Mihajlovic: “Portieri? Ad oggi Gomis è il titolare”

124
4701

Poche ore al termine della prima fase del ritiro del Toro: Sinisa Mihajlovic fa il punto su quanto accaduto a Bormio

nostri inviati a Bormio
Ivana Crocifisso / Andrea Piva

Cominciata a Bormio, in Comune, la conferenza stampa organizzata dalle istituzioni per salutare il Torino. Presente l’allenatore granata, Sinisa Mihajlovic. Dopo il saluto del sindaco prende la parola il tecnico serbo: “Vorrei ringraziare il Comune e tutta la gente che è stata a stretto contatto con noi. Ci siamo trovati molto bene e ritorneremo se ci dovesse essere la possibilità. Non dipende da me dal presidente e da voi. Grazie ai tifosi che ci incitano: dobbiamo dare il massimo per non deluderli. Grazie ai ragazzi per il loro impegno, ci sono buone basi. Grazie anche al Toro, alla società, per come si sta impegnando a costruire la squadra. Abbiamo preso buoni giocatori e ne arriveranno di sicuro degli altri. I prossimi giorni mi serviranno per valutare chi resterà, per valutare i giovani e capire se tenerli o mandarli a farsi le ossa. Il nostro obiettivo è incarnare lo spirito del Toro. Ed è anche l’Europa entro due anni, ma non vuol dire che non ci proveremo anche quest’anno. Dobbiamo aver voglia di sognare, ma per realizzare i sogni serve fatica”. 

Sul lavoro dei primi giorni e sul modulo: “C’è molto da lavorare, la base è buona, il gruppo è sano. Passare dalla difesa a tre a quella a quattro non è immediato. Ci vuole tempo per sistemare alcune cose. Sono contento per il loro impegno, come per tutto ci vuole pazienza, ma è importante che ci sia la voglia di farlo”.

Su Ljajic: “L’ho trovato bene, cresciuto, più maturo. Nella Fiorentina e in Nazionale era ancora un ragazzino. Ora sta diventando un uomo ed è positivo, quando si cresce come persona si cresce come calciatore. Ci dà quella dose di fantasia e può farci fare la differenza. Per lui può essere la stagione decisiva”. 

Su Bruno Peres: “Peres è un giocatore del Toro, è importante per noi, forse nel centrocampo a cinque si troverebbe meglio ma ha già giocato in un modulo del genere. Semplicemente deve migliorare la fase difensiva. Se resta sono contento, se va via anche perché arriveranno dei soldi che potranno servire”. 
Poi il discorso va su Maxi Lopez: “Sta calando di peso, per le qualità che ha adesso è al 50 per cento, ma questo ritiro può essergli utile. Questo modulo è ideale per lui, lo abbiamo già visto a Catania”. 

Sui portieri: “Ho parlato anche con i tre portieri, la mia idea è quella di Gomis titolare, Padelli secondo e Ichazo terzo. Le gerarchie possono cambiare, tutti avranno la possibilità di dimostrare quello che valgono”.

“Valuterò ancora più avanti, dopo l’Austria, quali giovani tenere. Bisogna sempre parlare chiaro e loro lo sanno bene. Non ho paura di far giocare i giovani, ma dobbiamo lasciar loro la possibilità di sbagliare”. 

Poi su Maksimovic: “Le voci lo distraggono, ma è normale. Ho parlato con lui proprio stamattina, mi ha assicurato impegno. Io conto molto su di lui, l’ho lanciato in Nazionale, lo conosco bene e mi piace ma i giocatori sono tutti uguali”. 

Sul mercato: “Certamente serve un mediano, abbiamo una rosa ristretta di nomi sui quali stiamo lavorando, non sarà il solo, ci servono rinforzi se vogliamo andare in Europa, ma la società sa”. 

Sulla difesa: “Faremo tutte le valutazioni, compresa questa, nel corso del ritiro”.

Sulla Juve: “Sta facendo una campagna acquisti importante, pronta a vincere 36 partite su 38, poi sulle due con noi vedremo. Certamente è più forte delle altre, da parte della gestione è un esempio da seguire”. 

Sul Milan: “Una partita difficile, avrò un motivo in più per fare bene, ma non cerco rivincite. Il tempo è galantuomo, so dove ho lasciato il Milan e so dove è finito”. 

