulo di gioco dei prossimi avversari dei granata.

Tra i centrocampisti manca anche Capitan Vives mentre Maxi Lopez è momentaneamente rientrato negli spogliatoi (il giocatore ha poi iniziato a lavorare a parte per un problema al ginocchio destro). Buone notizie, invece, per Ljajic che entra adesso in campo, accolto dagli applausi, e inizia a svolgere i primi esercizi personalizzati. Torna in campo anche Vives, adesso, mentre proseguono gli esercizi tattici della squadra.

Prosegue la preparazione dei granata: adesso attacco e difesa si confrontano per i migliorare i reciproci movimenti e mettere in pratica le richieste del mister. Terminati gli esercizi con il pallone, il gruppo torna a concentrarsi sulla parte atletica.

Dopo una parentesi di corsa, i giocatori granata riprendono il lavoro tecnico con il pallone. Per i centrocampisti l’allenamento è terminato, sul campo della Sisport restano solo attaccanti e difensori che si esercitano sui cross.

Termina in questo momento la seduta di allenamento.

Condividi

144 Commenti

  1. Ma davvero qualcuno pensa che Miha sia così stupido ed accetti un incarico basandosi sulle promesse di Cairo? A me sembra che tutto sia piuttosto che stupido. Figuriamoci se, conoscendo Cairo, visto che nell’ambiente si conoscono tutti, ha accettato l’incarico aspettandosi chissà quali giocatori. Lui era disoccupato, proveniente da un’annata negativa ed ha accettato la proposta migliore sulla piazza. A me sembra che la realtà sia spesso più semplice di come la si vuole dipingere

  2. Miha mi..ha già indispettito almeno un po’…sta situazione caotica è in buona figlia sua e non di altri.
    Tornate indietro a inizio agosto…buone amichevoli, squadra quasi fatta…Gomis tornato a furor di popolo, Bovo in partenza, Jansson e Silva pronti a sostituire Glik e Moretti, Barreca probabilmente in rosa vista la situazione di Avelar, Bruno partente ma si sapeva da un anno e Zappa pronto a esplodere, arrivati due registi, uno giovanissimo ma talentuoso e l’altro non un fenomeno ma neanche inviso a più, anzi..finalmente con Miha verticalizzera’ e non sarà costretto a giocare in orizzontale…..si cerca forse una mezzala di valore assoluto e poi l’attacco con il serbo geniale nelle punizioni e Falque, il talento di Boye’…poi un mattino si sveglia e scopre che manca questo, manca quello, gli prude il deretano…insomma epurazione e addio a trequarti della difesa, a San Siro giocano due esordienti assoluti con noi da una settimana scarsa e poi ci si lamenta se sembriamo a tratti una accozzaglia di dilettanti allo sbaraglio. L’unica scusante è Maksi ma per il resto sto cantiere è opera sua, gli auguro e mi auguro che abbia ragione lui sennò è stato un bel somaro!

  3. gli allenatori che possono permettersi di fare la lista della spesa si possono contare sulle dita di una mano. Gli altri collaborano, quando va bene (e sembra il caso di mihajlovic), con i dirigenti per cui lavorano e devono tirare fuori il meglio da quello che la società gli mette a disposizione.

  4. Non sono d’accordo che un bravo allenatore deve lavorare con ciò che gli mette a disposizione la società, Capello ad esempio, prima di accettare una proposta ha sempre posto le sue condizioni, e così anche Lippi e via dicendo

  5. Vita, rispondo qui su Peres. Secondo me la cessione di Bruno era preventivata e avallata da Miha. Me lo fa pensare l’arrivo di De Silvestri, un suo pupillo. Secondo te fa spendere 4 milioni per poi tenerlo in panca sapendo che c’è Peres? I tempi della cessione non sono importanti, conta che sia condivisa e per me lo è stata.

    • ti dirò di più: proprio parlando di Peres e della sua cessione Miha ha dimostrato che quando vuole sa usare le frasi fatte per far capire come stanno le cose. Quando diceva che non sapeva difendere e che se fosse partito sarebbero arrivati tanti soldi mentre se fosse rimasto sarebbe stato comunque felice. Ecco, questo è un dire e non dire, questo è un non volersi esporre in modo netto per una situazione ancora non definita.

