Live / Il raduno in Sisport: Toro in campo per l’allenamento

90
1468

Primo giorno di lavoro per il Torino targato Sinisa Mihajlovic: raduno direttamente al centro sportivo di Corso Unione Sovietica, porte aperte dalle 17

Fra meno di mezz’ora il nuovo Toro targato Mihajlovic inizierà la preparazione in vista della stagione 2016-2017. Alle 17 scatta l’ora del raduno, dopo il rompete le righe di un mese e mezzo fa. Nuovo allenatore, nuovo corso, attesa per i nuovi acquisti: un pomeriggio a tinte granata e diverso dagli anni recenti, visto che la squadra granata, dopo la prima sgambata alla Sisport (porte aperte per i tifosi) si sposterà al Cap Dieci Cento, in Corso Moncalieri 18, per la festa dedicata alla squadra. Sarà presente il tecnico insieme alla squadra. Fuori dai cancelli della Sisport ci sono circa 200 tifosi ad attendere l’apertura dei cancelli.

Quando sono le 16.40 si aprono i cancelli, in modo che i tifosi abbiano il tempo di andare a sistemarsi sugli spalti. Tanti i cori, grande entusiasmo, e numero crescente di supporters granata che hanno scelto di restare in città per salutare la squadra.

I tifosi granata cominciano ad entrare in Sisport

Un vero e proprio fiume granata in Sisport: campo ancora vuoto, squadra negli spogliatoi.
Sono oltre un migliaio i tifosi al momento al centro sportivo granata.

Lunga coda dall’ingresso fino agli spalti: il numero di tifosi è destinato ad aumentare.

Sisport raduno 2016 Squadra in campo

Squadra in campo: cori e applausi per Sinisa Mihajlovic.
Il Toro inizia con il riscaldamento, incitato dai tifosi sugli spalti.

Assenti, per gli impegni in Coppa America e agli Europei, Martinez e Jansson. Non è presente al raduno nemmeno Peres, che gode di un permesso della società.

Dopo la fase di riscaldamento esercizi con il pallone per i giocatori granata. Cori per Maxi Lopez, uno dei più quotati: l’argentino è il più applaudito tra i granata. Intanto i portieri lavorano a parte.

Esercizi atletici per Alfred Gomis, Maxi Lopez, Maksimovic, Gazzi e Obi. Il resto dei compagni diviso in tre gruppetti, ai quali Mihajlovic dà indicazioni sugli esercizi da svolgere col pallone.
In gruppo c’è anche Danilo Avelar.

Momenti divertenti durante la seduta di allenamento: Acquah, nel corso di un contrasto, perde l’equilibrio e cade in maniera piuttosto buffa. Mihajlovic si avvicina e, bonariamente, gli dà una pedata nel posteriore.

Ora è il momento della partitella a campo ridotto. Il primo gol lo mette a segno l’argentino Boye, che trafigge Padelli. Dopo la breve partitella ora di nuovo corsa per i granata: stretching e ultimi scampoli di allenamento.

È terminato l’allenamento in Sisport, con un bel sipario: i giocatori sono andati in mezzo alla folla a bordo campo per il primo, grande saluto. Tanto entusiasmo in Sisport, il Toro comincia la sua stagione.

Al coro “chi non salta è bianconero”, i giocatori e l’allenatore, in mezzo ai tifosi, hanno risposto saltando.

Condividi

90 Commenti

  1. @gigi: alcuni di noi saremo prevenuti, io incluso, ma sicuramente nessuno noi avrebbe mai voluto avere ragione di esserlo… Anno dopo anno, con rare eccezioni e purtroppo mai lunghe un mercato intero, se il nostro essere prevenuti fosse un catino, Cairo lo riempie con il mestolo e lo svuota con la cannuccia ?

  2. IL primo giorno del raduno, un bagno di folla, è questo il tifo del Toro, oggi si deve essere entusiasti poi a fine mercato si vedrà. Tenendo a mente Che il calcio è strano e premia il Portogallo che vince e gioca meglio senza il suo fenomeno.

  3. Questa squadra é più forte di quella dello scorso anno? Avelar é un ex giocatore, Obi é sempre rotto, in squadra abbiamo ancora padelli, molinaro, bovo, vives, gazzi. Benassi, acquah e baselli in un centrocampo a 3 neanche i più ottimisti li vedono bene insieme. In attacco? Il nuovo larrondo…..speriamo che aramu, parigini e belotti si integrino bene fra loro. Ripeto ad oggi siamo una squadra da salvezza. Ricordo infine che abbiamo 35 mil in cassa e un presidente che pensa a rcs e poco o niente al toro.

  4. Forse non ci siamo capiti . Ad ora e ripeto ad ora dire che ci siamo indeboliti è essere realisti e non pessimisti . Poi se vogliamo essere ottimisti si puo’ dire che con la squadra cosi come è…. ci si può salvare.

  5. A scanso di equivoci, nessuno sta affermando che oggi la squadra è più forte di quella passata (anche se potrebbe già esserlo, per tanti motivi). Qui ci si chiede a cosa serve stroncare tutto ed essere pessimisti prima ancora che la squadra parta per il ritiro, quando la metà delle squadre di serie a si sono radunate con la primavera, a momenti. I rinforzi arriveranno e saranno di valore. Se non sara’ così, avremo un motivo valido per contestare e sarà legittimo farlo. Ma portarsi avanti col lavoro secondo me è assurdo e da prevenuti.

  6. giornata per pizzaioli e famigliole, una tifoseria seria ti avrebbe fatto capire che presentarsi al ritiro senza glik Peres e immobile è roba da contestazione ancora prima di cominciare.i soldi del Toro nel Toro lestofante.