Condividi

124 Commenti

  1. Grande @Mimmo 16:51…Ottimismo cigolante…si apre una nuova era. Sbaglio o il Serbo ha soppresso il concetto di “conoscenze” calcistiche nelle sue conferenze. Speriamo quest’anno di non sentire fumosi concetti astratti post partita e quando si perde, speriamo di vedere belle facce incazzate!!!

  2. Mi sbaglierò ma la carrellata di nomi accostati al Toro era in attesa (e previsione) che arrivasse l’ offerta per Peres.
    Kucka (che non lascerà mai il Milan), Soriano, Rincon e Diousse sono trattabili solo con i soldi di Bruno. Rimangono Valfofiori e Lukic che possono arrivare comunque. Arrivo in ritardo di Peres mi pare possa essere letto cosi..Credo sia più Cairo che lo voglia cedete di quanto lui andarsene…Comunque, sta facendo la sua parte tutelando anche gli interessi del Toro mostrandosi riconoscente! Avrà sempre la mia ammirazione se se ne andrà!

  3. Se rimane Peres a discapito di Zappacosta mi posso anche accontentare di Lukic e Valdifiori.. ma se parte l’unico campione che abbiamo non mi bastano, con un budget triplicato mi aspetto ben altri nomi e giocatori.

  4. Fa piacere leggere un’intervista chiara, diretta, di uno che ha capito di allenare una società che non sarà un top club ma che non è neppure il borgorosso. Diablo e Miva che saluto hanno già scritto tutto quello che penso, anche se io, rispetto a loro, un pò di fiducia a Cairo sono tornato a darla, non sarà mai il Presidente che sogniamo, ma chissà che prima o poi non ci faccia sorridere….

  5. Carissimi amici, premesso che sono fiducioso sul toro di quest’anno che certamente aprirà un nuovo ciclo, devo però sottolineare almeno 3 incognite che spero si risolveranno positivamente . 1) il portiere , un debuttante in A tutto da scoprire . 2) il centrale Jansonn che deve ancora dimostrare sul campo il suo valore e dovrà raccogliere l’eredità di Glik 3) Gli interni benassi e baselli (posto che certamente arrivi un metodista) troppo gracilini per il gioco di Minha che forse ad uno dei due preferirà Acquah. Io spero che oltre al metodista arrivi anche un difensore esperto e un altro interno. Allora si che si punterebbe alla EL a vele spiegate!!!!

  6. E cmq , gli va dato atto , che è l’unico che finora ( escluse le 7 big) parla apertamente di “OBBIETTIVO EUROPA ” !! Non credo lo abbiano fatto altri , dal Sassuolo in giù , comprese tante Big o ex Big . Insomma , Sinisa si sta mettendo in gioco , senza tirare in ballo la piazza difficile ,o altro !! Questo gli fa Onore , tra l’altro si è sempre assunto le responsabilità . Poi guardando cosa successe alla Samp del Viperetta , o al Milan del Berlusca , che lo obbligava nella formazione titolare ……….. non credo che ci siano Ciclisti , o Milanisti , che possano prendersela con MIHA , per quanto fatto con le loro squadre , anzi , credo che lo rimpiangono !!

  7. Dopo aver visto Fila e Superba ha annunciato: obbiettivo per questa stagione EL.
    Dopo venuto a Bormio: SPERIAMO tra 2 anni per EL.
    Dopo finito a Bormio: CERTO tra 2 anni e SPERIANO questa stagione.

    Quaquaraqua.

    Dopo 21 agosto io spero di non mettere nella firma obbiettivo 40 punti.

  8. Troppa confidenza in questa conferenza: io ero abituato a crescite decrescenti, fate fatiscenti, asticelle con astice senza mastice, pro-cessi alle intenzioni, falso ambientalismo anti-tensioni nelle tenzoni, abiura del Cuore Toro in luogo del Colon Coniglio irritabile per giunta. Sinisa non è Miha Verdura, il quale era alla frutta: lui non è un parafulmine, è un impermeabile permeabile per me abile.
    P.S. Cairo ha ingaggiato Mastrota, lui sa come vendere Padelli.