    • Su Peres sono d’accordo. Miha non l’ha voluto e l’ha ripetuto a più riprese. Prova ne è che lo hanno svenduto per non farlo deprezzare. Le altre cessioni invece non penso siano dipese da lui. Se Glik ed Immobile fossero voluti restare penso che a lui sarebbero andati bene

    • Vita, ma sii sincero. Ce lo vedi Miha nei panni della vittima? E Cairo lo fai così tanto scemo da volersi fare i suoi comodi con un allenatore che parla chiaro e non guarda in faccia nessuno? Se non è una leggenda metropolitana il carattere schietto e diretto di Miha, Cairo rischialo sputtanamento a brevissimo. Io continuo a chiedermi se il mister sia tordo o bugiardo. Ancora non riesco a darmi una risposta, ma così, di primo acchito, fatico a crederlo tordo a tal punto da non capire, dopo 3 mesi, se lo stanno prendendo per il culo o no. Vediamo che succede. Io continuo a pensare che sia soddisfatto come ha detto e ripetuto più volte. Voglio fidarmi.

      • Si Mimmo..io non mi fido di me stesso figuriamoci di Urbano Cairo..il tuo essere ottimista oltre ogni limite puo’ essere anche controproducente..non ti fa’ vedere in faccia la realta’..Cairo voleva dare un colpo forte alla tifoseria ingaggiando Mihajlovic ma si è trovato fra le mani uno con delle pretese..abituato a squadre con poteri economici superiori a quelli di Pinocchio..non ci credo nemmeno se me lo dice Mihajlovic in persona che è stato lui a chiedere Rossettini Ajeti e Tachtsidis..Boye’ tanto per cominciare non l’ha chiesto lui visto che gia’ da gennaio l’avevano bloccato..Gustafson e Lukic sono farina del sacco di Petrachi..

        • allora è un bugiardo, non vedo alternative. Non le vedo secondo il tuo ragionamento. Per me invece un’alternativa possibile è che è sincero quando dice che è soddisfatto di come opera la società ma manca ancora qualcosa. E non è ottimismo, non c’entra nulla. E’ un ragionamento come un altro. Tu lo escludi a priori. Io credo che le opzioni siano 3: tordo, bugiardo, sincero. Mi pare realismo, non ottimismo. Il tempo ci dirà quali delle tre è giusta. Ho la mia opinione ma non escludo nulla a priori.

        • vedi che sei tu quello che esclude le cose a priori? Trovi impossibile che sia sincero. Per carità, fai pure. Ognuno la pensa come crede. Io, dopo 3 mesi, ancora non mi esprimo. Metto sul piatto tutte le opzioni possibili e giudico in base a quel che gli sento dire. Il tempo scoprirà le carte.

          • Mimmo..mi riferivo al tuo ”tordo o bugiardo” Mihajlovic per forza di cose deve essere a conoscenza di quello che gli combina il Nano..non puo’ essere che su Peres non sapesse nulla? magari che l’avevano venduto gia’ da tempo?

    • Secondo me è un po’ bugiardello anche il serbo, preso da Cairo non perchè ambizioso, ma perchè corrispondendo al prototipo di allenatore che piace al tifoso del Toro getta così un po’ di fumo negli occhi compensando alla mancanza di voglia di spendere. Quasi che l’ultima stagione fosse colpa(esclusiva) di Ventura.
      Sicuramente ha chiesto rinforzi, ma se non arriveranno, Miha si farà andare bene cosa c’è, ha una ventina di famiglie da sfamare tra collaboratori vari 🙂
      Non si è dimesso quando stava facendo benissimo con la samp e Ferrero gli ha distrutto tutto, dovrebbe farlo ora?

      • Rimbaud, io non mi bevo tutto quel che dice Miha, metto in preventivo che alcune cose non possono essere dette in pubblico e che altre è bene dirle anche se non sono vere, per non agitare inutilmente l’ambiente. Cerco di andare al senso di quel che dice. E so che ci sono mille modi, mille frasi fatte che possono essere buttate li per girare intorno alle domande scomode senza esporsi. Mi pare però che Miha si sia spinto molto oltre paragonando Cairo al Berlusconi vincente e dicendo che qui si fa calcio. Questo non è girare intorno a una domanda scomoda. E’ una risposta netta, che non lascia spazio a interpretazioni e che se non corrispondesse al vero certificherebbe che sulla panca ci siamo messi un grandissimo pezzo di fango, che mentre si riempie la bocca col Cuore Toro regge il moccolo a Cairo. Non ci voglio credere e francamente non mi riesce nemmeno difficile farlo.

