Ljajic suda per la Fiorentina: il serbo corre e si allena per esserci

14
2708
ljajic
CAMPO, 13.8.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 3.0 turno di Coppa Italia, TORINO-PRO VERCELLI, nella foto: Adem Ljajic

Continuano i progressi di Ljajic, al lavoro per recuperare in vista di domenica: non lo si azzarderà, ma lui vuole esserci ed è corsa contro il tempo

Adem Ljajic ha messo nel mirino la Fiorentina, squadra che lo ha allevato e svezzato al calcio italiano: l’infortunio occorsogli nella vittoriosa partita casalinga contro il Bologna, sembra essere finalmente alle spalle. Nella seduta di ieri l’esterno offensivo serbo ha svolto parte dell’allenamento con il gruppo, per poi concludere la sessione con esercizi personalizzati e più conservativi. Un avvio di stagione non certo fortunato quello del calciatore prelevato in estate dalla Roma, che in entrambe le partite disputate dal primo minuto (Milan e Bologna), è stato costretto ad abbandonare anzitempo le ostilità, con conseguenze decisamente più serie nella partita contro i felsinei: una lesione muscolare tra il primo ed il secondo grado della coscia sinistra.

Il peggio sembra essere finalmente alle spalle per il gioiello del Toro, vera pepita d’oro della passata campagna trasferimenti: il suo estro è una qualità a cui Mihajlovic (che lo ha voluto fortemente), non vuole rinunciare. Combinandosi con la micidiale vena realizzativa di Belotti e il talento di Falque, le giocate di Ljajic possono rappresentare per l’attacco granata, un salto in avanti determinante nell’aiutare la squadra a battagliare per le posizioni valevoli l’approdo in Europa. Immaginare il Toro visto con la Roma con un Ljajic in più su cui poter contare, stuzzica non solo le fantasie dei tifosi, ma anche quelle del tecnico granata, consapevole che la creatività del numero 10, se gestita con sapienza, può diventare un’arma letale per le difese avversarie.

Per questi motivi, nulla sarà lasciato al caso, e soprattutto non saranno affrettati i tempi di recupero: scongiurare una ricaduta, in questo momento, è prioritario rispetto a qualsiasi altra decisione. Tuttavia l’allenamento di ieri ha fornito delle rassicuranti indicazioni circa la condizione fisica dell’asso serbo: l’intensità con cui ha svolto la seduta pomeridiana, lascia intendere la sua determinazione a voler calcare il terreno di gioco già domenica contro la Fiorentina. Probabile dunque un suo utilizzo part-time, a seconda anche della piega che avrà assunto l’incontro: tutte le componenti, ora, sembrano essere al posto giusto per un nuovo, o forse per il vero inizio, della stagione di Ljajic con la maglia del Torino.

Condividi

14 Commenti

  1. Sono impaziente di vedere Adem giocare in maniera importante con la Nostra Maglia, detto questo rischiarlo mai. Se è pronto per uno spezzone di partita si può fare, altrimenti aspettare altri 15gg non cambia nulla. #SFT

  2. Ma una volta recuperato ljajic chi rimane fuori per voi ? in questo momento boye non puoi mai toglierlo dal campo, il gallo non parliamone neanche e quindi rimarrebbe solo falque. Niente male avere un falque in panca che possa subentrare a boye o viceversa

  3. esatto. Si è già forzato la mano a inizio campionato. Capisco che il ragazzo scalpiti e per carità io per primo, ma preferisco aspettare altri 15 giorni e vederlo in campo al 100% piuttosto che rischiarlo anche solo 10 minuti….quindi teniamolo calmo e tranquillo e aspettiamolo ancora qualche settimana, il campionato è ancora lunghissimo e di Adem abbiamo davvero bisogno