  9. Era ora che ci fosse qualcuno in panca che smettesse di giocare a nascondino con linguaggio stucchevole e pieno di fuffa. Sino a che le cose sono andate, nulla di dire ma, al primo anno stortissimo tutta la manfrina montata dal GURU gli si è ritorta contro. Basta impaurirsi al solo sentire il nome delle squadre che affrontiamo, basta trattare con troppa sudditanza psicologica avversari sulla carta più forti. Se sono più forti vinceranno ma dovranno sputare sangue per farlo. FVCG

  10. A dir la verità, nella media delle ovvietà delle dichiarazioni di addetti ai lavori, non è che abbia detto cose così stravolgenti, eppoi nel calcio le parole se le porta via il vento. A parte aver dato una stoccata a Berlusconi, aver praticamente sdoganato la cessione di Peres (sempre nel caso arrivasse offerta congrua, identica situazione di un anno fa per Maksi) ed aver invitato Padelli a chiedere la cessione (nel caso non accettasse di fare il secondo). La cosa che mi preme è vedere a che punto siamo contro il Benfica, sulla carta squadra tecnicamente fuori portata per noi.

  11. Più chiaro e diretto di Ventura, senz’altro. Mi pare emergano alcuni dati di fondo: 1) fiducia in Ljajic 2) idee chiare sui portieri, meno sui giovani 3) soddisfazione e fiducia per come sta operando la società 4)diplomazia su Peres, segno che la situazione è fluida 5) bastone e carota a Maxi (ma non era tirato a lucido?) 6) non vede Baselli regista, almeno non titolare 7) invito ai tifosi a essere tolleranti per gli errori dei giovani.

  12. Bravo Miha … così ti vogliamo!
    Mi sembra che il concetto su Bruno Peres sia chiaro; se sommiamo le dichiarazioni odierne con quelle di Cairo dell’altro giorno, ne esce un giocatore che potremmo definire “un sicuro partente”.

  13. ichazo lo presterei,superare il citofono,con una direzione tecnica normale,non credo sia difficile,e’veramente brocco in tutto,gia’il secondo per lui e’troppo.ichazo vorrei vederlo inuna buona b,come ha fatto alfred,ma titolare non lo vedo ancora..

  14. Se ha parlato di EL e’ perché ( sicuramente ) prima di arrivare si e’ confrontato con UC il quale gli ha dato garanzie, non mi sembra proprio un pirla che le spara senza avere avuto rassicurazioni, quindi se non sara’ cosi’ vorra’ dire che UC lo avra’ preso per il c…e succedera’ un casino. Ridicoli quelli che gia’ lo criticano sentendo nostalgia per uno che li pigliava per i fondelli. Addio GPV a mai piu’ rivederci

  15. Attenti a Ichazo. Ieri ha giocato lui e non Padelli, il che secondo me significa che l’ha già superato. Se a questo aggiungiamo l’incredibile papera di Gomis, ecco che Ichazo potrebbe anche partire titolare

  16. Concordo con Bischero. Temo si sia fatto un’idea sbagliata. Per Urbano raggiungere l’Uefa in due anni e’ un tentativo, non un obbligo, ne’ una certezza e soprattutto, non e’ un fallimento mancare l’obiettivo. Che era, e’ e sara’ sempre, mantenere dignitosamente la categoria, provare a finire tra le prime dieci e se va di culo lottare per l’Europa. Arrivarci, in Europa, sarebbe qualcosa di eccezionale. E lo dico sempre per essere chiari eh…

  17. @fila 16:22 , povero vecchio cuore GURU ……… ti dà tanto fastidio sentire MIHAJLOVIC dire parole ben chiare , con progetti ed obbiettivi ben definiti ??? Mettere finalmente sul tavolo , quali sono gli accordi presi con Cairo ??? Leggi bene l’articolo @fila , lui dice chiaramente , ancora , cosa manca , per andare in Europa : ” un mediano e non solo …….. cmq la società sa ” . Mette in pubblica piazza gli acquisti che ha richiesto ,per un TORO CAZZUTO ,e COMPETITIVO , e che gli sono stati promessi , perché Sinisa non farà da parafulmine al NANO !! Si assumerà le sue responsabilità , non quelle di altri !! Al contrario del Guru ciarlatano accontentista , che fissava l’obbiettivo dal 4 al 10 posto !!! Per pararsi il culo !! mancandolo pure il 10 posto…. senza contare la crescita decrescita , senza parlare del progetto farlocco , dell’asticella che scendeva di anno in anno , del ricordiamoci dov’eravamo 5 anni fa , del cuore TORO che non serve a nulla , ecc ecc ecc !!! @fila , non è a parole che si vince , ma col GURU Perdevamo sia sul Campo , sia a parole .