        • Ciao Mimmo ma anche io credo che saia o almeno fosse contento come dicevamo l’altro giorno si è spinto davvero oltre con gli elogi. Chiaro che però si aspetta ancora altro. Ma sono convinto altresì che non sia nemmeno così intransigente come alcuni lo descrivono , lo dimostra la sua storia del resto

  6. Eh certo che Vida salta, i russi vogliono i soldi, mica lo regalano.Dai lasciamo perdere va’, inutile incazzarsi, tanto alla fine arriverà un Ranocchia, per la felicità di Arpagone, e del suo (capiente) portafoglio…..P.s. Bruno Enrique, va a Palermo, forse non era così male, a quelle cifre poi.

  7. Società ed allenatore artefici di questa situazione.la società siam costretti a sopportare ma Mihailovich si poteva anche evitare. Allenatore di una mediocrità imbarazzante. Spero se ne vada al più presto. Torna a casa Longo

  8. Io comunque MI CANDIDO!!! Sono vecchio, ho un ginocchio abbastanza rovinato, mi accontento di un quinquennale a 500.000 a stagione, e se serve sono pronto a fare delle ENORMI figure di merda in campo!!! PETRACHI E CAIRO DOVE SIETE? NON PERDETE QUEST’OCCASIONE!!!!
    VOGLIO ESSERE IL NUOVO IDOLO!!!

  9. Notizia interessante
    “SAMP: DJURICIC TORNA AL BENFICA
    L’avventura di Filip Djuricic alla Sampdoria è già finita. Il trequartista serbo avrebbe deciso di tornare al Benfica dopo un colloquio con il tecnico Giampaolo.”
    Li sta rimandando tutti al mittente.. sta vendere che la garanzia era Giampaolo??

  10. …ridotti cosi a questo punto, a campionato iniziato. mi chiedo davvero come fanno alcuni, troppi, ancora a difendere cairo. in aggiunta con tanti soldi in cassa e dopo aver praticamente venduto i piu’ forti a fronte del solo acquisto scontatissimo di liajic.
    ma come fate? davvero ve lo chiedo. perche’ oltre cairo non c’é nessuno? quindi se mi pigliano a schiaffi fino a che non trovo qualcuno che non me e=ne da piú rimango a prenderne? beh, complimenti

    • gigi lo prende il genoa
      avanti tutta su Michal Pazdan (29 anni) difensore del Legia Varsavia, che piace molto al Genoa.
      La dirigenza rossoblù è arrivata ad offrire 2,5 milioni di euro, i polacchi ne chiedono 3 ma si può arrivare presto ad un compromesso: la sensazione è che il Genoa virerà con decisione su questo giocatore che, nei recenti Europei 2016, ha ben figurato in coppia con l’ex granata Glik al centro della difesa.
      Pazdan ha sempre giocato in Polonia, e da 2 stagioni è in forza al Legia: nel campionato in corso ha già disputato le prime 3 giornate da titolare. Inoltre col club di Varsavia è attualmente impegnato nei preliminari di Champions League, che hanno sorriso a lui e la sua squadra vittoriosi nel match d’andata sul campo del Dundalk (0-1) avvicinandosi così alla fase a gironi.

    • …beh Gigi se ti risulta che lo regalino a presidenti pagliaccio interessati unicamente ai propri interessi personali tramite lo sfruttamento (sfruttamento!) di un glorioso marchio sportivo che si accompagnano con ds incapaci e cialtrone beh direi che potremmo essere in pole position.

      • essí pero’ a parte quanto sopra il problema e’ che nessuno lo ha proposto a pretacchio per cui lui nemmeno lo sa che tal Michal Pazdan (29 anni) difensore del Legia Varsavia nonche’ nazionale polacco e’ capace che lo prendi per soli 3M

  11. Per l’appunto……
    Torino, sfuma Vida: la Dinamo Kiev ha deciso di non cederlo
    Gianluca Di Marzio24-08-2016 20:56
    Il Torino è alla ricerca di un rinforzo per la difesa: uno dei nomi più interessanti era quello di Domagoj Vida, croato classe ’89. La Dinamo Kiev, squadra in cui milita il difensore, ha deciso però di non privarsene più dopo aver ceduto Aleksandar Dragovic al Bayer Leverkusen. Vida-Torino, trattativa sfumata: il giocatore non rinforzerà la squadra di Mihajlovic.

