Ljajic, che debutto: il Toro ha un gioiello tra le mani

30
2107
ljajic
CAMPO, 13.8.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 3.0 turno di Coppa Italia, TORINO-PRO VERCELLI, nella foto: Adem Ljajic

Il fantasista serbo ha brillato, a suon di assist e gol. È la grande occasione per diventare leader, se troverà continuità

La gara contro la Pro Vercelli ha confermato, ancora una volta, e più che nelle altre gare estive, quanto Ljajic possa essere un giocatore determinante per la squadra granata, quanto l’ex Inter e Roma possa far migliorare il gioco e la manovra d’attacco degli uomini di Mihajlovic, imponendosi come il vero top player del Toro, un giocatore che, se acquisisse maggiore continuità, farebbe certamente le fortune del club di Cairo.

Ljajic comincia subito bene il match, salendo in cattedra già al 4′ del primo tempo, quando con un cross dalla destra per poco non regala a Belotti la gioia del gol. La prima rete granata, tuttavia, non tarda ad arrivare e, come preannunciato da un inizio gara scoppiettante e ad alti livelli, a realizzarla è proprio l’ex Roma con una punizione chirurgica dalla trequarti su cui Zaccagno può ben poco. Il giocatore non è nuovo a queste giocate e ha incantato i tifosi del Toro già in tre occasioni su calcio piazzato. Da ricordare, per la bellezza della sua esecuzione, la punizione con cui punì l’estremo difensore del Benfica, durante l’Eusebio Cup, solo qualche settimana fa.

Il fantasista è stato di gran lunga il migliore in campo nella partita contro la squadra guidata dall’ex Moreno Longo e non solo per il gol. Si è dimostrato bravo a innescare, con giocate di cui è assoluto protagonista, le azioni più pericolose del Toro sul fonte d’attacco, mostrando anche di aver recepito bene gli schemi provati in allenamento, sotto lo sguardo di Mihajlovic, soprattutto in occasione delle battute dalla bandierina. Che Ljajic fosse un giocatore estroso e dal bagaglio tecnico importante non era un segreto per nessuno, ma in pochi si aspettavano che potesse assimilare così in fretta i dettami di Mihajlovic e riuscire a conciliarli con i suoi imprevedibili colpi che, d’un tratto, possono sorprendere l’avversario e permettere alla squadra di portarsi in vantaggio.

Nella gara di ieri, il talento dell’attaccante granata non solo ha brillato e incantato tutti i tifosi, ma ha anche permesso che lo stesso Ljajic diventasse un vero e proprio trascinatore per il Toro e lo portasse alla vittoria nella prima gara ufficiale della stagione, che così si è aperta con i migliori auspici.

Condividi

30 Commenti

  1. Sul fatto che Ljaijc fosse un grande acquisto credo che nessuno avesse dubbi. L’unica cosa è la continuità di rendimento. Se sarà continuo sarà uno spettacolo ancora superiore più di quello che non sia ora. I believe in Adem. #SFT

    • Io ho tuttora dei grossi dubbi che possa essere determinante. Sia per motivazioni tecnico-tattiche che per questioni che dipendono dalla “testa” del giocatore. Ovviamente la speranza è di essere fermamente smentito da una continuità di prestazioni a nostro vantaggio. Se vogliamo valorizzarlo, un po’ la squadra deve giocare per lui, anche se ramadani gli fará cambiare lidi l’anno prossimo. I don’t believe in Adem But i want be wrong!!!

      • Di dove sarà l’anno prossimo non me ne curo anche perché deve ancora iniziare questa stagione. Io credo che questa possa essere la sua annata, ha tutto per poter fare il salto di qualità. Dipende tutto da lui. Vedrai che la squadra giocherà anche per lui, giustamente. #SFT

  2. Tecnicamente fortissimo, geniale. Strutturato pure bene fisicamente. Si sapeva. I dubbi erano solo sulla testa e sulla continuita’. La prima mi sembra in crescita, anche perche’ gli anni passano pure per lui. La continuita’ credo invece non l’abbia mai. Se no sarebbe un campione vero.