    • Diablo, benché io non mi ritenga per nulla un contestatore del nano a priori, anzi, se non fa cazzate sono ben felice che ci sia lui… Beh, devo togliermi il cappello di fronte al tuo intervento. Tu sei l’esempio di uno che, seppur ha a mio avviso, dell’astio a prescindere con Cairo, cosa che io non condivido, hai un cervello pensante, sei uno che ci capisce, che ha senso critico, mette il bene del Toro prima di tutto e non sei un pazzoide o montato come altri qua sopra. Ripeto, giù il cappello/bis.

    • Diablo accidenti….hai bisogno del condottiero serbo per capire che oggi come anni fa(ma quest anno cè gia piu qualitá)il responsabile delle sorti del club è il presidente e non l allenatore.allora ti faccio una domanda.se a fine agosto i patti fra mister e presidente non saranno rispettati pensi che il sign mihaj dará le dimissioni?o andrá in sala stampa a dire….faremo bene con quelli che abbiamo??

      • No @Bischero , è qui sta il bello , MIHAJLOVIC è il direttore di un progetto , progetto che si chiama Europa . Per ottenere questo risultato, ha chiesto delle determinate Risorse, Umane e tecniche . La società ha detto che gli darà le risorse richieste , possono variare i nomi , ma gli standard devono essere di una certa qualità . Se Cairo non lo accontenta , Sinisa va avanti lo stesso , ma di certo non sarà colpa sua se non raggiungerà l’obbiettivo prefissato dalla società , e di certo non se ne assumerà le responsabilità. È di questo mette a conoscenza TUTTI ,addetti ai lavori, stampa ,squadra , Tifosi , nessuno escluso . Lo sta ribadendo più volte . Quindi, se non verrà accontentato , andrà in sala stampa , e dira , (o non dirà , ma tutti quanti sapranno che ) : ” faremo bene con quelli che abbiamo , ma avevamo ben delineato degli acquisti con la società, per raggiungere certi obbiettivi , acquisti che non sono arrivati , quindi cercheremo di fare il massimo , ma la responsabilità non È MIA !!! ( , ma di Cairo e Petrachi) !!

        • Minchia la penso esattamente al contrario. Nel senso che miha con tutti gli obiettivi che sta fissando non potrà non essere responsabile del suo fallimento o del suo successo. E il Cairo di adesso che spende in giocatori di livello chiesti dall’allenatore … senza 4 anni di gpv per me non ci sarebbe stato. Ma il tuo è sicuramente un punto di vista.

        • Ma tu pensi che ventura andava da cairo e gli chiedeva amauri o sanchez mino o martinez per andare a fare la coppa??la differenza qual è?nessuna….o meglio…mihajlovic ci sta semplicemente dicendo quello che sappiamo da anni.con la differenza che lo dice.forse qualcuno a bisogno di essere imboccato per ragionare.cmq non vorrei deludervi ma non si ergerá a capo popolo nella crociata contro cairo a fine agosto dimettendosi o sputtanando il press.fará come gli altri.si dimostrerá contento per la campagna acquisti scodinzolando.perchè in fondo le crocchette gli vengono comprate da cairo.(ed è gia fortunato perchè chi allenava prima di lui non si è mai visto recapitare un pacco regalo ljaijc-falque)

  18. Mihajlović ha capito che cosa vogliono i tifosi del Toro e non penso che siano parole di circostanza, ha capito forse anche imbeccato dalla societa’ che deve ricreare quel collante fra tifo e squadra che nell’ultima stagione si era deteriorato, ha capito che deve rendere partecipe il popolo granata delle sue decisioni, le sue previsioni e le sue sensazioni, il tifoso vuole la schiettezza e vuole sentirsi partecipe, purtroppo ultimamente non era più cosi.

    • non mi pare che trapeli una cosa del genere da quello che ha detto “…È più abituato a giocare sul centrocampo a 5 e deve lavorare sulla fase difensiva.”
      Il che significa, a mio giudizio, che deve imparare a fare il terzino.

  19. Su maxi lopez e boyé: “Maxi Lopez è un giocatore importante che ho avuto a Catania e che sa fare la differenza. Solo che deve perdere ancora qualche chilo. Solo quando lo farà renderà al meglio, ma sta lavorando e sono fiducioso. E comunque abbiamo altri attaccanti di valore come Boyé che mi ha impressionato in modo molto positivo”.

  20. Il concetto espresso sui portieri è il seguente:”Sono stato molto chiaro con loro ad inizio ritiro: le gerarchie di partenza sono Gomis-Padelli-Ichazo. Poi in questo precampionato avranno tutti le possibilità di farmi cambiare idea”
    Il che significa che sia ichazo sia padelli hanno la possibilità di ribaltare le gerarchie.
    Il migliore dei tre nel precampionato inizierà la stagione come primo portiere.