    • lo sapevo, e lo avevo previsto oggi pomeriggio.
      se vai ad elemosinare stile braccino dopo un po’ si rompono le palle; se invece cacci i soldi (ma bisogna volere rinforzare il Toro non la propria cassaforte) vedrai che sono tutti in vendita…cairo e patrachi 2 pagliacci che manco al circo orfei troverebbero lavoro se non nei cessi degli elefanto; cialtroni da strapazzo.
      A margine, buonaserata a tutti i fratelli di pena.
      Ciao

  12. Superluke, per me oggi siamo una squadra da metà classifica con il rischio di fare anche peggio vista la rivoluzione in corso. Un difensore all’altezza, il recupero di Avelar (speriamo) e un regista di sicuro affidamento mi tranquillizzerebbero non poco e ci consentirebbero di portarci a ridosso della zona EL. Raggiungerla o meno dipenderà anche dalla velocità con la quale andranno a posto i nuovi automatismi e dalla buona riuscita del gruppo. In ogni caso la vedo dura per quest’anno l’Europa. Se poi difensore e regista fossero del calibro di Ljajic…

    • Sono d’accordo con te…bisogna dire per onestà che mihailovic ha dichiarato che il progetto Europa è biennale quindi quest’anno dovremmo teoricamente porre le basi per il prossimo…in ogni caso basterebbe un difensore centrale a patto che castan si riveli affidabile e ajeti si riveli utile alla causa,per quel che riguarda avelar sinceramente non so cosa pensare( a me non ha mai convinto neanche ad inizio stagione)

  13. Ok ora dico la mia. Se la squadra resta cosi’ e’ profonda la delusione. Per un campionato che si prospetterebbe avaro di soddisfazioni. E per una dirigenza che avrebbe certificato il suo assoluto disinteresse ad ambire a qualcosa in piu’ che un’onesta salvezza.
    Vedremo.

  14. un altra giornata di stiticume…… peroì circolano sempre nomi azzardati vedi Vainqueur …Gabriel c’e’ sempre quel non so che di provare a trovare il colpo della vita ….. ci serviva un talento magari come Praet…invece no sempre a cercare sto cazzo di plusvalenza …… VOGLIAMO GIOCATORI PRONITI E FORTI CAPITOOOOOOOOOOOOOO ..PD.e non e’ un simbolo di partito

    • scusa ma tra Vainqeur e Praet a me sembra molto più pronto Vainquer e soprattuto il ruolo di Vainqeur (28 anni e molta più esperienza) e’ davanti alla difesa mentre Praet e’ un centrocampista offensivo di 22 anni che fino ad ora ha giocato solo nell Anderlecht. a me personalmente Vainquer schifo non fa

  15. Superluke@ io sono convinto che siamo molto meglio dell anno passato e quella formazione non è niente male , unica cosa è che lo ripeto da anni ormai , in mezzo al campo ci vuole un leader dopodiché si ragiona ancora meglio .

  16. Lancio una provocazione. Se alla chiusura del mercato la squadra fosse: Padelli/ zappacosta rossettini castan molinaro/ acquah vives baselli/ iago belotti lijiac
    (Cioe’ quella attuale)
    Che si fa??? Attendo risposte. Grazie in anticipo.

  17. Ma state scherzando VERO ??? Zappacosta va via perché non vuole fare la riserva ??? Ma perché, ci sono giocatori che vogliono fare le riserve ??? Zappacosta non vuole fare la riserva al TORO, ma farebbe tranquillamente la panca , o la tribuna , al Napoli, Roma, Lazio ,Viola , Milan Inter e anche Sassuolo , senza rompere i coglioni !!! Ma siccome ha capito l’andazzo che c’è da noi, con il NANO che pensa solo a monetizzare , e a realizzare grandi Plusvalenze , Zappaminchia inizia ad alzare la cresta . Stiamo parlando di un giocatore attualmente mediocre, che non ha ancora dimostrato niente, certo ha delle doti , ma si fa in fretta a fare la fine di Balotelli ……

  18. Zappacosta? Ovvio ke nn voglia fare la riserva. Giudizio? Nn peggio d De Silvestri, gran corsa ma poco incisivo quando deve crossare. Giusto cederlo? Dipende. Può essere giusto o almeno sensato cedere Glick ma nn per rimpiazzarlo con Rossettini. Vainqueur? Basta ke arrivi, ormai l’abbiam capito ke nn inseguiamo nessun fenomeno e basta ke arrivi qkuno meno vecchio d Vives, ke nn ce la fa +, e meno statico d Tachsi ke ha un buon piede ma solo quello. Bisogna xò ke si kiariscano le idee…vogliono uno dal piede fino ma gracilino come Valdifiori o un marcantonio come Obiang o Vainqueur? Una 4 x 4 o una Smart? C’è una bella differenza…forse semplicmente il primo ke nn costi troppo. Sxiamo ke almeno uno d questi tre arrivi e facciamola finita, nenake dovessimo prendere Fabregas…