  3. 15 ml mi sembrano pochini per Peres.
    Ricorso che le merde han ben pagato di più il loro terzino brasiliano.
    Non capisco maksi e più forte di kulibal e Peres uno dei terzini di spinta più forti d europa (di spinta), non facciamoci prendere per il culo urbanuccio

  4. Io vedo bene anche il giovane argentino. Struttura fisica imponente, ottima tecnica…magari un po lento ma se non avesse un leggero difetto sarebbe come Ibra. Speriamo abbia opportunità di fare esperienza. Come dicevo ieri e lo ribadisco oggi abbiamo una buona struttura generale su cui innestare giocatori di valore per puntare ad un ottimo futuro. Alcune testate sportive danno Bruno per certo alla Roma c 15 mln di euro. Un grosso sacrificio insieme a Macsi ma vorrei/vorremmo fosse l’ ultimo. Casse strapiene oltremodo…ora investire bene per il futuro con un occhio ai nostri giovani (Barreca e Aramu). Se Urbano ambisce non soltanto ad essere il re dell’ editoria ma anche alle glorie del Toro siamo sulla strada buona…..diversamente Adem, Belotti, Barreca, Boye guardiamoli bene quest’ anno….

  5. Mi sembra che di gioielli ne abbiamo piu di uno, Peres Maksimovic Belotti Boye, e i nostri ragazzi che finalmente tornano titolari dopo tanto tempo. Se Peres è come Maicon come ha detto Sinisa ci lavori ad oltranza che almeno lui deve rimanere. Purtroppo ci troviamo a metà agosto senza l’ossatura della squadra, i due difensori centrali il regista e il portiere.

  6. Buona domenica, ho visto i gol….uno più bello dell’ altro e sopratutto nati da azioni ben orchestrate. Naturalmente esame superato dall’ attacco mentre la difesa è da verificare…..Macsi è in balia del procuratore (lo stesso di Adem, mi pare) e di quel camorrista unto e cafone di ADL. Credo che l’ armonia con la squadra si sia rotta, a differenza di Bruno Peres. Dubito rimanga anche quest’ ultimo. Urbano metterà in berta una bella cifra con la metà della quale potrebbe operare due ottimi acquisti per difesa e centrocampo. Vives, secondo me, come Moretti potrebbe essere un ottimo uomo spogliatoio….credo sia un professionista serio che non romperà le palle e potrebbe essere utile durante la stagione. Adem è tecnicamente fra i più dotati ma gli fa difetto la testa…altrimenti non giocherebbe da noi, come Maxi Lopez.

  7. Boi se si riprende anche iago davanti siamo messi bene, ed occhio all argentino anche questo se matura ha classe e colpi da vendere. Fan culo maksi e teniamoci Peres, come dice miha un giocatore da barcellona

  8. Vabbe, quel che accadrà accadrà, ma finalmente te un giocatore di grande tecnica e classe,insomma un signor giocatore(speriamo non faccia bizze),dopo’ piedi appena decenti (quaglia immobile) finalmente, era dai tempi di Rafael senza scomodare la sua classe che non avevamo un giocatore con ste potenzialità

  9. Siete fenomenali, già pensate a quando chiederà di andare via. Godiamoci uno dei giocatori più forti che abbiamo visto al toro negli ultimi vent’anni. Che a forza di vendite da venti milioni capiteranno sempre più spesso. Il calcio oggi è questo signori, chi accusa di volta in volta giocatori e dirigenti vive fuori dalla realtà.

  10. Il problema e’ solo uno e’ che tra un anno con la sapiente regia del procurature Ramadani ci salutera’ facendo come Maximovic,almeno Cairo sara’ contento perche’ come minimo chiedera’ 35 milioni, dopo un grande campionato.