  21. Bella la risposta sulla giuve : Sta facendo una campagna acquisti importante, pronta a vincere 36 partite su 38, poi sulle due con noi vedremo ” …….. SINISA non accetterà una figura di EMME , come quella del Derby di coppa , soprattutto il vergognoso atteggiamento del terzo tempo !!! Piuttosto Miha gli SPACCA le Gambe di persona !!! Uno come Quaglia non sarebbe mai venuto nel TORO di MIHAJLOVIC !!

  22. Mi piace la schiettezza. Si gioca molto sulla piazza. Sa anche lui che se vuole crescere deve fare bene da noi. Quando sbaglierà mi auguro che i soliti soloni non lo boccino subito senza appello.
    Sul portiere prendiamo un grande rischio ma ogni tanto ci sta.
    Quanto all’obiettivo Europa possiamo giocarcela. Ma qualcuno più attrezzato sopra di noi deve ciccare la stagione e qualcuno al nostro livello non fare la stagione monstre.

  23. Padelli…??? Ma che ci fai qui da noi a fare il secondo??? Cercati subito un’altra squadra che ti faccia fare il titolare!!! Del resto non sarà un problema per te che hai un sacco di mercato…e vorrei anche vedere dato che non più tardi di 12 mesi fa un noto e “presentissimo” utente di questo forum ti definì (il miglior portiere italiano dopo Buffon)!

  24. Grande Mihajlović, mi è piaciuta la schiettezza avuta su Peres, sui prossimi acquisti, dove ha fatto capire che se si vuol andare in Europa c’è fa investire e su Maxi in particolare alla faccia di chi diceva che se arrivava lui, Maxi partiva.

  25. Una dialettica di conferenza profondamente diversa dal suo predecessore, GPV. Molto diretta, sicuramente godibile. Se lo spogliatoio viene ben gestito vedo grandi guadagni da questo approccio, di sapore fortemente Granata…

    • Non capisci?! E secondo te….come poi possiamo incazzarci?! E’ tutta una manovra qui sopra!
      Miha, finalmente è così diretto nella comunicazione che non ci sono interpretazioni da fare….ma se tagli il suo discorso….allora sì che hai tanti accessi! 🙂

  26. ma quanto non mancano gli estenuati giri di parole di Mister Libide???
    1)Se resta sono contento, se va via anche perché arriveranno dei soldi che potranno servire (su peres);
    2)Ho parlato anche con i tre portieri, la mia idea è quella di Gomis titolare, Padelli secondo e Ichazo terzo. ;
    3)Non ho paura di far giocare i giovani, ma dobbiamo lasciar loro la possibilità di sbagliare;
    4) so dove ho lasciato il Milan e so dove è finito

    CONCETTI CHIARI E SCHIETTI!! SENZA GIRI DI PAROLE..ONESTO!

  27. Mi sembra che qui le idee siano ben (!) chiare: gerarchie precise tra i portieri, giovani da valutare, mercato “a rilento” semplicemente perché il mister è nuovo e sta valutando tutti prima di decidere, lui mi sembra tranquillo e felice, ogni tanto noi tifosi parliamo davvero troppo di aria fritta

  28. Bravo Sinisa. Parole giuste, buona dose di convinzione e cazzimma. Affrontiamo questo campionato con la voglia di stupire e con la consapevolezza che la base c’è ed è buona. “Non ho paura di far giocare i giovani, ma dobbiamo lasciar loro la possibilità di sbagliare”. Speriamo che entri anche nella testa di certi tifosi. #SFT

  29. Bene!!! Su una cosa siamo sicuri (almeno per ora) le idee di Sisnisa sono Gomis TITOLARE e Padelli secondo…Molto bene…
    Concordo comunque su tutto ciò che è stato detto, giusto non pensare solo al risultato di queste amichevoli così come giusto nel caso si dovesse puntare sui giovani concedergli qualche sbaglio, basta che non diventino troppi perché sbagliare è umano ma perseverare diabolico!.. 🙂

  30. buongiorno Mister, volevo chiederle ieri dopo lo sbaglio di GOMIS nella partita contro il Renate i tifosi da tastiera e forum e vari social chiedono a gran voce un altro portiere! cosa ne pensa grazie ! se dovessi valutare un giocatore con questi parametri smetterei di allenare…. grazie mister !