  19. ma… sono solo io a vedere una completa smobilitazione?! In un solo anno venduti tutti i big e ora pure Zappa… insomma, tutti quelli per cui c’era una ragionevole offerta… non sarà che il nostro piccolo duce vuole realizzare e poi chiudere bottega?

    • non ci sarebbe nulla di cui stupirsi,ma neppure da farne una tragedia,quante volte squadre partite male hanno poi fatto bene e viceversa….a già ma voi volete l’ EL,che tra l’altro essendoci ancora dopo domenica 36 partite,facendo due conti,ma forse sbaglio,sarebbe ancora possibile

  20. Petracchio sei un costo secco!! Una sciagura.
    D’altro canto questo incapace compra chi gli propongono perché non ha nessuna capacitá ad individuare giocatori di valore ed allora tanto vale che sta li a non fare un beata cippa tutto il giorno tanto gli affari li fa al telefono, tranne poi farsi fare la foto con il giocatore rifilatoci alla firma del contratto.
    Ora leggo anche dell’ennesimo scarto propostoci dalla roma, tale Vainqueur (oramai siamo il loro centro rimessaggio) vs separata vendita di un giovane che andrebbe invece tenuto legato al Toro…se Zappacosta lo vogliono tutti ci sará pure un motivo. Ok madarlo altrove per farlo giocare ma in prestito solamente.
    La premiata ditta braccino-petracchio anche quest’anno ce la fa sotto il naso.

      • Ciao ti dico cosa penso di zappacosta ora, che e’ la stessa cosa che pensavo giorni fa.
        e’ un giovane ed é stato praticamente fermo lo scorso campionato per cui deve giocare tanto e dato che dai noi farebbe molta panchina deve essere girato altrove per farlo giocare. quanto sopra peró tenendo in considerazione che molto giovane nonché uno dei pochi e piú promettenti terzini italiani in circolazione (al sassuolo hanno occhio) per cui andrebbe prestato non venduto.
        il problema é che cairo fa come se fosse su ebay, compra a 3 accontentandosi di vendere 3.5 pur di fare un guadagno senza alcuna progettualitá (e ancora piú grave senza investire il guadagno, che con pazienza e lungimiranza avrebe potuto essemre maggiore nonché avrebbe potuto regalare al Toro un giocatore dal futuro importante).
        d’altro canto questa dirigenza sta pensando di prendere Gabriel, ma mi chiedo non é meglio tenere Gomis a questo punto? O prendi Perin (o anche Sirigu ma preferisco Perin) e quindi spendi per un portiere “forte” davvero o tanto vale tenersi Gomis e farlo giocare al posto di Gabriel.

        • ok mi fido su Zappa per il resto anch’io terre Gomis o prenderei un garande portier,in quanto a Gabriel,chi lo dice che sia scarso,per un paio di papere che ha fatto magari a 21 anni,io aspetto a giudicare e mi fido di chi capisce più di me ed è effettivamente dentro alle situazioni e parlo in generale di quello che succede in società

          • Gabriel ha fatto solo 1 anno buono a carpi 2 anni fa in B poi lo scorso anno solo panca + male nell’unica occasione in cui ha giocato. Gomis ha fatto 3 anni di B in cui e’ stato a detta di tutti tra i migliori, se non il migliore portiere della serie. Secondo me per tanti motivi nonché queli sopra tra Gabriel (che comunque e’ una scommessa) e Gomis non avrei dubbi. Ciao

    • Tale Vainqueur?!? A parte che Petracchio quando ha budget compra e spesso anche bene quando non ha budget fa quello che fanno gli altri DG cioè tentativi, Vainqueur vale tra i 10 e i 100 Valdifiori. Te lo dico ora che poi dopo suona da “l’avevo detto io” ma non avevo detto un cazzo. La cosa buona dell’Italia è che ci sono posti come Roma e Milano dove bruciano in continuo giocatori che sicuramente non sono da Real Barcellona o Manchester United ma non sono neanche da squadrette come è attualmente la nostra.