  7. Tutti questi tifosi entusiasti sono gli stessi che sono andati ad accogliere Ciro all’aeroporto di Caselle a gennaio? Mah e poi dicono che i tifosi del Toro sono difficile. Al momento squadra innegabilmente indebolita no Ciro , no Glik, no Quaglia e in attivo un parametro zero bho ..il potere dell imbonitore e dei suoi giornali!

  8. Gigiimperversi di te ammiro da sempre il tuo ottimismo… è davvero notevole… ma ogni tanto è importante guardare il bicchiere mezzo vuoto e dico che a oggi è arrivato un difensore che è retrocesso con la sua squadra, un giovane argentino che ha la media gol/minutaggio molto più bassa di Larrondo e due giovani nostri di prospettiva che la A l hanno vista solo su Sky. D’altra parte è andato via Glik,e Immobile non riscattato. Io sinceramente a oggi non sono strafelice soprattutto se penso che certe trattative di mercato stanno avendo una tempistica di gestazione maggiore di un parto.Con ciò sempre forza toro. Speriamo che da domani col mercato si gioisca di più. Forza Toro

  9. Bellissimo l’entusiasmo del mondo reale, che non ne potevo più di questa versione virtuale tipo rifugio peccatorum. Le squadre sono tutte un cantiere, tutte. Alcune senza allenatore, altre senza proprietà, altre che non possono comprare se prima non vendono. Arriveranno i rinforzi giusti con i tempi necessari, intanto vediamo se possiamo contare su questi ragazzi. Dobbiamo stare lì quest’anno, subito dietro le grandi, pronti a sfruttare ogni eventuale défaillance. Andiamo a prenderci l’europa, cazzo. Toro toro torooooooooo!!!!

  10. Peres puo’ giocare in avanti con piu’ profitto di falque. E ljajic. Quest’ultimo non Lo voglio, questo non viene nemmeno con la mentalita’ di rilanciarsi, sogna di fare la carriera di giovinco. Uomo di merda. Quasi un di michele

  11. Se concretizziamo Ljajic e Falque sono fiducioso. Per quanto concerne le cessioni, Glik l’anno scorso ha fatto pena! Peres nel 433 con davanti esterni e dietro un Zappa che vuole giocare è impossibile tenerlo per un discorso anche tecnico e non solo economico! staremo a vedere con i tanti soldi sul mercato cosa faremo per il centrocampo.

  12. Ah dimenticavo oltre alle assenze abbiamo anche gli indesiderati: Padelli molinaro vives gazzi bovo. Un ex atleta con 2 rotture di crociato e un paio di giovani: 2 forti barreca e gomis e 2 incognite parigini x infortunio e aramu Che deve ancora dimostrare. Il piu’ forte in rosa dopo pères é maksi Che se ne vorrebbe andare. Perche’ siete ottimisti? Spiegatemi. Contagiatemi

  13. Gli accontentisti godono per il bilancio, io Che guardo anche al campo ho preoccupazione x la nuova stagione. Troppe incognite e troppe operazioni da chiudere di Cui 3 di livello top: Centrocampo seconda punta e ala-trequartista; operazioni da 10ml l’una x andare in Europa. Un sacco di soldi in cascina (se parte pères sfioriamo i 50) e la solita poca voglia di spendere

  14. Non ci meritano. 5mila persone. Peres assente. Mercato zéro. Glik venduto. Ancora a correre dietro ljajic: Ci sono sanabria, nyang, borini, babacar e altri pari valore. Ok il cantiere aperto, ma qui é ground zéro.

  15. Liajicic già non ti voglio vedere fare il giro del campo coi ragazzi. Ma se dovessi arrivare Ben venga la clausola rescissoria fai una discreta stagione fai prendere a Cairo il doppio e levati dalle….scatole

  16. La squadra è un cantiere aperto? Che strano, siamo al 10 luglio, ci mancherebbe altro. Col cambio di allenatore che oltretutto rallenta un po’ i movimenti di mercato, visto che vorrà conoscere un po’ la rosa a disposizione. Fvcg!

  17. Mamma mia quanta gente! Che entusiasmo! Felice per Avelar, una bella sorpresa. Speriamo abbia superato i suoi problemi e possa far vedere quanto vale. Praticamente è quasi come se fosse un nuovo acquisto per quanto poco ha potuto giocare. Daje Danilo

  18. Peres sara’ in permesso prima di trasferirsi al City che sarebbe arrivato a 20 milioni,mi sembra se i soldi verranno ben reinvestiti un ottimo affare,come invece pessimo sarebbe inserire la clausola rescissoria a 13 milioni che vorrebbe il procuratore di ljalijc,vorrebbe dire che verremmo usati come usa e getta e tra un anno ci saluterebbe,la decenza ha un limite!

  19. Inizia. Bene. Come inizia? Entusiasmo (come sempre), incognite (come sempre), squadra che è un cantiere aperto, tra partenze annunciate (oggi Marca riporta che il City è arrivato a 23 milioni per Peres, una balla?) e un presidente in altre faccende affaccendato, con gli arrivi che ad oggi fanno venire il latte alle ginocchia tanto la stanno tirando per le lunghe. Mi sa che siamo ripartiti per godere come ricci se ne avremo tre o quattro sotto di noi.

  20. Non c’é il regista. Attacco da completare. Centrocampo con benassi, Obi e baselli che per varie motivazioni non li vedo bene in un centrocampo a tre. Vedere o. Per ora mercato pienamente insufficiente. Ad oggi gomis, zappa, maksi, jansoon, barreca (Silva), baselli (non era quello che non sapeva fare il regista?) acquah, benassi (centrocampo tecnico??) boye (mah?!) belotti (parigini)……Bruno sembra venduto. Ad oggi ci sono quasi 30 mil in cassa….tenere il conto please